Menu

Omar Pedrini e The Folks a Rock Targato Italia 25 - La compilation

Omar Pedrini e The Folks a Rock Targato Italia 25 - La compilation dal 15 dicembre


Correva l'anno 1987 quando un giovanissimo Omar Pedrini vinceva con i Timoria la prima edizione di Rock Targato Italia. Va da sé che nessuno meglio di lui poteva aprire, trent'anni dopo, la nuova compilation del concorso. “Che ci vado a fare a Londra” non ha bisogno di presentazioni: è uno dei brani simbolo di quest'ennesima rinascita artistica di Omar. Un pezzo che parla, non a caso, di desiderio di rompere gli indugi e di sogni ancora da inseguire. (Roberto Bonfanti scrittore, musicista)

Ufficio Stampa Divinazione Milano

La nuova compilation di Rock Targato Italia, disponibile in tutti i webstore dal 15 dicembre, è un crocevia in cui si incontrano stili, urgenze comunicative e percorsi artistici diversi fra loro. Ventuno canzoni, ventuno artisti e ventuno storie che vanno a comporre un mosaico che testimonia l'enorme energia vitale che continua a muoversi nel sottobosco musicale italiano.

Un'energia di cui Rock Targato Italia è, ormai da trent'anni, specchio, vetrina e motore.
Ad aprire le danze c'è Omar Pedrini, che proprio da Rock Targato Italia spiccò il volo trent'anni fa con i Timoria, e come lui ci sono altri artisti già ben noti al pubblico come i VallanzaskaLele BattistaZibba, i Matrioska o gli Anhima, ma c’è ampio spazio anche per i promettenti protagonisti dell'ultima edizione del concorso. C'è chi, come Timothy Cavicchini, gli Iron Mais o The Bastard Sons of Dioniso, ha attraversato in passato tortuosi percorsi discografici e televisivi, e c'è chi ha scelto di avanzare a piccoli passi nell'universo dell'autoproduzione. Ci sono le suggestive inquietudini dei Velaut, dei Killing Dodo e del progetto Dove i Pesci Affogano e c'è il rock sbarazzino degli Osaka Flu, ma anche il calore mediterraneo dei GolaSeca, le sonorità robuste degli Hard Horns, i riff taglienti degli Artemio, il pop destrutturato dei 2elementi, la canzone d'autore della Massimo Francescon Band, di Riky Anelli e di Jack Anselmi, arrivando fino al cabaret musicale dei Bruschetta Brothers.

Un crocevia di suoni, di storie, di idee e di vite che si traduce in un mosaico ricchissimo di sfumature che testimonia quanto l’Italia del rock in tutte le sue possibili sfaccettature abbia ancora tanta voglia di farsi ascoltare (Roberto Bonfanti – scrittore, artista).

Questa edizione della compilation di Rock Targato Italia 25, Ignoranza e Pregiudizio avvicinandosi la 30/a edizione ha voluto raccogliere e ospitare musicisti artisti che hanno partecipato o sostenuto, nelle diverse edizioni, il buon nome e la qualità della musica indipendente italiana.

La copertina è un’opera del pittore Leonida De Filippi ed è stata proposta dalla rivista d’arte Italian Factory Magazine diretta da Alessandro Riva, con la quale è attiva da tempo, una concreta collaborazione, al fine di valorizzare artisti del settore arti visive e musicali. L’impegno reciproco è di lavorare maggiormente sulle sinergie culturali generate dalle opere artistiche e musicali, della nuova scena italiana, in spazi e modi liberi

Grazie alla collaborazione con Maninalto! Records che si sta muovendo anche verso altri progetti come ad esempio proporre periodicamente una raccolta di artisti e promuoverli attraverso la compilation con cadenza stagionale, in modo da poter offrire maggiori opportunità alla scena musicale indipendente italiana. Un lavoro impegnativo, faticoso, tra organizzazione e promozione, ma altrettanto necessario per far conoscere la vitalità, l’originalità culturale del nostro territorio e dell’industria culturale italiana. La collaborazione è aperta alle adesioni di altri artisti e produttori, media e social. 

