Menu

IL TEOREMA DELL’IDIOTA.

IL TEOREMA DELL’IDIOTA.

E’ evidente che non capisco… Non riesco a staccarmi da temi che mi sono cari e che sono, perdonate la presunzione, universali.

Continuo a pensare (ingenuità mia!) che si debba tornare a una maggiore consapevolezza e partecipazione da parte degli artisti ai tempi dell’oggi. Sono con Damon Albarn a dire che (nella musica) si deve smettere con la selfie music.

E’ questo il punto. Non è che il rock ha smesso di parlare con le nuove generazioni. Non sarebbe possibile eludere i concetti e i temi che esprime: libertà, giustizia sociale (e rabbia per l’assenza di questa), autenticità e amore universale. Oggi, il mondo digitale e chi lo gestisce (e gestisce il mercato della cultura e dell’intrattenimento tra tutti gli altri) sono luoghi dove tutto si genera sulla base di quello che viene proposto come “popolare” o “per tutti” ma che è, in realtà,  una direzione più individualista, meno solidale, più gretta e più egoista. Se volete commerciale, in senso deteriore.

Chi pensi che sia giusto suonare la campana a morto per quel genere musicale, per quella cultura, dovrebbe fare i conti, intanto, con il presente e con quello che è stato ottenuto da quei movimenti e (anche, ma è più giusto dire soprattutto!) dalla loro musica. Se possono proteggersi di quella coperta di pochi e strapazzati diritti civili, di poche calpestate libertà, di un minimo di tutele sociali disattese lo devono a quei musicisti che hanno ispirato e sono stati ispirati da quei movimenti.

Semmai, sono i sedicenti artisti di oggi che parlano del loro ano, sostenuti dal marketing di queste multinazionali che hanno il solo scopo di trasformarci in merce da rivendere (molto scontata) e lo fanno anche senza competenza, senza grazia e senza arte.

E’ utile sentire parlare di amori non corrisposti a cazzo, quando tra Armenia e Azerbaigian è di fatto cominciata una guerra? E’ importante parlare di canne e scopate, quando la Turchia minaccia la Grecia? E’ fondamentale parlare del proprio taglio di capelli mentre in USA è di fatto latente una nuova guerra civile? Cantare di divertimenti negati dentro all’incubo della ripartenza della pandemia?

Abbiamo incontrato il Re degli Elfi in mezzo alla nostra disperazione e ci siamo arresi. Peggio, ci siamo consegnati a lui e l’abbiamo pure ringraziato per quanto ci ha portato via.

Il rock che non parla alla nuove generazioni è una boiata esogena, una narrazione scorretta.

Ma il teorema dell’idiota funziona: più si instupidisce la gente, più la si domina. Più si indebolisce la politica, più si perde sovranità, più ci si consegna ai poteri forti delle multinazionali del digitale e della finanza.

Non è il rock che è morto, è la nostra anima.

E trattasi di omicidio volontario.

di Paolo Pelizza

© 2020 Rock targato Italia

blog rocktargatoitalia.it

 

Leggi tutto...

MAURO PAGANI ha ricevuto ieri il PREMIO SPECIALE ROCK TARGATO ITALIA 2020!

 #MAURO PAGANI ha ricevuto ieri il PREMIO SPECIALE ROCK TARGATO ITALIA 2020!


Quale miglior modo per celebrare l'immenso contributo di Pagani alla musica italiana?!
Il premio è stato consegnato da Francesco Caprini e Claudio Formisano, organizzatori della rassegna, nello studio di registrazione di Pagani stesso, le Officine Meccaniche. Un premio meritatissimo ad un grande artista

 

blog www.rocktargatoitalia.it

 

Leggi tutto...

DAVIDE MOZZANICA vince la TARGA PROMOTER LIVE CLUB di Rock Targato Italia 2020

DAVIDE MOZZANICA

vince la TARGA PROMOTER LIVE CLUB di Rock Targato Italia 2020

 

 

Quest'anno la giuria di qualità di Rock Targato Italia ha deciso di assegnare la TARGA PROMOTER LIVE CLUB DAVIDE MOZZANICA!

Il premio testimonia la grande considerazione che il panorama artistico musicale milanese ha di Mozzanica, fondatore di alcuni tra i club musicali più importanti di Milano, come il Rock'n'roll e il Rock Planet!

 

Fantastico locale rock! - Recensioni su Rock'n'Roll, Milano - Tripadvisor

 

Leggi tutto...

NON VOGLIO CHE CLARA - OLDEN - LA RAPPRESENTANTE DI LISTA vincono le TARGHE ROCK TARGATO ITALIA 2020

NON VOGLIO CHE CLARA - OLDEN - LA RAPPRESENTANTE DI LISTA

vincono le TARGHE di Rock Targato Italia 2020

 

 

Gli artisti hanno concorso in tre diverse categorie: Miglior album, Miglior artista emergente e Miglior live.

Le nomination erano inizialmente state proposte dalla giuria di qualità di Rock Targato Italia, ma ciò che poi si è rivelato determinante nella scelta dei vincitori è stata l'ampia partecipazione del pubblico, che votando online tramite il portale di Rock Targato Italia, ha contribuito a indirizzare la giuria nella gusta scelta degli artisti da premiare.

 

La band NON VOGLIO CHE CLARA si aggiudica la TARGA MIGLIOR ALBUM grazie al loro ultimo disco uscito, "SUPERSPLEEN VOL.1"!

Superspleen Vol.1: Non Voglio Che Clara: Amazon.it: Musica

 

OLDEN, talentuoso cantautore stabilitosi ormai a Barcellona, riceve invece la TARGA MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE!

Olden – Prima che sia tardi | IndieForBunnies 

 

Il duo siciliano LA RAPPRESENTANTE DI LISTA vince spicca invece tra gli artisti della sua categoria, vincendo la TARGA MIGLIOR LIVE!

Go Go Diva, la Rappresentante di Lista si fa matura e pronta per definirsi  “d'autore”

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?