Menu

Articoli filtrati per data: Settembre 2017

Heart - PULSAZIONI CULTURALI Venerdì 29 settembre, dalle 21.00 alle 23.00 Raccolta fondi per sostenere il progetto La bellezza resta.

Heart - PULSAZIONI CULTURALI è lieta di invitarvi a una serata molto speciale. 

Venerdì 29 settembre, dalle 21.00 alle 23.00 si terrà una Raccolta fondi per sostenere il progetto "La bellezza resta".

Più di cinquanta opere donate ad heart dagli artisti del progetto in vendita a prezzi simbolici.

Un’occasione straordinaria per portarsi a casa a prezzi stracciati un’opera d’autore e aiutare "La bellezza resta", a proseguire il proprio cammino...

E inoltre...

In questa occasione verrà presentato il libro La bellezza resta., edito da Ponte 43, a testimonianza degli eventi fin quì accaduti.
Un documento fondamentale per capire l’evoluzione del progetto

NON POTETE MANCARE!!

Ingresso libero per tutti

Le opere saranno aggiudicate al miglior offerente, a partire da un valore di base.

Le trattative cominciano alle 21.00 e si chiudono alle 23.00

Leggi tutto...

I Vaccini Sono Un'Illusione

TETYANA OBUKHANYCH

I VACCINI SONO UN'ILLUSIONE     

       Il libro più atteso del momento.

Dall'immunologa Tetyana Obukhanych

Una ricerca appassionante e illuminante.

Macro Edizioni, prezzo euro 8,90, pagine 96.

In seguito alla crescente preoccupazione in merito alla sicurezza dei vaccini, la nostra società si è divisa fra chi è a favore del loro impiego e chi invece è contrario.

Nel dibattito in corso, però, abbiamo perso di vista un problema più grande: le campagne di vaccinazione cancellano la nostra immunità naturale e mettono a rischio la vita dei più piccoli.

L’immunologa Tetyana Obukhanych in questo libro espone i motivi per cui i vaccini non possono assicurarci un’immunità duratura dalle malattie infettive e sono pericolosi per la nostra salute.

Basandosi su fonti scientifiche accreditate, quali PubMed (la banca dati medica più autorevole al mondo), l’autrice ci spiega in maniera chiara:

  • perché la vaccinazione antinfluenzale può essere definita come una roulette russa e quindi poco efficace;
  • l’inesistenza dell'immunità di gregge;
  • i motivi dell’esagerazione forzata dei problemi derivanti dalle malattie infettive naturali;
  • quali sono i rimedi naturali per il rafforzamento dell'organismo come vitamina A, vitamina D, omeopatia;
  • come i vaccini possono aprire la strada all’invasione di varie malattie: allergie, dermatiti, esofagiti, reazioni ai metalli pesanti che contengono, ecc.
  • e molto altro.

Un’indagine approfondita di tutte le fonti a disposizione sul tema dei vaccini e dell’immunità naturale.

Leggi tutto...

Il successo della disfatta.

Il successo della disfatta.

Dopo la lunga e torrida pausa estiva, torniamo alle Visioni. Oggi, parliamo, per l’appunto di una “visione” quella di un film. Trattasi dell’ultima fatica di Nolan: Dunkirk (scritto all’inglese). La storia è nota: è il 1940, l’esercito francese in rotta e il corpo di spedizione inglese riparano sulla costa incalzati dai tedeschi, in attesa di essere evacuati e portati in Gran Bretagna.

