Menu

Articoli filtrati per data: Luglio 2019

Piero Cassano vince il Premio Artisti Italiani del Mondo Rock targato Italia 2019

Premio Speciale Rock Targato Italia 2019  

Artisti italiani nel Mondo 

PIERO CASSANO 

 

Un membro storico dei “Matia BAZAR” si aggiudica il Premio Speciale 2019 artisti italiani nel Mondo.  

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia, il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale). 

Piero Cassano è compositore, autore, musicista e artista, protagonista assoluto di tantissime canzoni portate al successo dalla sua band storica “Matia Bazar” e da interpreti universali protagonisti della musica italiana nel mondo intero. Quali ad esempio Eros Ramazzotti, (“COSE DELLA VITA” cantata in duetto con Tina Turner. “MUSICA È’” in copia con Andrea Bocelli SE BASTASSE UNA CANZONE insieme a Luciano Pavarotti). Mina, Anna Oxa, Ricardo Montaner, Sergio Dalma.  

Un riconoscimento che premia l’Uomo, l’Artista, la personalità, la fantasia e professionalità attraverso la sua straordinaria opera e invidiabilissima carriere artistica.  

La Targa sarà consegnata a Milano nel mese di settembre durante le Finali Nazionali della rassegna in programma a Milano il 10 – 11 – 12 settembre 2019. 

Leggi tutto...

Ancora, tre pietre miliari.

Ancora, tre pietre miliari.

Un giorno di qualche anno fa, in un bar dove stavo bevendo un caffè, è entrata una ragazza. Ordinando qualcosa, si accorse della musica e disse al barista: “Che bella canzone! E’ un cantante nuovo?”

Il barista, ironizzando, le confermò che si trattava di una nuova boy-band.

La canzone era Strawberry Fields Forever, di The Beatles, scritta da John Lennon che evoca, nel ricordo, il giardino di un orfanotrofio dove il piccolo John soleva andare a giocare a pallone.

Allora la cosa mi aveva divertito … Forse, perché avevo trovato un certo gusto perverso nel fatto che il barista prendesse in giro la ragazza che, evidentemente, non aveva dimestichezza con la musica anche nel caso di un brano che conosce chiunque calpesti il pianeta Terra. Alla fine, mi era dispiaciuto che le fosse stata celata la verità. Probabilmente, scoprendo The Beatles le sarebbe venuta una maggiore curiosità della materia e della vita. Mi sono consolato con la consapevolezza che, prima o poi, The Beatles li incontri, ci inciampi volendo o non volendo.

Destato da questo ricordo, ho pensato che sarà circa un anno che non scrivo più dei miei album d’elezione … Avevo deciso di scrivere, almeno una volta all’anno, un “pezzo” su tre LP importanti. Le “pietre miliari”, appunto. Ed ora, è venuto il momento.

Primo disco: London Calling, The Clash. L’album, pubblicato nel 1979, é un monumento al crossover, tendenza oggi molto diffusa, ma coraggioso tentativo di una band dichiaratamente punk, ai tempi. Ormai, considerato un classico, London Calling mescola sapientemente le sonorità del reggae, del rockabilly, dello ska, dell’R’n B, del blues e del jazz facendo emergere un genere spurio di grande valore. L’impegno sociale e politico del gruppo, i testi poetici e ispirati di Strummer e gli arrangiamenti di Jones hanno contribuito a cambiare il punto di vista di più di una generazione. The Clash, nonostante, i pochi album pubblicati (solo sei), le vendite non sempre eccezionali, errori imprenditoriali importanti (Sandinista! un triplo LP, uscì con il prezzo “politico” di un doppio creando non pochi problemi a loro e ai loro produttori), il fatto di non essere propriamente dei virtuosi strumentisti, sono considerati un gruppo di culto. Il loro valore imprescindibile è stato quello di inventare un genere che superasse l’imperante cultura dei gruppi da “due soldi” e dai tre accordi: il genere Clash. Inoltre, Strummer era un frontman di straordinario carisma. Lo spirito rivoluzionario di Joe e soci è stato, per così dire, istituzionalizzato quando (suscitando non poche polemiche ma compiendo un atto di grande coraggio) la title track del disco venne scelta come inno delle Olimpiadi di Londra nel 2012. Come se a Messa suonassero Vado al Massimo di Vasco!

