Menu

Articoli filtrati per data: Gennaio 2017

Desiderio, una cyber-colomba per la cover di Rock Targato Italia

Rock e arte contemporanea hanno una lunga storia di incroci e di collaborazioni: basti pensare alla storica copertina dei Velvet Underground con la banana disegnata da Andy Warhol nel 1967. Ma non c’è solo Warhol: dagli anni Sessanta a oggi, hanno “prestato” la loro creatività per copertine di dischi di gruppi rock artisti come Mati Klarwein (per la mitica copertina dell’lp Abraxas, dei Santana, del 1970), Robert Mapplethorpe (per il disco Horses di Patti Smith, nel 1975), Robert Rauschenberg (per l’lp Speaking in Tongues dei Talking Heads, nel 1983), Damien Hirst (per I’m With You dei Red Hot Chili Peppers, nel 2011), Jeff Koons (per il disco di Lady Gaga Artpop, del 2013). Ma nel gruppo degli artisti che a vario titolo hanno realizzato almeno una copertina d’autore sono da citare anche Jean Michel Basquiat, Roy Lichtenstein, Banksy, Salvador Dalì, Julian Opie, Julian Schnabel, Mark Ryden, Gerhard Richter, Damien Hirst.

Anche restando in Italia, non sono pochi i gruppi musicali che hanno scelto la grafica e la creatività di un artista per realizzare la copertina dei loro dischi. Basti pensare alla celebre copertina che Mario Schifano realizzò per il suo gruppo di musica sperimentale “Le stelle di Mario Schifano”, nel 1967, o a copertine realizzate da celebri autori di fumetti, come Andrea Pazienza (per Roberto Vecchioni, Pfm e altri), Milo Manara (per Lucio Dalla), Tanino Liberatore (per Frank Zappa). Solo di recente, tra gli artisti italiani che hanno prestato la loro creatività per le copertine di dischi sono da annoverare Domenico Dell’Osso (per Museica di Caparezza, nel 2014), Adalberto Abbate (per Lili Marleen dei Baustelle), Fulvio di Piazza (per i palermitani Omosumo) e Nicola Vinci (per Andrea Chimenti).

Così, non è un caso che anche uno dei concorsi più importanti del rock italiano,Rock Targato Italia, da anni si affidi proprio a un artista contemporaneo per realizzare la cover della sua compilation annuale. Tra gli altri, negli scorsi anni vi si sono cimentati Dany Vescovi, Davide Nido, Federico Guida, Felipe Cardeña, Stefano Abbiati. Quest’anno invece la scelta è andata sull’artista umbro Desiderio Sanzi (selezionato proprio in collaborazione concItalian Factory Magazine), che ha scelto di realizzare una colomba dalle connotazioni cyber.

Pittore già molto noto nel panorama nazionale oltre che deejay e filmaker di successo (ha realizzato una decina di pellicole, molte delle quali girate a Cuba, quasi una sorta di sua seconda patria, dove è stato molte volte viaggiando in lungo e in largo, partecipando anche a manifestazioni importanti come il Festival dei cinema latino-americano e la Biennale de L’Avana), Desiderio con la musica ha sempre intrattenuto un rapporto particolare.

“La musica mi ha sempre accompagnato nel mio viaggio artistico, anche quando dipingo utilizzo la musica, così come la utilizzo costantemente nelle colonne sonore dei miei film”, dice l’artista, che di recente ha anche messo in piedi un portale, coocuyo.com, dedicato alla musica elettronica cubana, il primo nel campo. “Quest’anno”, dice ancora l’artista, “il tema della compilation era la pace, così per realizzare la cover ho cercato di unire i toni duri del rock con un simbolo universale come la colomba. Volevo realizzare qualcosa che fosse di grande impatto visivo, e che rappresentasse al contempo un simbolo di purezza ma anche di forza, di resistenza”. Ecco, allora, l’invenzione della “cyber-colomba” che è poi stata scelta come simbolo della compilation. Una colomba pacifica, ma dall’anima rock e dall’estetica… vagamente metallara.

  Articolo tratto da Italian Factory Magazine

 

Leggi tutto...

Alla Sala Fontana di Milano

Miseria&Nobiltà - Teatro Sala Fontana

Miseria e Nobiltà è prima di tutto un testo farsesco scritto da Eduardo Scarpetta sul finire dell’800. Ma in realtà nel tempo e nel suo stratificato percorso storico, con le facce e le maschere dei grandi interpreti del passato, è diventato molto di più fino ad approdare al territorio della memoria istintiva e ancestrale ; senza perdere il senso originario e mantenendo intatta la sua radice teatrale, la rappresentazione della vita segue le forme del tempo presente con tutte le dinamiche che la società ingloba e restituisce ogni giorno.
La storia di un povero squattrinato, Felice Sciosciammocca, che costretto a vivere di espedienti per rimediare a fatica un tozzo di pane, dà vita a una fitta tessitura di trovate dialogiche e di situazioni che rappresentano la summa dell’arte attoriale italiana e di quanto di meglio la storia del teatro (in particolare quella napoletana) abbia prodotto nel tenere il pubblico inchiodato alla sedia. Questo testo rappresenta la festa del teatro, quanto di più “Felice” un pubblico possa incontrare. Dalle platee Miseria & Nobiltà è poi migrato nel cinema, grazie al film di Mattoli, e nella tv creando veri e propri simboli e immagini vivide nelle memoria collettiva. Totò (lo Sciosciammocca più celebre) che mette in tasca gli spaghetti è divenuto una sorta di tatuaggio, materia di imitazione in gruppi di persone davanti al bar nella vita di tutti giorni. Miseria & Nobiltà è un Mito, è un collante sociale la cui storia oggi è evocata da alcuni passaggi che tutti in Italia ricordano e sarebbero in grado di citare. “Vingenz m’è padre a me”, “lettera a lu compare nepote”, il momento degli spaghetti, Totò che fa il principe in casa di Semmolone, sono le battute di un ritornello che la platea teatrale ripeterebbe all’unisono con la scena, come succede ad un concerto di musica pop. Miseria & Nobiltà ritorna a quel testo del 1888 solo riscoprendosi rito nell’oggi con una straordinaria squadra di attori che s’impossessano della scena. Dice Sciosciammocca nell’ultimissima battura della storia “Torno nella miseria, però non mi lamento: mi basta di sapere che il pubblico è contento.” Miseria & Nobiltà del mestiere del vivere recitando.

