Menu

RIZZOLI PUBBLICA: ATLANTE DEI LUOGHI LETTERARI - TERRE LEGGENDARIE, MITOLOGICHE, FANTASTICHE IN 99 CAPOLAVORI DALL’ANTICHITA’ A OGGI - A cura di Laura Miller

La scrittura elegante e le splendide immagini dell’Atlante dei luoghi letterari, edito da Rizzoli, ci guidano in un viaggio attraverso quattromila anni di narrativa – dall’Epopea di Gilgamesh a Due anni, otto mesi e ventiquattro notti di Salman Rushdie – alla scoperta dei mondi immaginari più amati della letteratura.

Laura Miller ha interpellato scrittori, critici e accademici di fama mondiale, che ci accompagnano nell’esplorazione di quasi cento mondi fantastici, in un’antologia che per la prima volta affianca i classici alla letteratura popolare e alla narrativa contemporanea: ci troviamo così a passare dall’Odissea ai Viaggi di Gulliver, dalle Cronache di Narnia di C. S. Lewis alle Città invisibili di Calvino, da 1984 di Orwell al Racconto dell’ancella di Margaret Atwood, dall’America di Infinite Jest di David Foster Wallace al Giappone di IQ84 di Murakami.

Il risultato: una folgorante rassegna – raccontata e illustrata – delle terre inventate e delle ambientazioni immaginate da autori di tutti i tempi, dai miti fondatori – tutte le più grandi saghe e leggende antiche – fino ai fantasy e ai romanzi distopici del XX secolo.

Per facilitare la consultazione, le opere sono articolate in cinque grandi capitoli, ordinati cronologicamente: Miti e leggende antiche (fino al 1700), Scienza e romanticismo (1701-1900), L’epoca d’oro del fantastico (1901-1945), Il nuovo ordine del mondo (1946-1980), L’era digitale (1981-presente).

Ogni opera è presentata con cura, illustrata con immagini artistiche e rappresentata dalla copertina dell’edizione più significativa. Non manca l’omaggio a grandi autori italiani creatori di terre leggendarie come Ludovico Ariosto, Italo Calvino, Dante Alighieri.

L’Atlante dei luoghi letterari è dunque una guida indispensabile ai mondi fantastici: un vero tesoro per chiunque voglia perdersi in un libro, un tributo al potere straordinario dell’immaginazione umana.

Laura Miller, curatrice del volume, è tra i fondatori del sito web SALON.com, con cui collabora da vent’anni. È Contributing editor della rivista online “Slate”, per la quale si occupa di libri e cultura. I suoi reportage e articoli sono comparsi su “The New Yorker”, “Harper’s”, “The Guardian” e “The New York Times Book Review”, dove per due anni ha firmato la rubrica Last Word. Il suo libro The Magician’s Book: A Skeptic’s Adventures in Narnia, biografia e memoir sull’autore delle Cronache di Narnia, è stato un successo negli Stati Uniti.

 

Copertina e immagini sono scaricabili al link: http://bit.ly/luoghiletterari

 

Rizzoli Illustrati

17 x 23 cm

cartonato con sovracoperta

320 pp.

35,00 €

in libreria il 16 gennaio 2018

electa.it

 

Leggi tutto...

Natale alla Libreria Brocca

Vi aspettiamo alla Libreria Bocca,
un luogo unico come Te,
dove poter trovare un regalo esclusivo!

Edizioni d'Arte nazionali ed internazionali,
nel cuore di Milano!

VENITE A TROVARCI!

Libreria Bocca

Galleria Vittorio Emanuele II 12

Milano, Mi 20121

Italy

 

 

Leggi tutto...

Le mille e una notte - Mary Tibaldi Chiesa

Le mille e una notte

A cura di: Mary Tibaldi Chiesa
Editore: Hoepli
Anno: maggio 2017
Formato: 17x24 cm
Copertina: plasticata
Pagine: 368
Codice isbn: 9788820379339
Nostro prezzo: 21,20 Euro

Le fiabe che compongono il ciclo delle Mille e una notte appartengono ai grandi classici per l'infanzia, libri che ogni generazione di bambini ha letto.

Questa nuova edizione riprende la classica versione hoepliana, ormai esaurita, in cui si ritrovano le fiabe più celebri come quella di Aladino e la lampada meravigliosa o Ali Babà e i 40 ladroni nella limpida versione italiana di Mary Tibaldi Chiesa.

Il fascino e il mistero dell'Oriente è reso soprattutto attraverso le illustrazioni di Vsevolode Nicouline, evocative di un avventuroso mondo lontano e veri e propri capolovari dell'illustrazione per l'infanzia.