Maninalto! nasce a Milano nel 2004 come etichetta discografica indipendente, attenta e sensibile alle novità ed alle produzioni di qualità. Dopo solo qualche anno si specializza come Management e Booking Agency, offrendo così ai propri artisti un servizio a 360°. Tanti gli artisti e le realtà nazionali ed internazionali con cui può vantarsi di aver collaborato in questi primi 14 anni di carriera

tracklist della compilation: Ignoranza e Pregiudizio

1. Omar Pedrini con @THE FOLKS – Che ci vado a fare a Londra?
2. The Bastard Sons of Dioniso – Rumore Nero 
3. OSAKA FLU – La sindrome del giovane Holden
4. LeLe Battista– Le occasioni che pèrdono
5. Riky Anelli – Come le nuvole
6. Dove i Pesci affogano – Naufraghi del delirio
7. ZIBBA – Universo
8. Timothy Rock CavicchiniI & OSTETRIKA GAMBERINI – Kattivo
9. Killing Dodo – Concorde
10. 2elementi – Cade su
11. Massimo Francescon Band – Il mio viaggio
12. Jack AnselmiI – 10.25
13. Anhima – Un cuore che vola 
14. Velaut – Arianna (Per chi si è perso)
15. Bruschetta Brothers – Anglicismi ad minchiam 
16. GolaSeca – Gola o peones
17. ARTEMIO – Uguale a te
18. Hard Horns live at Antica Birreria Moretti – Just a moment
19. MATRIOSKA – Storia di una storia mai nata
20. Vallanzaska – Assessore
21. IRON MAIS – Cu cù

C - Quotidiano indipendente del Trentino Alto AdigeFabio De Santis La VIA band Overflowing Rising Age Motette Collectin' Sparks Falsi Moralisti The Bronze Bananas Virgin Radio Italy BBC Radio London Maninalto! Records Fabio Lionello Sergio Cippo Vincenzo Donato Nalesso David Nicola Pellinghelli Pierangelo Pettenati Massimo Campagna 

Leggi tutto...

La compilation di ROCK TARGATO ITALIA dal 15 dicembre Disponibile in tutti i webstore Ignoranza e Pregiudizio

La nuova compilation di Rock Targato Italia, disponibile in tutti i webstore dal 15 dicembre, è un crocevia in cui si incontrano stili, urgenze comunicative e percorsi artistici diversi fra loro. Ventuno canzoni, ventuno artisti e ventuno storie che vanno a comporre un mosaico che testimonia l'enorme energia vitale che continua a muoversi nel sottobosco musicale italiano.

Un'energia di cui Rock Targato Italia è, ormai da trent'anni, specchio, vetrina e motore.

Ad aprire le danze c'è Omar Pedrini, che proprio da Rock Targato Italia spiccò il volo trent'anni fa con i Timoria, e come lui ci sono altri artisti già ben noti al pubblico come i Vallanzaska, Lele BattistaZibba, i Matrioska o gli Anhima, ma c’è ampio spazio anche per i promettenti protagonisti dell'ultima edizione del concorso. C'è chi, come Timothy Cavicchini, gli Iron Mais o The Bastard Sons of Dioniso, ha attraversato in passato tortuosi percorsi discografici e televisivi, e c'è chi ha scelto di avanzare a piccoli passi nell'universo dell'autoproduzione. Ci sono le suggestive inquietudini dei Velaut, dei Killing Dodo e del progetto Dove i Pesci Affogano e c'è il rock sbarazzino degli Osaka Flu, ma anche il calore mediterraneo dei GolaSeca, le sonorità robuste degli Hard Horns, i riff taglienti degli Artemio, il pop destrutturato dei 2elementi, la canzone d'autore della Massimo Francescon Band, di Riky Anelli e di Jack Anselmi, arrivando fino al cabaret musicale dei Bruschetta Brothers.


Un crocevia di suoni, di storie, di idee e di vite che si traduce in un mosaico ricchissimo di sfumature che testimonia quanto l’Italia del rock in tutte le sue possibili sfaccettature abbia ancora tanta voglia di farsi ascoltare (Roberto Bonfanti – scrittore, artista).

Questa edizione della compilation di Rock Targato Italia 25, Ignoranza e Pregiudizio avvicinandosi la 30/a edizione ha voluto raccogliere e ospitare musicisti artisti che hanno partecipato o sostenuto, nelle diverse edizioni, il buon nome e la qualità della musica indipendente italiana.

