Menu

Articoli filtrati per data: Marzo 2017

Vincitori selezioni area Toscana

ROCK TARGATO ITALIA – XXIX edizione - Selezione area Toscana

In riferimento alle serate organizzate il 24 e 25 marzo aCIRCOLO ARCI COLTANO

si comunicano i nomi degli artisti selezionati dalla giuria tecnica

ESSENZA 55

FALSI MORALISTI 

che parteciperanno alla Finale Nazionale in programma a Milano  

Prossimamente saranno comunicate le date e l’organizzazione dell’evento.

Si ringraziano tutti gli artisti che hanno partecipato alle serate in programma a Coltano e tutti coloro i quali hanno contribuito alla realizzazione dell’evento e particolarmente Alessio, Gianni, Cicci e Massimo

Leggi tutto...

CONTRASTI

 IL CAVALIER SERPENTE

                Perfidie di Stefano Torossi

                            27 marzo 2017

 CONTRASTI

 Razza nemica

“Per comprendere come sia stato possibile che centinaia di migliaia di uomini comuni abbiano potuto partecipare attivamente alla persecuzione e all'uccisione della minoranza ebraica dell'intera Europa è necessario esaminare quale ruolo abbia avuto la propaganda antisemita nella Germania nazista e nell'Italia fascista”.  

Queste sono alcune righe della presentazione della mostra “Propaganda antisemita e razza nemica” alla Casina dei Vallati, un edificio medievale recuperato durante i lavori degli anni trenta nel Ghetto di Roma, fra il Portico di Ottavia e il Teatro di Marcello.

Basta una anche breve visita a questo spazio per capire come quella che poteva essere solo una stupida deriva sociale è diventata, per tante ragioni e volontà forse prevedibili, una tragedia mondiale.

Ormai nessuno di noi è più in grado di ricordare di persona le sensazioni dirette di quel periodo troppo lontano ma basta veder qualche foto, un filmato, ascoltare una registrazione o leggere due righe dei testi che all’epoca circolavano su riviste intitolate, per esempio, “La difesa della razza”, per inorridire di fronte alla tronfia stupidità di quelle dichiarazioni, di quelle ridicole cerimonie, di quelle divise da operetta.

Roba che chiunque in possesso delle proprie facoltà non avrebbe esitato ad allontanare con un’alzata di spalle, da quanto stupide erano quelle teorie. E invece proprio la loro stupidità le ha rese, prima apparentemente innocue, poi a un certo punto troppo condivise per essere contrastate.

Una propaganda efficiente proprio perché basata su pochi, stupidi stereotipi, tipo l’inferiorità o la superiorità di una razza, il travisamento della storia per cui tutto un popolo poteva essere accusato di un crimine, e altre simili baggianate, però capaci di infilarsi nelle teste vuote di una gran parte dell’umanità, e rimanerci per fare i danni che sappiamo.

Il museo è pieno di riferimenti, foto, manifesti, pannelli grondanti queste pericolose idiozie. E in più, e abbiamo apprezzato la triste ironia, c’è anche un paio di vetrinette in cui sono esposti oggetti di, diciamo così, propaganda casalinga, sul cui gusto è meglio non soffermarsi, come questo schiaccianoci, ispirato alla caricatura dell’ebreo tipo, il cui nasone e la cui barbetta diventano i manici dell’arnese.

Un sorriso ci può anche scappare, ma quanto amaro.

Riscatto di civiltà

Per fortuna, anche se ancora intristiti, due giorni dopo, giovedì 23, siamo alla Real Academia de España en Roma.

Abbiamo un’amica, Elisabetta Castiglioni, il cui compito è sapere tutto quello che succede in città e informarne, per mestiere, gli amici. E parliamo di fatti separati da migliaia di miglia, come l’inaugurazione di Bau Beach, la spiaggia dei cani a Fregene, o il concerto alla Camera dei Deputati con il Presidente.

E’ lei che ci accompagna nei meandri di questo ex monastero costruito verso la fine del ‘400 dai re di Spagna sulle pendici del Gianicolo, proprio sotto il famoso Fontanone (che naturalmente allora non c’era ancora). Il pendio è ripido, così che, mentre il piazzale della fontana è al livello della terrazza, dal basso la costruzione appare altissima: tre piani monumentali e un giardino scosceso.

