Menu

“BRING IT OUT” il nuovo singolo di ARIANNA

dal 7 novembre In radio e in tutti i web store

“BRING IT OUT” il nuovo singolo di ARIANNA

Sarà in radio a partire dal 7 novembre “Bring it out” il nuovo singolo della cantautrice piemontese ARIANNA, nota nel mondo per la sua presenza in famosi musical internazionali.

Supportato dall’etichetta italiana Gika Productions, il brano è una delle tracce contenute nell’ep “Andrew”, distribuito in tutto il mondo dall’etichetta americana Bentley Records, che, come un diario, raccoglie tutte le sensazioni più disparate dell’artista.

Ciò che si evince è un forte desiderio di sperimentare aspetti ancora sconosciuti che la vita offre, con onestà e senza pudori. Il risultato è un insieme di brani, che, come si trattasse di diverse persone, raccontano ognuno una propria storia. Del resto, proprio come fanno le persone, ogni canzone interagisce con le altre, creando legami in maniera apparentemente casuale.  

L’onestà disarmante che traspare da tutto l’Ep, è particolarmente forte nel singolo “Bring it out”, in cui si celebra con ironia l’autoerotismo femminile.

Il ritmo incalzante del brano e la voce melodiosa dell’artista si fondono insieme, dando vita a una danza sfrenata.

ARIANNA

Nata in un piccolo paesino di montagna in provincia di Torino, Arianna, all’anagrafe Arianna Luzi, inizia a studiare pianoforte classico all’età di 8 anni ed in seguito ad appassionarsi alla danza classica e contemporanea.

A 17 anni entra nella “Scuola del Musical” di Saverio Marconi dove si diploma nel 2009 e grazie alla quale scopre uno sconfinato amore per il canto ma soprattutto per la recitazione.

Nello stesso anno debutta come performer in “Pinocchio - Il Grande Musical” con la Compagnia della Rancia, uno spettacolo che la porta in tour per l’Italia, a Seul e a New York City.

Continua cosi la sua carriera da performer sotto la regia di Christian Ginepro, Fabrizio Angelini e Lorenzo De Feo, avendo anche l’onore di collaborare con artisti quali Lidia Biondi e Mirella Mazzeranghi.

Nel frattempo proseguono gli studi di recitazione partecipando a numerose classi con insegnanti come Bernard Hiller, Danny Lemmo, Gabriel Bologna e Vincent Riotta.

Nel 2014 ha inizio la collaborazione con la Fabulous Dreams Production e il regista Fabio Zito, che la portano nuovamente in tour in Italia e oltre oceano calcando i palchi di Los Angeles e New York City con diverse produzioni teatrali tra cui la commedia "The Snail", che ha vinto il premio “Encore! Producer’s Awards 2015” all’ Hollywood Fringe Festival.

È proprio grazie a questo show che inizia a scrivere e comporre canzoni portando la sua musica anche in numerosi locali Newyorkesi.

Ha perfezionato la sua tecnica partecipando ad alcuni stage presso il CET di Mogol.

 

NEL WEB

Official website: www.ariannaluzi.com

Instagram: www.instagram.com/arianna_voice         

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCznMrDNvL6lvlcUAO4HxtqQ

Facebook: https://www.facebook.com/arianna.luzi.583

Twitter: www.twitter.com/AriannaVoice

 

Francesca Giovanetti e Carolina Nardella

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

Priscilla Bei – "Keplero" palylist "I colori dell'Autunno"

Priscilla Bei – "Keplero"

Il suono trip hop della Bristol degli anni ’90 viene attualizzato in un brano pop riflessivo, ombroso e affascinante.

“Forse dovevo imparare da mio padre a godermi la vita, ad apprezzare le sere in un bar anche se tutto va male.”

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

ARTISTI: Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica e promozionale. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria 

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’ afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista), Franco Sainini.

Una piccola scintilla musicale.

 

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 hai gradito l'informazione? puoi mettere un like, condividerla e seguirci su i nostri social

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

Leggi tutto...

Quasi come un film. Lo Stato Delle Cose, il rock e il coraggio delle proprie passioni.

Quasi come un film. Lo Stato Delle Cose, il rock e il coraggio delle proprie passioni.

