Menu

PREMIO UN LIBRO AL CINEMA - X EDIZIONE Conservatorio L. Campiani di Mantova - 18/21 ottobre 2017

IL PREMIO FESTEGGIA DIECI ANNI
Un importante traguardo per l’evento che premia la migliore trasposizione cinematografica di un’opera letteraria. Nato ad Ostiglia nel 2008, per il decimo anniversario l’evento approda a Mantova, città per eccellenza della letteratura e presenta anche quest'anno tre importanti produzioni cinematografiche del 2016, ispirate a testi letterali, in gara per l’ambito primo premio. 

IL PROGRAMMA 

I film saranno proiettati mercoledì 18, giovedì 19 e venerdì 20 ottobre presso l'Auditorium del Conservatorio L. Campiani di Mantova ad ingresso libero per il pubblico. Sabato 21 si terrà la Cerimonia di Premiazione alla presenza di importanti ospiti, registi, scrittori e attori dei tre binomi in gara.  

GLI OSPITI

Sabato verrà svelata la classifica finale. Saranno con noi Cristina Comencini, Barbara Ronchi, Giuseppe Piccioni e Marta Bertini, un'occasione speciale per conoscere da vicino le peculiarità del mondo del cinema e della letteratura. Consegneranno i premi Walter Veltroni e Maria Sole Tognazzi, in giuria con Veronica Pivetti in questa nuova edizione del Premio Un libro al cinema. 

LA SCENA scritto da Cristina Comencini

QUALCOSA DI NUOVO diretto da Cristina Comencini

MERCOLEDì 18 OTTOBRE - ORE 21

Lucia e Maria si conoscono da sempre. Due amiche che più diverse non si può. Lucia ha chiuso col genere maschile, Maria invece non riesce proprio a farne a meno. Una sera nel suo letto capita (finalmente!) l'Uomo perfetto. Bello, sensibile, appassionato, maturo. Il mattino però porta con sé incredibili sorprese e tra equivoci, grandi bugie e piccoli abbandoni, Lucia e Maria si prenderanno una bella vacanza da se stesse. 
Con Paola Cortellesi, Micaela Ramazzotti,

Eduardo Valdarnini, Eleonora Danco.
93’, Italia, 2016 - 01 Distribution

COLOR BETULLA GIOVANE scritto da Marta Bertini

QUESTI GIORNI diretto da Giuseppe Piccioni

GIOVEDì 19 OTTOBRE - ORE 21

Una città di provincia. Tra le vecchie mura, nelle scorribande notturne sul lungomare, nell'incanto di un temporaneo sconfinamento nella natura, si consumano i riti quotidiani e le aspettative di quattro ragazze la cui amicizia non nasce da passioni travolgenti, interessi comuni o grandi ideali. Ad unirle non sono le affinità ma le abitudini, gli entusiasmi occasionali, i contrasti inoffensivi, i sentimenti coltivati in segreto.
Con Margherita Buy, Maria Roveran, Marta Gastini,
Caterina Le Caselle, Laura Adriani.
120’, Italia, 2016 - 01 Distribution

FAI BEI SOGNI scritto da Massimo Gramellini

FAI BEI SOGNI diretto da Marco Bellocchio

VENERDì 20 OTTOBRE - ORE 21

Massimo, un bambino di nove anni, perde la madre in circostanze misteriose, rifiutandosi di accettare tale brutale scomparsa. Nel 1990 Massimo è divenuto un giornalista realizzato ma il suo passato continua a perseguitarlo. Così, quando deve vendere l'appartamento dei genitori, le ferite della sua infanzia si trasformano in ossessione. Tratto dal bestseller da un milione e mezzo di copie di Massimo Gramellini.
Con Barbara Ronchi, Bérénice Bejo, Fabrizio Gifuni,
Guido Caprino, Linda Messerklinger, Nicolò Cabras.
134’, Italia, 2016 - BIM Distribuzione

Leggi tutto...

WoT - Waste of Time presenta: “Gianni – Io Abbraccio” un fumetto di Don Alemanno Sabato 14 ottobre alle ore 17.00 WoT - Waste of Time (Via Adige, 7 Milano)

Immancabile appuntamento sabato 14 ottobre alle ore 17.00, per tutti gli appassionati di fumetti: Don Alemanno, autore dissacrante, satirico, comico, demenziale, nonché geniale, presenterà il suo nuovo “Gianni – Io Abbraccio” alla fumetteria WoT (Waste of Time) in via Adige, 7 (MI).

Il progetto trae ispirazione dal personaggio di Gianni (Morandi), comparso anche in altri lavori di Don Alemanno, come Jenus, in cui svolgeva il ruolo di personaggio secondario. Ora finalmente ci verrà svelato il suo passato, dove una battaglia epica lo ha atteso…

“In una terra lontana lontana, chiamata Palmo di Mano, Gianni Morandi è un principe valoroso.

Il suo regno è minacciato dai terribili “Flamers”, maledettissimi e subdoli troll della rete, esseri alieni tanto fastidiosi quanto pericolosi il cui unico scopo è rovinare le vite altrui con offese e prese in giro.

Con le loro campagne d’odio, stanno reclutando sempre più adepti… Chi li fermerà?

