Menu

Conosciamo meglio gli Hotel Monroe...

Intervista agli Hotel Monroe, ospiti al LegendClub di Milano il 23 febbraio scorso

Un aggettivo per descrivervi?
Perfezionisti.

Cosa differenzia la Vostra musica, qual è la Vostra originalità?
Mischiamo sonorità Dark Rock a suoni elettronici, il tutto unito da testi interamente in Italiano. Le sonorità alternative/Underground non sono facili da sposare con la nostra lingua.

Qual è il vostro processo creativo, come scrivete le canzoni?
Non c’è una regola, per ora, la troveremo forse nella maturazione e nel tempo. Tutto ciò che ci ispira ad unariflessione e quindi ad un confronto, proviamo a tradurlo in musica. Robbi (voce) scrive i testi, cantandoli su accordi di pianoforte o di chitarra. Da qui si sviluppa la canzone, e si attende l'idea giusta. Si tratta di un confronto continuo, ogni idea può portare qualcosa d’interessante per lo sviluppo del brano

Progetti futuri?
Lo scorso 22/01/2016 abbiamo pubblicato il nostro primo EP inedito (Alchemica EP). Il disco è stato anticipato dal singolo con videoclip “Cyberia” recensito da numerose riviste musicali (prima tra tutte ALL MUSIC ITALIA) e in rotazione su oltre 60 radio. Il 10/03 uscirà il secondo singolo “I Volti del Tuo Mondo”. Arriviamo da un bel Tour in promozione all’EP durato all'incirca sette mesi (Alchemica PROM ’15), nel quale abbiamo suonato in molte località del nord Italia.Ora siamo appena ripartiti con “ALCHEMICA TOUR” che ci porterà qua e là lungo tutto lo stivale, e finalmente avremo l'opportunità di suonare e fare incontri anche nel nostro magnifico meridione.

Cos’è che più vi piace e quello che meno vi piace del fare musica?
Con la musica si è sempre in “viaggio”, quindi è sempre tutto nuovo, non si ha mai tempo di annoiarsi. Con la musica abbiamo costruito amicizie, quelle Vere.
La musica dà la possibilità di esprimere emozioni e accrescere la propria spiritualità. La cosa che ci piace meno? Lasciateci fare 10 anni di tour e poi risponderemo con qualche certezza! A parte gli scherzi, forse la cosa che da più dispiacere, è il sentirsi dire: "Perché non andate ad XFactor?”

Perché non andate ad Amici?
Noi non vogliamo diventare famosi, non è il sogno della nostra vita. Noi vogliamo fare musica, musica che piace, musica che venga cantata e magari ricordata da qualcuno. Se il successo arriverà sarà per merito di tutto il lavoro che abbiamo fatto negli anni! Dispiace che si diffonda nelle persone l'idea che sia possibile avere il TUTTO E SUBITO. Ahimè, è un illusione priva di riflessioni umane/spirituali. Nella vita bisogna lottare, credere, ascoltare e imparare…Ogni giorno.

Siete iscritti alla SIAE?
Certo.

Come vi sentite prima di un concerto, avete un rito scaramantico?
Ci troviamo in backstage per cambiarci e scaldare l’ugola, qualche brindisi per caricarci a dovere e risate a non finire!! Mentre i minuti passano ognuno di noi entra nella propria parte e cerca la propria concentrazione personale. Nell'attimo prima di salire, ci guardiamo e volano frasi moltoclassiche tipo: "Andiamo a spaccare TUTTO!!" anche se per ora nulla è stato per fortuna distrutto!! (risata)

Quali sono gli artisti che vi ispirano maggiormente?
…Domanda complicata da riassumere in poche parole… Allora, le ispirazioni musicali sono molteplici, da 25/30 anni ascoltiamo quotidianamente musica, siamo fatti di ciò che ascoltiamo! Comunque, visto che questa risposta richiede nomi possiamo dire; attualmente a livello internazionale Muse e Coldplay sono band alle quali ispirarsi! Le nostre radici però si sono formate a suon di Deep Purple, The Doors, Pink Floyd. A livello italiano le ispirazioni maggiori sono date sicuramente dai Negramaro per la loro grande energia musicale, ma nelle nostre corde e nei nostri cuori sono incise le discografie dei Negrita e Litfiba. Ecco riassumento con due gruppi potremmo dire...Pink Floyd
e Litfiba, i maestri della musica psichedelica e i Signori del rock italiano.