Questa la tracklist della compilation.

  1. OMAR PEDRINI con THE FOLKS – Che ci vado a fare a Londra?
  2. THE BASTARD SONS OF DIONISO – Rumore Nero
  3. OSAKA FLU – La sindrome del giovane Holden
  4. LELE BATTISTA – Le occasioni che pèrdono
  5. RIKY ANELLI – Come le nuvole
  6. DOVE I PESCI AFFOGANO – Naufraghi del delirio
  7. ZIBBA – Universo
  8. TIMOTHY CAVICCHINI & OSTETRIKA GAMBERINI – Kattivo
  9. KILLING DODO – Concorde
  10. 2ELEMENTI – Cade su
  11. MASSIMO FRANCESCON BAND – Il mio viaggio
  12. JACK ANSELMI – 10.25
  13. ANHIMA – Un cuore che vola
  14. VELAUT – Arianna (Per chi si è perso)
  15. BRUSCHETTA BROTHERS – Anglicismi ad minchiam
  16. GOLASECA – Gola o peones
  17. ARTEMIO – Uguale a te
  18. HARD HORNS – Just a moment
  19. MATRIOSKA – Storia di una storia mai nata
  20. VALLANZASKA – Assessore
  21. IRON MAIS – Cu cù

La copertina è un’opera del pittore Leonida De Filippi ed è stata proposta dalla rivista d’arte Italian Factory Magazine diretta da Alessandro Riva, con la quale è attiva da tempo, una concreta collaborazione, al fine di valorizzare artisti del settore arti visive e musicali. L’impegno reciproco è di lavorare maggiormente sulle sinergie culturali generate dalle opere artistiche e musicali, della nuova scena italiana, in spazi e modi liberi.

La collaborazione con Maninalto! Records si sta muovendo anche verso altri progetti come ad esempio proporre periodicamente una raccolta di artisti e promuoverli attraverso la compilation con cadenza stagionale, in modo da poter offrire maggiori opportunità alla scena musicale indipendente italiana. Un lavoro impegnativo, faticoso, tra organizzazione e promozione, ma altrettanto necessario per far conoscere la vitalità, l’originalità culturale del nostro territorio e dell’industria culturale italiana. La collaborazione è aperta alle adesioni di altri artisti e produttori, media e social. 


Maninalto! nasce a Milano nel 2004 come etichetta discografica indipendente, attenta e sensibile alle novità ed alle produzioni di qualità. Dopo solo qualche anno si specializza come Management e Booking Agency, offrendo così ai propri artisti un servizio a 360°. Tanti gli artisti e le realtà nazionali ed internazionali con cui può vantarsi di aver collaborato in questi primi 14 anni di carriera.

 

Leggi tutto...

Mostra di pittura: "Luoghi atemporali" -Mostra Personale di Federico Buzzi- a cura di Massimiliano Bisazza

Mostra personale di pittura di: Federico Buzzi

A cura di Massimiliano Bisazza

Apertura :  6 Dicembre 2017 dalle ore 18,30 alle ore 21,00 In mostra fino al 19 Dicembre mattino
Presso: Galleria d'Arte Contemporanea Statuto13 Via Statuto, 13 (corte int.) - 20121 Milano 
Apertura al pubblico: dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato

 

Federico Buzzi dipinge con intensità e guardando con afflato alla pittura figurativa del passato novecento italiano. Ammaliato dalle atmosfere sospese di Mario Sironi, da quelle metafisiche di Giorgio De Chirico e da quelle surreali di Carlo Carrà.

 

Cresciuto di fronte a una collezione di dipinti del primo Rinascimento e degli anni '20, è senza dubbio rimasto piacevolmente segnato consequenzialmente incuriosito; attratto emotivamente, da quella  figurazione che reputa come l'ultima reale tradizione pittorica italiana: Il Gruppo “Novecento”.

 

I suoi lavori, mai esposti sino ad ora, sono presenti in collezioni private, conosciuti nei circoli intellettuali, tra amici e conoscenti. E' con Galleria STATUTO13 che si presenta l'effettiva possibilità, coadiuvata da una volontà dell'artista stesso, di esporli pubblicamente appannaggio del fruitore.