Il talento, le idee e l’ispirazione non bastano: per muoversi nel mondo dell’arte serve prima di tutto un lavoro serio e costante per affinare il proprio talento e limare i propri limiti. Può sembrare scontato dirlo, ma è bene ricordarlo ogni giorno. I milanesi Lo Stato Delle Cose di questi fatti sembrano parecchio consapevoli e proprio questo, insieme alle loro canzoni pop spontanee in cui danno corpo in modo immediato e genuino dei piccoli film umani, gli ha consentito di uscire vincitori, insieme ai pavesi Nylon, da un concorso importante come Rock Targato Italia.

Io partirei da Rock Targato Italia visto che, se non ricordo male, avete raccontato che la prima esibizione alle selezioni del concorso è stata anche la vostra prima volta assoluta su un palco…

Sì, è vero. In realtà è una cosa che ci ha fatto anche un po’ incazzare perché Tommy, il batterista, chiudeva sempre le nostre esibizioni dicendo “questa è stata la nostra prima esibizione”, “questa è stata la nostra seconda esibizione” e così via. Alessandro (voce e chitarra, ndr) ogni volta lo squadrava con aria assassina come per dire: “Non abbiamo bisogno di giustificarci”. Però evidentemente è una cosa che ha portato bene.

L’idea di partecipare al concorso come è nata?

È stata un’idea di Davide (il tastierista, ndr): gli altri nemmeno lo sapevano. Noi abbiamo iniziato a suonare insieme tre anni fa, inizialmente facendo cover e in seguito scrivendo pezzi nostri, però fino ad allora eravamo sempre rimasti solo in sala prove e, dopo tre anni, ci sembrava arrivato il momento di iniziare a farci sentire un po’ in giro. Tommy e Valentina (la bassista, ndr) però su questo punto erano un po’ più titubanti, così Davide ha pensato di iscriverci al concorso senza dire niente agli altri solo per avere qualche occasione per suonare dal vivo mettendo tutti davanti al fatto compiuto. L’avventura è iniziata così: con tanta paura ma anche con molta voglia di far sentire quello che siamo.

La cosa che mi ha colpito, avendo seguito il concorso dalle prime selezioni fino alle finali, è la crescita che avete avuto in questi mesi: la prima volta che vi ho visto eravate molto acerbi e spauriti mentre alle finali sembravate quasi un altro gruppo. Cosa è cambiato in questi mesi? Che tipo di lavoro avete fatto?

In questi mesi abbiamo suonato tanto. La prima esibizione a Rock Targato Italia ci ha battezzato e ci ha tolto alcune insicurezze. Da lì è nata la voglia di suonare il più possibile e la via più facile è stata fare concorsi. Così ci siamo iscritti a tutti i concorsi possibili, il che è stato molto positivo perché i concorsi ti portano a suonare sempre davanti a un pubblico che non ti conosce, a confrontarti con situazioni diverse fra loro e spesso, visto che si tratta sempre di condividere il palco con altri gruppi, in situazioni tecniche non ottimali: tutte cose che ti costringono a maturare molto in fretta e ti permettono di acquisire fiducia e migliorare l’affiatamento all’interno della band.

Per presentarvi a chi ancora non vi conosce: quali sono le vostre influenze?

La nostra forza è che tutti e quattro abbiamo l’apertura mentale di ascoltare di tutto senza pregiudizi, ma siamo cresciuti comunque con la musica alternativa degli anni ‘90 e con band come Afterhours, Marlene Kuntz, ecc… Per questo ci piace riprendere lo spirito e il sound di ciò che ci piaceva, anche se, filtrandolo attraverso la nostra sensibilità e il nostro modo di essere, esce probabilmente una cosa diversa. Però comunque partiamo da quel tipo di approccio.

Una cosa che traspare molto è la vostra cura per i testi…

Sì. Dopotutto, cantando in italiano, è naturale che la prima cosa che arriva siano i testi, ai quali tra l’altro collaboriamo tutti: in genere ognuno porta dei propri spunti e Alessandro alla fine cerca di rifinire tutto. Per esempio “Buona fortuna” l’ha scritta Valentina mentre “Lo stato delle cose” Alessandro e Davide.

A proposito di “Lo stato delle cose”: è nata prima la canzone o il nome del gruppo?

Prima è nato il nome del gruppo. Deriva dal film di Wim Wenders. E’ un film che Davide ha visto anni fa e da cui all’epoca era rimasto sconvolto, tanto che si ripeteva sempre che, se avesse trovato la band giusta, l’avrebbe chiamata proprio Lo Stato Delle Cose.