Secondo LP: Rumours, Fleetwood Mac. Certificato doppio disco di diamante, vendette più di 40 milioni di copie. E’ l’undicesimo lavoro in studio del gruppo, pubblicato nel 1977, esce dopo un periodo di forti tensioni sentimentali all’interno della band. Lindsey e Stevie si stavano lasciando, così pure John e Christine e Mick Fleetwood aveva scoperto che sua moglie lo tradiva. Rumors (Dicerie, in inglese) ha dalla sua parte, ancora, la migliore formazione dei Fleetwood Mac. Il risultato è un album pop (sì, il pop buono davvero, si può fare e vendere tantissimo senza vergognarsi!) che coniuga le atmosfere folk USA con la musica popolare britannica (soprattutto gallese e scozzese). Dalle “aperture” di chitarra acustiche a suites sostenute da organo e pianoforte, una base ritmica presente e funzionale sono i punti di forza dell’album. Oggi, è un lavoro da riscoprire, vista la qualità generale media del genere popular … Comunque, anche, i testi rispecchiano la situazione personale dei membri: Stevie Nicks disse che, di fronte al lavoro finito, si poteva dire che il risultato complessivo fosse migliore della somma delle parti.

Terzo, last but not least: The Anthem of Peaceful Army, Greta Van Fleet. E’ il primo album (esce a fine 2018) di una band di ragazzini ventenni che vengono dal Michigan … Al loro attivo, precedentemente, solo due EP e tre singoli. Come spesso succede ai grandi, la critica si è spaccata su due controverse posizioni. La prima recita che i ragazzi scimmiotterebbero gli artisti rock e blues degli Anni Sessanta e Settanta non avendo di fatto una componente di originalità nemmeno apparente. La seconda posizione definisce l’album uno dei lavori meglio riusciti degli ultimi trent’anni. Chi avrà ragione? Chi pensa che siano gli emuli dei mitici Led Zeppelin o chi dice che siano formidabili? Temo che ognuno di voi dovrà trovarsi la risposta da solo. Io mi limito a dire che non capita spesso che una band con una produzione così scarsa sia in tour mondiale da un anno. In più, i tre fratelli Joe, Jake e Sam con il fido batterista Danny sul palco sono energia pura e carisma consentendosi, in barba alla loro giovane età, di essere anche ottimi musicisti. Il fatto che la voce di Joshua Kiszka sia per estensione, timbro e capacità interpretativa “vicina” a quella del miglior Robert Plant dovrebbe fargli arrivare apprezzamenti e non critiche. Poi, se ascoltate bene il disco riconoscerete molte di quelle sonorità anni Settanta che ci piacciono molto ma vi accorgerete che non è privo di stesure non convenzionali. Certo, il mondo è quello e i Led Zeppelin si sentono tanto ma, c’è anche un gradevole retrogusto di altre citazioni (The Who, in primis) e una freschezza creativa tipica di coloro i quali sono sulla strada giusta ma, che faranno il miglior loro disco la prossima volta (per sempre)! Per chi credesse ancora che il rock è morto ascolti i Greta Van Fleet ma si documenti sulla scena contemporanea USA e UK ma, anche, su quella sud-americana, nord europea ed est europea… Solo nell’Europa meridionale, il rock è diventato un genere di nicchia, soppiantato da un gusto collettivo deteriorato da una frusta e omogenea diseducazione.

Quasi quasi, vado a cercare quella ragazza e le offro un caffé, così le racconto che sul lato B (che per noi non il culo della soubrette di turno) di quel 45 giri c’era (c’è) Penny Lane di tale Paul McCartney … una canzone che parla di un terminal di autobus.

Long live rock ‘n roll!

di Paolo Pelizza

© 2019 Rock targato Italia

Leggi tutto...