L’evento si chiama (perdonate lo snobismo di dirlo in spagnolo) “Jornada de puertas abiertas”, basata sui quattro elementi: “tierra, fuego, aire, agua”. Si tratta di andarsene liberamente a zonzo per le sale, gli studi, le scale, gli alloggi e gli atelier degli studenti spagnoli che hanno vinto il soggiorno a Roma, e che una volta l’anno mostrano ai visitatori quello che hanno saputo combinare in questo periodo.

Loro sono simpatici, offrono buon vino e salamini, e alcune delle opere sono anche interessanti. Ma quello che lascia noi visitatori a bocca aperta, e decisamente invidiosi di quei fortunati che ci abitano per qualche mese, o qualche anno, è la bellezza di questi spazi, alcuni grandi, altri ridotti, ma tutti con finestre, anzi, finestroni, anzi questi indescrivibili panorami, quasi pitture tiepolesche,  aperti su Roma illuminata al meglio dal sole che tramonta alle spalle dell’Accademia.

Come dicevamo all’inizio, per fortuna che in qualche momento della storia, in qualche ora della giornata, in qualche periodo dell’anno ci sono anche questi momenti di pura bellezza.

Certo, bisogna essere fortunati (e anche bene informati) per esserci e poterne approfittare.

 

 

                                    ------------------------------------------

 

 

L’archivio del Cavalier Serpente, o meglio la covata di tutte le sue uova avvelenate, sta al caldo nel suo blog. Per andare a visitarlo basta un click su questo link: www.ilcavalierserpente.it

Leggi tutto...

Rivoluzionari e Ribelli.

Rivoluzionari e Ribelli.

Perché siamo refrattari al cambiamento se non veniamo trascinati da guide più o meno credibili? Pensiamo agli americani. Hanno deciso di dire basta agli Stati Uniti del Welfare e dei diritti civili di Obama, senza troppi problemi. Hanno mollato senza rimpianti il candidato del partito che li ha tirati fuori dalla crisi economica, per dotarsi di un ultraconservatore negazionista (anche dei valori dei Padri Fondatori) becero e misogino. Sappiamo bene che ci si rivolge a persone capaci nelle crisi perché ci salvino ma, tradizionalmente, quando il problema si risolve queste vengono abbandonate come se avessero esaurito il loro scopo. Un esempio? Churchill dopo la II Guerra Mondiale ha perso le elezioni. D’accordo, la Clinton non é né Churchill, né Obama … Questo succede perché ci fidiamo di più di quelli che sono come noi di quelli che sono meglio di noi.

Trump è un rivoluzionario: rifiuta di accettare che governa un  paese che è stato fondato, è cresciuto ed è diventato una potenza grazie agli immigrati: Lands of Immigrants titolava un saggio del presidente Kennedy. Trump vuole cambiare le regole del gioco. Di tutti i giochi. Non c’è campo che non subirà la rivoluzione copernicana del nuovo Presidente. L’annunciato programma economico del Nostro è stato già bocciato da tutti gli esperti compresi un paio di premi Nobel … Un noto economista ha detto che non solo è un’idea fallimentare ma, potrebbe innescare la “tempesta perfetta” sui mercati.

Sto dicendo che gli americani sono stupidi? No, assolutamente. Come avete visto, i principali provvedimenti annunciati dal vulcanico nuovo Comandante in Capo sono stati rispediti al mittente  dal Congresso e dalle Alte Corti con tanti cari saluti. Quel popolo sa che la propria democrazia ha gli anticorpi per le idee rivoluzionarie di presidenti particolarmente creativi. Mentre scrivo, il Congresso (a maggioranza repubblicana) ha bocciato l’abrogazione della riforma sanitaria (ObamaCare), un pilastro del programma elettorale di Donald Trump. Poveraccio … Non gliene fanno passare una!!!