NOTE DI REGIA
C’è tutta una grande strada, molto bella con cui noi attori cerchiamo in prova e in replica di sistemarci addosso le parole e le azioni, e contemporaneamente ce n’è un’altra attraverso la quale le storie le raccontiamo riconducendole totalmente a noi stessi o anche generandole a partire proprio da noi. Ogni possibilità sottende comunque il fatto che la nostra umanità sia la vera protagonista della scena, che ci siano o no maschere, testi, le emozioni o le interpretazioni, in presenza o meno di struttura, il dramma anche nel suo rifiuto finisce per farsi sentire, in forme imprevedibili si spera. Beh, per fare tutto ciò resta il fatto che in scena bisogna starci ed è praticamente sicuro che il tutto bisognerà ripeterlo per qualche altra recita, mi auguro: bisogna recitare, da qui non si scappa, se sei a teatro. In alternativa la vita nella verità è più forte e schiaccia la presunzione.
La farsa Miseria e Nobiltà è uno degli spartiti teatrali più affascinanti che un attore possa incontrare. È un fatto già conosciuto. Il dramma di questo testo sta nel suo percorso storico con le facce, le maschere, dei grandi interpreti del passato. Alcuni passaggi del testo sono un collante sociale: Mito. Tutto questo per me è Miseria e Nobiltà. È un dramma che sta contemporaneamente dentro e fuori la scena, un po’ come stare dentro e fuori dal personaggio, o da se stessi: è miseria e nobiltà del mestiere del vivere recitando. (Michele Sinisi)

 

Leggi tutto...

Milano Liberty

Giovedì 12 Gennaio – ore 17,00
Urban Center Milano

Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12
tel. 02 88 45 65 55

 

Nell’ambito del ciclo di conversazioni
“Milano si racconta”

Massimo Beltrame
presenta il suo nuovo libro

 

Milano
Viaggio nel Liberty

 

Un'affascinante "visita guidata" alla (ri)scoperta di uno stile che, seppur in un arco temporale brevissimo (dal 1899 al 1914), lasciò un segno indelebile nel tessuto urbano di Milano, facendone un inno alla sua modernità.

Con proiezione di immagini

 

Un omaggio portafortuna

a tutti i presenti
Ingresso libero fino a esaurimento posti

Leggi tutto...

ROMA, VENTI SECOLI DI MISTERI

 IL CAVALIER SERPENTE

 Perfidie di Stefano Torossi

 9 gennaio 2017

 ROMA, VENTI SECOLI DI MISTERI

Domenica 1 gennaio 2017, quarantamila visitatori in giro per i Fori. Noi c’eravamo: una folla da stadio, da fare a gomitate fra il tempio di Saturno e la Basilica di Massenzio.

Gratis e col sole, certo, ma quarantamila al giorno farebbero una media di quattordicimilioniseicentomila presenze in un anno, un quarto di tutti gli italiani.

E i giornali, giù con la solita tiritera sull’arte: il petrolio dell’Italia; la cultura e le bellezze naturali: il nostro capitale non sfruttato. Insomma è come risentire le lamentele della nonna semisclerotica la quale (che noia mortale) sono quasi cent’anni che si ripete sempre uguale.

Oh, intendiamoci, noi siamo d’accordo con la nonna. Anzi, saremmo per la demolizione totale di Via dei Fori Imperiali, per la pedonalizzazione del centro storico, e così via, ma non ci pare che sul tema si stia facendo un gran che.

Però siamo anche per l’estensione dell’interesse dei romani e dei turisti (e questo purtroppo non si riesce a decidere per legge) a qualche obiettivo un po’ fuori dai soliti giri.

Per esempio, qualche giorno fa, sempre col sole e l’aria tersa, abbiamo fatto due passi fuori porta, e siamo arrivati a Veio, roba di venti minuti di strada e venti secoli di storia.

  1. Veio. Si, il posto è giusto. Su questo brullissimo ripiano c’era una volta Veio, una città etrusca abbastanza forte da essere un problema per Roma che invece era ancora troppo moscia. Poi, come sappiamo, Roma diventò più robusta e, schiacciata per bene sotto il tacco di SPQR, Veio scomparve. Per riaffiorare poco dopo come una brillante piccola colonia romana, ricca di ville e di santuari.

Solo che tutto quello che c’era è stato sradicato e portato in città, sana abitudine per i romani di tutte le epoche, con in più il vantaggio che in questo caso le distanze erano minime e il trasporto economico.

Le candide colonne di Palazzo Wedekind, dove adesso c’è “Il Tempo”, vengono da Veio. Le dodici elegantissime colonnine di marmo bigio chiaro della cappella di S. Benedetto nella Basilica di San Paolo fuori le mura vengono da Veio. La meravigliosa (aperta parentesi: è una di quelle opere che, già belle in foto, diventano magnifiche dal vero) statua fittile di Apollo viene da Veio e riempie del suo splendore una sala del Museo Etrusco di Villa Giulia.

Come è possibile che di una città non grande ma comunque monumentale, viste le molte opere che ne sono uscite a suo tempo, tranne lo spirito della storia, non sia rimasto neanche un sasso?

Misteri di Roma. Che a distanza di più di due millenni si ripetono imperscrutabili, anche se in un contesto un po’ diverso. Leggere per credere.

 

Appuntamento all’Anagrafe

Forse, ci siamo detti, la gestione Raggi non è poi così male. Non è possibile che non funzioni proprio niente. Andiamo a verificare

A fine 2016 ci è scaduta la carta di identità. Ecco il momento di entrare davvero nel futuro di Roma; e così ce ne andiamo all’Anagrafe, un bell’edificio in stile razionalista costruito a fine anni trenta dopo aver fatto piazza pulita delle casupole medievali che occupavano la spazio fra il Teatro di Marcello, S. Nicola in Carcere e il Tempio di Portunno.

File; certo, ma non apocalittiche. In compenso lo stanzone degli sportelli è tappezzato in ogni angolo da due tipi di poster. Il primo si dilunga sulla descrizione e sulle conseguenze del reato di “Offesa a pubblico ufficiale” (evidentemente c’è più d’un cittadino che perde le staffe a contatto con  i riti della burocrazia); l’altro mette in guardia sul fatto che la richiesta della carta di identità elettronica “può provocare dei ritardi nel sistema”; testuale.

“Bene - dichiariamo allo sportello - allora ci accontentiamo di quella cartacea”. “Eh no, non si può più. Bisogna fare per forza quella elettronica”. Occhèi. Malgrado la minaccia dei poster, ci stiamo. Dopo tutto è il nuovo che avanza!

L’impiegato, tra il gentile e il rassegnato, con un vaghissimo sorriso in agguato sotto i baffi, visto che siamo entrati nell’era della tecnologia, ci consegna come ricevuta da presentare al ritiro un foglietto ritagliato a mano da vecchi elenchi degli uffici (sul retro ci sono nomi e indirizzi di sconosciuti), e questo fa onore alla politica di risparmio dell’amministrazione.

Ma quello che ci fa piombare nella fantascienza sono le istruzioni per ritirare il documento. Presentarsi, dice il foglietto, il 31 gennaio 2017 alle ore dodici, cinquantaquattro minuti e, sembra, trentadue secondi - 12h54’32” (foto). Una precisione, appunto da era supertecnologica.

Però, ci ha confermato, sempre ridacchiando sotto i baffi, l’impiegato, l’appuntamento è lo stesso per tutti quelli che richiedono il rinnovo della carta di identità nel mese di gennaio.

Con un senso di malcelato terrore ci aspettiamo una scena sul tipo dei giudizi universali che coprono le pareti delle chiese medievali: un’immane schiera di peccatori tenuti a bada dalle trombe degli arcangeli; ognuno in attesa di vedere riconosciuta la propria identità dal supercomputer universale (Dio?), che lavora forse anche sull’eternità, ma di sicuro su giorni, minuti e secondi.

