Menu

ROCK TARGATO ITALIA, Serata Evento Live

ROCK TARGATO ITALIA, Serata Evento Live

12 dicembre dalle ore 21.15 Legend Club Milano

(Viale Enrico Fermi 98 - angolo via Sbarbaro. Milano)

 

In occasione della pubblicazione della compilation di Rock Targato Italia 2018, al LegendClub di Milano si trascorrerà una serata all’insegna di performance e concerti. Un evento nello stile Divinazione Milano (Divi In Azione): caotico, creativo, inclusivo con musicisti, scrittori, poeti e pittori a raccontarci e vivere nuove proposte artistiche.

 

Nata a Milano negli anni ottanta, la rassegna musicale italiana Rock Targato Italia è una tra le più interessanti manifestazioni di scouting, e ad oggi è giunta alla XXXI edizione in forma ottimale.

 

Foto della COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA 2018, “1958 – 2018 Sessant’anni di rock Italiano”. Opera di  GIO Manzoni, pittore

“La Madonna Desnuda”.

 

PROGRAMMA: EVENTI, PERFORMANCE E CONCERTI

 

Alia, nome d’arte del musicista e autore Alessandro Curcio, unisce la passione per la poesia ad un gusto per melodie ariose e fortemente cantabili. Le sue influenze musicali vanno dal cantautorato italiano più raffinato e intimo al songwriting inglese anni ’80. “A dispetto di ogni cliché, si può anche essere pop senza rinunciare alla poesia”.

 

Jack Anselmi presenta la sua musica come una raccolta di storie, pensieri e riflessioni, affrontati talvolta in maniera ironica e piacevole. Il teatro canzone sposa il folk nell’era dell’eterno precariato.

 

Paolo Pelizza, (Le visioni di Paolo), dopo aver provato a suonare la chitarra e a cantare con scarsissimi risultati, si è messo a lavorare come copywriter in pubblicità. Abbandonerà il mondo dell’advertising a favore di quello della produzione di audiovisivi. Così farà tutta la gavetta da assistente ad organizzatore generale di film. E’ stato Presidente di Lombardia Film Commission ed è docente di Produzione presso Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema a Milano. Nonostante la produzione sia il suo lavoro non ha mai abbandonato i primi amori e mettendoli insieme, da qualche anno tiene una rubrica su rocktargatoitalia.eu intitolata Le Visioni di Paolo dove sproloquia di musica, recensisce concerti e chiacchiera come al bar di società e utopie.

In occasione della presentazione della compilation di Rock targato Italia, prevista in una data così storicamente significativa, il vostro amichevole Visionario (oltre ad essere autorizzato a fare da guastatore durante la serata) ricorderà la Strage di Piazza Fontana, le vittime e che per quell'orribile crimine, non esiste ancora una verità se non quella suggerita dalla Storia.

 

Andrea Devis è cantautore e vocal coach. Nel 2018 è stato pubblicato il suo album di debutto da solista: "Nella Stanza" che contiene undici brani scritti di suo pugno e due cover, sospesi tra il pop degli anni ottanta, l'elettronica e la black music

 

Massimo Francescon Band, nata nel 2013 con il progetto di arrangiare e proporre dal vivo le canzoni del cantautore trevigiano Massimo Francescon. La band è stata protagonista di numerosi contest, vincendo importanti premi, tra questi il premio “Stefano Ronzani” a Rock Targato Italia 2017.

 

Lo Stato Delle Cose, è un gruppo dell’hinterland milanese Pop - Indie Rock nato nel 2015. Non vogliono descrivere storie, ma soffermarsi solo su alcuni fotogrammi in bianco e nero di istanti ben precisi. Il suono è semplice, diretto ma curato. “Le storie esistono solo nelle storie mentre la vita scorre nel corso del tempo”.

 

Massimiliano Morelli (poeta) è cresciuto in Liguria ma è milanese d’adozione. Apprende l’inglese giocando ai videogiochi, legge i poeti ascoltando punk e rock, studia estetica nei magazzini di vestiti vintage e impara a scrivere innamorandosi. Ha pubblicato nel 2013 la silloge “prima di noi, dopo di lei”.

