Menu

CA' DI FRA': Alberto Korda , La resistenza delle Immagini

 ALBERTO KORDA

La resistenza delle Immagini

Seconda mostra di Alberto Korda.

Se possibile, ancora più intrigante, almeno dal punto di vista della Storia della fotografia. Circa 30 foto Vintage, fatto non più così usuale, nemmeno nelle mostre proposte da Istituzioni e Musei.

Alberto Dìaz Gutièrrez (1928-2001), noto in tutto il mondo come Alberto Korda, avrebbe potuto essere un classico fotografo di moda cubano, invece incontrò la Storia e si ritrovò a vivere un periodo unico: la Rivoluzione cubana. Divenne il fotografo personale di Fidel Castro e per dieci anni lo seguì ovunque, considerando questo un onore; eppure la sua fama mondiale doveva legarsi ad un altro uomo: Ernesto "Che" Guevara. Universalmente noto lo scatto: il “Guerrillero Heroico”; l’indomabile ed indomato Che; sguardo fermo seppur velato rivolto alla folla riunita per il funerale delle vittime della nave La Coubre (5 marzo 1960).
Quella immagine divenne, grazie a Korda e ad un giovane Giangiacomo Feltrinelli, l’icona del guerrigliero che combatte per la Libertà, la Giustizia, l’Uguaglianza, nonostante tutto, nonostante se stesso. L’uomo Che, intimo ed umanamente fragile era destinato a diventare il Mito Che, un Universale, un Simbolo. Immortale.
Si tratta dell’immagine più riprodotta della storia della fotografia. Fu, certo, l’immagine più famosa di Korda, ma non l’unica. Egli ebbe modo di immortalare in differenti momenti di vita, sia Che Guevara, sia Fidel Castro. Nella mostra del 2012, abbiamo mostrato soprattutto gli uomini Castro e Guevara, cogliendo i loro momenti di svago (es. pesca d’altura, partita a golf) cosi’ come i momenti di lavoro quotidiano (Che Guevara mentre taglia canne da zucchero oppure prova nuovi macchinari agricoli); la mostra del 2015, invece, punta l’attenzione soprattutto sui momenti “politici", sui ritratti " ufficiali".
L’opera di Korda è importante sia da un punto di vista puramente artistico sia come testimonianza storica e sociale.
Per ricordare di ricordare….

Manuela Composti

 

INAUGURAZIONE GIOVEDI’, 7 Maggio 2015

Ore 18.00 – 21.00

Termine mostra Venerdì, 5 Giugno 2015
Orari galleria: LUN – VEN 10-13 / 15-19
SABATO SOLO PER APPUNTAMENtTO

 

Leggi tutto...

“Mostra - Workshop MILANO CITTÀ MONDO” a cura di Chiara Canali

Mercoledì 25 marzo inaugura presso la Fabbrica del Vapore - Ex-Locale Cisterne la “Mostra - Workshop MILANO CITTÀ MONDO” in esposizione dal 26 marzo al 6 aprile, a cura di Chiara Canali, che è anche la coordinatrice del Contest Internazionale.
I protagonisti della rassegna sono i 50 finalisti - selezionati fra i 166 artisti, appartenenti alle due categorie: Artisti Under35 e Artisti Internazionali che vivono e lavorano a Milano - che hanno partecipato al contest creativo MILANO CITTÀ MONDO. Il concorso ha riscosso un grandissimo successo nella comunità artistica italiana e straniera, infatti ha accolto in poco tempo artisti provenienti da Europa, Asia, Afri

Leggi tutto...

FONDAZIONE MUDIMA MILANO: Roberto Coda Zabetta

Roberto Coda Zabetta

Film# 00—56

Con testo critico di Ilaria Bonacossa

11 marzo – 8 aprile 2015

Inaugura martedì 10 marzo, ore 18

Fondazione Mudima presenta, dall’11 marzo all’8 aprile 2015, negli spazi di via Tadino a Milano, la mostra

personale di Roberto Coda Zabetta FILM# 00-56: venti tele inedite di grande formato che costituiscono

l’anteprima di un progetto più ampio composto da cinquantasei lavori.

Il titolo dell’esposizione, FILM# 00-56, introduce alla nuova ricerca artistica di Coda Zabetta: una pittura

che, oltre a non essere più figurativa, procede per stratificazioni sottili di materia, impalpabili pellicole,

film appunto, di colore. Una materia non più densa, ma fluida e trasparente. Ma anche “film” inteso come

sequenza di 56 frame che raccontano la storia del cambiamento di un linguaggio.