E’ chiaro che l’appuntamento è da considerarsi esteso anche a voi lettori perché, qualunque sia l’evoluzione dell’evento, ve ne promettiamo una cronaca precisa e puntuale.

              ------------------------------------------

L’archivio del Cavalier Serpente, o meglio la covata di tutte le sue uova avvelenate, sta al caldo nel suo blog. Per andare a visitarlo basta un click su questo link: www.ilcavalierserpente.it

Leggi tutto...

2017: l’anno dei super-show! Ecco la lista dei concerti che accenderanno il 2017 in Italia.

Inizia con il botto il 2017 proponendo un incredibile calendario di concerti e appuntamenti live che raccoglierà il meglio della musica nazionale ed internazionale. Dai Coldplay ai Radiohead, passando per i Depeche Mode, fino ad arrivare a Bruno Mars e Ariana Grande.

 

Green Day
A poco più di una settimana dall'inizio del nuovo anno, arrivano in Italia i Green Day, senza dubbio una tra le rock band più influenti degli ultimi 20 anni. Quattro tappe nello Stivale apriranno infatti il tour di “Revolution Radio”, 12esimo loro album in studio uscito a ottobre. I Green Day saranno martedì 10 gennaio al Pala Alpitour di Torino, mercoledì 11 al Mandela Forum di Firenze, venerdì 13 all'Unipol Arena di Bologna per chiudere sabato 14 al Mediolanum Forum di Assago.

 

Jojo
La talentuosa cantante americana JoJo arriva in Italia dopo dieci anni di attesa per un’unica data: domenica 22 gennaio 2017 al Tunnel Club di Milano.
La cantante del Massachusetts, autrice a soli 13 anni del successo mondiale “Leave (get out)”, posizionatosi subito al primo posto della classifica americana e al #1 della Billboard Pop Songs chart, ha raggiunto ad oggi a 49 milioni di visualizzazioni su YouTube,
Mad Love, l’imperdibile album che prepara il suo ritorno, è anticipato dal singolo Fuck Apologies, che porta il segno dell’importante collaborazione con Wiz Khalifa.

  

Sum 41
Dopo il successo di pubblico ottenuto al Carroponte di Sesto San Giovanni la scorsa estate, i Sum 41 saranno in Italia per tre appuntamenti live in gennaio 2017: il 28 suoneranno al Teatro Geox di Padova, il 29 al Mediolanum Forum di Milano e il 31 all’Atlantico Live di Roma.
Dopo 5 anni dall’ultimo lavoro, la band pop-punk canadese torna sulla scena musicale internazionale con l’album “13 Voices”, pubblicato lo scorso 7 ottobre, ed anticipato dai due singoli Fake My Own Death e War.

 

Skunk Anansie
Tra i concerti che gli amanti della musica live si sono segnati in agenda per questo mese di gennaio 2017 c’è sicuramente l’unica data italiana degli Skunk Anansie. Il concerto al Mediolanum Forum di Assago di Milano sarà sabato 28 gennaio 2017.

 

Dream Theater
La band progressive metal statunitense, tra le più famose al mondo, torna in italia a inizio 2017 per tre date, in cui suonerà per intero il fortunato album “Images and words”.
Nel programma c’è anche Roma: lo spettacolo capitolino è previsto per il 30 gennaio all’Auditorium Parco della Musica (gli altri due, il 1° febbraio a Milano e il 4 a Padova).
La band porterà sui palchi tricolori lo spettacolo allestito appositamente per il tour battezzato “Images, Words & Beyond”, un progetto molto particolare che prevede show della durata di tre ciascuno, con un'attenzione speciale per chi desidera godersi lo spettacolo nei posti a sedere, come se fosse a teatro. I concerti vedranno la band eseguire per intero tutto l'album “Images and Words”, pietra miliare del genere, oltre ad alcuni estratti da “The Astonishing” e una selezione di classici del repertorio. 

 

Brunori Sas
Dopo aver ricevuto ottimi consensi con l’album “Vol. 3 - Il cammino di Santiago in taxi”, il cantautore si prepara a tornare sulle scene con il progetto “A casa tutto bene”, atteso per gennaio 2017. Con l’album arriva anche un club tour, al via il 25 febbraio da Bologna, per raccontare dal vivo le tracce inedite così come i brani di repertorio. A Milano sarà all’Alcatraz il 2 Marzo.

  

Alvaro Soler & Soul System
Freschissimi di vittoria ad X Factor 10, in cui hanno trionfato durante la finale di giovedì 15 dicembre scorso, i Soul System e il loro giudice Alvaro Soler hanno organizzato tre appuntamenti live per i loro fan in tre diverse location tra Milano e Roma: suoneranno infatti il 22 febbraio 2017 al Fabrique di Milano, il 24 febbraio 2017 allo Spazio 900 di Roma e torneranno a Milano il 25 febbraio 2017 sempre al Fabrique.

 

The XX
Tra i concerti più attesi del nuovo anno c’è sicuramente quello del duo post rock britannico “The XX”, i quali hanno annunciato i dettagli del nuovo tour europeo “I see you Tour”. La tournée partirà l’8 febbraio da Stoccolma e arriverà per un’unica data italiana a Milano il 20 febbraio 2017 per uno straordinario appuntamento dal vivo al Mediolanum Forum.
“I See You”, che uscirà il 13 gennaio prossimo, è il terzo album della band ed è anticipato dall’uscita del nuovo singolo “On Hold”. Dopo il successo dei primi due dischi – “XX” e “COEXIT” – che hanno venduto insieme oltre 3 milioni di copie, Il nuovo progetto segna una nuova era per il trio londinese composto da Romy Madley Croft, Oliver Sim e Jamie Smith. Infatti se i primi due lavori sono stati scritti e prodotti esclusivamente a Londra, questo nuovo album nasce tra marzo e agosto 2016 ed è stato registrato in diverse città a New York, Marfa TX, Reykjavik, Los Angeles e Londra con un approccio nuovo e più aperto.

 

Alan Walker
Il dj norvegese di 'Faded' arriva in Italia in un’unica data che lo vedrà ospite dietro la console del Fabrique di Milano il prossimo 16 febbraio.
Noto ai più grazie alla hit "Faded", Alan Walker, dopo l'uscita del suo secondo singolo "Sing me to sleep", è salito sui palchi dei più importanti festival dance quali il Tomorrowland e il Creamfields ed è stato scelto da Rihanna come ospite speciale delle tappe europee del suo ANTI World Tour.