Da noi, è meglio non scommettere sugli anticorpi: siamo al quarto governo consecutivo senza legittimazione del voto popolare … Poi, noi italiani siamo anche poco attenti: tutte le volte che dobbiamo votare per un referendum (l’unico strumento di democrazia diretta di cui siamo dotati), scompariamo. Stupefacente rilevare che il 4 dicembre scorso, gli italiani non siano scomparsi. Perché abbiamo difeso quella vecchia e inefficiente cartaccia che è la nostra Costituzione? Cosa c’è di meglio, di una legge elettorale che premia chi vince e penalizza  chi perde, due volte? Due gusti sono meglio di uno, no? Perché non abbiamo voluto un Governo ipertrofico e un Parlamento militarizzato da quello stesso Governo? Chiedetelo agli americani che, oggi, hanno salvato la Sanità pubblica da Trump!

 Questi sedicenti  rivoluzionari Portatori del Nuovo  sono “le scimmie di Zarathustra”: quelli che millantano di essere gli “alfieri” del cambiamento e, poi, si sostituiscono a quelli che c’erano prima, facendo le stesse cose  (di solito, peggio...) ma, sentendosi migliori. Non è un caso se, Mao Zedong, chiusa vittoriosamente la “parentesi” rivoluzionaria, si installa stabilmente nella Città Proibita ereditando (anche!) le concubine dell’Imperatore. Ma, ne avremmo a pacchi di aneddoti.

I rivoluzionari, sono creatori e vittime del loro teorema. Il loro copione deve essere accettato fideisticamente e, che ottengano o meno il loro risultato, alla fine, si istituzionalizzano … si piazzano, si accomodano dentro alle istituzioni che criticavano o volevano abbattere e continuano a gestirne la governance  come prima. Il ribelle, al contrario,  non ottiene mai un risultato, non ha obiettivi ma, solo una visione. La sua indole lo porta a vivere una vita di rivolta permanente e continua.

I rivoluzionari hanno bisogno delle masse. Gente che fa il lavoro sporco e che, magari, ammazza e si fa ammazzare per loro. Il ribelle è solo. Qualche volta, insieme ad altri ribelli in una variegata alleanza dentro alla quale ognuno è “diversamente rivoltoso”.

Il rivoluzionario è coerente, a modo suo. Il ribelle è incoerente: superare l’esistente è il suo scopo …e, c’è sempre un esistente da superare.

Il ribelle segue solo la sua tensione e non sarà mai pago. Lavora sempre per un bene superiore. E’ disinteressato e, forse, inconsapevole che questa sua lotta possa generare un vantaggio per lui stesso. Il rivoluzionario pretende che  tutti gli sforzi e il sangue altrui vengano riconosciuti come un suo sacrificio personale. Il ribelle paga di suo. E’ armato solo del suo carisma e delle sue idee.

I ribelli cambiano il mondo, le rivoluzioni, no. Gli artisti sono ribelli.

Un tale, un artista … musicista di successo …. l’ambasciatore del glam rock, nel suo periodo a Los Angeles, esce con due album soul. Sì, proprio lui: bianco, britannico, anoressico e (in quel periodo) afflitto dalla dipendenza da cocaina e dalla paranoia… Ascoltate “Young Americans” e “Station to Station” e ditemi se sono due album che  sfigurano con quelli dei grandi della black music. Poi, va a Berlino  e cambia il mondo con la sua Trilogia Berlinese. Niente, dopo, sarà più come prima. Non pago e prolifico esce, nel 1974, con un singolo che chiude la parabola del genere che lo aveva lanciato e di tutti quelli che l’avevano imitato. La lapide sul glam messa da chi ne era stato il più importante esponente se, non l’inventore.

Lui era David Bowie e il singolo, guarda caso, si intitolava “Rebel rebel”.

Nota dell’Autore: Questo pezzo è dedicato alla memoria di Alessandra, recentemente scomparsa. Una persona straordinaria, positiva, ottimista, attiva e piena di umanità che, troppo presto, è stata sottratta all’affetto dei suoi cari e al nostro. L’occasione in cui è ci è stata più vicina non verrà mai dimenticata. Una grande ribelle, mai doma e piena di umanità.

Paolo Pelizza

© 2017 Rock targato Italia

 

 

Leggi tutto...