Le opere in mostra contengono forme, luci, ombre e colori della natura che si condensano in un flusso

atemporale e non figurativo di infinite informazioni. L’occhio scorre veloce, seguendo movimenti orizzontali,

concentrici, verticali, emerge in superficie e velocemente si immerge in profondità. La visione è immediata,

ma innesca un lento flusso di riconoscimento, di scoperta del processo pittorico, dei riferimenti, delle

citazioni, delle fonti. Si produce un inconscio corto circuito: immagini mentali che non svelano, ma ri-velano

(velano nuovamente), nel senso che mostrano e insieme nascondono quell’invisibile cui l’immagine rimanda.

La ricerca di ciò che è ‘irrappresentabile’ dell’altro del mondo, un movimento verso l’alto o il basso legato

alla necessità di trascendere le condizioni emotive dell’esperienza.

Nelle parole di Ilaria Bonacossa, autrice del testo in catalogo: „I nuovi lavori di Roberto Coda Zabetta

sembrano giocare con i limiti dell‘astrazione contemporanea attraverso un rapporto tattile e viscerale con i

materiali pittorici classici che vengono ‚forzati‘ in futuristiche trame. Queste grandi tele evocano sintetiche

immagini digitali della nanotecnologia così come spazi siderali a milioni di anni luce da noi che nelle loro

trasparenze sembrano omaggiare una tradizione nipponica millenaria di opere a china e acquarello su carta“.

Per Roberto Coda Zabetta la pittura astratta è uno stato della mente che contiene forti limitazioni e

infinite libertà: l’astrazione è, insieme, il luogo intimo dove si dimentica la ‘mente’, si scava negli strati del

vissuto, degli insegnamenti, dei riferimenti, dove l’accumulazione dell’informazione si libera nel movimento

dell’animo, nella visione, nella somma dei contrari e di tutto ciò che si sottrae alla compiutezza della

percezione e della temporalità. E, contestualmente, è il luogo dove agire con infinita libertà riguardo a quei

riferimenti, sapendo che, ciascun gesto è denso di riferimenti storici, ma che può essere usato, consapevolmente,

al di fuori di ogni classificazione cronologica.

Corredano la mostra un catalogo, edito da Allemandi & Co., con testo critico e intervista all’artista a cura di

Ilaria Bonacossa, e un video biografico, diretto da Jansen & Rodriguez e ArtAtWork, visibile sul nuovo sito

  1. robertocodazabetta.com.

Via Tadino 26 | 20124 Milano | T 02. 29 40 96 33 | F 02. 29 40 14 55 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

I temi di EXPO approdano in mostra al MUST - ciBoh!?

LE RISPOSTE DELL'ARTE AL TEMA DELL'ALIMENTAZIONE
Dal 6 marzo al 19 aprile 2015

A poche settimane di attesa dall'apertura di EXPO 2015, il MUST e l'associazione Heart Pulsazioni culturali di Vimercate propongono una riflessione sul tema del cibo e dell'alimentazione attraverso i linguaggi dell'arte contemporanea.
Venti artisti, alcuni già affermati a livello internazionale, altri emergenti e legati al nostro territorio, provano a raccontare l'identità del cibo da diverse prospettive, aprendo ciascuno una piccola grande riflessione su cosa significa per l'umanità l'alimentazione e la sua ritualità. Ora con ironia, ora con linguaggio evocativo, ora con vocazione spirituale, le opere esposte al MUST tracciano un percorso nei molteplici mondi del cibo, da quello quotidiano, più concreto e tangibile, a quello simbolico, trascendente e mistico.
“Se il tema centrale di Expo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” ci spinge a riflettere sulle contraddizioni del mondo contemporaneo – commenta Mariasole Mascia, assessore alle Politiche culturali – dove da una parte c’è chi soffre la fame, dall’altra c’è chi muore per malattie legate ad un'alimentazione scorretta ed eccessiva, questa mostra ci aiuta a comprendere come questo non sia solo un problema legato alla produzione e alla distribuzione del cibo, ma anche e soprattutto un problema di natura morale e culturale”.
La mostra collettiva, a cura di Simona Bartolena, espone dal 6 marzo al 19 aprile 2015, opere di Mario Bacchiocchi, Simone Casetta, Andrea Cereda, Silvia Cibaldi, Vittorio Comi, Fabio Eracle Dartizio, Giorgio Donders, Andrea Ferrari Bordogna, Franco Fontana, Roberto Fumagalli, Silvia Levenson, Vik Muniz, Michele Munno, Ugo Nespolo, Lorenzo Pacini, Martin Parr, Attilio Tono, Giovanna Torresin, Armanda Verdirame, Pierantonio Verga.
L'inaugurazione è fissata per venerdì 6 marzo alle ore 17,30 e sarà visitabile fino al 19 aprile 2015 coi seguenti orari: mercoledì e giovedì dalle 10 alle 13, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Biglietto d'ingresso al museo € 5,00 (ridotto € 3,00).