Bastille 
I Bastille di Dan Smith hanno annunciato una nuova, attesissima data live nel nostro paese, per la gioia dei fan italiani: la band di Pompei tornerà infatti ad esibirsi in Italia il prossimo 7 febbraio 2017, per la precisione al Forum di Assago, alle porte di Milano.
I Bastille presenteranno in quella occasione per la prima volta sul suolo italiano i pezzi contenuti nel loro secondo disco “Wild World”, in uscita in tutto il mondo il prossimo 9 settembre: il singolo di lancio dell’album, che si intitola Good Grief, è un brano fresco e divertente accompagnato da un video particolarissimo e grottesco

 

Tom Odell
Tom Odell torna a Milano in un’unica data italiana nel 2017! Dopo la pubblicazione di “Long Way Down”, l'album di debutto che ha venduto un milione di copie, il cantautore inglese che si è aggiudicato il prestigioso Ivor Novello Award nel 2014 come miglior compositore dell'anno, pubblica il 10 giugno 2016 “Wrong Crowd”. A meno di un mese dal sold out al Tunnel Club di Milano è stata annunciata una nuova data in Italia. L’appuntamento è per il 15 febbraio 2017 all'Alcatraz di Milano.

 

Baustelle
A seguito dell’imminente pubblicazione del loro nuovo album “L’amore e la violenza”, I Baustelle inizieranno a febbraio un tuor nei teatri italiani e saranno a Milano il 20 marzo al Teatro degli Arcimboldi. Per Rachele Bastreghi, Francesco Bianconi e Claudio Brasini si tratta della settima fatica discografica, 12 inediti tra i quali, però, non compare la nuova Lili Marleen. Pubblicata in free download a ottobre 2016, è stata presentata dalla band “non come un’isola, ma come la barca per arrivarci”.

 

Sting
Dopo aver inaugurato la riapertura del Bataclan a Parigi dopo gli attentati, Sting ha annunciato che sarà in concerto in Italia nel 2017 e precisamente al Fabrique di Milano il 23 marzo. L’ex leader dei Police porterà in Italia il suo 57th & 9th Tour, che lo vedrà nel 2017 in concerto presso i teatri, per presentare il suo ultimo album “57th & 9th”, nome che si ispira ad un incrocio che il cantante attraversa quotidianamente per recarsi al lavoro

 

Mannarino
Il cantautore romano ritorna con la sua scrittura evocativa e con quel sound trascinante che lo ha reso uno degli artisti più apprezzati della scena. “Apriti cielo” è il titolo del nuovo singolo in uscita, un time lapse sull’umanità in fuga. che racconta l’esigenza umana di salvarsi la vita, in tutti i sensi.
Il singolo, che da il nome anche al quarto album del cantautore, in uscita il prossimo 13 gennaio, anticipa infatti la partenza dei live in programma da fine marzo sui palchi più importanti d’Italia.
Sabato 25 marzo 2017 si esibirà live per la prima volta al PalaLottomatica di Roma con quella che si preannuncia come una grande festa, tra ritmi travolgenti e intense interpretazioni. Dopo l’apertura de tour a Roma lo vedremo salire sui palchi delle principali città italiane per concludere il tuor il 10 aprile alla Casa della Musica (Napoli).

 

Afterhours
La band di Manuel Agnelli ha annunciato le date dei concerti del Club Tour 2017, la nuova serie di live con cui torneranno a suonare nei principali locali della Penisola. Si comincia il 9 marzo dal Live di Trezzo d’Adda per proseguire fino a fine mese con un calendario davvero serrato. Il gruppo prosegue così la sua avventura live anche nell’anno nuovo, dopo la lunga serie di show della scorsa estate con cui hanno promosso dal vivo l’ultimo album Folfiri o Folfox.

 

Macy Gray
La prossima primavera Macy Gray, fresca dall’aver pubblicato, lo scorso 9 settembre, il suo nuovo album "Stripped", annuncia quattro concerti del suo tour che si terranno in territorio italiano. Gli appuntamenti sono per l’11 marzo presso l’Auditorium Conciliazione a Roma, il 12 marzo al Gran Teatro Geox di Padova, il 14 marzo all’ObiHall a Firenze e, infine, il 29 marzo all’Alcatraz di Milano.

 

Korn
I Korn saranno all'Alcatraz di Milano in un’unica data il 12 marzo 2017 per presentare il loro nuovo album The Serenity of Suffering. Per questa speciale occasione, la performance della celebre band americana si arricchirà di note deathcore e groove, grazie alla presenza di due ospiti d’eccezione. Sul palco saranno presenti, infatti, il gruppo tedesco Heaven Shall Burn e quello americano degli Hellyeah.

 

2Cellos
I 2Cellos hanno annunciato le prime date del prossimo World Tour 2017, la turnèe che segue la prossima uscita del nuovo progetto discografico, il quarto dei 2Cellos, totalmente dedicato alle colonne sonore del grande cinema italiano e internazionale. Registrato a Londra con la London Symphony Orchestra, l’album conterrà la rivisitazione di Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone, Il Gladiatore di Hans Zimmer e il main theme di Games Of Thrones.
Le rockstar del violoncello Luka Sulic e Stjepan Hauser tornano nel nostro Paese con un’unica e imperdibile data il 30 marzo 2017 al Mediolanum Forum di Milano.
Lo show sarà davvero spettacolare con luci e scenografie particolari per esaltare le loro performance dal vivo. In tour nelle arene e palasport di tutto il mondo, i 2Cellos oltre alle nuove canzoni si esibiranno anche nei sensazionali mash-up del loro repertorio come Thunderstruck, Satisfaction, Whole Lotta Love, Smooth Criminal, che li hanno resi le indiscusse rockstar del violoncello in tutto il mondo e che continuano a registrare milioni di visualizzazioni nel web

 

Tokio Hotel
I Tokio Hotel, hanno annunciato per il 2017 ben due concerti nel nostro paese in occasione del loro Dream Machine Tour. Saranno infatti il 28 marzo al Fabrique di Milano e il 29 marzo all’Atlantico di Roma.
Bill Kaulitz, Tom Kaulitz, Georg Listing e Gustav Schäfer, dopo aver raggiunto la celebrità in Germania (loro patria), sono arrivati prepotentemente anche nelle radio italiane con la loro hit più famosa, Monsoon. Dal 2007 è così nata una vera e propria Tokio Hotel mania anche in Italia, con un numero sempre crescente di fan che li hanno seguiti assiduamente in tutti i concerti che la band tedesca ha tenuto nel Bel Paese nel corso degli anni, sempre sold out e con un’affluenza enorme.

 

Steve Hackett
Genesis Revisited with Classic Hackett è il titolo del nuovo tour mondiale che il chitarrista inglese proporrà per il prossimo anno, un live che attraversa trasversalmente la carriera della ex chitarra dei Genesis, con rarità e classici di un repertorio tanto vasto quanto interessante. Ad accompagnare Steve Hackett una band di cinque elementi, composta da Roger King (tastiere), Gary O'Toole (batteria, percussioni e voce), Rob Townsend (sax, flauto e percussioni), Nick Beggs (basso) e Nad Sylvan (voce).
Un set che mescola classici e gemme più rare dell’ampio repertorio Genesis e solista: brani dall’ album “Wind and Wuthering” (di cui ricorre il quarantennale), classici come “Musical Box”, rarità mai eseguite dal vivo dalla Hackett band come “Inside Out” e “Anyway”, insieme ai favoriti della sua lunga carriera, come "The Steppes", "Serpentine", "Every Day" e per la prima volta dal vivo "Rise Again".
Il tour italiano partirà il 29 marzo 2017 da Torino e proseguirà con le date del 30 marzo a Legnano (Milano), 31 marzo a Schio (Vicenza), per concludersi a Roma l’1 aprile.

