Menu

"LIFE" il videoclip degli EMBLEMA

EMBLEMA DA OGGI ONLINE IL VIDEO DI “LIFE”

https://youtu.be/cblUxApYuqg

Il video di “LIFE”, primo clip ufficiale degli Emblema è da oggi online. Il singolo è tratto dal album “Not Too Late”, pubblicato nel 2015 e distribuito da Tam Tam Production su tutte le piattaforme digitali.

Il bianco e nero del video è ritmico, non viene meno la grinta espressiva e graffiante della band, ispirato alla tradizione evergreen dei video delle rockband anni ’80 con montaggio alternato di primi piani degli strumenti musicali e dei membri della stessa band. Il carisma del gruppo e della loro musica ben si esprime in un sound di impronta rock e metal con influenze fusion e pop.

La sua line up dal 2009 comprende la voce grintosa di Martina Scalzo, Stefano Leonardi con chitarra solista, Massimo Gallarato alla chitarra ritmica, il basso di Francesco Fusaro e Edo Prelle alla batteria. Il pubblico ha già avuto la possibilità di apprezzare le tinte forti del loro complesso grazie alla partecipazione a manifestazioni come Rock Targato Italia 2011(finale regionale), Rainbow on the Rock 2012 (secondi classificati), Sound in Progress 2012 (finale) e hanno vinto il Bierfest di Almese nel 2015.

Per vedere il videoclip: https://youtu.be/cblUxApYuqg

Ascolta l'intero disco sul sito TamTam Production: http://www.tamtamproduction.com/tamtam/portfolio/item/11-emblema.html

Nel web: https://www.facebook.com/Emblema-Official-184812534908292/?fref=photo

Leggi tutto...

TABACCOBRUCIATO nuovo singolo

TABACCOBRUCIATO in radio il nuovo singolo “Dopo l’amore”

Tabaccobruciato, alias Giorgio Angelo Cazzola, torna nelle radio con un nuovo singolo “Dopo l’amore” terzo estratto dall’album Buena Vida pubblicato dall’etichetta Ultra Sound Records.

Il suo swing lento e melodioso torna a farci vagare con la mente, una malinconia nostalgica permea la canzone in cui non viene mai meno il clima sognante. 

Le atmosfere languide e il torpore della domenica mattina, la dolcezza dei piccoli piaceri e la fantasia di trovarsi in un altrove trovano perfetta evocazione nella musica jazzata e nella voce guida di Tabaccobruciato impreziosite dai suoni precisi e puliti dei componenti della band che lo accompagna: Maribel Fracchia alla seconda voce,  Stefano Bertolotti alla batteria, Roberto Re al basso, Lorenzo Bovo alle tastiere, Alessandro Balladore alla chitarra,  arricchite dal trombone di Marco Grignani e dal clarinetto di Claudio Perelli.

Per scaricare la cartella stampa con foto, bio, liberatoria messa in onda e file wav del brano:www.divinazionemilano.com/press/tabaccobruciato.zip

Sul Web:  http://www.tabaccobruciato.com


 

Leggi tutto...

Canzoni sempreverdi con Bigazzi

Giancarlo Bigazzi non ha mai sbagliato un colpo sin da giovanissimo. Produttore discografico e soprattutto compositore, autore e paroliere dei grandi successi italiani, rimasti a lungo nella top ten del Paese, molte famose anche all’estero e quasi tutte ancora presenti nella bocca di tutti.

“Lisa dagli occhi blu”, “Rose rosse per te”, “Montagne Verdi”, “Si può dare di più”, “Gloria” sono solo alcuni della sua nutrita serie di successi, tutti interpretati da big della musica italiana da fine anni ’60 ai tempi più recenti come Adriano Celentano, Mia Martini, Enrico Ruggeri, Massimo Ranieri e molti altri.

Sin dagli anni ’70 ebbe un grande successo e molto forte fu il sodalizio con Umberto Tozzi, la cui interpretazione di “Ti Amo” è ancora oggi una delle canzoni italiane più conosciute anche all’estero; per lui scrive hit come “Gloria”, “Donna amante mia” e “Si può dare di più”, cantata da Tozzi con Morandi e Ruggeri.

Contemporaneamente alla carriera di paroliere fondò nel ’71 il gruppo degli Squallor, nato goliardicamente da una volontà comune a Daniele Pace, paroliere come lui, Totò Savio, musicista, e ai discografici Alfredo Cerruti e Elio Gariboldi, un gioco che li tenne insieme a incidere album per più di due decenni.

La rottura del binomio artistico con Tozzi non segnò la fine della sua carriera, anzi , dagli anni ’80 iniziò a produrre i primi lavori di molti artisti tra i quali Raf e Marco Masini; dello stesso periodo è anche la scrittura di “Gli uomini non cambiano” interpretata da Mia Martini.

Un instancabile talento musicale che l’ha portato anche a collaborare con il cinema firmando le colonne sonore di “Mery per sempre” e “Ragazzi fuori” di Marco Risi, nonché del film da Oscar “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores.

Leggi tutto...

Ricordi? La rivoluzione cantautoriale.

Giovanni Ricordi fu il fondatore della casa editrice musicale che a lui deve il suo nome, ma si deve al figlio Carlo Emanuele, “Nanni” Ricordi, il merito di averla trasformata in un’etichetta discografica moderna.

Pur essendosi diplomato in pianoforte al conservatorio di Milano non divenne musicista, ma ugualmente prestò la sua competenza, il suo orecchio e la sua esperienza alla ricerca e scoperta di nuovi talenti emergenti che potessero rinnovare il panorama musicale italiano degli anni ’50, arretrato rispetto al contesto internazionale, dando origine a quella rivoluzione che permea tuttora la produzione musicale, la rivoluzione cantautoriale.

Al termine degli studi venne mandato nella filiale newyorkese della casa musicale paterna per studiare il nuovo businnes della discografia; da questa esperienza apprese ciò che lo portò a fondare al suo rientro a Milano la Dischi Ricordi Spa con la quale contribuì allo sviluppo e al mutamento del settore culturale musicale aprendo la società alla musica leggera e cantautoriale.

Con la Ricordi si ebbe la novità tecnica attraverso la sostituzione dei 33 giri con i 45 giri, ma anche novità nella strategia aziendale: il primo disco pubblicato fu la registrazione della Medea di Cherubini, con protagonista la Callas, poi il suo interesse si rivolse alla musica leggera e d’impegno, qualcosa che durasse nel tempo e che fosse al contempo un bene di consumo, ma sempre figlio dell’avanguardia.

Dare alla musica nuove voci, nuove parole, una nuova potenza anche sociale dettata dalla possibilità che avevano finalmente gli autori di cantare le proprie canzoni, con la propria interiorità. Così si legò a Giorgio Gaber, Gino Paoli, Luigi Tenco, De Gregori, De Andrè, Jannacci e molti altri che allora si esibivano nei locali milanesi; questi sono ancora il modello imprescindibile con cui i cantautori odierni devono confrontarsi, tutti della scuderia Ricordi.

Senza scontentare né l’élite musicale né il pubblico vasto liberò la canzone italiana dalla routine in cui era caduta liberando i testi e le melodie e legando questi freschi progetti artistici ai dibattiti culturali e sociali del tempo, perciò può essere considerato più che “padre dei cantautori italiani” uno dei padri della musica italiana a tutti gli effetti per aver reinventato le “solite canzonette”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?