Menu

Campus Itinerari Corvetto - la mostra | sabato 14 gennaio, ore 11.00

CAMPUS ITINERARI CORVETTO

La mostra

 

Sabato 14 gennaio, ore 11.00

Viafarini.work, via Marco D’Agrate 33

 

Le artiste Rossana Baroni, Paola Gaggiotti, Liana Ghukasyan con Ester Galli e Amanda Spernicelli presentano i lavori sviluppati con i bambini durante il Campus di Natale a Viafarini.work nel quartiere di Corvetto.

 

Dopo la prima esperienza di campus avviata nell'estate del 2022, Viafarini.work prosegue con l'impegno a collaborare con artisti e professionisti in ambito educativo per offrire attività creative a bambine e bambini nel quartiere. La mostra di Campus Itinerari Corvetto presenta il frutto di un'esperienza ludico educativa, nella quale arte, cultura ed educazione si incontrano senza gerarchie.

Il progetto di Campus di Viafarini.work trova nella mostra un'occasione conclusiva del campus natalizio e di anticipazione al prossimo campus estivo 2023, reso possibile grazie alle donazioni ottenute dalla campagna di crowdfunding civico del Comune di Milano.

 

Il progetto è realizzato con la collaborazione di ARTàMICA, CAT, Forme Tentative e LaStrada.

 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

ZAPPA '80: MUDD CLUB/MUNICH" | IN USCITA IL 3 MARZO

DAL NIGHTCLUB ALL’ARENA: FRANK ZAPPA DAL VIVO NEL 1980

CON UNA RARA FORMAZIONE NEL NUOVO PROGETTO D’ARCHIVIO

“ZAPPA ’80: MUDD CLUB/MUNICH”

 

DUE CONCERTI COMPLETI REGISTRATI NELL’INTIMO MUDD CLUB DI NEW YORK CITY

 

E NELL’IMMENSA OLYMPIAHALLE DI MONACO DI BAVIERA

 

 

 

TRE ORE DI PERFORMANCE INEDITE DAL VIVO PER LA PRIMA VOLTA DISPONIBILI, LA TESTIMONIANZA SONORA INEDITA DI UNA BAND CHE EBBE UNA BREVE MA INTENSA DURATA

 

 

 

ENTRAMBI I CONCERTI SARANNO PRESENTATI IN 3CD/DIGITALE

 

O SEPARATAMENTE IN VINILE, 2LP (MUDD CLUB) E 3LP (MUNICH)

 

 

 

“OUTSIDE NOW” DAL VIVO AL MUDD CLUB DISPONIBILE DA OGGI IN STREAMING

 

 

 

IN USCITA IL 3 MARZO 2023 PER ZAPPA RECORDS/UNIVERSAL MUSIC

 

 

 

Presentando due concerti inediti della band assemblata da Frank Zappa nella primavera del 1980, la nuova testimonianza degli archivi dal vivo, Zappa 80: Mudd Club/Munich, offre ai fan l’opportunità di ascoltare due concerti registrati in ambienti completamente diversi: l’intimo (240 persone) Mudd Club di New York City e l’immensa arena tedesca (12000 persone) Olympiahalle di Monaco Di Baviera. Prodotto da Ahmet Zappa e dallo Zappa Vaultmeister Joe Travers, questa nuova storica pubblicazione in uscita il 3 Marzo 2023 per Zappa Records/Universal Music vede per la prima volta in azione la lineup diretta da Zappa con i due cantanti Ike Willis e Ray WhiteArthur Barrow al basso, Tommy Mars alle tastiere e il nuovo arrivato David Logeman alla batteria che sostituì momentaneamente il batterista Vinnie Colaiuta.

 

 

 

Solo due brani da questi concerti - "Love Of My Life" dal Mudd Club e "You Didn't Try To Call Me" da Monaco - erano stati precedentemente pubblicati da Zappa nella sua serie live, You Can't Do That On Stage Anyomre.