 

Sean Paul
Sean Paul arriverà in Italia per un’unica data al Fabrique di Milano. Il massimo esponente del genere degli ultimi decenni si esibirà nel nostro paese il 17 aprile, forte del successo del brano Rockabye, che già presenzia tutte le classifiche di vendita.
Per lui - come accaduto per tanti altri in questi ultimi mesi - si attende il sold-out immediato, dal momento che quella del 17 aprile è l’unica data che Sean Paul porterà in Italia. Il concerto arriva dopo una carriera dedicata alle collaborazioni con star internazionali, che spaziano da Beyoncé a Rihanna, passando per Kelly Rowland e Nicki Minaj, attualmente impegnata con il featuring in Side To Side di Ariana Grande.
Numerosi i nomi che si ricollegano al mondo del reggae e della dancehall, come quello di Damian Marley e Wayne Marshall.

 

Cigarettes After Sex
Dopo il sold out di Bologna al Colo Club  del 2 dicembre 2016, i Cigarettes After Sex annunciano una nuova data in Italia per il 2017: l'appuntamento è per martedì 25 aprile al Fabrique di Milano. La band di Greg Gonzalez, con base a Brooklyn, si fa conoscere al pubblico nel 2012 grazie all’ep I. Da quest’ultimo è stato estratto il singolo Nothing’s Gonna Hurt You Baby, che ha raggiunto ad oggi oltre 31 milioni di visualizzazioni.

 

Thegiornalisti
I Thegiornalisti saranno in concerto per la prima volta in due palazzetti templi della musica italiana: il Palalottomatica di Roma e il Mediolanum Forum di Milano. Dopo aver girato l’Italia con il Completamente Tour, che ha registrato ovunque il tutto esaurito, il fenomeno pop del momento annuncia per il prossimo anno due appuntamenti live davvero imperdibili. I Thegiornalisti infatti saranno protagonisti il 9 maggio 2017 al Palalottomatica e l’11 maggio 2017 al Mediolanum Forum d’Assago a Milano: due occasioni importanti per sostenere la band capitanata da Tommaso Paradiso e ascoltare dal vivo i loro brani. Le due date seguono l’uscita del nuovo album intitolato Completamente Sold Out, rilasciato lo scorso ottobre 2016. Ad anticipare il lavoro discografico ci ha pensato il singolo Completamente, che ha conquistato le radio italiano entrando nella classifica airplay.

 

Patti Smith
La poetessa del rock, torna in Italia per una serie di concerti nei principali teatri italiani. Il “Grateful Tour”, nome che richiama l’omonima canzone presente nel suo album Gung Ho del 2000, è il sentimento scelto dall’artista americana, che compirà 70 anni a dicembre, per esprimere gratitudine verso chi da sempre la ama e la sostiene. Al momento è stata annunciata solamente una data, quella del 13 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

 

I Days Festival: Green Day, Rancid, Radiohead, James Blake, Linkin Park, Blink 182, Justin Bieber e Martin Garrix
Uno degli eventi più rappresentativi della scena concertistica milanese nel 2017 sarà sicuramente quello dell’I-Days Milano 2017 festival, che si terrà per il secondo anno al Parco di Monza, il prossimo giugno.
Il programma dei concerti è infatti di quelli che non hanno nulla da invidiare alle realtà europee più famose. Gli headliner ad oggi annunciati sono Green Day e Rancid il primo giorno, Radiohead e James Blake il secondo, Linkin Park e Blink-182 il terzo, per chiudere con Justin Bieber e Martin Garrix l’ultimo.
L’Autodromo e il parco della cittadina brianzola si preparano quindi ad accogliere le migliaia di fan che arriveranno da tutta Italia, per un evento unico nella realtà musicale della penisola.

 

Guns’N’Roses
Tra i concerti sicuramente più attesi del 2017 troneggia quello dei Guns N’ Roses, confermato attraverso i propri canali web e social per il prossimo 10 giugno.
La band suonerà a Imola presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari con il loro “Not In This Lifetime Tour”. L'ultimo concerto italiano insieme, che i fan meno giovani ricordano bene, fu quello allo stadio comunale Braglia di Modena, nel giugno del 1993.
Oltre ai tre 'fondatori' ci sarà anche Dizzy Reed, il pianista, entrato nella band nel 1990. Non ci sarà invece Izzy Stradlin, chitarrista ritmico e autore di alcune tra le più belle canzoni del gruppo. Un annuncio attesissimo dai fan italiani della rock band nata a Los Angeles, nel 1985. C’è chi da vent’anni infatti aspetta di vedere Axl Rose, cantante e frontman del gruppo, e Slash, storico chitarrista, suonare di nuovo insieme. 

 

Radiohead
Il gruppo guidato dal cantante Thom Yorke, che non si esibisce in Italia dal lontano 2012, ha annunciato due date italiane nel 2017. La band britannica suonerà il 14 giugno alla Visarno arena del Parco delle cascine a Firenze e il 16 giugno nell’ambito dell’I-Days Festival all’autodromo di Monza. I Radiohead presenteranno dal vivo le canzoni del loro ultimo album in studio, "A moon shared pool", pubblicato a maggio 2016, oltre a brani del loro passato storico.

 

Ariana Grande
A distanza di due anni dal concerto di Milano nel 2015 Ariana Grande torna con due date italiane a Roma e Torino, rispettivamente il 15 e 17 giugno.
L’occasione è quella del suo tour internazionale Dangerous Woman Tour, che partirà dagli USA a febbraio 2017 e che segue il lancio di uno degli album più venduti in Italia.  Il progetto contiene infatti i singoli che hanno scalato le classifiche e che fanno oggi della popstar statunitense, con più di 30 milioni di dischi venduti, 2 MTV Video Music Awards e 3 Teen Choise Awards, l’artista femminile più influente dopo Rihanna.

 

Bruno Mars
“24K Magic Tour”, la serie di concerti che segue l’attesissimo terzo album di Bruno Mars, dopo due dischi pressoché perfetti come Doo-Wops & Hooligans del 2010 e Unhortodox Jukebok del 2012, farà doppia tappa in Italia il 12 giugno 2017 all'Unipol Arena di Bologna e il 15 giugno 2017 al Mediolanum Forum di Assago (Milano).

 

Deed Purple
Saranno tre le date italiane che vedranno protagonisti nel 2017 i Deep Purple e sarà anche un’ottima occasione per vedere l’ultimo tour della carriera dei vincitori della Rock’n’Roll Hall Of Fame, una delle band più rappresentative di sempre. Il tour sarà di supporto al nuovo album inFinite in uscita agli inizi del 2017, che sarà preceduto dal nuovo singolo in uscita il 20 gennaio. Si tratterà dell’ultimo capitolo di una lunga ed intensa carriera che conta milioni di album venduti e milioni di presenze ai concerti. Saranno tre le date italiane: Il 22 giugno A Roma (Palalottomatica), Il 26 giugno A Bologna (Unipol Arena) e il 27 Giugno A Milano (Mediolanum Forum).