La canzone è nata dopo ed è stato il secondo pezzo che abbiamo scritto insieme.

Tra l’altro, a proposito di film, io trovo molto cinematografico il vostro modo di scrivere.

La maggior parte delle canzoni, a dire il vero, nascono prima dalla melodia: il testo in genere viene dopo. Però, già mentre scriviamo la musica, quello che abbiamo in testa sono proprio i fotogrammi di un film. Per cui, sì, nel nostro gruppo c’è sicuramente un legame cinematografico fra musica e scrittura.

In “Perdersi” parlate di ritrovare il coraggio di odiare e il coraggio di amare…

Tutti i nostri testi nascono da storie che abbiamo in qualche modo vissuto. “Perdersi” parla di una persona che ha il terrore di abbandonarsi alle proprie passioni perché in passato è già rimasta ferita e ha imparato che vivere una passione può portarti ad amare ma anche a odiare. È dedicata a tutte le persone che, a causa di qualche vecchia ferita, non riescono più a lasciarsi andare completamente in qualunque tipo di situazione.

Avete da poco iniziato a farvi sentire in giro ma avete già pubblicato un EP. Come mai la scelta di registrare subito?

L’idea di registrare è nata semplicemente dall’esigenza di avere qualcosa da fare ascoltare quando andiamo a proporci per suonare dal vivo. Poi però, avendoci lavorato molto, una volta ultimata la registrazione delle cinque canzoni che dovevano farci semplicemente da biglietto da visita, ci siamo trovati in mano un prodotto che ci sembrava soddisfacente, così abbiamo deciso di renderlo anche pubblico.

Oltretutto abbiamo avuto la fortuna di presentare queste canzoni al Tambourine di Seregno (MB) all’interno di una serie di serate molto particolari che abbinano la musica ad altre forme d’arte, e la ragazza che gestisce la programmazione del locale ha pensato di associarci a un fotografo messicano bravissimo che si chiama Héctor Chico. Lui ha prodotto delle foto da mettere come fondali a questo concerto e ha fatto un lavoro bellissimo, tant’è che uno di questi scatti è diventato la copertina dell’EP.

Tra l’altro dobbiamo davvero fare i complimenti a Héctor perché in un solo fotogramma è riuscito veramente a leggere Lo Stato Delle Cose. E’ un lavoro che ci ha folgorato.

E’ stato davvero un anno di incontri incredibili, sia musicali che culturali in generale.

A proposito di incontri: fra le band con cui avete condiviso il palco a Rock Targato Italia c’è qualcuno che vi è piaciuto particolarmente?

Ci sono state diverse realtà molto valide. Anzi, sinceramente ci siamo stupiti quando abbiamo saputo di avere vinto perché fra le band in concorso c’erano delle cose tecnicamente di livello altissimo. Gli Under The Snow, per esempio, sono dei ragazzi umili e simpatici ma con una tecnica eccelsa. Oppure ci sono piaciuti molto i MaLaVoglia e i Nylon, tanto che, già alle prime selezioni, quando abbiamo sentito per la prima volta questi ultimi abbiamo avuto fin da subito la sensazione di trovarci di fronte ai vincitori del concorso.

Avete vinto Rock Targato Italia e avete pubblicato un EP. Ora cosa succede? Quali sono i vostri prossimi passi?

Il primo passo sarà lanciare ufficialmente il primo singolo e, se riusciamo a girarlo nei tempi giusti, anche il primo video. È vero che abbiamo già pubblicato l’EP ma siamo consapevoli che una manciata di canzoni pubblicate senza una vera promozione è come se non esistessero. Dunque, adesso è tempo di lavorare sulla promozione.

L’obbiettivo è quello di uscire nei prossimi mesi con due singoli, che saranno “Perdersi” e “Imperfetti sconosciuti”. Oltre a questo, vogliamo promuovere il più possibile questo progetto, suonare il più possibile dal vivo e, se tutto va bene, uscire verso la fine 2019 con un album completo. Ci stiamo lavorando e abbiamo diversi pezzi molto belli da arrangiare.

Intervista a cura di Roberto Bonfanti (scrittore e artista)

www.rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Intercity – Notturno

Intercity – Notturno

Una via moderna, inquieta e suggestiva al pop d’autore. Chitarre ed elettronica. Melodia e distorsioni. Ritmo cadenzato e malinconia.

