Menu

SUBSONICA, IL NUOVO ALBUM “8” IN USCITA IL 12 OTTOBRE E NUOVO TOUR

SUBSONICA

ANNUNCIANO “8 TOUR”

LA TOURNÉE ITALIANA NEI PALAZZETTI A FEBBRAIO 2019

 

 IL NUOVO ALBUM “8” IN USCITA IL 12 OTTOBRE

 

7 settembre 2018 – Videomapping a tema 8, proiezioni artistiche, e un minilive: così i Subsonica in collegamento dalla loro sala prove torinese con i Navigli di Milano hanno annunciato, fra il grande entusiasmo del pubblico, l’attesissimo “8 TOUR”, il tour italiano organizzato da Vertigo, che li vedrà protagonisti nei palazzetti di otto città italiane a partire da sabato 9 febbraio 2019 ad Ancona, Bologna, Padova, Torino, Genova, Milano, Roma e Firenze.

Durante la serata, presentata dal dj Lele Sacchi, (video della diretta streaming disponibile qui https://www.facebook.com/Postepay/) la band ha interagito con il pubblico di Milano e con le persone collegate da casa, ricordando le news dei prossimi mesi quali le date dell’European reBoot2018, la tournée europea che, dal 4 al 19 dicembre, toccherà Amsterdam, Londra, Dublino, Zurigo, Parigi, Bruxelles, Colonia, Berlino e Monaco.

Grande sorpresa è stata la presentazione in anteprima assoluta del videoclip (in uscita lunedì 10 settembre) realizzato dal visionario Donato “milkyeyes” Sansone, di “Bottiglie Rotte”, il singolo inedito dei Subsonica disponibile da oggi in radio e in digitale. “Raccontiamo come sempre quello che vediamo, senza filtri o giudizi morali. - con queste parole la band descrive il singolo - Guardandoci intorno con l’ambizione di coinvolgere tutti, il più possibile, nella “lettura” delle cose del nostro tempo. Anche e soprattutto ballando”.

Il brano anticipa il nuovo album “8” (Sony Music), disco manifesto, che vede la band composta da Samuel, Max Casacci, Boosta, Ninja e Vicio tornare insieme dopo 4 anni per l’ottavo lavoro di inediti che verrà pubblicato venerdì 12 ottobre.

Leggi tutto...

SLASH feat. Myles Kennedy And The Conspirators

 SLASH feat. Myles Kennedy And The Conspirators: il tour del nuovo album, data italiana!

FABRIQUE 8 MARZO MILANO

 

SLASH feat. Myles Kennedy And The Conspirators pubblicheranno il loro nuovo album in studio intitolato “Living The Dream” il 21 settembre su Snakepit Records, etichetta di Slash, in partnership con Roadrunner Records/Warner Music. Il 25 Luglio scorso è uscito il primo singolo dal titolo “Driving Rain” e in attesa di ascoltare il disco intero annunciamo l’unica data italiana che si terrà venerdì 8 marzo al Fabrique di Milano! 

A proposito di “Driving Rain”, Slash ha dichiarato che: “Questo riff mi ricorda i vecchi Aerosmith!”

Tutti pronti ad una serata di grande rock?

Ecco di seguito i dettagli della data:

SLASH 

  1. Myles Kennedy And The Conspirators
  1. 03 MILANO, Fabrique

Apertura porte: ore 19.00

Inizio concerti: ore 21.00

Prezzo del biglietto in prevendita: €60,00+d.p.

Prezzo in cassa la sera dello show: €70,00 

Biglietti in vendita su ticketone.it a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 19 settembre.

Leggi tutto...

“SEGNALI DI PACE” Il nuovo video di Francesco Chiummento su YouTube

“SEGNALI DI PACE”

il nuovo video di

FRANCESCO CHIUMMENTO

Da oggi su YouTube  https://youtu.be/cbUuPHzLj7Q

La risposta è nella natura.