 

Roberto Bonfanti (Scrittore), malinconico per indole, testardo per vocazione, sognatore per DNA, disilluso per puro caso, incostante e incoerente per necessità, il suo primo tentativo di scrivere un racconto risale all'età di sette anni.

 

Gio Manzoni (pittore), autore dell’opera “Madonna Desnuda”, cover della compilation Rock Targato Italia 2018. Nato a Cochabamba, Bolivia nel 1979, cresce in Italia dove arriva all'età di un anno e mezzo. Si diploma al Liceo Artistico di Bergamo e poi studia pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera con il massimo dei voti. Lavora in Italia e all'estero per gallerie, aziende, privati e partner istituzionali. Ha esposto alla Biennale d’Arte di Venezia nel 2011.

 

VideoPerformance “Dialoghi di una tela” progetto di Marco Bilico.

 

ACCENDETE I MOTORI CONTRO LA NOIA. VI ASPETTIAMO

 

info:

  1. rocktargatoitalia.eu

fb Rock Targato Italia

  1. divinazionemilano.it

fb Divinazione Milano

https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

.

 

 

FRANCESCO CAPRINI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob.392 5970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

“1958 – 2018 Sessant’anni di rock Italiano” Compilation Rock Targato Italia 2018

 

COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA 2018

Titolo: “1958 – 2018 Sessant’anni di rock Italiano”

Adriano Celentano, Enzo Jannacci, Tony Dallara, I Campioni - la band di Roby Matano, frontman che ha inciso per primo “Tintarella di Luna”, e gruppo che nel tempo, ha visto debuttare un giovane Lucio Battisti alla chitarra - Luigi Tenco, Franco Battiato (alle prime esperienze discografiche).

Nata a Milano negli anni ottanta, la rassegna musicale italiana Rock Targato Italia è una tra le più interessanti manifestazioni di scouting, e ad oggi è giunta alla XXXI edizione in forma ottimale.

Il 14 dicembre 2018 sarà pubblicata la compilation dal titolo: “1958 – 2018 Sessant’anni di rock italiano”, preceduta da un evento live in programma il 12 dicembre al  LEGENDCLUB di Milano.

Un evento nello stile Divinazione Milano (Divi In Azione) caotico, creativo, inclusivo con musicisti, scrittori, poeti, pittori a raccontarci e vivere nuove proposte artistiche.

La compilation di Rock targato Italia è dedicata, in parte, ai sessant’anni di storia della musica rock italiana, 1958 – 2018 e dall’altra ai gruppi emergenti contemporanei.

Dal meeting al Palaghiaccio di #Milano del 1958, ai numerosi locali rock sparsi nel territorio nazionale, frequentati oggi da molti artisti che propongono brani inediti originali e di qualità, inclusi nella compilation:

JACK ANSELMI "Libero" - DANIELE CHIARELLA "Abissi" - LO STATO DELLE COSE "Buona Fortuna" - MASSIMO FRANCESCON BAND "Arcobaleni al temporale" - NOT "Sogni e Bisogni" - ORGANICO RIDOTTO "Frate de Saie" - ROLLING CARPETS "Qualcosa di più"- VXA "Colpo di reni" - BLANK "Static Breather" – ANDREA DEVIS “Pezzi Di Cuore Tra I Cuscini Del Divano” - INSIDE THE HOLE "Beer! Sex!..and fuckin' roll" 

Divinazione Milano ringrazia la SAAR Records e alla sua storia: la casa discografica italiana, con sede a Milano, più longeva d’Italia.

La compilation è un progetto (non esaustivo naturalmente) che coinvolge tutti coloro che hanno dedicato parte della loro vita alla ricerca, alla sperimentazione e alla gioia di realizzare se stessi come artisti e persone creando tanti momenti indimenticabili, nuovi stili di vita, di cultura e costumi sociali

Un grande, immenso, grazie a tutti i protagonisti della compilation, da ascoltare con attenzione e spirito libero.