Va subito detto che la vicenda storica, conosciuta anche come “miracolo di Dunkerque” (alla francese) vanta un certo numero di pellicole. Ne ricordiamo tre, su tutte. Il primo dal titolo “La Signora Miniver” è un film americano del regista Wyler del 1942, delicato ed efficace per la vicinanza temporale all’episodio storico più centrato sulla mobilitazione dei civili inglesi per recuperare i loro soldati al di qua della Manica. Il secondo è francese, del cineasta Verneuil, noto più come un regista di film da botteghino che come autore, è del 1964 e si intitola “Week-end à Zuydcoote”. Quest’ultimo ebbe una produzione importante vista la garanzia del regista al botteghino. Last but not least, ricordiamo anche il film di Joe Wright, tratto dal romanzo di Ian McEwan “Espiazione” (Atonement, titolo originale uscito nel 2001) e che ne conserva il titolo anche nella trasposizione cinematografica. Va detto che il tema, trattato da McEwan, non è la storia della ritirata ma, il senso di colpa di una ragazzina che diventata scrittrice, cerca di riparare ad un torto fatto alla sorella e al suo amante, figlio della domestica, di cui cagiona la detenzione in carcere. Robbie, l’amante, per accorciare la condanna, si arruola nell’esercito. Il ragazzo morirà a Dunkerque dove riceverà l’ultima lettera della sua amata. Il regista di “Orgoglio e Pregiudizio” rilegge il testo traendone un film ispirato e coinvolgente. Il regalo più grande che ci fa è una piano sequenza di sette minuti dell’arrivo (appunto!) sulla maledetta spiaggia. Da non perdere.

Nolan costruisce un film corale e racconta la storia. Ne esce un film potente, documentato e ben ricostruito dal punto di vista storiografico ma, soprattutto, realistico. La realtà è il tema del regista: quella degli atti di eroismo e di codardia, quella del morale degli sconfitti, dell’istinto di conservazione e della salvezza. Il film diviso in tre parti: Il Molo, Il Mare e Il Cielo, tratta largamente dello spirito della guerra e di quella, in particolare. Siamo nella cosiddetta blitzkrieg, la guerra lampo, durante la quale, in un tempo molto breve, la Germania Nazista conquista quasi tutta l’Europa continentale. Un’avanzata che sembra inarrestabile.

E’ la prima guerra combattuta con le macchine. Navi, aerei e mezzi corazzati sono progettati, costruiti e armati per un solo scopo. Sono gli uomini che sembrano più piccoli, più deboli di fronte alle loro stesse creazioni: il film tratta  profondamente del dualismo uomo-macchina. Infatti, nel film non si vede un soldato tedesco se non alla fine. Il nemico è presente sotto forma di bombe, proiettili e aerei.

Come sempre, dobbiamo riconoscere che il cinema di Nolan è cinema al cubo: vedere in televisione o, in un formato diverso dal 70mm o dall’IMAX, Dunkirk è un peccato che ce lo restituirebbe depotenziato e privo di quella esperienza collettiva che solo il cinema ti può dare, amplificando sensazioni ed emozione. Il grande formato, da un punto di vista tecnico, permette di apprezzare il lavoro di Hoyte Van Hoytema che fotografa la pellicola magistralmente ma, trattandosi di lui, siamo abituati.

Un’altra menzione di merito per Hans Zimmer, l’impegno su musica ed effetti sonori rende l’esperienza ancora più emozionante e ricca. Anche il compositore è, ormai, una garanzia.

Gli attori sono tutti bravi e credibili. Anche, Tom Hardy che riesce a essere grande anche dietro a maschera e occhialoni da aviatori e che, l’unica cosa che ci può mostrare sono gli occhi. Trattandosi di lui, è più che sufficiente. Talento puro.

Bravo e intenso, anche Kenneth Branagh … che, forse, meritava un paio di battute in più.

Infine, credo che fare un film su Dunkirk per un britannico sia come per noi fare un film su Caporetto. Sono sconfitte che bruciano ma, che hanno cambiato la Storia. Hanno fatto cambiare prospettiva a governi e stati maggiori e, alla fine, hanno permesso di vincere le guerre a chi aveva perso la battaglia. Dopo la disfatta anglo-francese, un pugno di aviatori della RAF ha tenuto viva la speranza contro il nazismo e ha permesso agli alleati di organizzarsi. Sulla “Battaglia di Inghilterra”, Winston Churchill ha detto che ci sono pochi casi nella Storia in cui così tanti devono così tanto a così pochi. Come nella Storia, la pellicola di Nolan è ancora una volta un capolavoro, una scommessa vinta … appunto un successo: il successo della disfatta, potremmo dire. Nolan ancora primo della classe.