Il week-end 19-21 luglio a Entrotrerre Festival

ENTROTERRE FESTIVAL

Il programma di questo week-end

 

 

19 luglio - BLUEJAZZ

 

DiVini Musica con il Duo Ponzi – Incerti

h 18.30 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

Prove Aperte Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi

h 19 - Piazza Garibaldi

Bertinoro FC

 

The Indians

h 20.30 - Piazza Guido dal Duca

Bertinoro FC

 

Quintorigo

h 22.30 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

DJ Set Mr. Lucky

h 23.30 - Enoteca Colonna Panorama

Bertinoro FC

 

20 luglio - BLUEJAZZ

La Scelta di non Scegliere

h 18.30 - Cantina Celli

Bertinoro FC

 

Parole e Musica: vite e composizioni di grandi musicisti

h 20.30 - Piazza Garibaldi

Bertinoro FC

 

Minor Swingers

h 20.30 - Piazza Guido dal Duca

Bertinoro FC

 

Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi // Jazz in Cinemascope

h 22 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

DJ Set Mr. Lucky

h 23.30 - Enoteca Colonna Panorama

Bertinoro FC

 

21 luglio - BLUEJAZZ

 

DiVini Musica con Ada Montellanico

h 18.30 - Tenuta de' Stefanelli

Meldola FC

 

Alessandro Scala Quintet

h 19 - Piazza Guido del Duca

Bertinoro FC

 

Sam Paglia Trio

h 20.30 - Piazza Guido del Duca

Bertinoro FC

 

A mille ce n’è // Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi

h 22 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

Leggi tutto...

Il 18 luglio inizia "Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty"

 

AL VIA “VOCI PER LA LIBERTÀ – UNA CANZONE PER AMNESTY” 

DAL 18 AL 21 LUGLIO A ROSOLINA MARE (ROVIGO) 

CON ROY PACI, GIO EVAN, LA MUNICIPÀL,

IL CONTEST PER EMERGENTI E MOLTO ALTRO

 

Musica di qualità e diritti umani viaggeranno di nuovo affiancati nella 22a edizione di ‘Voci per la Libertà’, il festival legato ad Amnesty International in programma quest’anno dal 18 al 21 luglio a Rosolina Mare (Rovigo), con un ricco calendario di appuntamenti, sia pomeridiani che serali, ad ingresso gratuito.

Roy Paci & Picciotto, Gio Evan, La Municipàl, Mujeres Creando, Pupi di Surfaro, Kumi Watanabe, Valerio Piccolo sono alcuni degli ospiti in programma quest’anno. Ma il cuore pulsante della manifestazione sarà come sempre il contest per band e cantautori che porterà, nella giornata conclusiva, a proclamare il vincitore del Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti. In gara saranno otto artisti provenienti da tutta Italia, con brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Il vincitore sarà proclamato nella giornata finale, quando ci sarà anche la premiazione di Roy Paci, che, con Willie Peyote, ha vinto il Premio Amnesty nella sezione Big, con il brano “Salvagente”.

 

Ad inaugurare il festival giovedì 18 luglio, sarà il primo degli appuntamenti pomeridiani, in orario aperitivo, al Bar In Anguriara, sul lungomare, con lo showcase di Marcondiro, band di culto tra rock, pop e sperimentazione, che aprirà anche la serata in piazzale Europa, alle 21.

Con loro, in apertura di serata, anche il progetto BO.RO.FRA (musica e danze africane come un linguaggio universale per una integrazione interculturale). Si esibiranno poi tre artisti emergenti di grande valore e legati alla storia del festival: le Mujeres Creando, vincitrici del Premio Web Social 2018; i Pupi Di Surfaro, vincitori del Premio Amnesty Emergenti nel 2018 e Kumi Watanabe, feat. Paolo Agosta, vincitrice del premio della critica nel 2001.

 

Venerdì 19 luglio alle 18.30 al Bar In Anguriara aperitivo in spiaggia con la presentazione del libro “Cento cuori dentro” (Fabbri editore) di Gio Evan.

