Menu

I nuovi appuntamenti dei DUPERDU per il mese di Luglio

Tutti i giovedì, fino al 28 Luglio, dalle ore 19:00 alle 21:00 allo Spirit de Milan in via Bovisasca, 59 (Milano), Marino Zerbin vi intratterrà con il corso “Barbabietole e Spinazz – Cors de Lengua Milanesa” con la collaborazione dei Duperdu.

 

Il corso introduce alla grammatica di base della lingua milanese con l'obiettivo di saper leggere la scrittura canonica e approcciarsi ai capolavori della poesia e della canzone meneghina. Da Carlo Porta a Delio Tessa, da Carlo Maria Maggi a Franco Loi passando per le musiche indimenticabili di Danzi, Svampa e Jannacci, gli allievi raggiungeranno le conoscenze per poterseli finalmente gustare. Al termine del percorso è prevista una performance per il nostro pubblico di amici, amanti e parenti con l'accompagnamento musicale del Maestro Wolf, in compagnia galante e cantante di Marta Marangoni e con incursioni poetiche di Marino Zerbin.

 

Raccomandiamo a tutti gli appassionati d non dimenticare in particolar modo la data del 28 Luglio, giorno in cui avverrà la presentazione pubblica del corso di milanese alle ore 21:00 e, a seguire, alle ore 22:00, il concerto dei Duperdu con il battesimo laico di Dalia.

 

I protagonisti dell’evento saranno:

 

Marino Zerbin: gran Milaneson, attore e studioso di lingua milanese, ha scritto testi in milanese per la Compagnia di Piero Mazzarella. Nel recital "Milano di ieri, Milano di oggi" ripropone la grande poesia milanese dal Porta al Barrella al Medici al Tessa. Cultore del Teatro della Cultura Popolare, alla propria attività di attore e burattinaio ha affiancato un costante lavoro di ricerca e di approfondimento della Commedia dell'Arte recuperando antichi canovacci e riscrivendoli per sé e per altre Compagnie. Collabora con la Primaria Compagnia di Spettacoli Marionettistici "Carlo Colla e Figli" di Milano, sia come marionettista sia come attore prestando la voce a personaggi di vari allestimenti. In particolare nel giugno 2014 ha dato voce ai personaggi di Pantalone, Arlecchino e Brighella nella riduzione per marionette de “La famiglia dell’antiquario” di C. Goldoni andata in scena al Piccolo Teatro di Milano. Insegna da 13 anni "Introduzione alla recitazione" all'Università del Melo di Gallarate e tiene corsi di teatro per adulti e adolescenti.

 

I DUPERDU così battezzati dal grandissimo maestro Nanni Svampa dei GUFI, per il quale si esibiscono come gruppo di supporto a Il mio concerto per Brassens. Musici di casa del locale milanese La Scighera e cantori ufficiali dello Spirit de Milan, nuovo esperimento culturale nella ex-fabbrica Livellara, hanno registrato il loro primo album CHIAMERÒLLA MILANO per l'etichetta Terzo Millennio con il contributo del Maestro Tony Cercola, percussionista di Edoardo Bennato e Pino Daniele.

 

Ricordiamo inoltre la data del concerto in piazza Stefano Ghezzi a Cernusco sul Naviglio, Milano: il 22 Luglio alle ore 21:00

 

Nel web:

http://www.duperdu.org/

https://www.facebook.com/duperdu-626542537430004/info/

Leggi tutto...

Tutto ciò che Bruce Springsteen mi ha lasciato - The River Tour 2016

 

The Boss.
Ho solo 23 anni. Amo follemente la musica e, anche se tutti mi dicono di stare con “i piedi per terra”, che è un mondo difficile e che si guadagna poco, spero - un giorno (chissà) - di poterci lavorare ..in questo mondo... nel mondo della comunicazione musicale, sperando di poter dare un mio piccolopiccolissimo contributo. Ci penso ogni giorno. So che è quello che voglio. Voglio che la mia passione diventi, in qualche modo, il mio lavoro. Si può. Basta crederci. E questo pensiero mi “rimbomba” ancor di più nella testa dopo LIVE come quello di ieri sera.

