Logo
Stampa questa pagina

Giulia Innocenzi - Vacci-nazione - Oltre ignoranza e pregiudizi, tutto quello che davvero non sappiamo sui vaccini in Italia

Giulia Innocenzi - Vacci-nazione - Oltre ignoranza e pregiudizi, tutto quello che davvero non sappiamo sui vaccini in Italia

"Dopo la sentenza della Corte Costituzionale e l’apertura dell’indagine da parte della Procura di Roma, conoscere l’iter che ha portato all'approvazione della legge sui dieci vaccini obbligatori diventa ancora più importante. Perché un conto sono i vaccini, una delle scoperte più considerevoli della medicina, e un conto è la politica sanitaria a essi legata. Che può e deve essere indagata e, se ci sono i presupposti, legittimamente criticata"  Giulia Innocenzi

«8 luglio 2017, 15.000 persone a Pesaro: militanti del movimento NO–VAX, ma anche famiglie con bambini, medici e semplici cittadini, tutti lì a manifestare contro il decreto in discussione in Parlamento. Mi aspetto che una partecipazione così massiccia finisca sulle prime pagine di tutti i quotidiani e in apertura di tutti i tg. Invece nulla. Silenzio. Perché tutta questa reticenza? Decido di indagare. La mia inchiesta parte da qui. Ma questa storia in realtà comincia nel 2014…»

È la voce della stessa autrice che ci riporta all’anno durante il quale l’Italia è diventata la nazione capofila a livello mondiale delle strategie vaccinali. Per quale motivo si è passati da 4 a 10 vaccini obbligatori, quando metà dei Paesi europei non ne ha nemmeno uno? Lo si è fatto sulla base di una vera emergenza? Quali sono i dati medici ufficiali sulle reazioni avverse? Perché il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nega l’esistenza dei danneggiati da vaccino, quando il suo stesso ministero eroga più di 600 indennizzi? Le autorità che hanno adottato il piano vaccinale erano davvero completamente libere da conflitti d’interesse? In un’inchiesta scottante sulla notizia che ha occupato le cronache durante l’ultima estate e di cui si discuterà ancora di più nei prossimi mesi, usando come fonti soltanto documenti ufficiali e le riviste scientifiche più autorevoli, Giulia Innocenzi affianca medici, scienziati, politici, giuristi e semplici padri e madri di famiglia per cercare di dare risposte attendibili e serie a questi e a tanti altri quesiti. Perché è sempre il momento giusto per porsi delle domande sulla nostra salute e su quella dei nostri figli, ed è obbligatorio scavare sotto la superficie della notizia senza pregiudizi. E perché solo una maggiore consapevolezza può garantire la libertà delle nostre scelte. E il nostro futuro.

Giulia Innocenzi è nata a Rimini nel 1984, da madre inglese e padre umbro. Giornalista e conduttrice televisiva, collabora con Michele Santoro dai tempi di Annozero. L’ultimo suo libro pubblicato è Tritacarne (Rizzoli, 2016, finalista al Premio Caccuri e al Premio Estense) sugli allevamenti intensivi, al quale è seguito su Raidue il progetto televisivo parallelo Animali come noi. Dall’estate 2017 è direttrice di Giornalettismo.com, una dinamica «testata su esseri umani».

Rock Targato Italia © Divinazione Milano Srl web realizzato da Franco Sainini. Tutti i diritti riservati. All rights reserved.