TRACK-LIST

Adriano Celentano – “Il tuo bacio è come un rock” Un brano simbolo di uno dei personaggi più iconici della nostra cultura popolare. C’è bisogno di presentazioni?

Tony Dallara – “Come Prima” Uno dei primissimi esempi, destinati a fare scuola, di ballata rock romantica in italiano. Uno dei precursori di un filone musicale ancora oggi fortunatissimo.

I Campioni – “Tintarella di luna” La versione originale, cantata da una band seminale del rock’n’roll italiano, di una canzone entrata ben presto nell’immaginario collettivo.

Franco Battiato – “La Torre” I primi passi di un promettente ragazzotto siciliano sbarcato a Milano col sogno di fare musica. La preistoria di Battiato. Prima ancora di “Fetus”.

Luigi Tenco – “Ragazzo mio” Inquietudine profonda, malinconia e impegno sociale. La rivoluzione culturale del ’68 sarebbe arrivata solo quattro anni dopo ma Tenco era già avanti anni luce.

Enzo Jannacci – “El portava i scarp del tennis” Le origini della canzone d’autore più autentica. Quando la musica incontra il desiderio di raccontare la realtà con uno sguardo fuori dai canoni.

Jack Anselmi – “Libero” Amarezza, ironia e andamento giocosa. Una brano fintamente sbarazzino per raccontare in modo pungente il mondo di un lavoratore precario.

Daniele Chiarella – “Abissi”
Una canzone d’amore delicatissima dall’atmosfera sognante scandita solo dalla chitarra acustica e poco altro.

Lo Stato Delle Cose – “Buona fortuna” Fra indie, pop e richiami new-wave.  Una band che erge a propria bandiera la spontaneità e il desiderio di raccontare le relazioni umane nel modo più sincero.

Massimo Francescon Band – “Arcobaleni al temporale” Un cantautore rock capace da sempre di coniugare una scrittura tanto immediata quanto elegante con uno sguardo aperto e attento sul mondo.

NOT – “Sogni e Bisogni” Si può anche essere pop nel modo più sfacciato possibile senza per questo rinunciare alla raffinatezza: questo brano ne è la dimostrazione.

Organico Ridotto – “Frate de Saie” Un progetto affascinante e suggestivo che parte dal dialetto abruzzese per reinventare il folk in chiave estremamente contemporanea e personale.

Rolling Carpets – “Qualcosa di più” La frizzantezza di una band giovanissima e piena di energia sposa l’amore per la melodia con la passione per le sonorità rock più internazionali.

VXA – “Colpo di reni” Una ballata rock scura, sincera e introspettiva che mette a nudo le inquietudini di un uomo qualunque di fronte 

Blank – “Statics Breather” Sonorità sintetiche e melodia. Un progetto modernissimo e affascinante tanto nelle scelte sonore quanto nell’approccio e nei contenuti.

Andrea Devis – “Pezzi di cuore tra i cuscini del divano” Elettronica dal gusto anni ’80, ritornello pop martellante e un testo malinconico sullo smarrimento che segue la fine di un amore.

Inside The Hole – “Beer! Sex!..and fuckin' roll” Il titolo dice già tutto: una band siciliana con un amore viscerale per il blues più sporco e il rock’n’roll più americano.

(presentazione a cura di Roberto Bonfanti, scittore)

Seguiteci sui social, ci saranno importanti sorprese, molta informazione, condivisione e cultura musicale italiana.

La storia continua

più informazioni su:

  1. rocktargatoitalia.eu
  2. divinazionemilano.it

fb Rock Targato Italia

fb Divinazione Milano

https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

 

FRANCESCO CAPRINI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 392 5970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

Barberini - "L'ultima notte"

Barberini - "L'ultima notte"

Vogliamo chiamarlo semplicemente “dream pop”? Una canzone delicatissima, dall’atmosfera sognante e la melodia lieve come una ninnananna.

“Dopo la morte hai dei piani o ti arrendi? Ti andrebbe di dirci semplicemente la verità?”