The Boss.
Ho solo 23 anni e quando il mitico Bruce Springsteen cominciava a farsi conoscere in giro per il mondo con le sue canzoni, io non ero ancora nata, nemmeno nei pensieri dei miei genitori.

The Boss.
Ho solo 23 anni e non ho mai seguito la carriera di Bruce Springsteen, come invece ho fatto con quella dei Red Hot Chili Peppers o degli Oasis o degli Arctic Monkeys o dei Muse o dei Kasabian o di tutti i nuovi artisti emergenti. Quegli artisti che compaiono e poi, magicamente, dopo un paio di anni di gloria, scompaiono. E che fine hanno fatto.. questo proprio non si sa.

Ieri - 3 Luglio 2016 – forse ho compreso per la prima volta nella vita il significato di Musica, ma quella con la M maiuscola. Per la prima volta ho capito quanto un LIVE possa entrarti dentro e colpirti, lasciandoti una ferita profonda, ma di quelle che non fanno male, di quelle che hai piacere a far sanguinare, perchè altrimenti senza quel sangue la vita non ha senso.
Uscita da San Siro, ieri sera, mi sentivo esattamente così: sanguinante e felice. Il Boss mi aveva colpito. E io che inizialmente nemmeno ci credevo.
Sono sempre stata un po' scettica. Ho sempre preferito la musica British a quella americana e, sinceramente, non mi sono mai soffermata più di tanto su Bruce Springsteen. Se dovessi spiegarvi perchè, non saprei nemmeno cosa dirvi. Probabilmente sensazioni. Forse ignoranza.
Però, durante questi pochi anni di concerti, ho capito due cose: la prima è che se un artista ha tutto questo successo... vuol dire che è bravo, mabravosulserio (che, ok, è una cosa scontata, ma non lo è per tutti). La seconda cosa che ho capito è che solo andando ai LIVE capisci davvero quanto e quando un artista può essere ritenuto tale.

Oramai, nel 2016, è sempre più facile modificare suoni, voci, melodie e chi più ne ha più ne metta. E io personalmente ho sempre molta difficoltà nel riuscire a capire chi è più bravo e chi lo è meno. Differenzio solo chi mi piace e chi non mi piace.

Ieri sera ho capito che Bruce non è solo bravo, ma mi piace ... e anche tantissimo! Mi piace perchè è tecnicamente fortissimo, perchè ha una voce strepitosa, una grinta da vendere, un sorriso sereno, degli occhi profondi e buoni ed è di un'umiltà ...che - passatemi il termine - nemmeno il Papa.
Ieri sera, almeno inizialmente, non l'avevo capito.. ero troppo ON FIRE. Però, una volta arrivata a casa, ho cominciato a pensarci... e pensarci.. e pensarci.. e tutto ciò che ho provato sono state solo sensazioni positive come felicità e serenità.
Serenità penso sia la parola più adatta per descrivere il mio stato d'animo.
Penso che nella vita la felicità duri pochissimo, un attimo. E bisogna essere bravi a goderselo ...quest'attimo fuggente. Credo, invece, che la chiave di tutto sia la serenità. Quella sensazione che ti permette di guardarti allo specchio, ogni mattina della tua vita, e che riesce a farti sentir bene. E' vero, non è facile. Sembra un gioco da ragazzi e invece è più facile a dirsi che a farsi. Vi direi che basterebbe star bene con se stessi e circondarsi di gente capace di trasmetterci questa sensazione. 
Ieri sera ho capito che, se potessi scegliere ogni giorno della mia vita le persone di cui circondarmi, forse, ogni giorno sceglierei Bruce.
Ieri sera ho capito cosa intendono le persone "più grandi di me" quando dicono che una volta la musica era più sentita, che una volta facevi carriera solo se eri bravo...ma bravo da morire.
Ieri sera ho capito cosa vuol dire “fare musica” per amore e non per soldi.

Oggi, invece, posso confermare una cosa: grazie a “The River Tour” 2016 ho scoperto che forse ancora un po' di speranza c'è.
Bruce Springsteen, a 67 anni, riesce a riempire San Siro e a riunire i sorrisi delle persone per quasi 4 ore di live no stop - indipendentemente dal sesso, dalla religione, dalla nazione, dall'età e in un momento della vita in cui la pace nel mondo sembra un'utopia.
… e se le persone sono disposte a viversi tuttò ciò, forse ancora un po' di speranza c'è... per il mondo musicale e per la vita in generale.