Il video “SEGNALI DI PACE” è stato ambientato in #Valchiusella, al Lago Pistono  non lontano da #Ivrea, a #Novalesa e in @Val di Ala presso Balme in #Piemonte

Con il regista Marco Balestrieri si è voluto creare un atmosfera surreale, armonica, dove il personaggio, un suonatore di flauto, trasmette i suoi “SEGNALI DI PACE”, interagendo con l'acqua e lo spazio circostante per trovare, in qualità di uomo, delle risposte.

Il brano “SEGNALI DI PACE” supportato dalle trombe di Paolo Raineri e dall'andamento musicale, minimalista, ambient, reiterato, è quasi una provocatoria marcia militare che il nostro direttore artistico Paolo Ricca, nel video, ha voluto creare e rimarcare, il messaggio di Pace, il bisogno di armonia e amore,  in piena sintonia con il contenuto del brano di Francesco Chiummento.

Un inno alla Pace, alla gioia e alla natura. Momenti e condizioni culturali ben presenti nella poetica dell’artista, un personaggio romantico, #fluxus e naif che con una grande forza interiore sa trasmettere, in modo originale e non convenzionale, la bellezza del pensiero autenticamente genuino legato alla natura, all’ambiente e direttamente all’Uomo.  

Le riprese sono iniziate ai primi di giugno e finite ai primi di agosto girate in #Piemonte.

Francesco Chiummento (classe 1954) è un operaio con la passione per la musica, ha lavorato per quaranta anni in fabbrica come elettromeccanico, l’ultima sua esperienza è stata la Thyssen Krupp di Torino, dove nel 2007 morirono sette operai.

Dal 1975, la sua grande passione per la musica l’ha portato a suonare in diverse formazioni musicali di Torino e a incidere alcuni dischi autoprodotti. Nel 2001 ha vinto il premio della critica al Premio Ciampi di Livorno.

L’album “Segnali di Pace”, nei webstore dal 27 luglio 2018, è un concept album composto da 12 canzoni scritte a quattro mani con Paolo Ricca. Il disco racconta la storia di Arkan un ragazzo di quindici anni abitante a Palmira in Siria che decide di lottare per la pace sul modello di Ghandi. “SEGNALI DI PACE” è un disco sperimentale, non facile, e vuole sensibilizzare attraverso la musica il difficile momento che vive la Siria, una delle civiltà più antiche della terra, che la guerra rischia di cancellare.

“SEGNALI DI PACE” viaggia tra sonorità e dinamiche prog, new age e world music. Alla realizzazione dell’album hanno partecipato diversi musicisti quasi tutti di estrazione Jazz come Paolo Raineri alla tromba (Ottone Pesante, Komara, The Blessed Beat), Riccardo Moffa alle chitarre, Danilo Pala al sax, Lautaro Acosta al violino (Arti e Mestieri), Daniele Bianchini alla chitarra (Jumbo), Paolo Ricca alle tastiere e computer programming nonché arrangiatore e fonico dell’intero disco.

Etichetta Terzo Millennio

Il disco è in distribuzione digitale Pirames International.

 

Track list “Segnali di Pace”:

 

1) Segnali di Pace

2) Manifesto

3) Sacrifice

4) Ritual

5) Una voce nel deserto

6) Il vuoto dentro

7) Rahmsal

8) Shendo Dan

9) L’amore

10) Neh neh

11) Shendo rik

12) Dan dawn

Nel Web:

https://www.facebook.com/francesco.chiummento

 

FRANCESCO CAPRINI - Ufficio Stampa DIVI IN AZIONE

Via Andrea Palladio 16 – 20135 Milano

  1. 393 2124576

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. divinazionemilano.it
  2. divinazionemilano.it
Leggi tutto...

concerto grosso della *F.B.A.* (Fucina Bucolica Artistica)

Ecco il prossimo concerto grosso della *F.B.A.* (Fucina Bucolica Artistica): 

  • GIOVEDI 06 SETTEMBRE 2018 ore 20:30 'concerto celtico' alla "XIII^ Festa del Moscato di Scanzo", piazza Alberico, Scanzorosciate (Bg)...  

 

Grazie 1000 e a molto presto, Maurix (338 28 74 595). 

YouTube: FBA FereBandAperta 

Website: www.fbamusic.net 

FaceBook: FBA FereBandAperta 

Leggi tutto...

