Menu

Tre album per ottobre 2018: Riccardo Sinigallia, Ismael e Scudetto

Tre album per ottobre 2018: Riccardo Sinigallia, Ismael e Scudetto

Tre album per ottobre 2018: Riccardo SinigalliaIsmael e Scudetto.


articolo di Roberto Bonfanti

Ottobre galleggia sempre su uno strano senso d’attesa: sospeso fra l’estate ormai dimenticata e il freddo che inizia appena a bussare alla porta, con il grigio che cala sempre più sulle strade a velare ogni cosa di malinconia. Manteniamo viva anche in questo mese la tradizione di suggerire su queste pagine tre belle uscite discografiche da ascoltare in queste settimane.

Sembra difficile parlare di Riccardo Sinigallia senza cadere nel cliché autocompiaciuto di etichettare il cantautore soltanto come una sorta di genietto incompreso perso nel panorama della musica italiana. Al di là della facile retorica, però, ciò che resta è il fatto che con “Ciao cuore” l’artista romano confeziona l’ennesima prova di un talento e una sensibilità che ormai conosciamo bene ma che comunque non smettono di affascinare: un disco pop delicato, intimo, stratificato e personale in cui ogni dettaglio è calibrato per fare immergere lentamente l’ascoltatore nell’universo sonoro dell’autore, nella sua poetica gentile mai ostentata, e in quella scrittura solo in apparenza semplice che è sempre bello riassaporare e riscoprire.

Hanno una grande urgenza comunicativa, contenuti importanti e forza evocativa, gli emiliani Ismael. “Quattro”, il loro nuovissimo album, appare come una delle uscite discografiche più sorprendenti di questo periodo: un disco rhttps://www.facebook.com/bandismael/ock d’autore con tutti i crismi, fatto di chitarre ruvide, suoni asciutti, potenza poetica, atmosfere abrasive e riflessioni dolorose che si fondono con storie dure come un pugno in faccia da raccontare in modo lirico e diretto al tempo stesso. Un lavoro che sembra affondare le proprie radici nelle sonorità di fine anni ‘90 e in una poetica intransigente dal gusto anni ‘70. Un album scomodo, sanguigno, fuori tempo e, proprio per questo, necessario.

Sono le menti di Alessandro Fiori e Gioacchino Turù a celarsi dietro il nome Scudetto per dare libero sfogo al loro lato più sfacciatamente irriverente. “Vendetta”, album che inaugura la collaborazione fra i due artisti, appare come un condensato di elettronica a bassissima fedeltà, filastrocche sghembe, lampi di ironia arguta, potenziali tormentoni lo-fi, provocazioni situazioniste e momenti di puro delirio sonoro. Un progetto curioso che ama demolire qualunque schema e che, fra divertissement e follia, non risparmia stoccate intelligenti.

Roberto Bonfanti
[scrittore e artista]

www.robertobonfanti.com

www.rocktargatoitalia.eu

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?