 

 

 

Lo show al Mudd Club venne registrato l'8 maggio 1980 da Klaus Weidemann su un Nagra a 2 tracce mentre lo show di Monaco all'Olympiahalle venne registrato e mixato da Mick Glossop direttamente in digitale: ha quindi la particolarità di essere la prima registrazione dal vivo interamente digitale di Zappa.  Realizzato con un Sony PCM 1600, il concerto venne registrato su una videocassetta U-Matic da 3/4”, che al tempo era considerato state of the art ed oggi una vera reliquia, testimonianza della rapida evoluzione della registrazione del suono. Lo show è stato trasferito dai master digitali originali da Travers e i due concerti sono stati masterizzati da Bernie Grundman al Bernie Grundman Mastering.

 

 

 

Zappa '80: Mudd Club/Munich , che viene presentato oggi in anteprima con un’incredibile versione di un brano dall’album Joe's Garage"Outside Now", dal Mudd Club show, sarà disponibile in digitale e in triplo CD con le 15 tracce del concerto completo al Mudd Club sul primo CD e l'intero concerto di Monaco (22 tracce) sul secondo e terzo CD. Il booklet dell’album contiene foto del tour realizzate dal superfan George Alper. George, figlio del famoso fotografo degli anni '60 Joe Alper, era amico di Frank e faceva parte della sua ristretta cerchia di amici a New York, si occupava del merchandising del tour e ricorda quei momenti nelle ampie note di copertina che includono inoltre un'introduzione di Joe Travers, le note dettagliate traccia per traccia a cura del membro della band Arthur Barrow ed un saggio di Steve Vai che aveva assistito allo spettacolo del Mudd Club da fan diciannovenne prima di essere assunto da Zappa per la trascrizione delle parti di chitarra e batteria. Pochi mesi dopo Vai venne invitato ad unirsi alla band ed il virtuoso chitarrista ricorda: “Da quel momento in poi, il vorticoso mondo di Frank Zappa in cui mi sono imbarcato per i successivi 3 anni è stato intenso, divertente, terrificante a volte, ma profondamente e profondamente gratificante”.

 

 

 

Oltre che in triplo CD, i due concerti del Mudd Club e di Monaco Di Baviera saranno disponibili anche separatamente in vinile 180g: Mudd Club in doppio LP a 45 giri e Monaco in triplo vinile a 33 giri. Anche in questo caso le versioni in vinile sono state masterizzate da Bernie Grundman e saranno disponibili in versione standard black o colorate (Coke Bottle Green per Mudd Club e Transparent Orange per Munich).

 

 

 

Nel 1980 il Mudd Club era un locale underground della lower Manhattan, conosciuto per essere un ritrovo popolare per la controcultura ed un bastione della new wave e del punk che dominavano la scena musicale di New York. Come scrive Travers "celebrità e musicisti frequentavano l'‘art bar cabaret’ durante il suo periodo di massimo splendore tra il 1979 e il 1983, ballando e bevendo tra gli abituali frequentatori della New York City più profonda e vera". Zappa amava il piccolo club e quei punk e hipster che lo popolavano, e proprio per questo volle suonare lì durante il tour, programmando un'esibizione l'8 maggio 1980 nella piccola sala da 240 posti, inserendola tra date molto più grandi nelle arene di Cincinnati e Filadelfia e il Nassau Coliseum di Long Island, dove suonò due volte in una notte davanti a più di 20.000 fan.

 

 

 

Zappa, insieme alla sua band di cinque elementi, offrì nell’affollato club un emozionante set di 15 canzoni della durata di un'ora, con brani tratti dagli album del 1979 appena pubblicati, l'opera rock Joe's Garage ("Joe's Garage""Keep It Greasy""Outside Now""Why Does It Hurt When I Pee?") e Sheik Yerbouti ("Bobby Brown Goes Down""City Of Tiny Lites"), insieme a classici brani del suo sterminato repertorio tra cui "I Ain't Got No Heart" e "You Didn't Try To Call Me" da Freak Out! (1966) e la title track di "Chunga's Revenge". La band suonò per la prima volta l'omaggio di Zappa al club, "Mudd Club" e composizioni ancora inedite come "The Meek Shall Inherit Nothing" e "You Are What You Is", che sarebbero poi state pubblicate l'anno seguente su “You Are What You Is”. Lo spettacolo venne registrato da una troupe cinematografica austriaca DoRo (Rudi Dolezal e Hannes Rossacher) che incluse due canzoni - "Mudd Club" e "Chunga's Revenge" - nel loro documentario "Frank Zappa: New York and Elsewhere".