Mille Caratteri di Elia Perboni

Mille Caratteri di Elia Perboni

05/08/2013 

L'ho scritta cinque anni fa. E' ispirata a una visione poetica di un testo-canzone simbolo di Claudio Lolli, autore aspro e puro, unico e libero. L'ho scritta ascoltando quella canzone ed è la cronaca di un'immagine vera in uno squarcio d'estate metropolitana.

La giovane zingara ha occhi scuri e lunghi capelli neri. Cerca lʼacqua. Si avvicina alla fontanella, il drago verde che sputa acqua dalla sua bocca dʼoro ai bordi del viale, qualche aiuola nel piazzale assolato del supermercato comunale, fili dʼerba gialli, sole cocente, raggi verticali di una mattina dʼagosto. Poca gente e il tempo che si dilata dentro una grande bolla sospesa. Altre donne rom raccolgono dai cestini avanzi di civiltà. La giovane zingara si bagna i capelli, poi, con calma, come in una danza lenta inizia con le mani ad accarezzarli e ad intrecciarli. Con leggerezza e con arte. I suoi occhi neri guardano dentro lo specchio del vetro fumè frantumato della cabina telefonica. Niente è suo, tutto è suo. Spaccato di quotidianità, vanità femminile. Eʼ istintiva, sicura, distaccata dal mondo. Sporca, bellissima, cammina tra i rifiuti e sputa, fuma. Allunga la mano in un gesto che è abitudine. La mano resta vuota. La chiude e se ne va libera, legata solo da una treccia di capelli neri.

Soundtrack: “Ho visto anche degli zingari felici” di Claudio Lolli

 

 




 

 

Leggi tutto...

Tre album per agosto 2018: Il Fieno, Le Fleurs Des Maladives e Capabrò.

Tre album per agosto 2018: Il FienoLe Fleurs Des Maladives e Capabrò.
articolo di Roberto Bonfanti

Estate. Tempo di zanzare, di notti sudate, di tuffi rumorosi in una qualunque pozza d’acqua, di caos ovunque e di tormentoni estivi che in questo 2018 sembrano sciamare come moscerini. Proviamo a salvarci da tutto questo con un disco pop, un disco rock e un disco d’autore.

Il Fieno, band che vede al proprio interno alcuni soggetti attivi già da tempo nell’underground musicale di Milano e dintorni, dimostra con “Riverberi” che, quando si hanno le giuste dosi di talento e sensibilità, è possibile essere pop senza cadere nel banale e, al tempo stesso, strizzare l’occhio ad alcune delle sonorità che vanno per la maggiore in ambito indie, fra delay e richiami alla new wave anni ’80, senza per questo lasciare da parte la propria personalità o appiattirsi sulla mediocrità più modaiola. Il risultato è un insieme di canzoni molto ben scritte, intrise di intimismo e spesso velate di malinconia, che non rinunciano però a melodie pulite e ritornelli esplosivi che, grazie anche a una produzione curatissima fin nei minimi dettagli, colpiscono dritti al segno già al primo ascolto.

Riffoni taglienti, batteria martellante e approccio cazzone stracolmo di ironia: questa è la sostanza dei Le Fleurs Des Maladives, trio comasco che con “Il rock è morto” condensa tutta la propria visione del mondo e della musica in un pugno di canzoni al fulmicotone figlie del punk, del grunge e del rock’n’roll più sanguigno e genuino. Una proposta musicale che sa di birra, di sudore e di sale prove polverose e che sembra provare un gusto particolare nel giocare con un mix di sarcasmo e cinismo per raccontare in modo caustico quella che loro definiscono “la grande truffa dell’indie-rock” e punzecchiare le nevrosi di quella parte di mondo incentrata sul sacro rito dell’aperitivo.

Già vincitori di Rock Targato Italia due anni fa, i marchigiani Capabrò confermano con il loro album d’esordio “Musicanormale” quanto di positivo avevano avuto modo di mostrare sui palchi del concorso: una verve trascinante e divertente che si incarna in una sorta di teatro canzone disimpegnato debordante ironia e giocosità, fra melodie pop, ritmiche da ballare, arrangiamenti puliti, atmosfere dal gusto retrò, storie surreali da raccontare e soprattutto una voglia infinita di fare sorridere gli ascoltatori. Una band originale e divertente come un circo musicale, perfetta per riempire in modo diverso la calura dei pomeriggi estivi.

