Menu

Fumetti. La Galleria Tega omaggia Achille Perilli, a Milano

Achille Perilli - Fumetti - 1960-1966

Galleria Tega (via Senato 20, Milano)

Inaugurazione lunedì 3 febbraio 2020 dalle ore 18:00 alle ore 21:00

4 febbraio - 13 marzo 2020

 

In concomitanza con l’uscita del Catalogo Generale dei dipinti e delle sculture (1945 - 2016) di Achille Perilli edito da Silvana Editoriale, la Galleria Tega rende omaggio al maestro romano con una mostra dedicata al periodo dei suoi “fumetti”. Dal 4 febbraio al 13 marzo (inaugurazione lunedì 3 febbraio dalle ore 18:00 alle ore 21:00).

Nel 1957 Achille Perilli sulle pagine dell’“Esperienza Moderna” esprimeva la sua volontà di sostituire un informale che aveva esaurito il proprio tempo, con un segno spontaneo ed immediato capace di comunicare all’osservatore emozioni dirette ed istintive promosse dall’inconscio. Così sono nati i suoi “fumetti” dipinti materici con piccole ideali sequenze che recuperano e rinnovano quella grafia attivata dalla gestualità di Joan Miró e con il tratto graffito tipico di Paul Klee.

Achille Perilli - Lo scopo della vita, 1962 - tecnica mista su tela 100x80 cmvAchille Perilli - Lo scopo della vita, 1962 - tecnica mista su tela 100x80 cm

La Galleria Tega presenta un percorso espositivo di una trentina di opere eseguite nei primi anni Sessanta. L’esposizione parte cronologicamente da una grande composizione del 1960, intitolata “Tradotto dall’assiro” un ripetuto segno grafico che attraversa lo spazio e lo determina. Nei lavori successivi come “Il Lamento dell’ultimo menestrello” del 1962 e “Visibile e invisibile” del 1963 si levano dalla tela figure in sospensione aerea creando dipinti di ironica allusione formale, frazionati da ritmiche e suggestive emozioni orizzontali separate da riquadri di colore.

Nel 1967 Perilli approda all’ultima decisiva svolta: le forme informi si aggregano e tendono a costruire uno sviluppo geometrico che gli consentirà di entrare in una nuova misura concettuale. La mostra si ferma su questa soglia concentrandosi sul momento creativo dei “fumetti” che qui si conclude con due significative prove del 1965 e del 1966 intitolate rispettivamente “Il culto della dissipazione” e “La retorica irreale”.

BLOG: www.rocktargatoitalia.eu

 

ANDREA FERRARA
Divinazione Milano S.r.l.
Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network
Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano
Tel. 0258310655 Mob. 3319703445
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

La Galleria Il Milione è lieta di annunciare la mostra Pittura indeterminabile di Giorgio Griffa con testo di Claudio Cerritelli.

La Galleria Il Milione è lieta di annunciare

la mostra Pittura indeterminabile

di Giorgio Griffa

con testo di Claudio Cerritelli


In mostra le opere eseguite dal 1974 al 2010 interrogano “l’indefinibile complessità della materia” attraverso il “segno anonimo che è solo la traccia del pennello”. Le opere esposte, proponendo una restituzione del percorso artistico di Griffa, rendono la mostra un momento di dialogo tra le fasi che lo caratterizzano: dalle rigorose procedure degli anni ’70 sino alle opere più recenti in cui si rincorrono squillanti cromie, forme matissiane e stralci di narrazione di quella che Cerritelli definisce nel testo che accompagna la mostra come fabula picta.
La figura dell’artista è intesa da Griffa come operaio della pittura: solo l’esecuzione può innescare l’indagine critica e analitica e al contempo la dimensione conoscitiva del sé attraverso il movimento. Dipingere è per l’artista parte del processo conoscitivo di un mondo complesso in quanto contemporaneo. Come scrive Cerritelli: “Griffa ha compreso fin dall’inizio l’impossibilità di rappresentare un mondo ideale compiuto, mentre era possibile “la pittura di un mondo che si realizza man mano che si fa” dunque una pittura che mostra il suo farsi perseguendo passo dopo passo il senso della sua libertà”. Griffa asseconda la logica interna all’opera, l’intelligenza della materia, decidendo di relazionarsi con essa in maniera riflessiva e senza imposizioni, dando vita a una pittura viva e in espansione. In questo senso il segno dell’artista rappresenta l’energia generativa dell’immagine e il germoglio della possibilità dell’opera.