Il tour di ROCK TARGATO ITALIA continua con due nuove tappe: Trento e Parma

Il tour di ROCK TARGATO ITALIA continua con due nuove tappe: Trento e Parma

Alla ricerca dei nuovi talenti della scena musicale italiana

 Rock Targato Italia continua il suo tour alla ricerca di nuovi talenti della scena musicale italiana, con due importanti nuovi appuntamenti: TRENTO e PARMA

L’appuntamento con Trento è fissato per il 31 marzo a partire dalle 21.30 al L&BISTROT di Pergine Valsugana (TN). A salire sul palco, per aggiudicarsi il titolo di vincitore per la regione Trentino Alto-Adige, saranno i Bruschetta Brothers (Trento), gli Hush Puppies (Bolzano), i Butterfly System (Trento) e per concludere i Nevralgika (Trento).

A seguire, Rock Targato Italia sarà alla volta di Parma, dove il 1 Aprile le band dell’Emilia Romagna saliranno sul palco del circolo Arci Zerbini di Borgo Santa Caterina a partire dalle ore 18,00

Dieci sono i gruppi che infiammeranno la notte emiliana: Malaurora (Rimini), Killing Dodo (Rimini), Cerchi sonori (Bologna), Morgana (Bologna), Apeiron (Reggio Emilia), Collectin’ Sparks (Modena), Contromisura (Modena), Dimh Project (Modena), Luci Rosse (Parma) e Scrap Stage (Parma). A chiudere in bellezza la serata saranno i Merovingi, che si esibiranno in veste di ospiti speciali.

Rock Targato Italia, giunta alla sua XXIX edizione, è da sempre un contest che punta i riflettori su artisti che amano la musica autentica e originale e si esprimono attraverso essa, con particolare attenzione alla creazione di canzoni inedite.

Durante le sue tappe in giro per l’Italia, gli artisti emergenti in gara si esibiscono in diretta per cercare di aggiudicarsi un posto per accedere alla finale nazionale prevista a Milano nel mese di settembre.

I vincitori del Contest si aggiudicano un contratto di promozione stampa, radio e tv con l’agenzia di comunicazione Divi In Azione Milano e la partecipazione alla compilation Rock Targato Italia.

 

Nel web: http://www.rocktargatoitalia.eu/

Sui social: https://www.facebook.com/Rock-Targato-Italia-217894384907686/?fref=ts

Pagina dell’evento Trento: https://www.facebook.com/events/1128650830591496/

Pagina dell’evento Parma: https://www.facebook.com/events/1860617404222748/

Leggi tutto...

Rock Targato Italia 29 marzo al 'NA COSETTA di Roma con un’ultima incredibile serata

Rock Targato Italia 29 marzo al 'NA COSETTA di Roma con un’ultima incredibile serata

Rock Targato Italia, il più importante rock contest della penisola, saluta Roma con un’ultima incredibile serata, sempre all’insegna della ricerca di nuovi talenti nel Centro e Sud Italia. 

Dopo quattro straordinari appuntamenti, il 29 Marzo alle ore 21.15, Rock Targato Italia invita gli amanti della musica indipendente a radunarsi ancora una volta presso il ‘Na Cosetta di Roma in Via Ettore Giovenale 54, per cantare, ballare e festeggiare insieme.

Durante queste cinque serate gli artisti emergenti hanno potuto esibirsi dal vivo e cercare di aggiudicarsi un posto per accedere alla finale nazionale prevista a Milano nel mese di settembre.

I vincitori del Contest si aggiudicano un contratto di promozione stampa, radio e tv con l’agenzia di comunicazione Divi In Azione Milano e la partecipazione alla compilation Rock Targato Italia.

Rock Targato Italia è da sempre un contest che punta i riflettori su artisti che amano la musica autentica e originale e si esprimono attraverso essa, con particolare attenzione alla creazione di canzoni inedite.

Nato 29 anni fa da un’idea di Francesco Caprini e Franco Sainini, responsabili dell’ufficio stampa Divinazione Milano e dell'etichetta Terzo Millennio, Rock Targato Italia si fonda sulla forte convinzione che la scena italiana è piena di talenti che meritano di essere promossi professionalmente. Gli artisti emergenti che verranno selezionati per partecipare alle finali, che si terranno in autunno a Milano, avranno infatti la possibilità di concorrere per il premio finale, che consisterà nella promozione del proprio singolo attraverso oltre 800 radio, testate giornalistiche locali e nazionali, webzine e piattaforme social.