In serata, alle 21, dopo l’esibizione in apertura di Fabio Luongo, toccherà alla prima delle due semifinali del concorso 2019. Saranno in lizza: Chiara Effe da Cagliari col brano “Mani stanche”, Giovi & Massimo Francescon Band da Rovigo/Treviso con “Quello che io non so”, Grace n Kaos da Rovigo con “Nero”, Chiara Patronella da Taranto con “Pesci”.

In veste di ospite, stavolta in veste di cantautore, salirà poi sul palco Gio Evan, ormai noto anche al grande pubblico grazie a canzoni come “Himalaya Cocktail” e “Pane in cassetta”.

 

Sabato 20 luglio il momento aperitivo, sempre al Bar In Anguriara, vedrà lo showcase di Michele Mud (vincitore del Premio Amnesty Emergenti nel 2014), che aprirà anche la serata. A seguire, seconda tornata di semifinali degli emergenti con Enzo Beccia da Milano con “Gli indifferenti”, Bif da Salerno con “Venti clandestini”, The Roomors da Cagliari con “Marielle”, Giulio Wilson da Firenze con “Budapest (Francesco Tirelli)”. Ospite sarà La Municipàl, band salentina in decisa ascesa, il cui nucleo è costituito dai fratelli Carmine e Isabella Tundo. Pop/rock d’autore il loro, come testimonia l’ultimo album “Bellissimi difetti“.

 

Il festival si chiuderà domenica 21 luglio. L’appuntamento pomeridiano sarà stavolta al Centro congressi di Piazzale Europa con un incontro aperto al pubblico con il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury e con Roy Paci, in qualità di vincitore del Premio Amnesty International Italia, nella sezione Big.

L’artista siciliano si esibirà poi in serata nel progetto “Mayday Connection” con Picciotto. Come recita la presentazione del progetto, “sull'onda mediterranea della may day palermitana nasce la connessione tra Roy Paci e Picciotto che portano sul palco un mash up di sonorità che attraversa i rispettivi stili musicali e contenuti accompagnati per l'occasione dal producer Gheesa”. La serata vedrà come opening act Valerio Piccolo, cantautore diviso fra Italia e Stati Uniti, che presenterà "Adam and the Animals", un concept album composto con lo scrittore Rick Moody.

Momento cruciale sarà poi la finale del Premio Amnesty International Italia nella sezione Emegenti, con i migliori cinque semifinalisti delle due serate precedenti. A decidere il vincitore sarà una prestigiosa giuria composta da giornalisti, addetti ai lavori e esponenti di Voci per la libertà e Amnesty International. Tra semifinali e finale sarà composta da: Claudio Agostoni (Radio popolare), Giò Alajmo (spettakolo.it), Eugenio Arcidiacono (Famiglia Cristiana), Marco Cavalieri (Radio Elettrica), Nicola Dalla Pasqua (Amnesty International Veneto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Katia Del Savio (Indiana Music Mag), Enrico Deregibus (giornalista e operatore), Aldo Foschini (Musica nelle Aie), Michele Lionello (direttore artistico Voci per la Libertà), Ivan Malfatto (Gazzettino), Gianluca Mura (Radio41), Riccardo Noury (Portavoce Amnesty International Italia), Elisa Orlandotti (Funny Vegan), Angelo Pangrazio (Tgr Veneto), Valerio Piccolo (musicista), Riccardo Pozzato (musicista), Silvia Rotelli (ideatrice di Inalienabile), Giordano Sangiorgi (MEI e Rete dei festival).

Oltre al Premio al vincitore assoluto, la giuria assegnerà anche un premio della critica, mentre attraverso le schede di voto distribuite agli spettatori si assegnerà il Premio del pubblico. Al vincitore andrà la produzione di un videoclip o di un cd singolo. Il vincitore stesso o, in mancanza dei requisiti tecnici, uno dei finalisti potrà realizzare un tour di otto concerti reso possibile grazie ad un bando di Nuovo Imaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92). Altro premio sarà “Il migliore per noi” di Viva La Radio! Network, grazie al quale il brano vincitore avrà passaggi radiofonici in alta rotazione per tre mesi. 