La mostra è accompagnata dalla pubblicazione del Bollettino n° 202 della Galleria Il Milione
con testo di Claudio Cerritelli.

BLOG: www.rocktargatoitalia.eu 

ANDREA FERRARA
Divinazione Milano S.r.l.
Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network
Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano
Tel. 0258310655 Mob. 3319703445
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

La mostra Anima d'acciaio. Columbus e il design della bicicletta è stata prorogata fino a sabato 22 febbraio 2020.

La mostra Anima d'acciaio

Columbus e il design della bicicletta

è stata prorogata fino a sabato 22 febbraio 2020.

 

 

 

A cura di Francesca Luzzana e Federico Stanzani

Progetto di allestimento a cura di Franco Raggi

Progetto grafico Marco Fornasier

Dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.
Sabato dalle 15 alle 19.

La selezione in mostra muove da 13 serie tubi Columbus (dove “serie tubi” indica il set di tubi necessari a comporre il telaio), con il loro carattere speciale: AELLE, SL, AIR, SLX, MAX, GENIUS, HYPERION, OR, XLR8R, STARSHIP, XCr, SPIRIT HSS e CENTO, la serie celebrativa del Centenario, a tracciare un ideale percorso dell'innovazione tecnologica degli ultimi cento anni del settore.

Un'ampia sezione della mostra non manca di esporre le realizzazioni compiute delle innovative serie tubi: le biciclette che hanno visto trionfare grandi squadre e campioni del calibro di Coppi, Bartali, Anquetil, Ole Ritter, Gimondi, Merckx, De Vlaeminck, Moser, Pantani, Hampsten, Argentin, in ogni ambito e competizione, dai Record dell'ora alle grandi Classiche e Monumento.

 

Il piano superiore ospita i pezzi “fuori concorso”: biciclette da leggenda, telai d'autore, machinerie, strumenti di lavoro e oggetti celebrativi ed evocativi, naturale compendio della prima sezione, a sintetizzare in un racconto e fisicamente in un quadro corale, la celebrazione dei primi cent'anni di un'industria metallurgica milanese.

 

PROSSIMI PROGETTI:

Dal 27 febbraio al 1 marzo saremo a Madrid alla fiera URVANITY ART 2020 con uno stand interamente dedicato all'artista spagnolo Sergio Mora

 

Preview per stampa e collezionisti 

Giovedì 27 febbraio 16:00 - 23:00

Orari di apertura al pubblico
Venerdì 28 febbraio 11:00 - 21:00
Sabato 29 febbraio 11:00 - 21:00
Domenica 1 marzo 11:00 - 19:00

 

Leggi tutto...

Evento finale della mostra L'immagine dei desideri. Un percorso nel mondo dell'incisione.

Ancora un desiderio, espresso con un passo di danza!

Artcore.it vi invita all'evento finale della mostra

L'immagine dei desideri

Un percorso nel mondo dell'incisione.


Il 16 gennaio alle ore 18,30 lo Spazio Arte Tolomeo unirà alle discipline di cinema e incisione la danza, con il rituale coreografico Tempi Intermittenti di Paki Paola Bernardi.


Tempi Intermittenti di Paola Paki Bernardi è un progetto che molto ha a che fare con i desideri, come quelli che esprimono gli incisori Sonia Aloi, Debora Antonello, Matteo Bracciali, Pilar Dominguez, Isabella Dovera, Sara Montani, Mariachiara Pozzi, Caterina Rombolà, Pietro Sganzerla e il regista Federico Osmo Tinelli, protagonisti della mostra L’immagine dei desideri. Un percorso nel mondo dell’incisione.

Si offrirà al pubblico un rituale di liberazione e di espressione attraverso la danza. I movimenti del corpo sui tacchi come punte per l’incisione solcheranno una lastra circolare in ottone che diventerà, come nella ricerca dell’artista, la matrice per un’acquaforte. Sarà presentato anche il risultato finale di stampa realizzato a partire dalla matrice incisa durante una precedente live session.

I desideri suggeriti dal lavoro di Paola Bernardi sono energia ripulita nel gesto, anelito verso la trasformazione. Ciò che si costruisce nel rito coreografico è una mappatura emozionale, che nel momento in cui viene materializzato in senso grafico, resta come testimonianza di un atto in evoluzione.

 

BLOG: www.rocktargatoitalia.com

 

ANDREA FERRARA

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Mob. 33119703445

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?