Alla fine del contest verrà inoltre pubblicata la tradizionale compilation con i brani più belli degli artisti che hanno partecipato alle finali nazionali a Milano.

Il programma dell'ultima serata di Rock Targato Italia al 'Na Cosetta di Roma del 29 Marzo, prevede l'esibizione dei Pequod (Roma), The Smoke Mirrors (Roma), Isolati Fenomeni (Roma) e i Milk (Catania).

Rock Targato Italia, giunta alla sua XXIX edizione, è allo stesso tempo un contest ma anche un vero e proprio concerto in tour, in quanto offre agli artisti la possibilità di suonare brani propri davanti ad un pubblico reale nel club italia. Nel corso degli anni molte band e cantanti affermati hanno iniziato la loro carriera calcando il palco di Rock Targato Italia. Tra i più importanti, i Timoria, i Marlene Kuntz, i Negramaro, Ligabue, i Litfiba, Le Vibrazioni, i Subsonica, Carmen Consoli, Zibba e Giulio Casale con i suoi Estra.

Per continuare a seguire le selezioni di Rock Targato Italia e fare il tifo per il vostro artista preferito, ecco di seguito le prossime date del tour:

 

  • Selezioni area Toscana - 24 e 25 Marzo: Circolo Arci, Coltano (PI)
  • Selezioni area Trentino Alto Adige - 31 Marzo: L&BISTROT, Pergine (TN)
  • Selezioni Emilia Romagna - 1 Aprile: Arci Zerbini, Parma
  • Selezioni area Veneto e Friuli Venezia Giulia - 23 e 30 Aprile: Greenwich, Curtarolo (PD)
  • Selezione area Puglia - 6 maggio: Ipogeo Club, Torre Santa Susanna (Br)
  • Selezione area Lombardia - 18 aprile e 4 maggio: LegendClub, Milano
  • In preparazione Sardegna, Piemonte, Liguria
  • FINALI NAZIONALI MILANO a settembre

 

Nel web: http://www.rocktargatoitalia.eu/

Sui social: https://www.facebook.com/Rock-Targato-Italia-217894384907686/?fref=ts

Pagina dell’evento: https://www.facebook.com/events/359736077717170/

Leggi tutto...

Danza - Teatro Sala Fontana

Anche quest’anno il Teatro Sala Fontana apre le sue porte alla danza contemporanea inaugurando il festival con le Serate Anticorpi Explo - Tracce di giovane danza d'autore - una due giorni dedicata ai giovani coreografi - per proseguire poi con cinque appuntamenti monografici in cui si alterneranno sul palco diverse compagnie affermate a livello nazionale e internazionale. 

Leggi tutto...

BrainForum - Festival Cervello&Cinema - Spazio Oberdan, Milano, 27 marzo - 2 aprile ore 19.00

BRAINFORUM

Perché i film ci piacciono e ci coinvolgono? Che impatto hanno su di noi? Come influenzano il cervello, e come il cervello è influenzato da ciò che vede sullo schermo? Perché al cinema si piange, si prova terrore, ci si emoziona, pur sapendo che ciò che avviene davanti ai nostri occhi è fittizio? A queste e altre domande risponderanno neuroscienziati e psicanalisti durante la prima edizione del Festival Cervello&Cinema.

Il Festival si svolgerà dal 27 marzo al 2 aprile, al Cinema Spazio Oberdan, Milano, Via Vittorio Veneto 2. Ogni serata inizierà alle 19.00 con una introduzione divulgativa al tema, seguita dalla proiezione del film. L'ingresso è gratuito. Ispirato a un'analoga iniziativa della Hebrew University of Jerusalem, il Festival è organizzato da BrainCircleItalia, Ospedale San Raffaele e Fondazione Cineteca Italiana, con il supporto di Roche e Cisal e il patrocinio del Comune di Milano.