 

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano a cura di @Roberto Bonfanti

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

 

ARTISTI: Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano,  la playlist "I Colori dell'Autunno" è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica e promozionale. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria 

 

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’ afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista), Franco Sainini.

Una piccola scintilla musicale

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 

 ti piace l'articolo? puoi mettere un like, condividerlo e seguire su i nostri social

 

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

Dal 12 novembre è disponibile CLICHÉ il nuovo racconto di Roberto Bonfanti

Il senso di sconfitta di un uomo alle prese con i propri dubbi respira nel nuovo racconto di Roberto Bonfanti da scaricare gratis

 

I dubbi irrisolvibili e il senso di disorientamento di un uomo che, in crisi profonda con se stesso prima ancora che con la propria partner, sembra arrendersi alla sensazione che lasciarsi vivere sia l'unica soluzione possibile.

Il quinto capitolo della serie "Storie Contromano" di Roberto Bonfanti è un racconto disilluso e disarmato in modo quasi fastidioso che respira fra i pensieri più intimi e inconfessati di una persona alle prese con il tramonto dei propri sogni e la resa incondizionata alla consapevolezza della propria fragilità.


Leggi il racconto, scaricalo gratis e condividilo con chi vuoi al link http://www.robertobonfanti.com/

Leggi tutto...

Remida - "La canzone del secolo" playlist "I Colori dell' Autunno"

Remida - "La canzone del secolo"

La prova che si può fare pop in modo intelligente, unendo suoni metropolitani e melodie immediate con il desiderio di raccontare il mondo che ci circonda.

“Corrono via i nostri giorni mentre il cielo morde i nostri sogni: questa è la canzone del secolo e non c'è scritto nulla di comodo

 

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano a cura di @Roberto Bonfanti

 

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

 

ARTISTI: Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano,  la playlist "I Colori dell'Autunno" è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica e promozionale. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria 

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’ afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista), Franco Sainini.

Una piccola scintilla musicale

 

IMMAGINA  L’AUTUNNO

ti piace l'articolo? puoi mettere un like, condividerlo e seguire su i nostri social

 

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

Paolo Saporiti - Arrivederci Roma

Paolo Saporiti - Arrivederci Roma

Una voce straziante poco più che sussurrata tratteggia il senso di smarrimento di un brano tanto minimale quanto straniante e suggestivo.

“Arrivederci Roma, ancora, tu sai far male più di me.”

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano a cura di @Roberto Bonfanti

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

ARTISTI: Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano,  la playlist "I Colori dell'Autunno" è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica e promozionale. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria 

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’ afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista), Franco Sainini.

Una piccola scintilla musicale

 

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 ti piace l'articolo? puoi mettere un like, condividerlo e seguire su i nostri social

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

 

Leggi tutto...

“LIBERO” il nuovo singolo di JACK ANSELMI

“LIBERO” il nuovo singolo di JACK ANSELMI

disponibile in radio e in tutti i web store

Il 7 novembre uscirà in radio e in tutti i web store “Libero” il nuovo singolo di JACK ANSELMI

Il brano racconta la storia di Libero e affronta in chiave ironica la difficoltà di inserirsi nel mondo del lavoro qualificato e gli ostacoli che si incontrano nella ricerca dello stesso, problematiche ricorrenti dei nostri giorni.

La musica accompagna allegramente il testo della canzone, che nel finale esterna nonostante tutto l'amore e la nostalgia per il suo paese. Il singolo è estratto dall’album “Via Emilia”.

JACK ANSELMI

Jack Anselmi, all'anagrafe Giacomo, ha preso parte, come cantante e chitarrista, in diverse band rock, come la Jacks Daniel’s Band o i Just Peanuts.