Deciso a difendere il regno da queste creature, il principe dovrà affrontare un percorso di crescita interiore che lo aiuterà a superare la sua paura di essere criticato.”

Don Alemanno è dotato di un particolarissimo storytelling. Senza paura di censura o altro, con il suo Jenus, da poco concluso con il numero 15, si è imposto come uno dei migliori fumetti umoristici del Belpaese, sia per qualità che per vendite. Senza dimenticare tutte le altre sue opere come: Apocalypse Rome, Exodus, le divertentissime “Pillole di Jenus“, la sua versione “BabyJenus” e il recentissimo “NaziVegan Heidi“ (andato esaurito in tutte le fiere).

Don Alemanno durante l’evento sarà disponibile per firmare le copie del suo nuovissimo “Gianni – Io Abbraccio” e si potranno trovare anche tutte le precedenti opere del Don, da Jenus a Nazivegan Heidi.

- Ingresso libero

Info: www.wasteoftime.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 0249756000

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1423777661083176
PressKit: www.wasteoftime.it/press/DonAlemanno-Gianni-WoT.zip

Leggi tutto...

La figlia della memoria: Il nuovo romanzo di Adele Desideri

La narrativa contemporanea è stata la protagonista dell'appuntamento settimanale, sulla frequenza 96,400 FM e in diretta su live streaming multimedia del sito Internet www.radiopnr.it

Nella trasmissione Caleidoscopio di Nuova Radio Pieve, andata in onda alle ore 20,30 di domenica 10 settembre 2017, Andrea Bobbio ha proposto la lettura di alcune pagine tratte dal romanzo La figlia della memoria di Adele Desideri, edito da Moretti & Vitali nel 2016, con la prefazione di Davide Rondoni e una nota critica di Franco Loi. 

La trasmissione è stata replicata martedì 12 settembre 2017, alle ore 20,30.

In collegamento telefonico con lo studio di Andrea Bobbio, Adele Desideri, già ospite in precedenza della trasmissione, ha introdotto e letto alcuni brani tratti dai vari capitoli del romanzo. 

L’autrice ringrazia Davide Calabria, Assessore alla Cultura, Turismo e Pari opportunità del Comune di Sesta Godano (La Spezia), che l’ha gentilmente ospitata negli uffici del Comune per effettuare il collegamento telefonico.

Leggi tutto...

LA MIA VITA DA SMILEY DIARIO DI UN EROE…ALLE MEDIE Anne Kalicky illustrato da Tim Jones per Smileyworld

Il fenomeno è tale da avere ispirato

un film di animazione in uscita il 28 settembre nelle sale italiane

La mia vita da Smiley,

Anne Kalicky

Mondadori Electa, euro 16,90, pagine 208

Un giorno, ne sono certo, le mie memorie saranno ritrovate nella cassaforte di una navetta spaziale abbandonata e io entrerò nella storia con la S maiuscola dunque è arrivato il momento di lanciarmi!

La mia vita da Smiley, edito da Mondadori Electa, è lo spassoso diario di Max, un ragazzino di 11 anni che arriva alle medie. Le sue avventure sono tratte dalla quotidianità di un undicenne, in cui qualsiasi giovane lettore potrà riconoscersi: vicende scolastiche, timori e conflitti legati alla nuova scuola, scherzi e situazioni surreali, che coinvolgono i compagni, i professori e i genitori.

La vera originalità del racconto è che ad accompagnare il testo scritto ci sono gli Smiley, le faccine gialle nate nel lontano 1972 per mano del giornalista francese Franklin Loufrani che diede avvio a un fenomeno di incredibile successo internazionale. Da allora gli smiley sono entrati in maniera preponderante nella comunicazione visiva delle giovani generazioni, invadendo i cellulari e i social media. Il fenomeno è tale da avere ispirato addirittura un film di animazione in uscita a settembre nelle sale italiane.

Gli Smiley hanno modificato il sistema di esprimere i nostri stati d’animo nella vita quotidiana: gioia, allegria, rabbia, tristezza, stupore vengono comunicati in maniera semplice ed immediata con una faccina ora sorridente, ora arrabbiata, ora stupita.

Sfruttando proprio l’immediatezza dello Smiley, il protagonista riempie così le pagine del suo diario di faccine gialle, per esprimere con un simbolo visivo il sentimento predominante dei personaggi del racconto. La vita di Max è dunque una vita da Smiley. E chissà, qualcuno vedrà in Max non un ragazzino, ma proprio uno Smiley vero e proprio che scrive in prima persona …!

Smiley nasce il 1° gennaio 1972, quando Franklin Loufrani, il giornalista del quotidiano francese “France Soir”, lancia una campagna promozionale per la felicità, utilizzando il logo Smiley per mettere in risalto le buone notizie. Loufrani registra il marchio Smiley dando vita a una realtà commerciale di rilevanza internazionale. Nel 1997 suo figlio Nicolas Loufrani crea il primo Smiley digitale rivoluzionando la comunicazione e la tecnologia, e nel 2000 gli Smiley invadono i cellulari, diventando parte del nostro vissuto quotidiano. Oggi Smiley raggiunge i 4,5 milioni di fan sui social media, con miliardi di faccine inviate ogni giorno dai device elettronici, imponendosi come fenomeno globale senza precedenti.

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?