Presentano le serate: Savino Zaba (Radio1 Rai) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà).

Durante il festival, tra il centro Congressi e l’area festival, sarà possibile visitare la mostra “In arte Dudu” (la Dichiarazione universale dei diritti umani illustrata da giovani artisti) e tre installazioni. Si tratta della mostra fotografica di Andrea Artosi (Artax) "Parliamone in piazza", su numeri e persone di origine straniera abitanti a Rovigo; “Love difference”, l’arte urbana per la socializzazione; "Inalienabile", opera immersiva di Silvia Rotelli su musica e diritti umani.

Durante le serate saranno inoltre attivi, presso il giardino del centro congressi, dei laboratori didattici per bambini sui temi dei diritti umani realizzati da: Cooperativa Peter Pan, l’artista Alberto Cristini, La Fiondina e Cooperativa Titoli Minori.

Lo slogan di quest’anno della manifestazione sarà “Sui diritti umani non si torna indietro”. Uno slogan che parte dal 10 dicembre 1948, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite proclamava la Dichiarazione universale dei diritti umani. Per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere per la sola ragione di essere al mondo. Eppure la Dichiarazione è disattesa, anche perché ancora troppo sconosciuta. Amnesty International, Premio Nobel per la pace nel 1977 e Premio delle Nazioni Unite per i diritti umani nel 1978, è impegnata perché per tutti siano garantiti questi diritti. Si impegna, ogni giorno, per ricordare che sui diritti umani non si torna indietro. Tre gli appelli che sarà possibile firmare durante il festival: Codici identificativi subito (per gli agenti impegnati in operazioni di ordine pubblico), Fermiamo la detenzione e la tortura di rifugiati e migranti in Libia e Verità per Giulio Regeni.

Partner della manifestazione quest’anno sarà il progetto Hatemeter, che ha lo scopo di accrescere le conoscenze sull'hate speech (ovvero l’incitamento all’odio e alla discriminazione) anti-islamico online e di sostenere le ONG nella lotta all'islamofobia a livello europeo. La piattaforma Hatemeter è sperimentata e validata in Italia da Amnesty. Il progetto è co-finanziato dal "Rights, Equality and Citizenship Programme (2014-2020)" della Commissione europea - Directorate-General Justice and Consumers.

Il festival sarà seguito da alcuni eventi sotto il nome di “Voci per la Libertà IN TOUR”, anche questi ad ingresso libero. Eccoli:

Sabato 27 luglio ore 19.00 a Porto Tolle (RO), spiaggia di Barricata Bagno Olimpo, con i Marmaja

Sabato 3 agosto ore 19.00 a Porto Tolle (RO), spiaggia di Boccasette Bagno Scano Palo, con i Do’storieski

VOCI PER LA LIBERTÀ – PROGRAMMA COMPLETO

GIOVEDÌ 18 LUGLIO

ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con showcase MARCONDIRO

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: PROGETTO BO.RO.FRA., MARCONDIRO
Anteprima con: MUJERES CREANDO, PUPI DI SURFARO, KUMI WATANABE Feat. PAOLO AGOSTA

VENERDÌ 19 LUGLIO 
ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con presentazione libro di GIO EVAN

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: FABIO LUONGO
Semifinali concorso con: CHIARA EFFE,  GIOVI & MASSIMO FRANCESCON BAND, GRACE N KAOS ,  CHIARA PATRONELLA 
ospite: GIO EVAN

SABATO 20 LUGLIO 
ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con showcase di MICHELE MUD

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: MICHELE MUD
Semifinali concorso con: ENZO BECCIA ,  BIF ,  THE ROOMORS,  GIULIO WILSON  
ospite: LA MUNICIPÀL

DOMENICA 21 LUGLIO

ore 18.30 Centro congressi 
Incontro pubblico Premio Amnesty Italia con ROY PACI e RICCARDO NOURY

ore 21.00 Piazzale Europa 
Opening act con: VALERIO PICCOLO
Finali concorso con i 5 migliori artisti emergenti 
ospite: “MAYDAY CONNECTION: ROY PACI & PICCIOTTO + Gheesa”

Leggi tutto...