Jack Anselmi ha già prodotto un primo EP dal titolo “JACK” contenente 5 pezzi inediti e una cover di Massimo Riva, realizzato con la collaborazione nella produzione/arrangiamenti del chitarrista Mauro Palermo

Con la Jack & Jack Band, invece ha pubblicato l’EP “L’America in un Bar”, preceduto dal singolo “America”. L'EP presentato in giro per l'Italia in diverse occasioni, - come aperture ai concerti di grandi chitarristi come Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Alberto Radius (Lucio Battisti), Ricky Portera (Lucio Dalla) – ha ottenuto lusinghieri successi.

Dopo la svolta cantautorale Jack è stato notato dal cantante emiliano Paolo Belli che lo ha invitato a suonare un brano in apertura alla Partita del Cuore svoltasi allo Juventus Stadium di Torino.

Nel novembre 2017 ha pubblicato l’album “Via Emilia” composto da otto brani. Il disco tratta diverse tematiche come i rapporti umani, il sociale, la vita quotidiana, i viaggi. Infatti la proposta dell’artista si presenta come una raccolta di storie, pensieri e riflessioni, affrontati talvolta in maniera ironica e piacevole.  Le atmosfere sono acustiche e leggere; il suono, registrato in presa diretta, arriva genuino e spedito senza fronzoli all’orecchio dell'ascoltatore.

In un'epoca in cui si fa gara a chi alza di più la voce, l'artista ha voluto, in modo decisamente contrario, raccontare le sue storie abbassandola.

 

NEL WEB:

Instagram: https://www.instagram.com/giacomo.anselmi/

YouTube:   https://www.youtube.com/channel/UCs80MGjRDbTYIulqg3DESRQ

Facebook:  https://www.facebook.com/gjackanselmi/

Twitter: https://twitter.com/GiacomoJAnselmi  

 

Francesca Giovanetti

 

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

“BRING IT OUT” il nuovo singolo di ARIANNA

dal 7 novembre In radio e in tutti i web store

“BRING IT OUT” il nuovo singolo di ARIANNA

Sarà in radio a partire dal 7 novembre “Bring it out” il nuovo singolo della cantautrice piemontese ARIANNA, nota nel mondo per la sua presenza in famosi musical internazionali.

Supportato dall’etichetta italiana Gika Productions, il brano è una delle tracce contenute nell’ep “Andrew”, distribuito in tutto il mondo dall’etichetta americana Bentley Records, che, come un diario, raccoglie tutte le sensazioni più disparate dell’artista.

Ciò che si evince è un forte desiderio di sperimentare aspetti ancora sconosciuti che la vita offre, con onestà e senza pudori. Il risultato è un insieme di brani, che, come si trattasse di diverse persone, raccontano ognuno una propria storia. Del resto, proprio come fanno le persone, ogni canzone interagisce con le altre, creando legami in maniera apparentemente casuale.  

L’onestà disarmante che traspare da tutto l’Ep, è particolarmente forte nel singolo “Bring it out”, in cui si celebra con ironia l’autoerotismo femminile.

Il ritmo incalzante del brano e la voce melodiosa dell’artista si fondono insieme, dando vita a una danza sfrenata.

ARIANNA

Nata in un piccolo paesino di montagna in provincia di Torino, Arianna, all’anagrafe Arianna Luzi, inizia a studiare pianoforte classico all’età di 8 anni ed in seguito ad appassionarsi alla danza classica e contemporanea.

A 17 anni entra nella “Scuola del Musical” di Saverio Marconi dove si diploma nel 2009 e grazie alla quale scopre uno sconfinato amore per il canto ma soprattutto per la recitazione.

Nello stesso anno debutta come performer in “Pinocchio - Il Grande Musical” con la Compagnia della Rancia, uno spettacolo che la porta in tour per l’Italia, a Seul e a New York City.

Continua cosi la sua carriera da performer sotto la regia di Christian Ginepro, Fabrizio Angelini e Lorenzo De Feo, avendo anche l’onore di collaborare con artisti quali Lidia Biondi e Mirella Mazzeranghi.

Nel frattempo proseguono gli studi di recitazione partecipando a numerose classi con insegnanti come Bernard Hiller, Danny Lemmo, Gabriel Bologna e Vincent Riotta.