 

Come si evince nella citazione dell'incipit i luoghi rappresentati nei suoi dipinti sono spesso legati all'attualità di una società malinconica, dove talvolta la solitudine emerge con connotazioni di timore, altre invece con velate introspezioni surreali, atemporali.

 

Le copie dal vero inserite tra contesti urbani e metafisici ci ricordano i corpi dei manichini di De Chirico o le statue greche ed evidenziano quello sguardo volto a stilemi del passato, convincendoci che sia necessario un ritorno a tali ambientazioni, trovandoci in una società contemporanea dove valori e principi  morali sono ormai troppo spesso desueti e dimenticati.

 

Secondo Federico Buzzi difatti l'Arte tradizionale occidentale non è legata a un progresso lineare nel tempo e tanto meno a un fine. Ci troviamo di fronte a cicli, corsi e ricorsi storici dove epigoni e anacronismo fanno da catalizzatori artistici. Un ritorno al passato dunque è auspicabile e quantomeno desiderabile.

 

Leggi tutto...

Rock targato Italia la compilation a Natale, La copertina è un’opera di LEONIDA DE FILIPPI

Rock targato Italia la compilation a Natale

La copertina è un’opera di LEONIDA DE FILIPPI

Arte e musica insieme per un connubio all’insegna della creatività, della gioia, della libertà, dell’arte in tutte le sue forme.

È il senso del progetto che lega l’Associazione Milano in Musica, attiva in campo musicale soprattutto nel sostenere e promuovere le giovani band musicali italiane, e Italian Factory Magazine, tra i più autorevoli magazine d’arte on line, molto attento alle nuove tendenze artistiche italiane e straniere, dalla street art alle più varie sperimentazioni linguistiche presenti in campo internazionale.

Dopo l’edizione 2016 della compilation di Rock Targato Italia, la cui cover era stata appositamente disegnata dal pittore, scultore e videomaker Desiderio Sanzi, ora è la volta dell’edizione 2017 di Rock Targato Italia, la cui cover è stata dipinta dal pittore e scultore milanese Leonida De Filippi.

Leggi tutto...

Consegnato ieri all’Associazione Sammarinese Donne Operate al Seno Sant’Agata il ricavato proveniente dalla Festa del Castello di Domagnano e da Geometrie Sonore 2017

San Marino, 13 novembre 2017 - Durante il pranzo conviviale di ieri alla presenza del Vescovo Mons. Andrea Turazzi, organizzato dalla Parrocchia di Domagnano in occasione della visita pastorale di Sua Eccellenza, è stato consegnato il ricavato della Festa del Castello e di Geometrie Sonore, Concorso per band emergenti - Premio Speciale Matteo Palmieri edizione 2017. Il comitato organizzatore, formato dalla Giunta di Castello, dal Circolo Ricreativo Don Elviro, dall'Associazione Musicale Bluesmobile e dalla Parrocchia di Domagnano, grazie anche al contributo della Fondazione Simoncini-Galluzzi, ha consegnato un assegno di 1.000,00 € all’Associazione Sammarinese Donne Operate al Seno Sant’Agata (ASDOS), che svolge una campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione del tumore al seno. Grazie alla Festa del Castello e a Geometrie Sonore, dal 2005 sono stati donati in beneficienza, a 13 associazioni diverse, circa 60.000,00 €. Il comitato coglie l’occasione per ringraziare ancora una volta le decine di volontari e tutti coloro che hanno partecipato e contribuito così alla raccolta di quanto devoluto. Ci vediamo a giugno 2018!

Leggi tutto...

FLAT BIT: “Tutti I Giorni Sorridente” Dal 7 novembre online il nuovo singolo e video

Disponibile dal 7 novembre “Tutti I Giorni Sorridente” terzo singolo estratto dal secondo EP “Imperfette Condizioni” dei marchigiani FLAT BIT, vincitori di Rock Targato Italia nel 201. L'Ep è distribuito e promosso da Alka record label.