Cercare una morale dentro un film storico e realista è difficile. Mi piace pensare che si vada nella direzione di non doversi più preoccupare di vincere le guerre ma, di vincere sulla guerra.

 Purtroppo, l’attualità non mi supporta.

di Paolo Pelizza

© 2017 Rock targato Italia

Leggi tutto...

Tramedautore

Mercoledì 20 settembre

ore 19.00 | Piccolo Teatro Grassi - Chiostro Nina Vinchi

UNA PAROLA AL GIORNO - performance
a cura di Trame Temporary School

ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia
OPERA SENTIMENTALE

di Camilla Mattiuzzo
con Matteo Angius, Riccardo Festa, Woody Neri
regia e produzione Compagnia Angius – Festa
testo vincitore di NdN – Network Drammaturgia Nuova
con il sostegno di Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura

Una famiglia sconnessa ripercorre sul divano di casa i momenti salienti della sua storia. Ognuno ricorda a modo suo, ognuno rielabora a modo suo. La storia semi-vera di una famiglia che ha perso il controllo.

Scopri di più

ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | Concerto
GENJI LAB | SPIRIT (AOI SONG)
di e con Cesare Picco
a cura di Yamaha

Leggi tutto...

CHIAROSCURO

DANILO CHIRICO

CHIAROSCURO

Romanzo Bompiani, Euro 18, pagine 459

Federico Principe è un giovane e brillante magistrato di Reggio Calabria. Non ha paura di dire quello che pensa contro la ‘ndrangheta e l’atto d’accusa pronunciato durante un talkshow su una rete TV locale lancia la sua candidatura a sindaco della città. Ma le cose precipitano in fretta: una festa in una villa sul mare, una bella ragazza, una serata di alcol e sesso e poi, nel cuore della notte, uno sparo e un letto insanguinato.

Federico è convinto di essere innocente ma la ragazza è in fin di vita. Gli ospiti, fin troppo solleciti, si affrettano a scagionarlo davanti alla polizia: è stato un incidente, dicono, e lui comincia a convincersene. Ma è costretto a fare un passo indietro e trasferirsi a Roma. Chi credeva in lui legge nella sua scelta un tradimento, uguale a quello di suo padre Santo trent’anni prima.

A Roma, Federico prova allora a ricominciare: nuove abitudini e prove d’amore, vizi e passioni da sperimentare per non venire risucchiato dalla Procura. Finché, nelle indagini quotidiane sul mondo criminale, ecco riaffiorare i fantasmi del passato.

È possibile lasciarsi tutto alle spalle? Sfuggire alle colpe dei padri? E quali sono le colpe dei figli?

 

Danilo Chirico (Reggio Calabria, 1977) è un giornalista, scrittore e autore televisivo. Ha lavorato a programmi di informazione per RaiunoRaitreMtvLaeffeRepubblica.it Radiotre. Ha scritto per giornali, riviste e agenzie di stampa e sceneggiato la web serie Rai Angelo. Collabora con Pagina 99. Ha pubblicato diversi libri. Nel 2011 con Dimenticati ha vinto il premio di scrittura Indro Montanelli – Giovani. È presidente dell’Associazione antimafie daSud. Vive e lavora a Roma.

Leggi tutto...

