Menu
Francesco Caprini

Francesco Caprini

32ima edizione di Rock Targato Italia - APERTE ISCRIZIONI

ROCK TARGATO ITALIA 

APERTE LE ISCRIZIONI  

per la 32/a edizione 

 

Rock Targato Italia è un contest dedicato ad artisti emergenti (gruppi o solisti), che vogliono proporre e far conoscere la propria musica di qualità.  

Da oggi sono aperte le iscrizioni per partecipare alla 32/a edizione (2019/2020) di Rock Targato Italia. Il regolamento del concorso è disponibile sul sito ufficiale al link: http://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html. Dedicato esclusivamente ad artisti emergenti che compongono ed eseguono il proprio repertorio musicale, Rock Targato Italia è un’opportunità perfetta, per diffondere e promuovere la propria passione musicale. 

Giunto alla sua XXXII edizione, il concorso, nel corso degli anni, ha contribuito al successo di grandi nomi della scena musicale italiana, diventando di fatto una grande comunità di musicisti e appassionati del settore.  

PREMI  

Ai primi due artisti classificati sarà messo a disposizione un ufficio stampa professionale che promuoverà gli artisti con una campagna promozionale dedicata e a livello nazionale:

I primi otto classificati, partecipano alla compilation ufficiale del contest, pubblicata dall’etichetta Terzo Millennio all’interno dei principali store e piattaforme digitali. 

Sony Italia. Il premio del concorso includerà la registrazione di una demo presso i mitici studi RCA a Milano.  

www.rocktargatoitalia.eu 

THE CRIMINAL CHAOS, Sostegno alla lotta contro il cambiamento climatico

THE CRIMINAL CHAOS

Sostegno alla lotta contro il cambiamento climatico

La rockband emiliana, impegnata nella produzione internazionale del primo LP “Surreal Reality” in uscita a settembre, anticipato dal singolo “Light Vibrations”, dichiara il suo sostegno alla lotta contro il cambiamento climatico che sta interessando il nostro pianeta.

Infatti, la crisi climatica globale è la più importante delle sfide che l’umanità deve affrontare. C’è bisogno di un mondo civilizzato che si muova verso un cambiamento radicale e univoco.

La musica può fungere da strumento per veicolare messaggi importanti come questo, attuando un’attività di sensibilizzazione delle persone verso l’argomento, invitandole a comportamenti più corretti verso l’ambiente.

L’incredibile esempio di civiltà e sensibilità riguardo il tema del cambiamento climatico manifestato da migliaia di giovani, e non solo, è un segnale fortissimo che nessuno può e deve ignorare.

“Chiunque sei, ovunque sei, abbiamo bisogno di te” GRETA THUNBERG, la sedicenne attivista svedese.

THE CRIMINAL CHAOS 

Originaria da Parma, la band “The Criminal Chaos” è formata fa Nik Bergogni (voce), Pablo Chittolini (basso), Helder Stefanini (batteria) e Mirco Caleffi in arte “Keffia” (chitarra), Ivan Chittolini (sonorità elettroniche). Il sound ha un forte impatto rock, caratterizzato dallo strumento musicale suonato, magico, sudato

Facebook: https://www.facebook.com/TheCriminalChaos/ 

Youtubehttps://www.youtube.com/channel/UCkbV-doo04FJbXrRVDkpobg 

 

FRANCESCO CAPRINI – FRANCO SAININI

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

  1. 392 5970778 - 393 2124576

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

web: www.divinazionemilano.it 

 

blog @www.rocktargatoitalia.eu

Ostaggi del Concept.

Ostaggi del Concept.

Cosa direste a qualcuno che oggi … Anno Domini 2019, vi dicesse: “Ehy! Sai che c’è? Esco con un concept album!”. Non riesco ad immaginare la sequenza ma, sicuramente, ci sarebbe una controllatina al calendario (giusto per essere certi di non essere finiti in una anomalia spazio-temporale e di essersi ritrovati nel 1976), la telefonata al numero unico emergenze, il tentativo di consolare i parenti e, infine, la conseguente disamina delle cause del disturbo … è caduto dalle scale, si è tirato la basculante del box sulla testa, si droga, ha elaborato un importante disagio psichico.