Nel 2014 ha inizio la collaborazione con la Fabulous Dreams Production e il regista Fabio Zito, che la portano nuovamente in tour in Italia e oltre oceano calcando i palchi di Los Angeles e New York City con diverse produzioni teatrali tra cui la commedia "The Snail", che ha vinto il premio “Encore! Producer’s Awards 2015” all’ Hollywood Fringe Festival.

È proprio grazie a questo show che inizia a scrivere e comporre canzoni portando la sua musica anche in numerosi locali Newyorkesi.

Ha perfezionato la sua tecnica partecipando ad alcuni stage presso il CET di Mogol.

 

NEL WEB

Official website: www.ariannaluzi.com

Instagram: www.instagram.com/arianna_voice         

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCznMrDNvL6lvlcUAO4HxtqQ

Facebook: https://www.facebook.com/arianna.luzi.583

Twitter: www.twitter.com/AriannaVoice

 

Francesca Giovanetti e Carolina Nardella

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

Priscilla Bei – "Keplero" palylist "I colori dell'Autunno"

Priscilla Bei – "Keplero"

Il suono trip hop della Bristol degli anni ’90 viene attualizzato in un brano pop riflessivo, ombroso e affascinante.

“Forse dovevo imparare da mio padre a godermi la vita, ad apprezzare le sere in un bar anche se tutto va male.”

il brano è nella Playlist Speciale “I COLORI DELL’AUTUNNO” da Rock Targato Italia by Divinazione Milano

ascolta su spotify: https://spoti.fi/2O6ThRN

ARTISTI: Les Fleurs Des Maladives - Andrea Robbiani - Francesco Pelosi Sfigher Intercity - Andrea Cassetta - Priscilla Bei - Casablanca Nuju - Paolo Saporiti - Ismael - Remida - Hotel Monroe Barberini - Scudetto 

La Playlist I COLORI DELL’AUTUNNO contiene 15 brani. 15 artisti sballottati dagli eventi della vita in balia delle onde che tra dubbi e certezze hanno creato delle onde essi stessi per poter influenzare e cambiare coscientemente la qualità, l’essenza stessa della vita.

Creata da Divinazione Milano è nel tempo passato, presente e futuro, la memoria culturale e professionale della nostra attività discografica e promozionale. La tendenza che caratterizza gran parte del nostro quotidiano lavoro, a sostegno di artisti autenticamente originali e indipendenti. Una scena musicale straordinaria 

Una semplice raccolta, per stimolare e per vedere più in la, per aprirci all’universo intorno a noi, aprire i nostri canali recettivi, riacquisire il senso di meraviglia che provavamo da bambini.

La meraviglia che avevamo nel notare il controllo delle nostre mani, nell’ afferrare qualcosa, o nel vedere l’onda del mare a bagnarci i piedi.

Una proposta Divinazione Milano, Francesco Caprini Roberto Bonfanti (scrittore e artista), Franco Sainini.

Una piccola scintilla musicale.

 

IMMAGINA  L’AUTUNNO

 hai gradito l'informazione? puoi mettere un like, condividerla e seguirci su i nostri social

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia.

Leggi tutto...

Quasi come un film. Lo Stato Delle Cose, il rock e il coraggio delle proprie passioni.

Quasi come un film. Lo Stato Delle Cose, il rock e il coraggio delle proprie passioni.

Il talento, le idee e l’ispirazione non bastano: per muoversi nel mondo dell’arte serve prima di tutto un lavoro serio e costante per affinare il proprio talento e limare i propri limiti. Può sembrare scontato dirlo, ma è bene ricordarlo ogni giorno. I milanesi Lo Stato Delle Cose di questi fatti sembrano parecchio consapevoli e proprio questo, insieme alle loro canzoni pop spontanee in cui danno corpo in modo immediato e genuino dei piccoli film umani, gli ha consentito di uscire vincitori, insieme ai pavesi Nylon, da un concorso importante come Rock Targato Italia.