Roberto Bonfanti
[scrittore e artista]

www.robertobonfanti.com

 

Leggi tutto...

JACK ANSELMI: "Libero" nella playList "I Colori dell'estate"

 

Play-List

 

“I COLORI DELL’ESTATE”

 

La musica indipendente, by Rock Targato Italia

 

 Su spotify: https://goo.gl/ScsQcU

 

 Realizzata da: Divinazione MilanoLele Battista e Roberto Bonfanti

 

 La musica non è solo letteratura, storia, comunicazione, è una continua confessione, un modo della vita, di infinite vite di raccontarsi e vivere insieme. 

15 artisti, un collettivo non ufficiale, nato per dare un contributo forte a celebrare la musica, soprattutto la musica indipendente. La musica indipendente vista da artisti/artiste e band underground, le uniche in grado di generare fermento a fare nascere una nuova scena. Una scossa culturale, in un contesto dominato dalle logiche economiche “prenditoriali” in cui l'ignoranza è forte e legittimata più che mai. Aprite i vostri occhi.

Oggi siamo con Jack Anselmi. Titolo del brano  "Libero"

Il teatro canzone sposa il folk nell’era dell’eterno precariato. Un brano pungente che, con le giuste dosi di ironia e disillusione, ci racconta uno spaccato dell’Italia del 2018. "Ciao, io sono Libero. Sì, di nome, non di fatto. E, all’atto pratico, ho due figli ed uno sfratto."

Il cantautore milanese JACK ANSELMI, immerso nella sua dimensione ideale, quella del live, presenterà i brani del nuovo album “Via Emilia”, affrontando temi come i rapporti umani, il sociale, la vita quotidiana e le proprie esperienze a cavallo tra Milano e l'Emilia Romagna.

Tra atmosfere acustiche e leggere e  un suono genuino, l'artista racconterà le sue storie, i suoi pensieri e le riflessioni, affrontandoli talvolta in maniera ironica e piacevole. In un'epoca in cui si fa gara a chi alza di più la voce, l'artista ha voluto, in modo decisamente contrario, raccontare le sue storie abbassandola. 

Jack Anselmi, all'anagrafe Giacomo, ha preso parte, come cantante e chitarrista, in diverse band rock, come la Jacks Daniel’s Band o i Just Peanuts.

Jack Anselmi ha già prodotto un primo EP dal titolo “JACK” contenente 5 pezzi inediti e una cover di Massimo Riva, realizzato con la collaborazione nella produzione/arrangiamenti del chitarrista Mauro Palermo.

Con la Jack & Jack Band, invece ha pubblicato l’EP “L’America in un Bar”, preceduto dal singolo “America”. L'EP presentato in giro per l'Italia in diverse occasioni, - come aperture ai concerti di grandi chitarristi come Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Alberto Radius (Lucio Battisti), Ricky Portera (Lucio Dalla) – ha ottenuto lusinghieri successi.

 

 

"I Colori dell'Estate"15 artisti di grande qualità: Martinelli SottoponziopilatoNOTFabio CintiIL FIENO Marian TrapassiGABENAlia Roberto CasanoviUliBeatrice Campisi Fabio MercuriGiuseppe Fiorii, Giacomo Jack AnselmiAndrea DevisMaurizio Icio Caravita

 

MusicOff - La grande comunità online per musicisti Corriere Tv Corriere della Sera La Stampa La Repubblica XL Radio Capodistria / Musica Radio Città del Capo IlGiornaleOFF Rai1 Il Messaggero.it Claudio Formisano Radio Popolare Rock Targato Italia (Italian music lovers) musica.com Radio2 Musica LIVE music blog :: Concerts, Festivals, Culture, News & More

 

Ufficio Stampa Divinazione Milano

 

 

Leggi tutto...