Vi do una notizia: è successo! L’opera (forse) anacronistica è frutto delle fatiche della band ligure Messer Davil. Il gruppo di ex ragazzi, molto giovanili, nasce dalle ceneri dei Soja Dream FM attivi per un decennio tra 2000 e il 2010, di cui condividono tutta la compagine tranne per la defezione del bassista Emiliano Goso, sostituito da Federico Fughiz Fugazza. L’album, dal titolo “La Sindrome di Stoccolma”, è figlio del chitarrista e compositore Davide Aicardi che è il  vero deus ex machina dell’insano progetto.  Completano il gruppo: Maurizio DePalo alla batteria, Mauro Max Maloberti arrangiamenti e tastiere e il cantante Alessandro Lamberti cantante rock classico che ha impreziosito assolutamente il disco con le seconde voci e le loro orchestrazioni . Infine, menzione speciale per l’incosciente coraggio al produttore Alessandro Mazzitelli … che, dico io, non poteva produrre un paio di trapper come vanno adesso massimizzando l’investimento???

La “Sindrome di Stoccolma” è un disco “indie-pop-rock” ma, come avviene spesso in questi tempi di crossover (loro parlano di crossover orizzontale indipendente perché è nato dall’insieme di molti generi diversi … mah … fa un Frankenstein, no?), pieno di paesaggi sonori contaminati che coinvolgono generi e atmosfere anni ’80 e ’90 con escursioni tra il delta del Mississippi, i Caraibi, la Giamaica e l’elettronica. Le chitarre, in particolare, intervengono spesso con quell’acidità tradizionale dei meravigliosi Settanta a creare un amalgama di sicuro gradevole e non banale. Facile da ascoltare è, anche, poco mainstream per il lavoro fatto su suoni e arrangiamenti. Percettibile, sotto i molti strati, una volontà cantautoriale che rimanda a Gazzé e Silvestri ma, anche, una fibra rockettara “ignorante” che ci riporta più spesso a Timoria e Subsonica, tra gli altri.

Se non fosse così dannatamente retrò da parte mia, darei il bentornato alla musica, quella che viene dopo lavoro di mesi, quella che si fa con gli strumenti musicali con la testa, le mani e il cuore.

In definitiva, le diciotto tracce de La Sindrome di Stoccolma sono gradevoli e ben fatte. Menzione di merito, per i testi di Aicardi. Intelligenti, a tratti ironici, graffianti e profondi per i temi trattati e per i punti di vista non convenzionali.

Ed eccoci qui … Vi state tutti domandando ma di cosa parla il concept? Ed ecco la sorpresa: in questo mondo immatricolato ed omologato, qualcuno riesce a parlare di cosa ci rende ostaggi.

Prigionieri soggiogati da una realtà dominata dalle tecnologie (oltre ogni visione pessimistica, abbiamo superato la mitica Skynet), autocontrollo, ideologie, fobie, convinzioni, religioni, superstizioni, etc.

Il mondo è di chi è contro i vaccini, dei creazionisti, di chi crede che la Terra sia piatta, di chi diffonde verità che noi tutti ignoriamo sulle “scie chimiche”. Attualmente è troppo facile esprimersi senza sapere e riuscire ad avere una pletora anche ampia di chi ci seguirà sul terreno dell’idiozia.

Interessante su questo tema, il singolo da cui è stato tratto anche un videoclip (si può vedere su YouTube): L’Idiota Digitale.

Così diventa difficile non pensare che ci siamo cascati e che questa è più di un’ipotesi di complotto ma la dimostrazione di un teorema. Ed è ulteriormente arduo non pensare che il titolo dell’opera sia assolutamente azzeccato, in quanto, ci siamo innamorati dei nostri carcerieri, tanto da esserci consegnati tra i loro artigli spontaneamente.