Ci consigliate un locale nella vostra zona dove vedere concerti di band emergenti?
ARCI App Colombofili per un bel live in elettrico e ovviamente il “nostro” Hotel Monroe - Live Club per una serata in Unplugged.

C’è una band o artista emergente italiano che vi ha particolarmente colpito?
Blastema.

Il Vostro sogno?
Fare della musica un lavoro. In ogni caso, mai smetteremo di produrre qualcosa di nostro.

Leggi tutto...

"Lontano si ferma un treno/ ma che bella mattina, il cielo è sereno / Buonanotte, anima mia /adesso spengo la luce e così sia"

Sono passati quattro anni dalla morte di questo straordinario artista e la ferita lasciata è ancora aperta.

Lucio Dalla non è semplicemente stato un grande artista, ma anche un uomo eclettico e straordinario, capace di portare l’orgoglio dell’Italia all’estero.

Tutti ricorderanno il successo internazionale di “Caruso”, tradotto in diverse lingue, ma sarebbe riduttivo ricordare Lucio solo per i suoi brani. Lucio è stato l’emblema dell’artista in movimento, alla costante ricerca del miglioramento. La sua arte ha  infatti attraversato quattro fasi principali: dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d'autore, arrivando a varcare i confini dell'opera e della musica lirica.

Era un artista a tutto tondo, che amava imparare e scoprire nuovi volti del suo talento: da compositore a cantautore, perfettamente parte della musica nelle sue più svariate espressioni.

Ciò che colpisce più di tutto della sua personalità è l’estrema schiettezza e capacità di essere se stesso con orgoglio, anche se ciò implicava essere diverso dagli altri.

Anche la sua morte è diversa, perché anche in essa la musica è presente.

Stroncato da un improvviso infarto, la sua morte sembra quasi descritta dall’ultima strofa

della sua canzone Cara: "Lontano si ferma un treno/ ma che bella mattina, il cielo è sereno / Buonanotte, anima mia /adesso spengo la luce e così sia". Lucio muore infatti di mattina, in un hotel di Montreux vicino ad una stazione: anche la morte di Dalla porta la sua firma musicale.

Leggi tutto...

You can't hurry love!

Art. 3 Costituzione: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Il 25/02/2016, il Senato ha detto sì al decreto di legge Cirinnà riscritto dal governo. Sono stati 173 i voti a favore, 71 i contrari e nessun astenuto. Passa così il maxiemendamento al ddl Cirinnà, sul quale il governo aveva posto la fiducia.


Leggi tutto...

Nasceva oggi un artista straordinario: George Harrison

George Harrison era sicuramente una persona imprevedibile, capace di sorprendere costantemente. Un primo indizio ci arriva dal suo compleanno: la data della sua nascita è da lui stesso messa in dubbio, preferendo il 24 febbraio.

Se guardiamo alla carriera musicale, Harrison raggiunge il successo con i compagni storici Mccartney e Lennon, anche se è costantemente considerato il “piccolo” da loro e il “terzo” dei Beatles dal mondo  della musica.

In realtà Harrison aveva un talento straordinario, completamente emerso durante la sua carriera solista dopo la “ rottura” con i Beatles. Fondamentale è il suo interesse per l’Oriente e la conversione alla religione induista, che lo porta ad inserire lo stile indiano in alcune canzoni dei Beatles e ad organizzare un concerto benefico per il Bangladesh, con cui Harrison dimostra di essere fortemente motivato a dare il suo contributo per cause sociali.

Una vita caratterizzata dal coraggio di mettersi in gioco, dall’umiltà dell’artista e dall’amore per l’India: le sue ceneri navigano eternamente nel Gange, rappresentando quell’eterna ricerca dell’arte che ha caratterizzato l’intera vita di Harrison.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?