SEGNALI DI PACE il nuovo album di FRANCESCO CHIUMMENTO

Da oggi 27 luglio in tutti i webstore

https://goo.gl/wT6RBg

 

Francesco Chiummento (classe 1954) è un operaio con la passione per la musica, ha lavorato per quaranta anni in fabbrica come elettromeccanico, l’ultima sua esperienza è stata la Thyssen Krupp di Torino, dove nel 2007 morirono sette operai. Dal 1975, la sua grande passione per la musica l’ha portato a suonare in diverse formazioni musicali di Torino e a incidere alcuni dischi autoprodotti. Nel 2001 ha vinto il premio della critica al “Premio Ciampi” di Livorno.

L’album “Segnali di Pace”, nei webstore dal 27 luglio 2018, è un concept album composto da 12 canzoni scritte a quattro mani con Paolo Ricca. Il disco racconta la storia di Arkan un ragazzo di quindici anni abitante a Palmira in Siria che decide di lottare per la pace sul modello di Ghandi. “Segnali di Pace” è un disco sperimentale, non facile, e vuole sensibilizzare attraverso la musica il difficile momento che vive la Siria, una delle civiltà più antiche della terra, che la guerra rischia di cancellare. 

“Segnali di Pace” viaggia tra sonorità e dinamiche prog, new age e world music. Alla realizzazione dell’album hanno partecipato diversi musicisti quasi tutti di estrazione Jazz come Paolo Raineri alla tromba (Ottone Pesante, Komara, The Blessed Beat), Riccardo Moffa alle chitarre, Danilo Pala al sax, Lautaro Acosta al violino (Arti e Mestieri), Daniele Bianchini alla chitarra (Jumbo), Paolo Ricca alle tastiere e computer programming nonché arrangiatore e fonico dell’intero disco.

Etichetta Terzo Millennio 

Il disco è in distribuzione digitale Pirames International.

Track list “Segnali di Pace”:

1) Segnali di Pace

2) Manifesto

3) Sacrifice

4) Ritual

5) Una voce nel deserto

6) Il vuoto dentro

7) Rahmsal

8) Shendo Dan

9) L’amore

10) Neh neh

11) Shendo rik

12) Dan dawn

 

Nel Web: https://www.facebook.com/francesco.chiummento

Leggi tutto...

Fabio Concato & Paolo Di Sabatino Trio in “Gigi”

Martedì 31 luglio 2018

Fabio Concato & Paolo Di Sabatino Trio in “Gigi”


Da sempre, per voce, stile e ironia, il lavoro artistico di Fabio Concato rappresenta un eccellente punto di incontro tra una raffinatissima canzone d'autore e il grande filone della musica jazz.

Nel corso degli anni, ha saputo ritagliarsi uno spazio importante per le sue canzoni, narrando in modo molto personale le piccole grandi storie della quotidianità.

Passato dall’importante crogiolo artistico del Derby di Milano, pubblica il suo primo disco nel 1974, ma è nel 1982, con il lavoro “Fabio Concato”, che l’artista mette a fuoco il suo percorso e raggiunge il successo, confermato con l’album, omonimo come il precedente, del 1984. Figlio di una poetessa e di un musicista, Gigi, autore e divulgatore di musica jazz, il DNA di Fabio sembra essere sempre più focalizzato sul linguaggio jazz, dialogando musicalmente con esponenti importanti, tra cui Julian Oliver Mazzariello e Fabrizio Bosso.

L’amore di Paolo Di Sabatino per le canzoni di Fabio Concato è la genesi dell’ultimo album “Gigi”, uscito il 12 maggio 2017 per Egea Music, che rivisita alcuni successi di Concato, arrangiandoli con sonorità vicine al jazz acustico.

Dell’ultimo disco Fabio dice «Gigi è mio padre. Ascoltava molto jazz - la sua musica preferita - insieme a quella brasiliana…per festeggiare i miei 40 anni di musica, scritta e cantata ho deciso di farmi un regalo: reinterpretare in chiave jazzistica alcune mie canzoni con l’aiuto di Paolo Di Sabatino. Gigi, chissà se ti piacerà?» (Fabio Concato)

Fabio Concato - voce

Paolo Di Sabatino - pianoforte

Marco Siniscalco - basso

Glauco Di Sabatino – batteria

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?