Un ricco calendario di eventi collaterali completa la proposta espositiva: conferenze, visite guidate e laboratori didattici per bambini.

Visite guidate
Le visite guidate alla mostra sono in programma la domenica pomeriggio, su prenotazione.
Ore 16,30 | Durata 45' | Costo € 6,00 | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

Conferenze
Giovedì 12 marzo | IL CIBO NELL'ARTE | conferenza di Simona Bartolena
L’iconografia del cibo nelle opere degli artisti di tutti i tempi.
Ore 21 | Spazio Heart, via Manin 2 | www.associazioneheart.it
Ingresso con donazione

Giovedì 26 marzo | BANCHETTO PER GLI OCCHI | conferenza di Elisabetta Parente
La rappresentazione del cibo nell’arte.
Evento promosso da Biblioteca civica Vimercate e Associazione Fahrenheit 451 Amici della Biblioteca
Ore 21 | Auditorium Biblioteca, piazza Unità d'Italia 2/G
Ingresso libero

Laboratori didattici per bambini
Domenica 8 marzo | RITRATTI “DA MANGIARE” | da 7 a 12 anni
a cura di R. Maggi
Proprio come i famosi ritratti allegorici di Giuseppe Arcimboldo, utilizziamo le forme e i colori della frutta, della verdura e degli ortaggi per comporre golosi ritratti.
Ore 15,15 e 17,15 | Durata h 1,30 | Costo € 6,00 | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

Domenica 15 marzo | LE VALIGIE SENSORIALI | da 4 a 10 anni
a cura dell'Associazione culturale Il Melograno
Una piccola scatola di cartone diventa una valigia piena di ricordi profumati: spezie, erbe, semi raccontano i profumi e i sapori di terre lontane. Una valigia per conservare e raccontare ricordi ma anche per fantasticare nuovi viaggi e nuove storie.
Ore 15,15 e 17,15 | Durata h 1,30 | Costo € 6,00 | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

Domenica 29 marzo | STORIE IN CUCINA | per tutta la famiglia
a cura dell'Associazione culturale art-U
Un percorso nel tempo per scoprire le abitudini alimentari dei nostri antenati e per raccogliere ingredienti e accessori che utilizzeremo per preparare una golosa crema a base di miele, cacao e nocciole.
Ore 15,15 e 17,15 | Durata h 1,30 | Costo € 12,00 € a famiglia (max 4 componenti) | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

Venerdì 3 aprile | MAIL ART: L'ARTE CHE VIAGGIA | da 4 a 10 anni
a cura dell'Associazione culturale Il Melograno
Per realizzare una cartolina di auguri pasquali da spedire, donare, scambiare...ad arte, scopriamo insieme l'affascinante mondo della mail art dove l'arte viaggia per posta sperimentando tecniche e giocando con la scrittura.
Ore 15,15 e 17,15 | Durata h 1,30 | Costo € 6,00 | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

Sabato 4 aprile | ALCHIMIE DI COLORI | dai 5 ai 10 anni
a cura dell'Associazione culturale Il Melograno
Vasi, ciotole e vasetti con uova, caffè, bicarbonato, sale, spezie, una bilancia e due misurini. Non è una dispensa di cucina ma un laboratorio da alchimista medievale, dove utilizzeremo materiali naturali per comporre i colori e montare i pennelli: li utilizzeremo infine per sperimentare i loro effetti su carte di consistenze diverse.
Ore 15,15 e 17,15 | Durata h 1,30 | Costo € 6,00 | Prenotazione obbligatoria tel. 039 6659 488

LUOGO
MUST Museo del territorio vimercatese, Via Vittorio Emanuele II, 53 - 20871 Vimercate (MB)

INFO
Tel. 0396659488 | email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.museomust.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?