Io partirei da Rock Targato Italia visto che, se non ricordo male, avete raccontato che la prima esibizione alle selezioni del concorso è stata anche la vostra prima volta assoluta su un palco…

Sì, è vero. In realtà è una cosa che ci ha fatto anche un po’ incazzare perché Tommy, il batterista, chiudeva sempre le nostre esibizioni dicendo “questa è stata la nostra prima esibizione”, “questa è stata la nostra seconda esibizione” e così via. Alessandro (voce e chitarra, ndr) ogni volta lo squadrava con aria assassina come per dire: “Non abbiamo bisogno di giustificarci”. Però evidentemente è una cosa che ha portato bene.

L’idea di partecipare al concorso come è nata?

È stata un’idea di Davide (il tastierista, ndr): gli altri nemmeno lo sapevano. Noi abbiamo iniziato a suonare insieme tre anni fa, inizialmente facendo cover e in seguito scrivendo pezzi nostri, però fino ad allora eravamo sempre rimasti solo in sala prove e, dopo tre anni, ci sembrava arrivato il momento di iniziare a farci sentire un po’ in giro. Tommy e Valentina (la bassista, ndr) però su questo punto erano un po’ più titubanti, così Davide ha pensato di iscriverci al concorso senza dire niente agli altri solo per avere qualche occasione per suonare dal vivo mettendo tutti davanti al fatto compiuto. L’avventura è iniziata così: con tanta paura ma anche con molta voglia di far sentire quello che siamo.

La cosa che mi ha colpito, avendo seguito il concorso dalle prime selezioni fino alle finali, è la crescita che avete avuto in questi mesi: la prima volta che vi ho visto eravate molto acerbi e spauriti mentre alle finali sembravate quasi un altro gruppo. Cosa è cambiato in questi mesi? Che tipo di lavoro avete fatto?

In questi mesi abbiamo suonato tanto. La prima esibizione a Rock Targato Italia ci ha battezzato e ci ha tolto alcune insicurezze. Da lì è nata la voglia di suonare il più possibile e la via più facile è stata fare concorsi. Così ci siamo iscritti a tutti i concorsi possibili, il che è stato molto positivo perché i concorsi ti portano a suonare sempre davanti a un pubblico che non ti conosce, a confrontarti con situazioni diverse fra loro e spesso, visto che si tratta sempre di condividere il palco con altri gruppi, in situazioni tecniche non ottimali: tutte cose che ti costringono a maturare molto in fretta e ti permettono di acquisire fiducia e migliorare l’affiatamento all’interno della band.

Per presentarvi a chi ancora non vi conosce: quali sono le vostre influenze?

La nostra forza è che tutti e quattro abbiamo l’apertura mentale di ascoltare di tutto senza pregiudizi, ma siamo cresciuti comunque con la musica alternativa degli anni ‘90 e con band come Afterhours, Marlene Kuntz, ecc… Per questo ci piace riprendere lo spirito e il sound di ciò che ci piaceva, anche se, filtrandolo attraverso la nostra sensibilità e il nostro modo di essere, esce probabilmente una cosa diversa. Però comunque partiamo da quel tipo di approccio.

Una cosa che traspare molto è la vostra cura per i testi…

Sì. Dopotutto, cantando in italiano, è naturale che la prima cosa che arriva siano i testi, ai quali tra l’altro collaboriamo tutti: in genere ognuno porta dei propri spunti e Alessandro alla fine cerca di rifinire tutto. Per esempio “Buona fortuna” l’ha scritta Valentina mentre “Lo stato delle cose” Alessandro e Davide.

A proposito di “Lo stato delle cose”: è nata prima la canzone o il nome del gruppo?

Prima è nato il nome del gruppo. Deriva dal film di Wim Wenders. E’ un film che Davide ha visto anni fa e da cui all’epoca era rimasto sconvolto, tanto che si ripeteva sempre che, se avesse trovato la band giusta, l’avrebbe chiamata proprio Lo Stato Delle Cose.

La canzone è nata dopo ed è stato il secondo pezzo che abbiamo scritto insieme.

