Menu

Inizio settimana "Sotto Pressione" con Rock Targato Italia

“Under Pressure” è una delle hit che ha lasciato il segno nella storia del rock. Un successo targato Queen e David Bowie registrato il 26 ottobre 1981 in uno studio di registrazione svizzero, prima collaborazione per la band rock britannica con un altro artista.

La storia intorno a questo singolo di successo racconta che Freddie Mercury, esuberante e carismatico frontman dei Queen, abbia sviluppato un’antipatia reciproca per il metamorfico David Bowie, ancora oggi attivissimo sui palcoscenici. Ma è proprio da questo scontro-incontro tra questi geni artistici e trasformisti che Under Pressure ha avuto i suoi natali.

Il video che accompagna la canzone è un prodotto artistico del regista David Mallet nato dal montaggio di immagini di esplosioni, treni stipati di passeggeri, disordini, auto distrutte e spezzoni di film muti degli anni venti, tra i quali “La corazzata Potëmkin” di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, “Dr. Jekyll & Mr. Hyde” con John Barrymore, e “Nosferatu il vampiro” di Friedrich Wilhelm Murnau per compensare l’impossibilità per gli artisti coinvolti di prendere parte alle riprese. È la pressione di una società improntata a consumi e profitti che schiaccia la mente dell’individuo ad essere il fulcro del video, ma anche la gioia di vivere e divertirsi.

Nonostante “Under Pressure” sia frutto di un progetto comune solo i Queen l’hanno eseguito nella scaletta dei loro concerti live, mentre la prima esecuzione da parte dell’alieno Bowie risale solo a dopo la morte del frontman dei Queen, durante il Freddie Mercury Tribute Concert nel 1992 duettando con Annie Lennox nella parte di Mercury.

Leggi tutto...

Un 24 ottobre a tutto Beatles per Rock Targato Italia!

Esattamente 40 anni fa usciva la prima raccolta di greatest hits di John Lennon, Shaved Fish, in contemporanea con la prima uscita del singolo Imagine nel Regno Unito.
Mentre 5 anni dopo, al cantante e musicista Paul McCartney veniva consegnata una medaglia da parte del governo britannico, per essere stato indicato dal Guinness dei primati come l’artista più venduto della storia della musica.


Due eventi riguardanti i due membri forse più conosciuti dei Beatles, ormai solisti.
John Lennon pubblicò undici tracce di cui cinque non ancora apparse su LP, ma comunque tutte del proprio periodo da solista. Come undicesimo album in proprio, in Shaved Fish apparvero tutti i brani di maggior successo della sua carriera da solista, compresa Imagine. Proprio per l’occasione, nel medesimo giorno, anche in Inghilterra venne pubblicato il singolo della canzone simbolo dell’artista, che salì subito alla sesta posizione in classifica, precedendo l’intero album che si piazzò invece all’ottava.


Paul McCartey, invece, ricevette nel 1980 una medaglia da parte del governo britannico, per premiare il suo successo come artista più venduto di sempre. Non fu certo quello il primo dei riconoscimenti del suo successo e della sua importanza, né l’ultimo.
Il cantante è stato ricoperto di primati, come il Polar Music Prize nel 1992, o la vendita dei biglietti più veloce della storia nel 1993 (20.000 biglietti per due show in 8 minuti), o ancora la stella sulla Walk of Fame nel 2012.
Ma non solo, dato che molti paesi hanno riconosciuto l'importanza dell’artista, in primis la Gran Bretagna. Nel 1997 venne infatti nominato Cavaliere dell’Ordine dell’Impero Britannico dalla regina Elisabetta II, mentre, in tempi più recenti, ha ricevuto all’Eliseo, direttamente dal presidente Holland, la Legion d’Honneur (2012).


Un giorno particolarmente piacevole, quindi, per gli ex membri dei Beatles!

Leggi tutto...