Mary Tibaldi Chiesa scrive nella Prefazione:
Fu nell'ultimo scorcio del Seicento che le fiabe assursero ai fastigi delle corti e si conquistarono il favore delle dame e dei cavalieri, oltre che la simpatia dei bimbi. Era stato Perrault a operare il prodigio. Pochi decenni dopo, ai primi del Settecento, verso il tramonto del Re Sole, un'altra raccolta di novelle fantastiche si pubblicava in Francia, a cura dello studioso e orientalista Antoine Galland: erano Le Mille e una notte, insuperata creazione scaturita dalla fantasia del mondo arabo... La versione di Galland, o, meglio, la sua libera riduzione, fu fatta su un antico manoscritto arabo pervenutogli dalla Siria, il più antico fra quelli giunti sino a noi e su racconti che egli aveva udito dalla viva voce di un Maronita di Aleppo, chiamato Hannà, da lui incontrato a Parigi negli anni in cui lavorava alla versione. Ma assai più antica del manoscritto è l'origine delle novelle, prodotto dell'immaginazione popolare rifuso nel crogiuolo ardente dell'arte elaborata di esperti novellatori...  Che la scena sia la Cina o l'Egitto, l'India o la Persia, la Siria o le isole dei mari d'Oriente, l'atmosfera è quella: sono gli arabeschi sottili elaborati delle moschee, tradotti in lettere e parole; sono i soffici tappeti d'Oriente coi loro vividi colori e coi loro disegni di insuperata leggiadria; sono le corti asiatiche coi loro sovrani e coi loro ginecei, le città e i paesi brulicanti di folla pittoresca nei volti e nei costumi.

Indice
Le mille e una notte di Sceherazad
Aladino e la lampada meravigliosa
Ali Babà e i quaranta ladroni
Il cavallo magico
Il pescatore e il Genio
Abdallah il cieco
Hassan il funaio
Alì Cogia e il piccolo Cadì
Il destino di re Aghib
Il Principe Ahmed e la fata Paribanu
Le avventure del piccolo gobbo
Le due sorelle invidiose
L'oracolo del vecchio cieco
Asem e la Principessa degli spiriti
I viaggi di Sindbab il marinaio.

Le mille e una notte sono un'opera collettiva giunta in Occidente nel XVIII secolo. In Italia Hoepli è stato tra i primi editori a farle conoscere. La presente versione riprende quella di Mary Tibaldi Chiesa, notissima autrice per l'infanzia.

Leggi tutto...

Giulia Innocenzi - Vacci-nazione - Oltre ignoranza e pregiudizi, tutto quello che davvero non sappiamo sui vaccini in Italia

"Dopo la sentenza della Corte Costituzionale e l’apertura dell’indagine da parte della Procura di Roma, conoscere l’iter che ha portato all'approvazione della legge sui dieci vaccini obbligatori diventa ancora più importante. Perché un conto sono i vaccini, una delle scoperte più considerevoli della medicina, e un conto è la politica sanitaria a essi legata. Che può e deve essere indagata e, se ci sono i presupposti, legittimamente criticata"  Giulia Innocenzi

«8 luglio 2017, 15.000 persone a Pesaro: militanti del movimento NO–VAX, ma anche famiglie con bambini, medici e semplici cittadini, tutti lì a manifestare contro il decreto in discussione in Parlamento. Mi aspetto che una partecipazione così massiccia finisca sulle prime pagine di tutti i quotidiani e in apertura di tutti i tg. Invece nulla. Silenzio. Perché tutta questa reticenza? Decido di indagare. La mia inchiesta parte da qui. Ma questa storia in realtà comincia nel 2014…»

È la voce della stessa autrice che ci riporta all’anno durante il quale l’Italia è diventata la nazione capofila a livello mondiale delle strategie vaccinali. Per quale motivo si è passati da 4 a 10 vaccini obbligatori, quando metà dei Paesi europei non ne ha nemmeno uno? Lo si è fatto sulla base di una vera emergenza? Quali sono i dati medici ufficiali sulle reazioni avverse? Perché il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nega l’esistenza dei danneggiati da vaccino, quando il suo stesso ministero eroga più di 600 indennizzi? Le autorità che hanno adottato il piano vaccinale erano davvero completamente libere da conflitti d’interesse? In un’inchiesta scottante sulla notizia che ha occupato le cronache durante l’ultima estate e di cui si discuterà ancora di più nei prossimi mesi, usando come fonti soltanto documenti ufficiali e le riviste scientifiche più autorevoli, Giulia Innocenzi affianca medici, scienziati, politici, giuristi e semplici padri e madri di famiglia per cercare di dare risposte attendibili e serie a questi e a tanti altri quesiti. Perché è sempre il momento giusto per porsi delle domande sulla nostra salute e su quella dei nostri figli, ed è obbligatorio scavare sotto la superficie della notizia senza pregiudizi. E perché solo una maggiore consapevolezza può garantire la libertà delle nostre scelte. E il nostro futuro.

Giulia Innocenzi è nata a Rimini nel 1984, da madre inglese e padre umbro. Giornalista e conduttrice televisiva, collabora con Michele Santoro dai tempi di Annozero. L’ultimo suo libro pubblicato è Tritacarne (Rizzoli, 2016, finalista al Premio Caccuri e al Premio Estense) sugli allevamenti intensivi, al quale è seguito su Raidue il progetto televisivo parallelo Animali come noi. Dall’estate 2017 è direttrice di Giornalettismo.com, una dinamica «testata su esseri umani».

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?