 

 

Per prenotarsi a una o più serate scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

RTI Tour 29^ Ed. - Selezioni area Toscana

Selezioni Area Toscana
24 e 25 marzo 2017

CIRCOLO ARCI COLTANO via Palazzi 36 – Coltano Pisa

Programma concerti:

24/03/2017 inizio concerti ore 21.30

25/03/2017 inizio concerti ore 21.30

Clicca per vedere le altre date programmate del Rock Targato Italia Tour

 

 

Leggi tutto...

Rock Targato Italia Arriva al Circolo Arci Coltano (PI) per le selezioni dell’area Toscana

Rock Targato Italia Arriva al Circolo Arci Coltano (PI) per le selezioni dell’area Toscana

Alla ricerca dei nuovi talenti della scena musicale italiana

Rock Targato Italia, il più importante rock contest della penisola, arriva in Toscana alla ricerca di nuovi talenti. Le selezioni si terranno nelle date 24 e il 25 Marzo (h. 21.30) presso il Circo Arci di Coltano (Pisa) in Via Palazzi 36.

Durante queste due serate gli artisti emergenti che partecipano al concorso potranno esibirsi dal vivo e cercare di aggiudicarsi un posto per accedere alla finale nazionale prevista a Milano nel mese di settembre. I vincitori del Contest si aggiudicano un contratto di promozione stampa, radio e tv con l’agenzia di comunicazione Divi In Azione Milano e la partecipazione alla compilation Rock Targato Italia.

Rock Targato Italia è da sempre un contest che punta i riflettori su artisti che amano la musica autentica e originale e si esprimono attraverso essa, con particolare attenzione alla creazione di opere inedite e creative.

Nato 29 anni fa da un’idea di Francesco Caprini e Franco Sainini, responsabili dell’ufficio stampa Divinazione Milano e dell'etichetta Terzo Millennio, Rock Targato Italia si fonda sulla forte convinzione che la scena italiana è piena di talenti che meritano di essere promossi professionalmente. Gli artisti emergenti che verranno selezionati per partecipare alle finali, che si terranno in autunno a Milano, avranno infatti la possibilità di concorrere per il premio finale, che consisterà nella promozione del proprio singolo attraverso oltre 800 radio, testate giornalistiche locali e nazionali, webzine e piattaforme social.

Alla fine del contest verrà inoltre pubblicata la tradizionale compilation con i brani più belli degli artisti che hanno partecipato alle finali nazionali a Milano.

Rock Targato Italia parte con le selezioni toscane venerdì 24 Marzo al Circolo Arci Coltano con due appuntamenti. Ecco il programma con le esibizioni live dei Revolution 0 (Firenze) dei Falsi Moralisti (Pisa), dei Colonnelli (Grosseto) e dei Netri (Livorno) seguite dai Time’s Up e dei Blue Parrot Fishes, in qualità di ospiti speciali.

Sabato 25 Marzo si prosegue con gli Essenza 55 (Siena), i Grana Zero (Massa Carrara), i Billy Muffler (Livorno) e i Clone (Grosseto). A concludere la seconda serata si esibiranno inoltre due ospiti incredibili: i Nothing Street e i Jolly Cinema.

Rock Targato Italia, giunta alla sua XXIX edizione, è allo stesso tempo un contest ma anche un vero e proprio concerto in tour, in quanto offre agli artisti la possibilità di suonare brani propri davanti ad un pubblico reale nel club Italia. Nel corso degli anni molte band e cantanti affermati hanno iniziato la loro carriera calcando il palco di Rock Targato Italia. Tra i più importanti, Timoria, Marlene Kuntz, Negramaro, Ligabue, Litfiba, Le Vibrazioni, Subsonica, Carmen Consoli, Zibba e Giulio Casale con i suoi Estra.

Per continuare a seguire le selezioni di Rock Targato Italia e fare il tifo per il vostro artista preferito, ecco di seguito le prossime date del tour:

  • Selezioni area Trentino Alto Adige - 31 Marzo: L&BISTROT, Pergine (TN)
  • Selezioni Emilia Romagna - 1 Aprile: Arci Zerbini, Parma
  • Selezioni area Veneto e Friuli Venezia Giulia - 23 e 30 Aprile: Greenwich, Curtarolo (PD)
  • Selezione area Puglia - 6 maggio: Ipogeo Club, Torre Santa Susanna (Br)
  • Selezione area Lombardia - 18 aprile e 4 maggio: LegendClub, Milano
  • In preparazione Sardegna, Piemonte, Liguria
  • FINALI NAZIONALI MILANO a settembre

 

Nel web: http://www.rocktargatoitalia.eu/

Sui social: https://www.facebook.com/Rock-Targato-Italia-217894384907686/?fref=ts

Pagina dell’evento: https://www.facebook.com/events/1715471428782646/

Leggi tutto...