Rock Targato Italia ricorda Würzel

Scomparso nel 2011 per una fibrillazione ventricolare, Michael Burston avrebbe compiuto oggi 66 anni.
Il chitarrista britannico, conosciuto da tutti come Würzel, acquisì il proprio soprannome quando come militare si trovava in Germania, a causa della somiglianza con un personaggio dei cartoni animati inglesi per bambini: Worzel Gummidge.
Il nomignolo venne rispolverato da Lemmy Kilmster quando Michael si unì ai Motörhead nel 1984, con l’aggiunta della crasi sulla “u”, per renderlo, a detta del frontman, “più metal”. Inizialmente alla ricerca di un chitarrista, la band finì per prendere a bordo non solo Burston ma anche Phil Campbell, dando vita alla formazione a due chitarre che esordì il 14 febbraio.
Dopo più di 10 anni con il gruppo, Würzel abbandonò i Motörhead all’indomani dell’uscita dell’album “Sacrifice”. Si è però di nuovo esibito con i vecchi compagni sia nel 2008 che nel 2009, partecipando anche come ospite ad alcune tappe dei loro tour inglesi negli stessi anni.

Dal distacco con la band nacque nel 1998, ispirato dalle esperienze psichedeliche in Belgio, un disco ambient “Chill Out Or Die”, che ricevette recensioni da riviste come The Wire, The Daily Mail e Metal Hammer.


“Stava bevendo una Guinness e scherzando quando è stato colpito da infarto. Almeno sappiamo che se ne è andato con un sorriso. (…) Riposa in pace caro Würzel, rocker e gentleman.”
________Dal comunicato ufficiale sulla morte di Würzel dei Motörhead.

Leggi tutto...

Robert Trujillo: auguri allo Zen dei Metallica

"E’ come una questione di Zen. Non so se si possono mettere insieme Zen e metal, ma è una cosa del tutto simile, è come una vibrazione che migliora le cose… funziona e basta, senza che tu riesca a spiegartela."
________Lars Ulrich – Metallica, batteria

 

51 anni e una carriera piena di collaborazioni importanti per Robert Trujillo, a cui oggi Rock Targato Italia vuole fare i propri auguri.

Nato a Los Angeles nel quartiere di Venice il 23 ottobre 1964, è oggi conosciuto come il bassista dei Metallica, ai quali si è unito nel 2003.
Il primo disco della band registrato con Trujillo al basso è stato Death Magnetic, nel 2008, nonostante già nel 2004 fosse uscito St. Agner, che era stato però registrato con il produttore Bob Rock come bassista momentaneo.
L’album Death Magnetic riportò con successo il gruppo al genere del trash metal che lo aveva caratterizzato alla fine degli anni ottanta, debuttando alla prima posizione della classifica Billboard 200, nella quale restò per le successive 50 settimane.
Con il suo arrivo nella band, Trujillo contribuì ad evitarne lo scioglimento, a causa del ritiro dalle scene che si era protratto dal 2002 per l’allontanamento di Hetfield, in riabilitazione per abuso di alcool.


Prima di aggiungersi alla formazione dei Metallica, non si può dire comunque che la carriera del bassista non sia stata costellata di successi ed importanti collaborazioni. All’età di 25 anni entrò a far parte dei Suicidal Tendencies, dando poi vita l’anno successivo alla band funk metal Infectious Grooves e portando avanti entrambe le attività. Fondò inoltre i Mass Mental, che ebbero un grande successo in Giappone, collaborando per un breve periodo con Jerry Cantrel ed unendosi dal 2001 al 2003 alla band di Ozzy Osbourne, facendo nel frattempo parte anche dei Black Label Society.
Trujillo, inizialmente considerato da qualcuno forse troppo funk per i Metallica, è conosciuto come uno dei migliori bassisti in ambiente rock, e non si è trattenuto dal rendere pubblico il fatto di aver dovuto rivedere e approfondire alcuni lati della propria tecnica per inserirsi al meglio nella band, riuscendo così a portare sul palco dei live canzoni storiche, come “Orion”, “Dyers Eve” e “The Struggle Within” che fino al suo arrivo erano state solamente registrate e mai eseguite durante i concerti.


“Già dalla prima prova, Rob è stato fenomenale perché aveva un sound enorme e suonava con le dita, il che ricorda molto Cliff Burton, e quel sound ci piaceva. Funzionava su tutti i fronti, aveva un bel sound e soprattutto è una grande persona, solida.”
________Kirk Hammett – Metallica, chitarra

Orion - Metallica - Live 2013 (Sydney, Australia) 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?