Menu

WE CAN DO IT!

L’uscita del nuovo video di J. Lo fa riflettere profondamente sul femminismo e la società contemporanea. Dopo anni di battaglie e dibattiti sociali, è triste pensare come nel 2016 ci sia ancora la necessità di parlare di uguaglianza dei sessi.
Persino la musica, canale diretto ed immediato di comunicazione, si fa portavoce di ideali di tale portata con cantanti famose come Jennifer Lopez e Beyoncé.

Nell’ultimo video “Ain’t your mama” uscito il 7 maggio J. Lo interpreta diverse figure femminili (dalla casalinga alla moglie, dall’operaia alla manager) tutte accumunate da un trattamento non paritario da parte degli uomini, contro cui trovano la forza di ribellarsi e gridare “Non sono tua mamma”.

Il tema del femminismo viene trattato da sempre anche dalla cantante Beyoncé, che alla domanda “Who run the World” risponde GIRLS.  Dopo aver espresso la sua opinione nel 2011 con questo inno alle donne,  Bey ha continuato a farsi loro portavoce con il brano " Flawless " in collaborazione con Chimamanda Ngozi Adichie. Il singolo esprime pienamente l’impegno portato avanti dall’artista, che ha proiettato la parola Feminist sullo schermo dietro al palco nel suo Mrs Carter World Tour.
Anche nel suo ultimo album Lemonade l’invito alla riflessione permane, unito all’orgoglio afroamericano.

Concludiamo dunque con la speranza che nell’avvenire si smetta di discutere di disparità sociali in un clima di perfetta uguaglianza tra uomo e donna.

 

We teach girls to shrink themselves

To make themselves smaller

We say to girls, you can have ambition

 But not too much

You should aim to be successful but not too successful

Otherwise you will threaten the man



Feminist: a person who believes in the social

Political and economic equality of the sexes

 

                                                                           (Chimamanda)

 

Eleonora Marcone e Gaia Francesca Carmantini

Leggi tutto...

Intervista al fotografo SERGIO CIPPO

Intervista a SERGIO CIPPO fotoreporter musicale e titolare dello storico negozio di dischi Queen Music di Torino. Personaggio molto conosciuto e amato dalla scena musicale torinese, è uno dei giurati che ogni anno segue assiduamente le selezioni Piemontesi di Rock Targato Italia. Appassionato di musica e fotografia è un grande conoscitore dell'underground musicale torinese.

Ami più la fotografia o la musica?
Le amo entrambe alla stessa maniera, non potrei vivere senza.

Come sono Nate queste passioni?
La musica c'è l'ho nel DNA da ragazzino, io e mio fratello Savino siamo cresciuti con la musica, risparmiavamo i soldi per compraci i Long Play, lui suonava la chitarra, io no perchè allora giocavo a pallone nella Juventus. La passione per la fotografia mi è arrivata all'improvviso, forse per la sensibilità che ho nei confronti della natura e delle persone, ho fatto la scuola di fotografia e mi sono subito accorto che mi prendeva da morire. Da lì mi sono diplomato in fotografia e non l'ho più abbandonata. Per quanto riguarda la fotografia dei concerti, ho iniziato con gli amici PFM al Teatro Valdocco di Torino, anche loro erano agli inizi, è stato un bel trampolino di lancio.

Cosa cerchi di catturare nelle tue foto ?
Nelle mie foto cerco sempre di cogliere le stesse emozioni che i musicisti vogliono trasmettere con la loro musica. Mentre per le foto di altro genere mi interessano molto le persone, specie quelle che ho incontrato nei miei viaggi, mi piace molto fare ritratti ai bambini e alle persone anziane, tirare fuori le espressioni dei loro volti, scavare dentro, per trovare tratti che raccontano le loro storie.

Pensi si possa trasmettere l'adrenalina della musica nella fotografia?
Certo che si può trasmettere l'adrenalina della musica in uno scatto, quando posso cerco sempre di farlo.

Il concerto che ti ha emozionato di più? Cosa ti ha lasciato?
Il concerto del quale conservo il ricordo più bello è quello dei Queen a Zurigo all'Hallen Stadium del 04.02.1979, allora avevo solo 23 anni, ma quel concerto ha segnato la mia vita. Poi concerti ne ho visti un'infinità, passo più sere ai concerti che a casa.

Cosa pensi della scena musicale Torinese?
La scena torinese è una delle più attive, con i gruppi che conosciamo tutti, non ti faccio neppure i nomi. Ma quello che colpisce di più, sono l'infinità di gruppi che provano ad emergere dalle sale prove e dalle cantine, molti riescono anche ad essere originali.

Un consiglio ad un artista emergente?
Ad un'artista emergente consiglierei di fare tanta,ma dico tanta gavetta, di non affidarsi ai soliti talent show, dove cercano più il personaggio da sfruttare che non il vero talento. E poi il consiglio che gli darei se realmente volesse fare questo mestiere e di affidarsi ad un bravo produttore, ad un arrangiatore che lo sappia forgiare e rendere attuale e infine un buon ufficio stampa che possa capire le strategie per dare visibilità nei canali che contano realmente.