Da oggi in anteprima su Exitwell.com e in tutte le radio “ALIEN” il nuovo singolo e videoclip dei GAZE OF LISA

A volte nella vita si prova un’inspiegabile ed improvvisa sensazione di inappagamento, insoddisfazione, frustrazione, lontananza, perdita.Ci si sente non compresi, come se si fosse diversi dagli altri; sembra di vivere fuori dal mondo, proprio come degli alieni o, di essere incompleti e allora scatta un meccanismo che continua a cercare incessantemente qualcosa al di fuori di noi, lontano, ma spesso, quel che cerchiamo, si trova più vicino di quanto si possa pensare.

È questo il tema del nuovo singolo “Alien” della band Gaze of Lisa. Il brano racconta di persone insoddisfatte della propria vita e cercano qualcosa che le possa cambiare. Non vedono e non si accorgono, che quello che può dar loro felicità e salvarli dall’insoddisfazione è molto più vicino di quanto si pensasse. 

Il videoclip è da oggi in anteprima su Exitwell.com, rivista bimestrale, cartacea, gratuita e disponibile online, interamente dedicata alla musica indipendente ed emergente. Il videoclip è diretto dal regista materano Antonio Andrisani, presenta lo stile della band e la propria visione del mondo, raccontando la storia di un ragazzo che si sente un alieno. Estraniato dal mondo e deriso e respinto dalla società, il protagonista non può fare altro che ritenersi diverso, come se appartenesse ad un altro mondo. Alla fine, però, si accorge che non è solo, ma ci sono altre persone proprio come lui e che, nella propria diversità, si può raggiungere quella soddisfazione tanto desiderata. Il brano anticipa l'uscita del nuovo Ep "Hidden".

Gaze of Lisa, band di Matera formatasi nel 2012, è composta da Carmelo Fascella (chitarra, voce, synth), Pierdomenico Niglio (batteria, voce, synth), Damiano Niglio (basso, cori, synth). Il nome è ispirato alla canzone “The ballad of Mona Lisa” dei Panic At The Disco e dall’immagine a cui il quadro si riferisce. I generi nei quali spaziano sono: alternative rock, synth pop ed electronic rock, facendo utilizzo di sonorità elettroniche accompagnate spesso da una sezione ritmica funky. Il trio vanta numerose partecipazioni a Festival nazionali come Rock Targato Italia (dove accedono alle finali), Festival Estivo di Piombino, Frequenze Mediterranee, Festival Peppino Impastato, Radio Activity Festival.

La band ha già pubblicato un primo EP dal titolo “Gaze of Lisa EP”.

Sul web:

https://www.facebook.com/gazeoflisa/

https://www.instagram.com/gazeoflisa/

Leggi tutto...

Rock Targato Italia Finali nazionali 29/a edizione Milano - LegendClub 2 - 3 - 4 ottobre Aperte iscrizioni 30/a edizione

Organizzata e promossa da Generazione Europea in collaborazione con Divinazione Milano, Rock targato Italia, giunta alla XXIX edizione, è alle fasi finali dopo aver selezionato 20 artisti nei diversi rock club della penisola.

Nei giorni 2, 3 e 4 Ottobre, si terranno a Milano le finali nazionali di Rock Targato Italia, uno dei più importanti contest musicali italiani, che mira a lanciare artisti emergenti e far conoscere la loro musica originale.

Il concorso, che negli anni ha già contribuito al lancio di numerosi artisti di fama nazionale, sarà anche quest’anno al Legend Club di Milano (via Enrico Fermi 98/a - angolo via Sbarbaro – Milano) per presentare gli artisti finalisti che si sono distinti nelle selezioni in concerto svolte in tutta Italia da gennaio a giugno 2017.

Sono 20 gli artisti in gara, provenienti da tutto il territorio nazionale, che si contenderanno i premi messi in palio dall’organizzazione. Ogni artista si esibirà con 20 minuti del proprio repertorio rigorosamente inedito. Le loro performance dal vivo saranno valutate da una giuria composta da operatori del settore, in base ad alcuni criteri come qualità, ricerca, stile ed innovazione.