PREMIATA FORNERIA MARCONI - Premio Miglior TOUR dell’Anno

Premio Miglior TOUR dell’Anno

Rock Targato Italia

PREMIATA FORNERIA MARCONI

“PFM canta De André - Anniversary”

 

Alla PFM è stato assegnato il Premio Rock Targato Italia Miglior Tour.  Un riconoscimento alla band che da anni calca le scene nazionali e mondiali con intelligenza, bravura e grande professionalità.

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale). La Targa sarà consegnata a Milano nel mese di settembre durante le Finali Nazionali della rassegna

Nello specifico il premio va al tour “PFM canta De André - Anniversary”, con la seguente motivazione “Il tempo e lo spazio sono annullati dalla poesia e dalla musica che sempre e per sempre ci accompagnano nella vita”

PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d'oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento.

Nel 2011 PFM debutta con l’ambizioso progetto PFM in classic dove si cimenta con mostri sacri della musica classica come  Mozart, Prokofiev, Verdi, Korzakov e molti altri… a questo progetto fanno seguito un tour in Giappone (accompagnati da un'orchestra giapponese), e un tour teatrale in Italia con l’uscita di un doppio cd.

Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" di 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK.

A febbraio 2019 la band è stata invitata, per la terza volta, a salire a bordo della CRUISE TO THE EDGE” (CTTE) unico artista italiano che ha partecipato all’evento insieme alle più grandi Prog Band del mondo, capitanate dagli YES.

  1. rocktargatoitalia.eu
Leggi tutto...

PFM canta de André - Anniversary miglior tour dell'anno Rock Targato Italia

Premio Miglior TOUR dell’Anno 

Rock Targato Italia  

PREMIATA FORNERIA MARCONI 

“PFM canta De André - Anniversary” 

 

Alla PFM è stato assegnato il Premio Rock Targato Italia Miglior Tour.  Un riconoscimento alla band che da anni calca le scene nazionali e mondiali con intelligenza, bravura e grande professionalità.  

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale). La Targa sarà consegnata a Milano nel mese di settembre durante le Finali Nazionali della rassegna 

Nello specifico il premio va al tour “PFM canta De André - Anniversary”, con la seguente motivazione “Il tempo e lo spazio sono annullati dalla poesia e dalla musica che sempre e per sempre ci accompagnano nella vita”. 

PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante.  

Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d'oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento.  

Nel 2011 PFM debutta con l’ambizioso progetto “PFM in classic” dove si cimenta con mostri sacri della musica classica come Mozart, Prokofiev, Verdi, Korzakov e molti altri… a questo progetto fanno seguito un tour in Giappone (accompagnati da un'orchestra giapponese), e un tour teatrale in Italia con l’uscita di un doppio cd. 

Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" di 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK.  

A febbraio 2019 la band è stata invitata, per la terza volta, a salire a bordo della “CRUISE TO THE EDGE” (CTTE) unico artista italiano che ha partecipato all’evento insieme alle più grandi Prog Band del mondo, capitanate dagli YES

 

Leggi tutto...

32ima edizione di Rock Targato Italia - APERTE ISCRIZIONI

ROCK TARGATO ITALIA 

APERTE LE ISCRIZIONI  

per la 32/a edizione 

 

Rock Targato Italia è un contest dedicato ad artisti emergenti (gruppi o solisti), che vogliono proporre e far conoscere la propria musica di qualità.  

Da oggi sono aperte le iscrizioni per partecipare alla 32/a edizione (2019/2020) di Rock Targato Italia. Il regolamento del concorso è disponibile sul sito ufficiale al link: http://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html. Dedicato esclusivamente ad artisti emergenti che compongono ed eseguono il proprio repertorio musicale, Rock Targato Italia è un’opportunità perfetta, per diffondere e promuovere la propria passione musicale. 