Quando saremo grandi, i momenti che ricorderemo con più facilità saranno quelli dove eravamo sorridenti; è vero, talvolta il versante più materialista della vita ci attira come api al miele, e ci fa illudere che la gratificazione dell’uomo sia fatta di case al mare, belle macchine, fama e successo. Prendi un po’ di amici, una GoPro e tira dritto verso il mare, alza lo stereo, canta a squarciagola, in fondo cosa ti serve più dell’estate? Come tutte le cose belle, anche l’estate finisce presto, ma viaggiare ci cambia sempre un po’ e ci insegna qualcosa. Sbiadisce il giallo del sole e l’azzurro cristallino del mare, arriva l’autunno e si parte per l’ennesimo viaggio. Quello dei Flat Bit non è il classico video dell’estate, ma il video di una estate, che scaturisce in un senso di libertà e leggerezza, e contribuisce a farti essere Tutti i giorni sorridente.

Il progetto Flat Bit nasce nel 2010. Dopo alcuni anni di concerti tra Marche, Emilia Romagna e Toscana, nel 2014 esce “Scala di Grigi”, il primo lavoro in studio (autoprodotto), grazie al quale la band si esibisce in più di cinquanta concerti, tra cui diverse aperture ad artisti di rilievo del panorama indipendente italiano, tra cui Levante, Kutso, Management del Dolore Post Operatorio e molti altri. Il primo Aprile del 2016 esce “Imperfette Condizioni”, per l'etichetta Ferrarese Alka Record Label, accolto con larghi consensi dagli addetti ai lavori e dal pubblico, totalizzando in poche settimane 65.000 visualizzazioni su Facebook con il video del singolo “2000 Mode”. Nello stesso anno vengono proclamati Best Arezzo Wave band Marche, e scelti per rappresentare Arezzo Wave all'Exit Festival, a Novi Sad in Serbia, uno degli eventi musicali più grandi e importanti d'Europa con in programma artisti internazionali come Bastille, Prodigy e The Vaccines. Il 2016 è un anno ricco di soddisfazioni per la band marchigiana: Best Band per le selezioni di Emergenza Festival, vincitori di Geometrie Sonore festival, la vittoria di Rock Targato Italia e finalisti di Deejay On Stage (Radio Deejay) esibendosi a Riccione assieme a Calcutta, Tiromancino e Francesca Michielin. Premiati al Super Circus del MEI a Faenza, dopo poco si esibiscono al Roxy Bar di Red Ronnie.

Attualmente i Flat Bit sono al lavoro per la realizzazione del loro terzo disco, che uscirà nel 2018 per Alka Record Label.

Nel web

www.facebook.com/flat.bit

Alka Record Label: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.alkarecordlabel.com

 

 

 

Leggi tutto...

“BYE” il singolo di JACK ANSELMI in radio a partire dal 3 novembre

Il singolo “Bye” del cantautore milanese Jack Anselmi sarà in programmazione radiofonica a partire dal 3 novembre.

Il brano “Bye”, registrato live in studio, è uno swing dal ritmo “coinvolgente” che accompagna una riflessione ironica su un rapporto di coppia finito.

Nel brano, il protagonista della vicenda ironizza sul vuoto creatosi dopo l'abbandono, cercando in questo modo di esorcizzare la sofferenza.

“Bye” è il primo singolo dell'album “Via Emilia” in cui sono raccolti tutti i brani scaturiti dall'esperienza di vita in Emilia dell’artista

Jack Anselmi, all'anagrafe Giacomo, ha preso parte, come cantante e chitarrista, in diverse band rock, come la Jacks Daniel’s Band o i Just Peanuts.

Jack Anselmi ha già prodotto un primo EP dal titolo “JACK” contenente 5 pezzi inediti e una cover di Massimo Riva, realizzato con la collaborazione nella produzione/arrangiamenti del chitarrista Mauro Palermo.

Con la Jack & Jack Band, invece ha pubblicato l’EP “L’America in un Bar”, preceduto dal singolo “America”. L'EP presentato in giro per l'Italia in diverse occasioni, - come aperture ai concerti di grandi chitarristi come Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Alberto Radius (Lucio Battisti), Ricky Portera (Lucio Dalla) – ha ottenuto lusinghieri successi.