Tra l’altro, a proposito di film, io trovo molto cinematografico il vostro modo di scrivere.

La maggior parte delle canzoni, a dire il vero, nascono prima dalla melodia: il testo in genere viene dopo. Però, già mentre scriviamo la musica, quello che abbiamo in testa sono proprio i fotogrammi di un film. Per cui, sì, nel nostro gruppo c’è sicuramente un legame cinematografico fra musica e scrittura.

In “Perdersi” parlate di ritrovare il coraggio di odiare e il coraggio di amare…

Tutti i nostri testi nascono da storie che abbiamo in qualche modo vissuto. “Perdersi” parla di una persona che ha il terrore di abbandonarsi alle proprie passioni perché in passato è già rimasta ferita e ha imparato che vivere una passione può portarti ad amare ma anche a odiare. È dedicata a tutte le persone che, a causa di qualche vecchia ferita, non riescono più a lasciarsi andare completamente in qualunque tipo di situazione.

Avete da poco iniziato a farvi sentire in giro ma avete già pubblicato un EP. Come mai la scelta di registrare subito?

L’idea di registrare è nata semplicemente dall’esigenza di avere qualcosa da fare ascoltare quando andiamo a proporci per suonare dal vivo. Poi però, avendoci lavorato molto, una volta ultimata la registrazione delle cinque canzoni che dovevano farci semplicemente da biglietto da visita, ci siamo trovati in mano un prodotto che ci sembrava soddisfacente, così abbiamo deciso di renderlo anche pubblico.

Oltretutto abbiamo avuto la fortuna di presentare queste canzoni al Tambourine di Seregno (MB) all’interno di una serie di serate molto particolari che abbinano la musica ad altre forme d’arte, e la ragazza che gestisce la programmazione del locale ha pensato di associarci a un fotografo messicano bravissimo che si chiama Héctor Chico. Lui ha prodotto delle foto da mettere come fondali a questo concerto e ha fatto un lavoro bellissimo, tant’è che uno di questi scatti è diventato la copertina dell’EP.

Tra l’altro dobbiamo davvero fare i complimenti a Héctor perché in un solo fotogramma è riuscito veramente a leggere Lo Stato Delle Cose. E’ un lavoro che ci ha folgorato.

E’ stato davvero un anno di incontri incredibili, sia musicali che culturali in generale.

A proposito di incontri: fra le band con cui avete condiviso il palco a Rock Targato Italia c’è qualcuno che vi è piaciuto particolarmente?

Ci sono state diverse realtà molto valide. Anzi, sinceramente ci siamo stupiti quando abbiamo saputo di avere vinto perché fra le band in concorso c’erano delle cose tecnicamente di livello altissimo. Gli Under The Snow, per esempio, sono dei ragazzi umili e simpatici ma con una tecnica eccelsa. Oppure ci sono piaciuti molto i MaLaVoglia e i Nylon, tanto che, già alle prime selezioni, quando abbiamo sentito per la prima volta questi ultimi abbiamo avuto fin da subito la sensazione di trovarci di fronte ai vincitori del concorso.

Avete vinto Rock Targato Italia e avete pubblicato un EP. Ora cosa succede? Quali sono i vostri prossimi passi?

Il primo passo sarà lanciare ufficialmente il primo singolo e, se riusciamo a girarlo nei tempi giusti, anche il primo video. È vero che abbiamo già pubblicato l’EP ma siamo consapevoli che una manciata di canzoni pubblicate senza una vera promozione è come se non esistessero. Dunque, adesso è tempo di lavorare sulla promozione.

L’obbiettivo è quello di uscire nei prossimi mesi con due singoli, che saranno “Perdersi” e “Imperfetti sconosciuti”. Oltre a questo, vogliamo promuovere il più possibile questo progetto, suonare il più possibile dal vivo e, se tutto va bene, uscire verso la fine 2019 con un album completo. Ci stiamo lavorando e abbiamo diversi pezzi molto belli da arrangiare.

Intervista a cura di Roberto Bonfanti (scrittore e artista)

www.rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?