 

 

 

Mentre lo spettacolo al Mudd Club si tenne all'inizio del tour, il concerto all'Olympiahalle di Monaco fu lo spettacolo finale per la band, arrivata al top dopo tre mesi di tour insieme. Il set, che includeva la maggior parte delle canzoni suonate al Mudd Club, durava quasi il doppio e comprendeva highlight come "Cosmik Debris""Dancin' Fool""Pound For A Brown""The Illinois Enema Bandit e una cover di "Nite Owl" di Tony Allen. La band suonò anche una prima versione di "Pick Me, I'm Clean", che Zappa avrebbe poi pubblicato l'anno seguente nel doppio live album Tinsel Town Rebellion.

 

 

 

Zappa '80: Mudd Club/Munich è un'opportunità per assaggiare Zappa e la sua formidabile band del 1980, due memorabili concerti in due venue così differenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Zappa ’80: Mudd Club/Munich 3CD

 

CD 1: Mudd Club New York, NY May 8th, 1980
1. Mudd Club Show Start
2. Chunga’s Revenge
3. Keep It Greasy
4. Outside Now
5. City Of Tiny Lites (Edited)
6. Pound For A Brown
7. You Are What You Is
8. You Didn’t Try To Call Me
9. I Ain’t Got No Heart
10. Love Of My Life
11. Easy Meat
13. Mudd Club
14. The Meek Shall Inherit Nothing
15. Joe’s Garage
16. Why Does It Hurt When I Pee?

 

CD 2: Munich, Germany Olympiahalle July 3rd, 1980
1. Munich ’80 Show Start
2. Chunga’s Revenge
3. Keep It Greasy
4. Pick Me, I’m Clean
5. City Of Tiny Lites
6. Pound For A Brown
7. Cosmik Debris
8. You Didn’t Try To Call Me
9. I Ain’t Got No Heart
10. Love Of My Life
11. You Are What You Is

 

CD 3: Munich, Germany Olympiahalle July 3rd, 1980
1. Easy Meat
2. Mudd Club
3. The Meek Shall Inherit Nothing
4. Joe’s Garage
5. Why Does It Hurt When I Pee?
6. Dancin’ Fool
7. Bobby Brown Goes Down
8. Ms. Pinky
9. Stick It Out
10. Nite Owl (T. Allen)
11. The Illinois Enema Bandit

 

 

 

Zappa ’80: Mudd Club – 2LP
Side 1
1. Mudd Club Show Start
2. Chunga’s Revenge
3. Keep It Greasy
4. Outside Now

 

Side 2
1. City Of Tiny Lites (Edited)
2. Pound For A Brown
3. You Are What You Is

 

Side 3
1. You Didn’t Try To Call Me
2. I Ain’t Got No Heart
3. Love Of My Life
4. Easy Meat

 

Side 4
1. Mudd Club
2. The Meek Shall Inherit Nothing
3. Joe’s Garage
4. Why Does It Hurt When I Pee?

 

 

 

 

 

Zappa ’80: Munich – 3LP

 

Side 1
1. Munich ’80 Show Start
2. Chunga’s Revenge
3. Keep It Greasy
4. Pick Me, I’m Clean

 

Side 2
1. City Of Tiny Lites
2. Pound For A Brown

 

Side 3
1. Cosmik Debris
2. You Didn’t Try To Call Me
3. I Ain’t Got No Heart
4. Love Of My Life
5. You Are What You Is

 

Side 4
1. Easy Meat
2. Mudd Club
3. The Meek Shall Inherit Nothing
4. Joe’s Garage
5. Why Does It Hurt When I Pee?

 

Side 5
1. Dancin’ Fool
2. Bobby Brown Goes Down
3. Ms. Pinky
4. Stick It Out

 

Side 6
1. Nite Owl (T. Allen)
2. The Illinois Enema Bandit

 

 

 

Leggi tutto...

L’INESORABILE LEGGEREZZA DEL NAZIONAL POPOLARE

articolo di Paolo Pelizza

   - Anche quest’anno ci siamo! O meglio, è da febbraio dell’anno passato che se ne parla con commenti, anticipazioni, polemiche, sorprese (?) e la solita esclusione dei Jalisse (che ci riproveranno!).