Dopo la svolta cantautorale Jack è stato notato dal cantante emiliano Paolo Belli che lo ha invitato a suonare un brano in apertura alla Partita del Cuore svoltasi allo Juventus Stadium di Torino

Nel web:

Sito web: www.jackanselmi.com

Facebook: https://www.facebook.com/gjackanselmi/

Instagram: giacomo.anselmi

Twitter: GiacomoJAnselmi

Leggi tutto...

Intervista di Patrizia Santini a Francesco Caprini, direttore di Rock Targato Italia

La 30esima edizione del concorso musicale itinerante che svolgerà nei live-club italiani a partire da gennaio 2018. Sul palco solisti e gruppi musicali con brani inediti. Ne parliamo con Francesco Caprini

Per anticipare il mio “Musica Ribelle” ho scelto di parlare di uno dei contest più importanti ed apprezzati a livello nazionale grazie anche all’altissima qualità di coloro che ne seguono tutte le fasi sino a decretarne il vincitore, Rock Targato Italia. Un impegno sinergico tra i protagonisti che può regalare il sogno della vita a qualcuno, tra i partecipanti, che ha creduto in se stesso con grande determinazione, che ha desiderato esserci e che ha creato il prodotto giusto in cui si percepisce la capacità, la qualità, la professionalità, l’originalità, insomma l’estro dell’artista indipendente. Un ambito che io personalmente amo molto e in cui credo molto. Uno scouting, quello di Rock Targato Italia che ha visto brillare artisti ora tra i più applauditi, i Timoria, i Litfiba, i Subsonica, gli Estra, Ligabue e tanti altri.Da leccarsi i baffi i premi:

Il primo premio assoluto è una campagna promozionale della durata di 5 mesi, grazie alla collaborazione con l’Ufficio Stampa Divi In Azione di Milano.

Promozione Discografica: Ai fortunati vincitori sarà garantito un capillare lavoro di comunicazione e promozione a livello nazionale con 700 radio224 webzineportali webgiornalitvoperatori del settorefestivallive-club e social network

Partecipazione alla compilation. Ai primi 8 classificati sarà pubblicato un brano del proprio repertorio sulla compilation della manifestazione, pubblicata dall’etichetta discografica Terzo Millennio nei principali store e piattaforme digitali internazionali (come ad esempio: SpotifyYouTubeAmazon).
foto_artemio rock targato italia ARTEMIO

Per conoscerne meglio le pieghe ho scambiato quattro chiacchiere con Francesco Caprini tra gli organizzatori. 30 edizioni, Francesco, garanzia di successo. Su cosa si basa il vostro spessore?   “Esperienza operativa da oltre trent’anni soprattutto nel settore artisti emergenti e scouting”

 A chi è rivolto e come partecipare?  “A tutti, l’arte la musica si coltivano sempre, con grande passione, per partecipare è sufficiente contattare il sito ufficiale www.rocktargatoitalia.it, si trova il bando di concorso e e regolamento”

Aperture per i vincitori?  “Diverse: Suonare nei locali live, far conoscere la propria musica attraverso una campagna promozionale nazionale in radio Tv e Aree Social, relazionarsi professionalmente con il mondo discografico

Cosa è emerso dalle ultime edizioni, ci sono linee comuni che legano i partecipanti oppure ogni anno è una scoperta?    “Non sempre è una scoperta, nel senso che anche vincendo il contest non arriva il successo immediato. La nostra è una sorta di porta che si apre su un mondo professionale e credibile musicalmente. Aspetta all’artista poi farne tesoro e trovare strade giuste non lastricate di pericoli reali o fittizi ma questo è un altro discorso”

foto_bruschetta_brothers rock targato italia BRUSCHETTA BROTHERS

Come mai avete prolungato il tempo per le iscrizioni?  Semplicemente ci viene richiesto dagli artisti che dovendo inviarci, come da regolamento,  un paio di brani inediti non sono organizzati non hanno ancora pronta la demo ma anche altre piccole sfumature; una mail inviata finita nello spam, una telefonata persa, un mess non visto, ritardano la comunicazione e di conseguenza l’iscrizione. Da parte nostra invece in occasione delle Finali Nazionali dove maggiore diffusione hanno le nostre news, cresce ulteriormente interesse, suscitato anche dai media locali che di riflesso ai nomi dei vincitori, pubblicano interviste trasmettono i brani alle radio locali. Di fatto, in questa occasione abbiamo molte richieste cosi cerchiamo di dare ulteriori possibilità