Avete sfondato una porta aperta, parlerei ore ed ore di quello che amo di più, spero di essere stato abbastanza esaudiente. Un abbraccio e ci vediamo alla finale torinese al Q77.

Leggi tutto...

ASPETTANDO IL LIGA ROCK PARK

Si è tenuta oggi, venerdì 6 maggio, la conferenza stampa durante la quale Luciano Ligabue ha annunciato il suo unico evento live del 2016. L’evento, che si svolgerà il 24 Settembre alle ore 20.30 nella splendida cornice del Parco di Monza, sarà un’occasione per festeggiare i 25 anni di “Urlando contro il cielo” – il brano più premiato e richiesto dal pubblico.

I biglietti per l’evento sono in vendita su ticketone.it a partire da oggi, venerdì 6 maggio, al prezzo di 57,50 euro. Durante l’incontro è stato lo stesso Liga ad annunciare che quello acquistabile sul sito di ticketone.it non si tratterà di un semplice biglietto. Infatti, tutti coloro che acquisteranno il ticket online riceveranno in esclusiva lo “SPECIAL BOX– LIGA ROCK PARK” , un pacchetto esclusivo in cui saranno presenti il booklet, il mini poster in edizione limitata con la locandina dell'evento e uno speciale dvd che conterrà: Ligabue racconta “Urlando contro il cielo”, “25 anni di Urlando contro il cielo” - videoclip inedito del brano con immagini live dall’intera carriera del Liga -  e il videoclip originale di “Urlando contro il cielo”. In più tutti coloro che acquisteranno il ticket scegliendo la modalità di spedizione a casa riceveranno anche il FanTicket, un biglietto “memorabilia” dal design unico e colorato. Lo SPECIAL BOX, purtroppo, non sarà disponibile per coloro che acquisteranno i biglietti presso i punti venditi abituali, che saranno invece disponibili a partire dalle ore 15.00 di giovedì 12 maggio.

Durante la conferenza è stato annunciato anche un appuntamento per tutti i fan di Ligabue che il 23 settembre (giorno prima dell’evento ufficiale) dalle ore 18.00 alle ore 24.00 potranno aspettare insieme il tanto atteso live partecipando ad attività di intrattenimento. Ci saranno anche tanti punti di ristorazione per il pubblico lungo la così battezzata “Liga Street”. Lo stesso Liga durante la conferenza ha sottolineato come questo evento vuole essere al pari dei grandi festival europei con un surplus rappresentato dalla bellezza del nostro paesaggio italiano. Durante questo super evento Ligabue ha svelato che regalerà in anteprima un assaggio del suo nuovo album in uscita alla fine dell’anno.

Ligabue ha anche annunciato la possibilità di potersi esibire sul suo stesso palco partecipando a un contest. Infatti, grazie alla Regione Lombardia, verrà data la possibilità a una giovane band o un giovane artista emergente del territorio di realizzare questo sogno. Le iscrizioni al contest si apriranno il 1 luglio e i vincitori, scelti da una giuria molto qualificata, si esibiranno il pomeriggio del 24 settembre, dalle ore 18.00.


Per info e prevendite:

http://www.ticketone.it/ligabue-biglietti.html?doc=artistPages/tickets&fun=artist&action=tickets&kuid=461093

Leggi tutto...

Audrey Hepburn: la nascita di una stella

La prima volta che ho visto Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany sono rimasta folgorata dalla sua bellezza spontanea e magnetica.
Gli anni 50’ ci hanno regalato film romantici, vestiti semplici, ma al tempo stesso elegantissimi e una serie di attrici con una raffinatezza da vere principesse, tra cui Audrey.

Nata il 4  maggio 1929 a Bruxelles, conosce sin da giovane la sofferenza e il dolore a causa dell’occupazione nazista. Sviluppa sin da piccola un forte amore sia per la danza sia per il teatro, a cui si dedicherà assiduamente dopo la seconda guerra mondiale.

Il successo cinematografico arriva con Vacanze Romane, in cui viene preferita a Elizabeth Taylor per recitare a fianco di William Wyler.
Proprio Wyler insistette per far comparire il nome di Audrey vicino al suo, prevedendo la vincita da parte dell’attrice  dell’Oscar come migliore attrice protagonista nel 1954.
Il percorso cinematografico per Audrey è poi in scalata con film come Sabrina (che diede inizio ad una profonda amicizia con lo stilista Givenchy), Cenerentola a Parigi, Arianna e Colazione Da Tiffany.

L’attrice si sentì sempre in debito con il suo pubblico per il grande successo ricevuto e riuscì a sdebitarsi moralmente soltanto grazie al forte impegno umanitario con l’Unicef, iniziato nel 1988 dopo la sua ultima apparizione cinematografica.
Oggi l’attrice ha lasciato una grande eredità umanitaria ai suoi figli, che continuano a seguire le orme della madre con la fondazione del club di donatori UNICEF Amici di Audrey, onorando la profonda dedizione della madre per i più deboli e bisognosi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?