ETERNI RITORNI.

ETERNI RITORNI.

L’anno passato si è concluso com’è cominciato. In un ciclo di eventi che si sono ripetuti senza soluzione di continuità, come se volessero sublimarsi l’uno nell’altro.

Il 2016 era cominciato con la scomparsa di David Bowie, secondo noi, il più importante musicista del XX Secolo ed è finito con la scomparsa di Greg Lake, membro del trio prog Emerson, Lake and Palmer fondato nel 1971, e di George Michael, una delle voci più importanti della seconda metà del Novecento (come lui solo Sinatra e Mercury). Colpevolmente, i media si sono occupati tantissimo e malissimo del secondo e hanno taciuto sul primo, come se non fosse importante. Ma, anche questo è ciclico … se non fiutano il sangue o altri miasmi scandalistici non importa granché … i grandi, nella contemporaneità, esistono solo per placare gli istinti pruriginosi di masse sempre più assetate delle altrui miserie perché incapaci di affrontare le loro.

Spero che, oggi, non debba seguire lo stesso destino Chuck Berry morto a novant’anni qualche ora fa … Il papa’ del Rock aveva una certa età, cosa che lo ha (probabilmente) messo al riparo da gogne pubbliche ingiustificabili. Fatto salvo il fatto che non lo piangeremo mai abbastanza.

La colonna sonora di cinque generazioni con i suoi testimoni sta scomparendo e, vista la brutale ignoranza che accompagna forme contemporanee di scarsa qualità e sempre uguali a sé stesse, non posso essere che pessimista … E’ come il ritorno sia consentito solo alle cose negative, dannose o inutili

Detto questo, nell’anno horribilis per i grandi della musica, un altro leit motiv ci ha accompagnato. Un filo rosso di sangue ha unito i punti del planisfero da Bagdad, Aleppo, Mosul, Istanbul, Parigi, Berlino, etc. L’anno in cui si è evidenziato che il sangue versato è più rosso qui, che non là. Che la vita di un libico o quella di un siriano valgono meno di quella di un cittadino europeo. Piangiamo per i nostri e non per i loro come se questa fosse una distinzione ragionevole e giusta.

Parlando dei prossimi più prossimi, anche, in Italia abbiamo avuto l’ennesimo eterno ritorno. Il fallito referendum sulle riforme costituzionali e la nuova architettura istituzionale (su cui non mi esprimo) non è servito per convincere chi di dovere che, forse ( e, forse per la terza volta di seguito!) non è stato legittimato da nessuno … Com’era l’Articolo I? Ah sì … diceva una cosa tipo che la Sovranità appartiene al Popolo … Una bazzecola, una bagatella … un’inutile codicillo fuori moda.

Sempre qui: è tornato Sanremo … uguale, trash e artefatto come un brutto fiore di plastica. E, come sempre, ha avuto un’audience pazzesca. C’è speranza per l’umanità, mi domando??? Quest’anno, per non privarsi di nulla, si sono anche fatti prestare la conduttrice dalla concorrenza, la Regina incondizionata dell’Auditel. Intanto, la RAI per non tagliare Carlo Conti, taglia le produzioni originali… Va bene. Ma, visto che ci sono meno soldi perché non fanno provare a qualche giovane produttore, regista o autore che, magari qualche idea in più o più fresca ce l’ha? Boh … si vede che quelli che ci sono devono tornare in eterno, pure loro.

Un altro che torna sempre è il Paolo delle Visioni … ed è il peggiore di tutti. Abbandona e ritorna. Chiede scusa e resta per un altro po’. Forse perché qualche volta si deprime e qualche volta si tira su, convincendosi che, adesso più che mai, ci sia bisogno di Visionari.

Paolo Pelizza

© 2017 Rock targato Italia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?