Giunto alla sua XXXII edizione, il concorso, nel corso degli anni, ha contribuito al successo di grandi nomi della scena musicale italiana, diventando di fatto una grande comunità di musicisti e appassionati del settore.  

PREMI  

Ai primi due artisti classificati sarà messo a disposizione un ufficio stampa professionale che promuoverà gli artisti con una campagna promozionale dedicata e a livello nazionale:

I primi otto classificati, partecipano alla compilation ufficiale del contest, pubblicata dall’etichetta Terzo Millennio all’interno dei principali store e piattaforme digitali. 

Sony Italia. Il premio del concorso includerà la registrazione di una demo presso i mitici studi RCA a Milano.  

www.rocktargatoitalia.eu 

Leggi tutto...

Premio Miglior Album dell’Anno “La Parte Mancante” Francesco Di Giacomo

Premio Miglior Album dell’Anno

Rock Targato Italia

 La Parte Mancante” Francesco Di Giacomo

L'album "LA PARTE MANCANTE" di Francesco Di Giacomo si aggiudica il Premio nella categoria Miglior Album dell'Anno per Rock Targato Italia. La Targa sarà consegnata a Milano nel mese di settembre durante le Finali Nazionali della rassegna.

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale).

La Parte Mancante e quella manchevole”, recensione dell’album redatta da Paolo Pelizza, è disponibile sul sito di Rock Targato Italia: http://www.rocktargatoitalia.eu/k2/k2-categories/recensioni/item/2557-l-album-di-francesco-di-giacomo.html

 

CAMILLA DI ZENZO – CATERINA SCARPATI
Divinazione Milano S.r.l. 
Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 
Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778 - 3932124576 
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
web: http://www.divinazionemilano.com/

 

blog rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Premio Miglior Album dell’Anno “La Parte Mancante” Francesco Di Giacomo

Premio Miglior Album dell’Anno

Rock Targato Italia

 La Parte Mancante” Francesco Di Giacomo

L'album "LA PARTE MANCANTE" di Francesco Di Giacomo si aggiudica il Premio nella categoria Miglior Album dell'Anno per Rock Targato Italia. La Targa sarà consegnata a Milano nel mese di settembre durante le Finali Nazionali della rassegna.

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale).

La Parte Mancante e quella manchevole”, recensione dell’album redatta da Paolo Pelizza, è disponibile sul sito di Rock Targato Italia: http://www.rocktargatoitalia.eu/k2/k2-categories/recensioni/item/2557-l-album-di-francesco-di-giacomo.html

 

CAMILLA DI ZENZO – CATERINA SCARPATI
Divinazione Milano S.r.l. 
Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 
Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778 - 3932124576 
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
web: http://www.divinazionemilano.com/

 

blog rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Vibe - Voyage Inside a Blind Experience

VIBE - Voyage Inside a Blind Experience
18/7/2019 - Auditorium Testori Regione Lombardia


Si avvia alla conclusione l'entusiasmante avventura del progetto Voyage Inside a Blind Experience, la mostra itinerante dedicata a Josef e Anni Albers completamente accessibile alle persone non vedenti. In soli 9 mesi, 75 mila persone hanno visitato questa innovativa mostra, che ha toccato tre sedi espositive: Santa Maria della Scala a Siena, The Glucksman – Cork University College (Irlanda) e il Museo di Arte Contemporanea di Zagabria (Croazia). 
L'appuntamento finale, aperto a tutti, sarà l'occasione per presentare i risultati di questa esperienza e per riflettere sui temi dell'arte e della sua accessibilità. 

Quando 
Giovedì 18 luglio 2019 
Registrazione partecipanti: ore 8.45
Inizio dei lavori: ore 10.00
Fine dei lavori: ore 12.45

Dove
Auditorium Giovanni Testori, Piazza Città di Lombardia, Milano 

Info
Per accedere all'evento è indispensabile avere il documento di identità
Ogni partecipante iscritto avrà diritto a ricevere, al termine dei lavori, un voucher esclusivo per l’accesso alla mostra Dialogo nel Buio.
La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti, tramite registrazione (obbligatoria).

Registrati ora

www.regione.lombardia.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?