“Non c’è mezza luna tra la nebbia o foschia, un blu notturno da penombra in città...”

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

 

ARTISTI:

 

Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista). Una piccola scintilla musicale.

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 

più informazioni su:
www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

Leggi tutto...

NYLON, Vincitori di Rock Targato Italia 2018, su ALL MUSIC ITALIA

NYLON

Vincitori di Rock Targato Italia 2018

in anteprima nazionale su

ALL MUSIC ITALIA

con il videoclip  “L’INDECENTE”

http://www.allmusicitalia.it/news/anteprima-video-lindecente-nylon.html

S’intitola “L’indecente” il primo videoclip della band pavese NYLON da oggi in anteprima nazionale su ALL MUSIC ITALIA. Il singolo sarà rotazione radiofonica a partire dal 5 novembre.

Si può dire che “L’indecente” rappresenti il manifesto della band. Con il suo incipit “Sai che impudenza: la pretesa di cantare una canzone originale”, i Nylon lasciano trasparire la volontà di non calarsi in stereotipi che meglio si adattano alla società benpensante per costruirsi una loro identità.

Del resto la canzone stessa, a cavallo tra cantautorato e ritmi gitani, racconta di vite bohémien, di donne, di seduzione. Il videoclip, girato tra le strade e i pub di Pavia, richiama lo stesso tema, sposandosi con la musica e con il testo del brano.

“L’indecente” anticipa l’uscita dell’album “Quasi Fosse Una Tempesta” prevista per gennaio 2019.

“è divertente quello che chiami indecente”  NYLON

I Nylon nascono nel 2000 dalla collaborazione fra Filippo Milani e Davide Montenovi.

Per quasi una decade il progetto è consistito in un duo che ha portato nei locali del nord Italia i grandi classici del rock rivisitati in chiave acustica: un tributo culturale che ancora oggi costituisce un riferimento importante nella stesura delle composizioni.

Nel 2015 l’esperienza ha subito una svolta radicale, abbandonando il fronte delle cover in favore di una scaletta di brani propri inediti.

Al duo si è aggiunto il violoncello di Adriano Cancro, portando il nucleo della band a tre elementi.

I Nylon vantano una stretta collaborazione con Roberto Re e Fabio Minelli, strumentisti noti della scena lombarda.

Le diverse estrazioni dei musicisti creano un repertorio originale, in cui il genere cantautorato trova sostegno in arrangiamenti più elaborati che spesso hanno riferimenti ai generi più disparati (jazz, classica, manouche, folk, rock e hard rock).

Lo spettacolo ha una forte impronta teatrale, che mira a coinvolgere in modo diretto il pubblico per non lasciarlo semplice spettatore.

Il progetto riscuote i favori di critica e pubblico in ambito pavese, dove i concerti sono sempre sold out e dove la band ha ottenuto numerosi articoli e apparizioni su testate ed emittenti locali, radiofoniche e televisive.

I Nylon hanno aperto i concerti di vari artisti, fra cui Max Manfredi, le Luci della Centrale Elettrica, Roberto Angelini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian.

Nel 2016 è uscito Antipasto Crudo, EP di quattro canzoni distribuito esclusivamente ai concerti.

Nel 2018 la band vince Rock Targato Italia.

A gennaio 2019 è prevista la pubblicazione del primo album della band, “Quasi fosse una tempesta.

NEL WEB

Official Website: http://www.nylonproject.com

Instagram:  https://www.instagram.com/nylonofficial/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCM5PugHcUt4QwrERpCfd_Sw

Facebook: https://www.facebook.com/nylonproject

 

Carolina Nardella

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655  - 393 2124576

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

MAX GAZZE’, LA FAVOLA DI ADAMO ED EVA

MAX GAZZE’

LA FAVOLA DI ADAMO ED EVA

1998-2018 ANNIVERSARY EDITION

 

In occasione del suo 20ennale ritorna in tutti i negozi “La Favola Di Adamo Ed Eva”, l’album di Max Gazzè che fu una svolta per la sua carriera e portò alla musica italiana uno dei lavori pop più amati e sperimentali dell'ultimo ventennio.