Il Festival di Sanremo del super conduttore ipertrofico di aggettivi e superlativi più o meno assoluti è tornato. E’ tornato con la burla tra lui e il suo amico storico Fiorello che fa ridere solo loro due.

E’ tornato con reunion formidabili come quelle degli Articolo 31 e quella di Paola e Chiara che si ripresenteranno insieme. E’ tornato con la co-conduttrice che più garanzia di lei per gli ascolti ad aprire e chiudere la kermesse non si può.

Torna con Giorgia che, superato un po’ di snobbismo, ha detto che è un modo per arrivare più velocemente al pubblico. Torna con i big di una volta come Anna Oxa.

Torna con le consuete riesumazioni come quella dei Cugini Di Campagna, ai quali è bastato polemizzare con i Maneskin per farsi catapultare sul palco dell’Ariston. Redivivo anche Gianluca Grignani (su cui punto molto per ravvivare il Festival!). Torna con il Gassman di terza generazione, ormai ex giovane in gara.

 Torna con la melassa di Mengoni che ci vengono le carie solo a pensarci. Torna con la raffinata spensieratezza di Colapesce e Di Martino.

Arrivano, dopo il fallito tentavo solista di Kekko di qualche anno fa, anche i Modà: d’altra parte non avevano di meglio da fare. Torna Ultimo, accreditato pupillo del governo di destra che attualmente dirige il Paese.

Tornano anche Elodie e Madame, le due paladine del gender fluid, che grande modernità. Peccato che, nella scorsa edizione, Drusilla Foil che ha fatto sull’argomento uno speech molto bello e ispirato (oltre a cantare meglio di molti in gara) è andata alle due del mattino. La RAI è moderna e coraggiosa ma con grande cautela. Madame, in particolare, è al centro di una tempesta mediatica perché accusata di essersi fatta vaccinare contro il Covid 19 per finta. Amadeus è garantista come noi e ne sono felice. Bisognerebbe però chiedere al suo compagnuccio di merende (Fiorello, N.d.R.) cosa ne pensa, visto che all’inizio del Festival asettico e sottovuoto spinto durante la pandemia non si è risparmiato un’intemerata molto veemente contro chi questi vaccini non li voleva fare. Chissà oggi dopo scandali, processi e ricerche scientifiche cosa ne pensa …

Arriva anche la giovanissima Ariete, artista nata ad X Factor, con il brano Mare Di Guai, mai un titolo così filologicamente corretto. Dal talent show di Sky arriva anche Gianmaria. Tornano Levante e Mara Sattei.

Da Sanremo Giovani arrivano i Colla Zio, un’altra simpatica ensemble di hippoppari di casa nostra di cui si sentiva una certa mancanza.

Ritorna anche l’eterno ragazzo, Gianni Morandi. Senza alcun brano di Jovanotti, affiancherà il presentatore dello “straordinario” “eccezionale” “meraviglioso” per tutte e cinque le serate. Almeno non canterà? Non ci conterei.

Sanremo è, come al solito, inesorabile. Talmente leggero da essere pesantissimo e da riuscire ad essere un inutile dinosauro che si stupisce tutti gli anni di non essersi estinto con gli altri. Tuttavia raccoglie ancora audience e fa parlare di sé per un anno intero per poi ricominciare con un loop oramai fossilizzato tra polemichine inutili, stronzate, scarsa qualità musicale (per la maggior parte) e livello culturale infimo. Chissà se per merito suo o perché tenuto in vita artificialmente … In ogni caso, trattasi di accanimento terapeutico.

D’altra parte, la leggerezza è importante per un popolo che non ha grande memoria come il nostro. La leggerezza è importante in mezzo alle disgrazie che passano sopra la nostra testa senza soluzione di continuità. La leggerezza è importante in mezzo alle pandemie. La leggerezza è fondamentale in mezzo all’economia di guerra. La leggerezza è un valore in mezzo alle tempeste che ci agitano e quelle che ci agiteranno.