Lo scorso anno quali sono state le sorprese o cosa vi ha dato maggiore soddisfazione? “Flat Bit e i CaPabrò due gruppi marchigiani straordinari”

Le chicche di quest’anno?  “Diverse, ma aspetto la risposta alle finali nazionali in corso proprio in questi giorni. Sono positivo la scena musicale rock è molto creativa

foto_killing_dodo rock targato italia  KILLING DODO

Rock targato Italia: un posto per la tua musica, uno slogan azzeccato.  “Sono d’accordo anche se il talento non prende mai la mira e quindi i risultati latitano”

Infine un commento sul mondo musicale oggi.   “L’ho detto prima sono molto ottimista trovo diverse aree locali, Marche in primis molto attive musicalmente ma l’organizzazione e la mentalità non sono adeguate agli obiettivi da raggiungere. La filiera e fragile invece di insistere sulla professionalità si persiste molto sul concetto di hobby, nessuno si assume responsabilità

Francesco, questa infine è dedicata a te, alle ultime considerazioni.  “Le tue domande sono state tutte molto dirette, chiare ed efficaci. Spero di essere stato esaustivo. Insisto sul concetto di professionalità di qualità del prodotto.  Non dobbiamo cadere nel conformismo o nel consolatorio, la musica crea intrattenimento, condivisioni, passioni ed emozioni, un’arte in grado anche di infondere coraggio nel quotidiano quando siamo naufraghi di qualcosa. La domanda mi sorge spontanea: nel dolore cerchiamo sempre il miglior medico e la migliore soluzione. Ecco, il settore musicale è tutto il contrario. Vedo professionisti capaci in difficoltà, fa male, molto male vedere tutto questo. È necessario mettere al centro la professione e dare spazio alle idee e la sperimentazione. È necessario ripensare ad una scena nuova”

Sono assolutamente d’accordo e in proposito ho una bella sorpresa in serbo….ma per ora..taccio!

foto_motete rock targato italia  MOTETTE

PATRIZIA SANTINI

Leggi tutto...

In Anteprima per Rock Targato Italia il nuovo video del singolo degli Anhima "Un cuore che vola"

UN CUORE CHE VOLA E' IL NUOVO SINGOLO DEGLI ANHIMA!

Gli Anhima sono una storica band fiorentina con una una storia importante nel panorama musicale italiano, avendo aperto i concerti di Robert Plant dei Led Zeppelin, Andy Summers (il chitarrista dei Police), dei Faith no More e di Robby Krieger (il chitarrista dei Doors). Gli Anhima hanno anche avuto anche uno stretto rapporto amichevole con Piero Pelù  dei Litfiba, scrivendo insieme il brano "VIVO".

Il singolo, terzo estratto dal fortunato album "La Cruna Dell'Ago" (album prodotto dal grande Fabrizio Simoncioni che vanta quasi 60 dischi di platino, che ha suonato con Ligabue e ora componente e Sound Engineer dei Litfiba), è  accompagnato da un controverso video, diretto da Tommaso Martinoli per Wendigo Produzioni, su soggetto di Daniele Tarchiani.

Il video descrive uno spaccato dei tempi e contemporaneamente si interroga sulle condizioni di partenza ed i percorsi di vita dei migranti ma anche sulle responsabilità e le scelte della società d'arrivo, in una esperienza visiva il cui tratto unificante è  l' Uomo, di ogni razza, tempo o nazione, che ricomincia da zero per conquistare, rinegoziandolo, il suo spazio sociale all'interno della società in arrivo.

La copertina dell'album:

LUCA AMADUCCI

Leggi tutto...

Concerto

 

I Rolling Stones saliranno sul palco del Lucca Summer Festival per l’unico concerto italiano del tour “NoFilter" il prossimo 23 settembre.
Abbiamo raccolto in questo articolo tutte le informazioni utili per il concerto Mick Jagger e soci

 


Il concerto si svolge alle Mura Storie, in viale Carducci, a Lucca. 
L’apertura delle porte è prevista per le 13:00 – Inizio concerto per ore 21:00
Supporter sono gli Struts.

 

https://youtu.be/WyX4rBm4mXU

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?