La Favola Di Adamo Ed Eva 1998-2018 Anniversary Edition” (https://vir.lnk.to/favola) da oggi, 26 ottobre, arriva in CD e DOPPIO LP (Virgin) in versione rimasterizzata con 15 tracce che includono anche “Una Musica può Fare” (il brano in gara a Sanremo 1999) e la ex ghost “Etereo“ che esce così dall’ombra ed entra a pieno diritto nella scaletta dell’album.

 

Riascoltandolo oggi, La favola di Adamo ed Eva rivela la sua identità senza tempo grazie anche alla modernità degli arrangiamenti, alla semplicità delle strumentazioni e alla spontaneità che permea l’ascolto e rende l’esperienza molto stimolante.

Nell’anno della nascita di Google, del Viagra e ovviamente di Windows 98; nell’anno in cui iniziava la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale e Pantani vinceva il Giro D’Italia e il Tour de France; nell’anno degli 11 oscar al film Titanic, ma anche della morte di Lucio Battisti e Frank Sinatra e dello scandalo del SexGate, i testi di Max Gazzè irrompevano sulla scena musicale italiana in maniera sorprendente.

Oggi resta salda e attuale la tracklist dell’album cha va da “Cara Valentina” ai tormentone “Vento d’estate”, “Una musica può fare” o la stessa “La Favola di Adamo ed Eva”, fino a “L’amore pensato” o “Comunque vada”, tutti straordinari successi di classifica e ariplay radio.

 

In questi giorni Max Gazzè è impegnato in un tour europeo dedicato a questo album che approderà in Italia con tre concerti speciali a Roma, all’Auditorium Parco della Musica, il 28, 29 e 30 dicembre.

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

 

Leggi tutto...

Sfigher - Baciami forte

 

Sfigher - Baciami forte

 

Un ultimo raggio di sole prima di gettarsi nell’autunno. Una canzone d’amore spensierata, trascinante e spudoratamente pop.

 

Ce ne vuole di più, non basta mai: baciami forte e mettimi nei guai”

 

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

 

ARTISTI:

 

Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini e Roberto Bonfanti (scrittore e artista). Una piccola scintilla musicale.

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 

Una piccola scintilla musicale. Buona musica

 

più informazioni su:
www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

 

 

Leggi tutto...

Francesco Pelosi - Il rito della città

Francesco Pelosi - Il rito della città

Una melodia minimale dal sapore antico e notturno intonata da un autentico chansonnier. Un brano elegante, suggestivo e poetico.

“Offri il Martini con le arance a lui che bestemmia mentre i suoi occhi pregano, e prendi questo valzer: danza con me finché la morte muore.”

 

Francesco Pelosi artista della play-list Speciale

“I COLORI DELL’AUTUNNO”

da Rock Targato Italia

by Divinazione Milano

 

La playlist i “COLORI DELL’AUTUNNO” creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria della nostra attività discografica, culturale, e professionale quotidiana.

Un progetto Divinazione Milano, Francesco Caprini e Roberto Bonfanti (scrittore e artista)

Immagina una semplice raccolta, apparentemente per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini. La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

IMMAGINA  L’AUTUNNO

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

ARTISTI:

Les Fleurs Des Maladives - Andrea RobbianiFrancesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

Una piccola scintilla musicale. Buona musica

I COLORI DELL’AUTUNNO  Track-List   Su spotify: https://goo.gl/APXEbs

più informazioni su: http://www.rocktargatoitalia.eu/k2/k2... https://www.facebook.com/Divinazione-... https://www.facebook.com/rocktargatoi... www.rocktargatoitalia.it https://twitter.com/divinazione_mi https://www.instagram.com/RockTargato... https://www.instagram.com/divinazione  youtube https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

Leggi tutto...

Andrea Robbiani - "L'ultima volta" - Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO”

Andrea Robbiani - "L'ultima volta"

La fine di un amore fotografata con ironia e malinconia in un brano dal gusto anni ’70 in cui si mischiano pop, rock e musica d’autore.

“L’ultima volta che abbiamo scopato, per usar parole tue, ma non ti sei accorta che ero già così lontano dai pensieri tuoi…”

 

Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia

by Divinazione Milano

su Spotify: https://goo.gl/APXEbs

 La playlist i “COLORI DELL’AUTUNNO” creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria della nostra attività discografica, culturale, e professionale quotidiana.