 

Leggi tutto...

Dan Cavalca live @ CUBO di Parma

DAN CAVALCA


Live set

al CUBO di Parma

Via La Spezia, 90

 

Dan Cavalca si esibirà in un mirabolante live set di musica jazz-elettronica il 1^ luglio alle 23:30, nel locale CUBO di Parma in Via La Spezia, 90.

L'evento di beneficienza è organizzato dal Resilient Disabled Onlus e l’ingresso sarà ad offerta (a partire da 5€): il ricavato sarà devoluto per la realizzazione di progetti riabilitativi.

Grazie al suo percorso artistico che spazia dalla musica classica al jazz, Dan è riuscito ad acquisire una straordinaria sicurezza sul palco a tal punto da coinvolgere lo spettatore in un live jazz-elettronico da brividi.

 

Diplomato al conservatorio di Reggio Emilia, DANIELE CAVALCA, in arte DAN CAVALCA, scopre l’amore per la musica all’età di sei anni durante un concerto jazz, che spinge Daniele ad imparare a suonare la batteria. Ha perfezionato le sue abilità in arrangiamento, produzione e performance grazie alla borsa di studio ottenuta al Berklee College, il più importante istituto universitario privato del mondo dedicato alla musica contemporanea, in particolare allo studio del jazz e della musica moderna americana. Il jazz ha sempre caratterizzato il suo percorso musicale, portandolo a collaborare con artisti come Robin Eubanks e Greg Hopkins.

 

Dopo aver condiviso il palco con Annie Lennox e Carole King, durante il Berklee Commencement Concert, l’artista ha collaborato come batterista e tastierista nello show multimediale “Basetrack Live” prodotto da Annie Hamburger (della Walt Disney Entertainment)  e creato da Edward Bilous (della Juilliard Music School), con cui ha suonato in una tournée per quattro mesi negli Stati Uniti.

 

La sua profonda passione per la musica lo spinge a sperimentare nuovi generi e ad avvicinarsi al mondo elettronico: è da poco uscito il suo nuovo album “Cinematic”, prodotto da Terzo Millennio. Il singolo di debutto, “Life Time Lapse” trasmesso in tutta Italia da oltre 70 radio, è solo l’incipit di un album con sonorità nuove e particolari, tutte da scoprire.

Leggi tutto...

Giovedì 23 Giugno The Dark Shines in concerto al Bar Pizzeria OASI

The Dark Shines

In concerto 

Giovedì 23 Giugno

(Chiusura Evento WIKIMANIA)

al Bar Pizzeria OASI

Via Adamello,20 Esino Lario (LC)

 

Giovedì 23 Giugno, alle ore 21.30, i The Dark Shines si esibiranno con la band londinese Desert Clouds in un grande concerto durante la settimana dedicata al famoso ed importante evento WIKIMANIA. Il live, che si terrà presso il Bar OASI, in via Adamello, 20, di Esino Lario, è stato organizzato grazie alla collaborazione tra la band e la Proloco del luogo stesso.

La band è attualmente impegnata nel “No Time For Regrets Tour” e dopo il successo inaspettato del loro singolo “Give up”, rilascerà nei prossimi giorni un secondo singolo, “Post-it”. Il brano, apprezzato fin da subito dalla critica musicale, verrà a breve promosso in radio. 

 

The Dark Shines è una band indie dal respiro internazionale, che sa unire una grande sensibilità melodica ad un forte gusto per le sonorità rock. 

Fondata nel 2004 da Ros e Marce, dopo il primo demo “Haunting”, Ros si trasferisce a Londra per un lungo periodo per poi riunirsi alla band nel 2008 con un nuovo batterista e un nuovo bassista. 

Con la nuova formazione registrano il loro secondo demo “Beyond the Limits”, mentre il loro primo album “Last Chance” viene prodotto dall’etichetta Hurricane Shiva nel luglio 2009, che ottiene buone recensioni dalla stampa internazionale.

 

The Dark Shine sono: Ros (voce e chitarra ritmica), Marce (chitarra solista), Nick (basso) e Umba Pinkdrummer (batteria).

 

Nel web: http://www.thedarkshines.com

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?