 

Aerosmith
Torna nel nostro Paese la band rock più grande d’America: dopo il grande successo dei loro concerti in Sudamerica, tra Cile, Argentina, Colombia, Bolivia, Brasile, Perù e Messico, gli Aerosmith infatti hanno annunciato il loro tour 2017 che sarà, come promettono, mastodontico.
Aero-Vederci Baby! sarà uno dei più grandi show dal vivo mai visti, nonché loro tour di congedo. In Italia gli Aerosmith suoneranno soltanto una volta, per la precisione il 23 giugno 2017 nell’ambito della rassegna musicale estiva Firenze Rocks.

 

Depeche Mode
Tra i tanti eventi musicali di spicco della prossima bella stagione, le tre tappe italiane dei Depeche Mode rappresentano sicuramente un appuntamento immancabile per i fan tricolore: la band guidata da Dave Gahan e Martin Gore ha scelto infatti proprio il nostro Paese per far debuttare a livello mondiale il tour in supporto a "Global Spirit", il nuovo album atteso nei negozi entro la prossima primavera, è l'attesa, comprensibilmente, è alle stelle. I tre stop della veterana band britannica sono previsti per Roma, Milano e Bologna rispettivamente nei prossimi 25, 27 e 29 giugno.

 

Coldplay
I Coldplay hanno annunciato due date italiane del loro nuovo tour per il 2017, “A Head Full Of Dreams Tour”. Lo show che ha entusiasmato i fan di America Latina, Stati Uniti ed Europa, con incredibili concerti tra cui quattro serate sold-out al Wembley Stadium di Londra, approderà anche in Italia in una doppia data a luglio.
Sarà lo Stadio di San Siro a ospitarli lunedì 3 luglio e martedì 4 luglio, per ascoltare dal vivo il loro ultimo album che ad oggi ha venduto più di 4 milioni di copie dalla pubblicazione e che include le hit Adventure Of A Lifetime, Hymn For The Weekend e Up&Up, che in totale hanno superato un miliardo di visualizzazioni su YouTube.

  

Evanescence
Tra i tanti ritorni del 2017 segnaliamo anche quello degli Evanescence, che dopo ben cinque anni di pausa di riflessione e ripensamento su come incanalare l’energia creativa, tornano ufficialmente insieme e lo fanno anche dal vivo, con un concerto in Italia il prossimo 4 luglio 2017. L’evento si svolgerà sul palco dell’Ippodromo Snai di San Siro a Milano, nell’ambito della rassegna estiva chiamata Milano Summer Festival, che include un calendario denso di artisti italiani e internazionali.

 

Robbie Williams
Ottime notizie anche per i fan di Robbie Williams. L'estroso entertainer inglese si esibirà infatti il 14 luglio 2017 allo Stadio Bentegodi di Verona, nell'unica tappa italiana dell'Heavy Entertainment Show Tour, che si preannuncia ricco di colpi di scena e di atmosfere alla Rat Pack. Ventinove concerti in diciotto paesi, a partire dal 2 giugno 2017 all’Etihad Stadium di Manchester per concludersi il 10 settembre all'Olympiski di Mosca.

 

Imagine Dragons
Saranno proprio loro quest’anno il primo nome del Lucca Summer Festival 2017, insieme al duo alternative rap Macklemore & Ryan Lewis. La band americana capitanata da Dan Reynolds arriverà in Italia per due date: il 3 luglio all’Arena di Verona e il 4 luglio al festival toscano. Gli Imagine Dragons, che hanno raggiunto il successo con l’album Night Visions (2012), sono al momento al lavoro su un nuovo disco che seguirà di due anni Smoke and Mirrors.

 

The Lumineers
Il trio americano newyorkese ma di base a Denver, formato da Wesley Keith Schultz (voce e chitarra), Jeremiah Caleb Fraites (batteria, percussioni e mandolino) e Neyla Pekarek (violoncello, pianoforte, basso, mandolino) approda in Italia per presentare il suo ultimo lavoro discografico: “Cleopatra”
Il nuovo album, uscito lo scorso aprile, arriva a distanza di quattro anni dall’omonimo album d’esordio del 2012 che conteneva tra gli altri il singolo multiplatino “Ho Hey”, dal suono a metà tra il pop e il folk e rimasto nella Top 10 della Hot 100 di Billboard per 14 settimane. In questo lasso di tempo The Lumineers hanno letteralmente portato la loro musica sui palchi di tutto il mondo, conquistato due prestigiose nomination ai Grammy, e realizzato due brani per la saga cinematografica “Hunger Games” (tra cui “The Hanging Tree”) oltre ad aver venduto oltre 3 milioni di copie.
Non perdeteveli il 20 luglio all’Anfiteatro del Vittoriale a Gardone Riviera (Bs) e il 21 luglio al Sexto ‘Nplugged a Sesto al Reghena (Pn).

 

Macklemore & Ryan Lewis
l Macklemore & Ryan Lewis scateneranno il pubblico di Lucca il 22 luglio 2017 a ritmo di hip hop in un’unica data italiana nell'ambito del Lucca Summer Festival.

 

Red Hot Chilli Peppers
I Red Hot Chili Peppers quest’estate torneranno in Italia. L’annuncio ufficiale arriva direttamente dalla band californiana,che per il tour 2017 ha scelto due palchi italiani. Il 20 luglio saranno al Postepay Sound Rock in Roma, mentre il giorno seguente (21 luglio), all’Ippodromo Snai di Milano, all’interno del Milano Summer Festival.
Il gruppo porterà in tour l’acclamato album “The Getaway”, che ha debuttato la scorsa estate. Il disco è l’undicesimo per la band di Los Angeles formata da: Anthony Kiedis, Flea, Chad Smith e Josh Klinghoffer (membro fisso dal 2009).

 

Elton John
Elton John tornerà a suonare dal vivo in Italia anche nell'estate 2017 con un concerto, il 14 luglio 2017, nella splendida cornice della storica Piazza Sordello a Mantova. Unica data italiana annunciata per il prossimo anno nell'ambito del Wonderful Crazy Night Tour, il concerto del 14 luglio sarà l’evento più importante della seconda edizione della rassegna Mantova Arte & Musica.

 

Placebo
I Placebo sono confermati primi headliner del festival Collisioni a luglio (unica data italiana)
ll festival agrirock Collisioni giunge quest’anno alla sua nona edizione e si svolgerà fra il 14 e il 17 luglio 2017 a Barolo (CN). Dopo aver entusiasmato i fan italiani con un incredibile sold-out al Mediolanum Forum di Milano lo scorso novembre, Brian Molko e compagni saranno nuovamente protagonisti di una serata rock nell'ambito del tour che celebra il ventesimo anniversario della pubblicazione del loro album di debutto "Placebo".