Qualcuno ha spiegato che nei paesi dove esistono regimi totalitari, il popolo non si ribella perché quei regimi lo domina con la paura (anche se prima o poi …). Questi popoli sottoposti a dittatura, però sono consapevoli che la privazione della libertà e dei diritti che viene perpretata a loro danno è ingiusta e criminale. Noi no. A noi basta farci vedere uno spauracchio e chiediamo che i nostri diritti e le nostre libertà vengano riformate o sospese o, peggio, abrogate.

Benvenga Sanremo e il suo consueto circo nazional popolare desueto e impolverato, allora.  Siamo sicuri, però, che non sia  leggerezza ma più vacuità?

di Paolo Pelizza

© 2023 Rock targato Italia

Leggi tutto...

IMMANUEL CASTO e ROMINA FALCONI: annunciato il tour nei teatri ad aprile

Dopo l'en plein di sold out dello scorso Club Tour

IMMANUEL CASTO e ROMINA FALCONI


da aprile di nuovo insieme per 
INSEGNAMI LA VITA TOUR TEATRALE

3 DATE ESCLUSIVE NEI TEATRI
DELLE PRINCIPALI CITTÀ ITALIANE:

04.04.23 - 
ROMA - Teatro Quirino
06.04.23 - 
MILANO - Auditorium
11.04.23 - 
BOLOGNA - Teatro Duse

per la prima volta i repertori dei due eclettici cantautori verranno trascritti per l’esecuzione dal vivo con ensemble da camera


Biglietti disponibili su TicketOne:
https://www.ticketone.it/immanuel-casto-and-romina-falconi

Da oggi disponibile su Vevo 
il video ufficiale di 
INSEGNAMI LA VITA

https://youtu.be/hUoHKv046nU

 

Dopo il successo delle 5 tappe nei club da poco concluse con un en plein di sold-outImmanuel Casto e Romina Falconi annunciano 3 nuove date dell’"Insegnami La Vita Tour" in una nuova veste, quella teatrale, accompagnati da una ensemble da camera.

Per la prima volta nella carriera dei due eclettici cantautori, i rispettivi repertori verranno trascritti per l’esecuzione dal vivo in settimino, con quintetto d’archi, pianoforte e percussioni il prossimo aprile per le 3 date esclusive nei teatri delle principali città italiane. L’"Insegnami la Vita Tour Teatrale 2023", prodotto da Freak&Chic e Barley Arts, esordirà il 4 aprile al Teatro Quirino di Roma, per poi proseguire il 6 aprile all’Auditorium di Milano e l’11 aprile al Teatro Duse di Bologna.

L'“Insegnami la Vita Tour” è la rappresentazione del creativo sodalizio tra due degli artisti più unici ed eclettici del panorama musicale italiano: prende il nome dall’omonimo duetto contenuto in "Malcostume", l’ultimo disco di inediti dissacrante e provocatorio di Immanuel Casto uscito a giugno 2022.
Per celebrare il legame che unisce la coppia di artisti, è disponibile da oggi su Vevo il video ufficiale del singolo "Insegnami la vita" (regia di Lyxyum): https://youtu.be/hUoHKv046nU.
 

 

INSEGNAMI LA VITA TOUR TEATRALE 2023
Martedì 4 aprile 2023 - 
ROMA - Teatro Quirino, Via delle Vergini 7
Giovedì 6 aprile 2023 - 
MILANO - Auditorium, Largo Mahler 1
Martedì 11 aprile 2023 - 
BOLOGNA - Teatro Duse, Via Cartoleria 42

 


Romina Falconi Immanuel Casto si incontrano artisticamente nel singolo “Crash” nel 2011 e a distanza di più di dieci anni festeggiano insieme sul palco un importante e prolifico connubio, dal quale sono nati i successivi “Eyeliner”“Who is Afraid of Gender” e “Insegnami la Vita”. Immanuel e Romina Falconi hanno creato la fucina creativa Freak&Chic Srl, nella quale continuano sfidare i dogmi dell'arte e della musica italiana collaborando sui rispettivi progetti.

 

IMMANUEL CASTO
www.immanuelcasto.com
www.instagram.com/immanuelcasto
https://www.facebook.com/CastoImmanuel

ROMINA FALCONI
www.romina-falconi.com
www.facebook.com/RominaFalconiOfficial
www.instagram.com/rominafalconi/
https://twitter.com/realrominaf

 

 

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?