Il premio assoluto è una campagna promozionale dalla durata di 5 mesi, grazie alla collaborazione con l’ufficio stampa Divinazione Milano. Ai fortunati vincitori sarà garantito un capillare lavoro di comunicazione e promozione a livello nazionale attraverso 700 radio, 224 webzine, portali web, giornali, tv, operatori del settore, festival, live-club e social network.

Ai primi otto classificati sarà inoltre pubblicato un proprio brano sulla compilation della manifestazione, prodotta dall’etichetta discografica Terzo Millennio e distribuita nei principali store e piattaforme digitali internazionali come YouTube, Spotify e Amazon.

Il programma degli artisti in gara prevede:

2 OTTOBRE

  • FALSI MORALISTI (Pisa)
  • IL PINGUINO IMPERATORE (Perugia)
  • LA VIA (Padova)
  • PIETRANUDA(Potenza)
  • BRUSCHETTA BROTHERS (Trento)
  • KILLING DODO (Rimini)
  • THE BRONZE BANANAS (Forlì)

3 OTTOBRE

  • HARD HORNS (Palermo)
  • OVERFLOWING (Bari)
  • VELAUT (Agrigento)
  • MASSIMO FRANCESCON BAND (Treviso)
  • COLLECTIN' SPARKS(Modena)
  • ARTEMIO(Milano)
  • DOVE I PESCI AFFOGANO (Roma)

4 OTTOBRE

  • ESSENZA 55 (Siena)
  • MOTETTE (Ascoli Piceno)
  • RISING AGE (Torino)
  • GOLASECA (Cagliari)
  • BLOOP (Milano)
  • MOYO (Vicenza)

Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla prossima edizione di Rock Targato Italia.

E’ possibile richiedere il regolamento di Rock Targato Italia tramite le seguenti opzioni:

  • invia un email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • oppure scrivici sulla chat di Facebook: https://goo.gl/Lko5x1
  • Oppure accedi alla sezione REGOLAMENTO registrandoti al sito. Una volta loggato potrai leggere e/o scaricare il regolamento, scegliere se iscriverti direttamente on line o spedire una busta con il materiale richiesto. CLICCA QUI PER ACCEDERE AL LOGIN DEL REGOLAMENTO

ROCK TARGATO ITALIA: UN POSTO PER LA TUA MUSICA.

#APLACEFORYOURMUSIC

www.rocktargatoitalia.eu

 

Leggi tutto...

100 RACCONTI PER BAMBINI CORAGGIOSI

100 RACCONTI  PER BAMBINI CORAGGIOSI

di Elena Sforza

illustrazioni di Sabrina Ferrero

Mondadori Electa ElectaKids

in libreria il 19 settembre 2017

Mamma, che cos’è il coraggio?

Piccolo mio, mi hai fatto una domanda bellissima… Vedi, il coraggio, al contrario di quello che puoi pensare, non vuol dire non avere paura. Avere paura è normale. Ma le persone coraggiose sono quelle che affrontano le loro paure e le loro incertezze e le usano per diventare più forti. Il coraggio non vuol dire allenare i muscoli per vincere un nemico, ma allenare il cuore e la mente per capire quello che vi divide.

Mondadori Electa pubblica 100 racconti per bambini coraggiosi, un volume che raccoglie 100 storie di uomini coraggiosi di tutti i tempi e di tutti i paesi per rispondere a una semplice domanda: che cos’è il coraggio?

I piccoli lettori, pagina dopo pagina, capiranno che il coraggio non ha a che fare con i muscoli e la forza fisica, ma con la consapevolezza dei propri limiti e con la volontà di superarli o almeno di imparare a conviverci.

Leggeranno di Annibale il condottiero cartaginese che sfidò gli invincibili Romani valicando le Alpi sugli elefanti e di Alex Zanardi che dopo un terribile incidente ha speso il suo coraggio per inventarsi una vita non solo possibile ma pienamente degna di essere vissuta.