 

Marilyn Manson
A luglio 2017 la controversa rockstar americana sarà in Italia per due date imperdibili. Primo grande nome della nona edizione del festival romano Postepay Sound Rock, suonerà infatti il 25 e il 26 luglio 2017 a Roma e Verona. I concerti rientrano nel tour mondiale che l’artista ha programmato per il 2017, a supporto del lancio, che avverrà proprio all’inizio dell’anno, di “Say10”, il decimo album della sua discografia.

Leggi tutto...

Gennaio 2017: quali concerti vedere a Milano e dintorni.

È ufficialmente iniziato il nuovo anno. Oggi. Cioè lo sappiamo tutti che è iniziato più di una settimana fa, ma facciamo finta che sia oggi il primo giorno dell’anno, e dobbiamo organizzarci con una bella lista di concerti da segnare sulla nostra agenda nuova nuova o sul nostro nuovo calendario appeso al muro. Abbiamo fatto una buona ricerca, ed ecco a voi un buon elenco di musica live in location a Milano e dintorni! 

 

  • NASHVILLE PUSSY: 11 gennaio, legend club, Milano
  • GREEN DAY: 14 gennaio Assago (Mi), Mediolanum Forum
  • STEFANO BOLLANI: 14 gennaio Legnano (MI), teatro galleria
  • LOU RHODES: 15 gennaio, circolo magnolia, Milano
  • EPICA: 18 gennaio, trezzo sull’adda (MI) live club
  • BASTILLE: 19 gennaio, teatro della luna, Assago (MI)
  • MARRACASH: 24 gennaio, live club, trezzo sull’Adda (MI)
  • ZUBIN MEHTA: 25 gennaio, teatro alla scala (MI)
  • SABATON:25 gennaio, live club, Trezzo sull’Adda (MI)
  • SKUNK ANANSIE: 28 gennaio Assago (MI), Mediolanum Forum
  • SUM 41: 29 gennaio Assago (Mi), Mediolanum Forum
  • FLAMKNG LIPS (THE): 30 gennaio, alcatraz, Milano
  • AMEDEO MINGHI: 31 gennaio, Teatro nuovo, Milano
  • CAGE THE ELEPHANT: 31 gennaio, Fabrique, Milano
  • MARRA | GUè : 31 gennaio Milano Alcatraz

 

Buona musica!

 

Leggi tutto...

È uscita A.M.I. - Rarità di Artisti per Amatrice, la compilation di All Music Italia per sostenere le vittime del terremoto di amatrice

È uscita martedì 27 dicembre in tutti gli store di musica digitale A.M.I. - Rarità di Artisti per Amatrice, una compilation nata da un’idea di Massimiliano Longo, Direttore di All Music Italia, e realizzata con il supporto di Believe Digital Italia.

Grazie alla partnership con Believe Digital Italia tutti i ricavi dalla vendita della compilation e delle singole tracce saranno interamente devoluti per le vittime del terremoto di Amatrice attraverso la campagna solidale di successo già lanciata da Il Fatto Quotidiano - Fatto per Amatrice.

All Music Italia, per garantire una maggiore efficienza e trasparenza all’operazione, documenterà periodicamente l’andamento delle vendite attraverso i propri canali social.

 

La compilation contiene 14 tracce, canzoni inedite e rarità mai uscite prima d’ora donate al progetto da diversi artisti italiani come Syria, Gerardina Trovato, Virginio, Romina Falconi, Cecile, Traccia 24, Simonetta Spiri, Greta, Roberta Pompa, Verdiana, Sara Galimberti, Papasidero, Palla & Chiatta, Andrea Amati e le nuove proposte di artisti emergenti selezionati da All Music Italia Matteo Faustini, Nicola Franca e Roberto Pezzini.

 

Di seguito la tracklist:

 

  • L’Amore resta - Romina Falconi
  • L’Amore merita (Acoustic version) - Simonetta/Greta/Roberta/Verdiana
  • C’è chi dice no - Gerardina Trovato
  • Sono qui - Nicola Franca
  • Io ho te (Acoustic version) - Syria
  • Tutto quello che ricordo - Sara Galimberti
  • Mentre fuori piove (Acoustic version) - Traccia 24
  • Royals - Virginio
  • Notte di febbraio - Andrea Amati
  • Non voltarti più (Acoustic version) - Davide Papasidero
  • Il Mondo alla rovescia - Roberto Pezzini
  • Event Though - Matteo Faustini
  • Fever/I Will Survive - Palla e Chiatta
  • E.G.R.A. feat Paolo Del Grande (Kuerty Uyop Deep Remix) - Cecile
Leggi tutto...

Jolly Cinema, Hotel Monroe, 12 BBR, compilation Rock Targato Italia

PRESENTAZIONE ARTISTI COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA 23

Giorno per giorno vi parleremo, anzi saranno loro a raccontarsi, dei protagonisti della compilation rock Targato Italia 23, pubblicata in questi giorni e che, come da tradizione, anticipa il Natale e il nuovo anno.

19 tracce originali, (pop rock musica elettronica, folk, crossover) proposte da artisti emergenti di qualità. Ascoltare i loro brani sulle varie piattaforme, è stato una bella emozione, e tutti meritano di essere conosciuti maggiormente.

il nostro compito è di sostenerli, promuoverli, farli sentire protagonisti con molta semplicità di un movimento innovativo fuori dallo stagnante sistema quotidiano che domina la scena nostrana.

Questi artisti, nel loro piccolo sono giganti, hanno coraggio, girano per l’Italia, suonano in condizioni estreme a volte nei pub e feste di piazza, sono ancora in strada a raccontare cose importanti e cantare canzoni uniche.

Da ascoltare con attenzione sulla compilation Rock targato Italia 23. Le sorprese non mancano. Le novità pure.

La copertina della compilation è infatti opera del pittore umbro Desiderio, che ha saputo interpretare nel modo migliore la filosofia della rassegna. Per l’occasione, Desiderio ha pensato una cover per la compilation Rock Targato Italia 23, il cui simbolo principale è una colomba.

“Susanna” una colomba cyber, fortemente contemporanea, dall’anima profondamente rock”, spiega l’artista, “ma che mantiene il suo carattere di animale-simbolo della pace e dell’amore, due elementi da sempre associati alla musica rock”; che per la copertina di Rock Targato Italia si riveste di un’estetica “metallara” rafforzando quel messaggio, proprio per ribadire che è un “simbolo” forte e resistente nel tempo

La compilation e dedicata a Stefano Ronzani

JOLLY CINEMA

“In che stato siamo”, in singolo dei Jolly Cinema, incluso nella compilation di Rock Targato Italia. Tra i diciannove singoli, c’è "In che stato siamo" dei Jolly Cinema, che oggi andremo a conoscere meglio...

Jolly Cinema

La band, nata quasi per gioco in occasione di una festa scolastica di fine anno, è oggi un gruppo giovane dal sound originale e fresco, che fa dell’ironia il suo cavallo di battaglia. Nei testi si parla dell’amata Livorno, città natale della band, fondendo sonorità di rock classico con un cantautorato di matrice americana. I Jolly Cinema si sono esibiti in svariati locali come Ex Cinema Aurora, Bpm Club, La Sentina, Accademia musicale Chorus e fortezza Rock. Nel 2016 la band è selezionata per le finali di "Rock targato Italia".