Un progetto Divinazione Milano, Francesco Caprini e Roberto Bonfanti (scrittore e artista)

 Immagina una semplice raccolta apparentemente per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini. La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

 IMMAGINA L’AUTUNNO

 La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

 ARTISTI:

Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi - Sfigher IntercityAndrea CassettaPriscilla Bei - Casablanca NujuPaolo SaporitiIsmaelRemida - Hotel Monroe BarberiniScudetto

 

Se vi è piaciuta lasciate un commento un like e seguiteci anche sul canale youtube di Rock targato Italia

https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

 

Ufficio Stampa DivinazioneMilano

cell. 393 2124576

mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.divinazionemiano.it

Leggi tutto...

I colori dell’ autunno. Il rock è vivo anche se non lo sa

I colori dell’autunno. Il rock è vivo anche se non lo sa

Articolo pubblicato su Il GiornaleOFF spin-off culturale del quotidiano nazionale Il Giornale 

 

Francesco Caprini e Franco Sainini, i fondatori di Rock Targato Italia, sono due meravigliosi pazzi. Ma non lo sono solo per il fatto di portare avanti praticamente da soli, da oltre trent’anni, il più importante concorso musicale italiano. La loro pazzia si riscontra soprattutto nell’ostinazione con cui inseguono, proprio negli anni in cui ognuno gioca a fare il piccolo vip sui propri spazi social, l’utopia di ricostruire dal basso una scena musicale basata sullo scambio umano fra gli artisti e sul desiderio di comunicare contenuti vitali. Una follia così bella che non può che essere contagiosa e che finisce col concretizzarsi in progetti come la playlist I colori dell’autunno pubblicata su Spotify proprio in questi giorni.

L’obbiettivo del progetto è più che chiaro: mettere insieme quindici belle canzoni recenti per accompagnare l’arrivo dei primi freddi, ma soprattutto farlo scavando nel mondo delle sale prove girando al largo dai pur meritevoli artisti più in vista del momento. Una scelta, quest’ultima, dettata non da snobismo ma dal desiderio di dimostrare quanto il sottobosco musicale della penisola sia ancora potenzialmente fertile e ricco di talenti.

La scaletta della playlist, alla cui compilazione -è bene dirlo per trasparenza anche se il punto non è quello– ha collaborato anche chi scrive, si apre in modo quasi programmatico con le chitarre sferraglianti de Le Fleurs De Maladives e con la loro pungente “La grande truffa dell’indie rock”.

Il rock tornerà poi protagonista anche con le sonorità stoner di “Maschere” dei Casablanca, con il grunge d’autore di “Fuliggine” di Andrea Cassetta e con la potenza narrativa di “E dove andrai, Luchino?” degli Ismael, senza dimenticare le contaminazioni elettroniche da ballare di “L’ultima cosa che” degli Hotel Monroe o le commistioni combat folk di “Denaro” dei Nuju. Anche il pop in tutte le sue sfumature ha il proprio spazio, passando da quello più scanzonato di “Baciami forte” degli Sfighera quello intimista di “L’ultima notte” di Barberini, toccando il trip hop ombroso di “Keplero” diPriscilla Bei, le inquietudini morderne di “Notturno” degli Intercity o le riflessioni sociali di “La canzone del secolo” dei Remida, fino ad arrivare alla filastrocca lo-fi destrutturata “Championship manager” degli Scudetto. L’ultima direzione toccata è quella della canzone d’autore, ma anche qui si spazia fra approcci diversi fra loro: dal minimalismo poetico di “Il rito della città” di Francesco Pelosialle venature rock anni ‘70 di “L’ultima volta” di Andrea Robbiani, fino alla lacerante “Arrivederci Roma” di Paolo Saporiti.

Quindici stili per altrettanti artisti che testimoniano quanto, sotto alle macerie dell’indie più modaiolo e alla cortina di fumo dei social network, la scena musicale italiana sia sempre viva, anche se per permetterle di crescere seriamente servirebbero la convinzione che spesso manca agli stessi artisti, una consapevolezza tutta da ricostruire e una vagonata di sanissima follia.

La playlist è ascoltabile direttamente su Spotify a questo link.

     

 
Roberto Bonfanti

Roberto Bonfanti

Scrittore e artista, è nato in un sabato pomeriggio dell’anno in cui morì Piero Ciampi. Ha pubblicato cinque romanzi e diversi racconti. Ama raccontare storie pulsanti di vita e segue da sempre con attenzione ciò che accade nel mondo della musica italiana. Sul web: www.robertobonfanti.com

 
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?