Conosceranno le storie dei giudici Falcone e Borsellino uniti contro la mafia, dell’esploratore Amundsen che sfidò i ghiacci del Polo, del Dalai Lama che non si è piegato all’invasore cinese, di don Chisciotte che osò combattere perfino con i mulini a vento e poi di Freddy Mercury e di Ayrton Senna, del presidente Obama e di Papa Francesco…

100 nomi per 100 racconti di vite tanto eccezionalmente comuni da diventare straordinarie che contribuiranno a superare molti stereotipi sul coraggio.

100 racconti per bambini coraggiosi è pensato per i bambini di tutto il mondo; per aiutarli a conquistate il coraggio, quello che è dentro ciascuno di noi, quello che serve per affrontare le paure, i dolori, le insicurezze. Quello che permetterà di non vergognarsi di piangere, di non scappare davanti alle prove ma di affrontarle, che insegnerà a realizzare i propri sogni.

Elena Sforza è il nom de plume di una mamma e famosa scrittrice italiana che per la prima volta si cimenta con la letteratura per ragazzi.

Sabrina Sforza, nata a Torino nel 1981, da dieci anni vive a Perugia. Lavora come graphic design e illustratrice ed è autrice del blog Burabacio (in torinese “scarabocchio”). Ha illustrato e impaginato libri per bambini e ragazzi per Mondadori Electa (La mia Milano, Conosciamoci meglio), Giunti (Nega, ridi, ama) e Cetem (Il mio album di arte e musica).

I 100 nomi dei 100 racconti: Andre Agassi, Abū Rayhān Al-Bīrūnī, Muhammad Ali, Woody Allen, Roald Amundsen, Annibale, Giorgio Armani, Neil Armstrong, Khaled al-Asaad, Banksy, Jorge Mario Bergoglio, Timothy Berners-Lee, Usain Bolt, Napoleone Bonaparte, Walter Bonatti, James Bond, Kobe Bryant, Tim Burton, Antonino Cannavacciuolo, Capitano Nemo, Cristoforo Colombo, Jacques Cousteau, Dalai Lama, Salvador Dalí, Charles Darwin, Davide, Johnny Depp, Charles Dickens, Walt Disney, Don Chisciotte, Bob Dylan, Albert Einstein, Lili Elbe, Falcone e Borsellino, Favij, Roger Federer, Fedez, Enzo Ferrari, Bobby Fischer, Francesco d’Assisi, Sigmund Freud, Galileo Galilei, Mahatma Gandhi, Giuseppe Garibaldi, Bill Gates, Nicolas Géant, Geronimo, Ernesto Che Guevara, James Hansen, Tony Hawk, Harry Houdini, Zlatan Ibrahimović, Michael Jackson, Steve Jobs, Jovanotti, Martin Luther King, Le Corbusier, Bruce Lee, John Lennon, Leonardo da Vinci, Leonida, Primo Levi, Lincoln Abraham, Charles Lindbergh, Konrad Lorenz, Nelson Mandela, Guglielmo Marconi, Steve McCurry, Eddy Merckx, Freddie Mercury, Lionel Messi, Reinhold Messner, Arnoldo Mondadori, Wolfgang Amadeus Mozart, Pepe Mujica, Bruno Munari, Elon Musk, Isaac Newton, Rudolf Nureyev, Barack Obama, Omero, Louis Pasteur, Luciano Pavarotti, Michael Phelps, Pablo Picasso, Pinocchio, Marco Polo, Robin Hood, Cristiano Ronaldo, Valentino Rossi, Antoine de Saint-Exupéry, Ayrton Senna, Spartaco, Alberto Tomba, Ulisse, Umberto Veronesi, Alessandro Volta, Andy Warhol, Alex Zanardi

La copertina, l’abstract del volume  e le immagini stampa sono scaricabili al link: http://bit.ly/100racconti

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?