Che dire, l’album anacronistico ci è piaciuto. Speriamo di poter ospitare una loro show-case magari durante le finali di Rock targato Italia e che a voi sia venuta voglia di chiudere la traccia del rapper di turno (diamogli un nome di fantasia: Cistifellea?) e, magari, di sentire qualcosa di diverso, qualcosa di intelligente.

di Paolo Pelizza

© 2019 Rock Targato Italia

 

“I COLORI DELL’ESTATE 2019“ La musica indipendente, by Rock Targato Italia

Playlist

La musica indipendente, by Rock Targato Italia

“I COLORI DELL’ESTATE 2019“

SPOTIFY:

https://open.spotify.com/playlist/2Lol8x41CPQhjgDvbpvscW?si=7MA3ROxITaGsq-ouZbs5Rg

Realizzata da: Divinazione Milano e Roberto Bonfanti  (scrittore/artista)

 

Un anno fa tre amici si ritrovavano per gioco a parlare dell’idea di creare una playlist per un’estate “alternativa”.

Da allora le playlist stagionali patrocinate da Rock Targato Italia sono diventate una piccola tradizione a cui siamo ormai affezionati così, a distanza di dodici mesi, dopo avere esaurito tutto il ciclo delle stagioni, ci sembra giusto ricominciare da capo con I colori dell’estate 2019”: una serie di canzoni per accompagnare il caldo di questi mesi in modo poco convenzionale.

TRACKLIST:

RCCM - Spiacevoli necessità

Una delicata ninnananna post-rock e la verità sbattuta in faccia come un pugno.

Giovane Giovane – Gabbiani

Uno sguardo surreale sull’estate, fra ironia e pop scanzonato.

La Municipal - Punk Ipa

Un intreccio affascinante e sincero di pop d’autore e vite di provincia.

Dimartino - La luna e il bingo

Musica d’autore da ballare a piedi scalzi e cantare a squarciagola sotto la luna.

N.A.N.O - Cop

Un brano pop deviato, dilatato, intimista, disilluso e disperato.

Morose - Sbagliare è la cosa più giusta da fare

Atmosfera notturna e andamento ipnotico per un vero viaggio interiore.

Flat Bit- Occhiali da sole

Un’esplosione pop a celare l’immancabile malinconia estiva.

Psicologi - Alessandra

Quando la trap incontra il pop e l’urgenza del punk.

Leda - Ho continuato

Claustrofobia post-grunge e chitarre stridenti. Gli anni ’90 non muoiono.

Gli Amanti – Mia cara dolce coscienza

Introspezione da ballare in chiave elegantemente pop.

Incomodo - Il peso della testa

Pop-rock riflessivo con stile, intelligenza e leggerezza.

Murubutu - La notte di San Lorenzo

Rap lontano dai cliché, fra notti d’estate e ricordi d’infanzia.

Lettera 22 - Loreto '80

Pop d’autore di classe per una raccolta di polaroid da un passato ormai lontano.

Jena Lu  - Ieri è oggi

Voce acida, chitarra acustica e pensieri in fermento.

Lenostrepaure - Ora ti spiego come ci si sente a diventare quello che…

Sincerità, chitarre elettriche, approccio alt-rock e voglia di mettersi a nudo.

Massimo Pericolo  - 7 miliardi

Tonnellate di rabbia e urgenza fra rap, strafottenza punk ed elettronica stridente.

Flutua - Mi butto

Non si esce vivi dagli anni ’80. Pop, ironia ed electro-punk.

Allume - L'eco dei marinai

Una voce che affoga fra le chitarre stridenti. Puro rock anni ’90.

 

  1. rocktargatoitalia.eu
    www.divinazionemilano.it
    fb Rock Targato Italia
    fbDivinazione Milano
    https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

 

FRANCESCO CAPRINI – FRANCO SAININI

Ufficio Stampa DIVI IN AZIONE

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio 16 – 20135 Milano

Tel. 02 58310655 – 392 5970778 – 393 212456

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. divinazionemilano.it

 

BLOG  www.rocktargatoitalia.eu

Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?