In che stato siamo

È indubbiamente un brano di protesta sociale e dalla doppia accezione. Assistiamo infatti alla contrapposizione tra i potenti, che ridono lontano da tutto, e i giovani, che crescono e cercano un modo per andare avanti. Trapela così un chiaro desiderio di rivoluzione, fatta con la parola, con l'arte, con la musica e con l'idea: basta stupidi programmi televisivi! Basta lotterie! Basta militarismo!

Musicalmente, lo stile del brano come è nato?

"In che stato siamo", scritta dal cantante Gabriele, nasce come una canzone molto intima per poi diventare, con lo sviluppo della band, una canzone di forte impatto grazie al suo testo di protesta.

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Il Cinema Jolly era un cinema a luci rosse molto popolare a Livorno. La metafora sociale che esercita il concetto di cinema porno è quella dello sconvolgimento gerarchico. In un cinema porno ci sono tutti: dal preside di una scuola allo studente, al presidente di una banca e al suo cliente senza soldi. Questo concetto ha stimolato la nostra fervida immaginazione, riprendendo quel concetto dove tutto è in maschera, dove tutto è viscerale.

Hotel Monroe

Hotel Monroe, la rock band di Parma dal sound alternativo ed elettronico, ha deciso di buttarsi a capofitto in un viaggio alla ricerca del proprio “luogo/non luogo” ideale: un Hotel raggiungibile solo mettendo in discussione se stessi e il proprio IO per lasciare posto alle idee altrui. Il loro “Alchemica EP”, disco pubblicato a gennaio 2016, ha riscosso un successo incredibile in pochissimo tempo.

“Heva”, il singolo degli Hotel Monroe, incluso nella compilation di Rock Targato Italia.

Heva

Il singolo estratto da “Alchemica EP” affronta un tema caro agli artisti: la follia. Il primo aspetto della follia si può trovare nel rapporto tra la protagonista, Heva, e l’uomo che la vuole possedere a tutti i costi abusando della sua libertà: il tema delicato della violenza sulle donne. Il secondo aspetto alienato è quello di Heva che basa tutta la propria esistenza sull’apparire, celando il proprio essere.

Qual è la chiave di lettura del vostro brano?

“Heva” è l'ultimo singolo estratto dal nostro "Alchemica EP" e sarà contenuto nella compilation di RTI 2016!

I temi trattati sono essenzialmente follia e alienazione. Nella canzone da un lato c’è la follia di un uomo che vuole possedere Heva a tutti i costi: un uomo che vuole conservare per sempre, e solo per se stesso, la bellezza di una donna, spinto da un desiderio squilibrato che fa diventare anche i valori elementari della vita secondari a questa sua ossessione. Un argomento purtroppo attuale che porta spesso molte donne ad essere vittime di violenza.

Dall’altro lato c’è l’alienazione di una donna succube dei moderni canoni che impongono continuamente e sempre di più l’apparire prima dell’essere.

Due storie che si intrecciano in un vortice folle in cui ad avere la meglio sono le debolezze dell'essere umano e il fallimento del proprio "io". Non è stato semplice affrontare questi argomenti... Prima di arrivare alla versione definitiva il brano è stato registrato e riscritto più volte.

Musicalmente, lo stile del brano come è nato?

Abbiamo cercato un sound rock ovviamente, con qualche sfumatura dark...il sound doveva trasmettere questo "folle vortice" che braccava la vita dei protagonisti.

Quando stavamo scrivendo questo brano era da poco uscito "Sky full of stars" dei Coldplay. Ci piaceva il "sidechain" del ritornello, allora abbiamo pensato di usare un qualcosa di simile affinché l'ascoltatore potesse, nel ritornello, "uscire" dalla triste condizione dei protagonisti del brano...c'è sempre una via d'uscita, anche dove sembra impossibile...

Il "tic tac" iniziale sull'intro?! "Alchemica EP" è un breve concept album, quindi vi invitiamo a scaricarlo su www.hotelmonroe.it con tanto di testi e copertina in modo da dare le vostre interpretazioni...saremmo curiosi di sapere che ne pensate! Mandateci i vostri feedback!

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Il nome Hotel Monroe nasce da una storia lunga 8 anni come coverband. Possiamo dire che "l'hotel" è un luogo ideale, dove ci si incontra, ci si interroga e dove si prova a dare risposte (sia a se stessi, sia al mondo che ci circonda...).

Unica condizione per entrare: lasciare da parte il proprio "io" per accogliere l'idea dell'altro...solo così ci si può incontrare ed iniziare un confronto vero e sincero!

Non sentiamo di essere "arrivati all'Hotel", ma camminiamo faticosamente ogni giorno ed è una esperienza fantastica che ognuno può fare, in qualsiasi contesto: noi ci proviamo facendo musica.

12 Bars Blues Revolution  - 12BBR

Quattro ragazzi siciliani dal sound aggressivo e ipnotico, la cui musica ci riporta al Delta del Mississipi: i 12 Bars Blues Revolution ci coinvolgono in un rock tagliente venato di psichedelia, rimescolando gli insegnamenti di oltre tre quarti di secolo da Muddy Waters agli Arctic Monkeys.

40 Bills

“40 Bills” è il primo singolo pubblicato dai 12BBR nel maggio del 2015. Rude e aggressivo nelle sonorità fuzz di un ipnotico riff blues portato all'estremo, segnato da un cantato beffardo e potente, forte di un ritornello che da subito si fa strada nella testa, questo “blues sotto effetto di allucinogeni” dice molto sui principali riferimenti della giovane band.

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Il nome "12 Bars Blues Revolution (12BBR)" è nato prima che nascesse la band. Antonio infatti, il chitarrista, immaginava già da qualche anno una band che recchiudesse le stesse caratteristiche musicali che abbiamo adesso:"rivoluzionare e modernizzare le classiche 12 battute blues" mantenendo le sonorità radicate nella vecchia musica del delta del Mississipi e spostando il genere di riferimento in direzione di un Rock alternativo con atmosfere psichedeliche.

In questo ultimo periodo abbiamo deciso di usare maggiormente l'acronimo "12BBR", sicuramente più semplice da memorizzare!

Cosa vi ha avvicinato alle sonorità blues del Delta del Mississipi?

Fin dalle prime prove in sala abbiamo ricontrato gusti simili che tendevano verso quella direzione e in seguito ad alcune esibizioni  live di band italiane e internazionali come i the Cyborgs , i Bud Spencer Blues Explosion e i Black Keys abbiamo in fine deciso che il sound giusto per noi era proprio un mix di tutte quelle sonorità.

Dove vi vedete tra dieci anni?

E' difficile immaginare con certezza cosa ci attende negli anni a venire. L'unica certezza che abbiamo è che stiamo procedendo spediti lungo una strada difficile, tortuosa e ricca di avversità...Fino ad ora ci siamo posti obiettivi molto alti, e sicuramente il nostro scopo è riuscire a raggiungerli grazie all'amicizia e la determinazione che ci caratterizza.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?