Menu

Articoli filtrati per data: Ottobre 2019

Il dubbio delle scimmie

Quest'anno Rock Targato Italia innalza l'asticella di responsabilità verso tutti i nostri amici Artisti con un Blog tenuto personalmente dal Produttore Musicale  Antonio Chimienti.

Niente più alibi per nessuno. La musica che hai dentro è perfetta e lo sai....falla uscire senza intaccarla.

Non passare altro tempo a criticare o bramare il successo altrui. Spesso non è un successo mentre molto più spesso sei Tu ad esserci molto vicino se solo te ne accorgessi.


Gli argomenti che tratteremo potrai poi approfondirli nei seminari che organizzeremo nel proseguo dell'anno in giro per l'italia. Chiedi in redazione per info.

 

blog rocktargatoitalia.it

 

 

Leggi tutto...

NIENTE DA AGGIUNGERE IL NUOVO SINGOLO DEI NYLON

In radio dal 18 ottobre “NIENTE DA AGGIUNGERE” il nuovo singolo dei NYLON

“NIENTE DA AGGIUNGERE” è il nuovo singolo dei NYLON. Il brano è tratto dall’album di debutto “QUASI FOSSE UNA TEMPESTA” (autoprodotto – 2019), dal 18 ottobre in rotazione radiofonica e disponibile in tutti i webstore. 

 “Niente da aggiungere” è quel tipo di punizione che potremmo leggere in un poema dell'epica greca.La condanna si abbatte sul frontman dei Nylon: così come Sisifo è condannato per l'eternità a spingere un masso fino alla vetta, vederlo rotolare indietro e poi ricominciare, così l’artista è costretto a cantare giorno dopo giorno e concerto dopo concerto una canzone che tratteggia tutti i propri difetti.

Una lirica introspettiva che contrasta con lo spirito trascinante della canzone, specchio del carattere istrionico del protagonista.

Una canzone dal carattere pop, persino ballabile, ma con un testo che si rifà invece al mondo del cantautorato italiano. In perfetto stile Nylon.

 

Il brano è il terzo singolo della band pavese Nylon, già vincitrice dei premi Rock Targato Italia e Fondazione Estro Musicale.

 Il singolo sarà accompagnato da un videoclip, realizzato al Teatro Carbonetti di Broni, che verrà pubblicato ai primi di novembre.

Nel video un dandy dal fare altezzoso che, tra situazioni imbarazzanti e gesta da attore consumato, ci accompagnerà nella sua presa di coscienza verso il suo ruolo e la maschera che lo protegge.

Il video sancisce la collaborazione tra i NYLON e il Teatro Carbonetti di Broni dove la band andrà in scena sabato 30 novembre con uno spettacolo fra musica e performance. Un evento unico realizzato in collaborazione con artisti clown, ballerini aerei, contemporanei e di burlesque, attori che avrà come filo conduttore le canzoni della band.

 NYLON

Il progetto Nylon prende vita nel 2014 dalla collaborazione fra Filippo Milani (voce), Davide Montenovi (chitarra) e Adriano Cancro (violoncello).

La band vanta una stretta collaborazione con Roberto Re (basso) e Fabio Minelli (batteria), strumentisti noti della scena lombarda. Le diverse estrazioni dei musicisti creano un repertorio originale, in cui il genere cantautorato trova sostegno in arrangiamenti più elaborati che spesso hanno riferimenti ai generi più disparati (jazzclassicamanouchefolkrock e hard rock).

Lo spettacolo ha una forte impronta teatrale, che mira a coinvolgere in modo diretto il pubblico per non lasciarlo semplice spettatore.

La band apre i concerti di artisti quali Max Manfredi, le Luci della Centrale Elettrica, Roberto Angelini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian.

Nel 2016 è stato pubblicato un EP di straculto “Antipasto Crudo”. Nel 2018 la band vince Rock Targato Italia. Nel 2019 il Premio della Fondazione Estro Musicale.

Nel Gennaio 2019 è stato, infine, pubblicato il primo album dal titolo: “Quasi fosse una tempesta”. Il disco è anticipato dalla pubblicazione del singolo e videoclip “L’indecente”. A maggio 2019 è stato pubblicato il secondo singolo e videoclip dal titolo “Irene”. Entrambi i videoclip sono stati pubblicati in anteprima nazionale da All Music Italia.

NEL WEB

Facebookhttps://www.facebook.com/nylonproject/

Youtubehttps://www.youtube.com/user/nylonduo

Instagramhttps://www.instagram.com/nylonofficial/

scarica la cartella stampa: http://www.divinazionemilano.com/press/nylon.zip

 

ANDREA FERRARA

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778

e-mailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

webwww.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

MAK & TONY DALLARA INSIEME PER IL SINGOLO "ANIME"

In Radio e nei digital store dal 18 ottobre “ANIME” Il nuovo singolo di MAK & TONY DALLARA 

Anime” è il titolo del nuovo singolo di Mak realizzato in collaborazione con uno dei più celebri cantanti e “urlatori” degli anni ’60: Tony Dallara

Il brano racconta il punto di vista di un ragazzo contemporaneo, sottoposto continuamente ad una serie di pressioni e desideri  (interni ed esterni): dalla gestione delle proprie maschere interiori alla proliferazione di fenomeni sociopolitici (come quelli dei migranti), dal palcoscenico dei media, luogo dalle grandi occasioni di “pinocchiesca” memoria, alla ricerca di libertà dalle catene dei nostri pregiudizi.

Al contempo il brano trova respiro in un soffio di speranza, di cui la figura di Tony Dallara si fa portavoce. Proposito chiaro è l'augurio che possa restaurarsi, tra generazioni differenti, quella fiducia di cui un tessuto sociale sano necessita, ripristinando il rispetto verso la saggezza da parte dei più giovani, e, al contrario, il riconoscimento ai giovani, della bellezza dell'audacia da parte dei più adulti.

ANIME” vuole recuperare il pensiero apparentemente rimosso, nella società materialista, che oltre alla parte umana fisica, esiste un'anima, una parte di noi spirituale, divina che attende solo di essere riscoperta e vissuta. Dove può vivere se non nell’armonia e nella bellezza?

Il singolo sarà sostenuto dal videoclip (in uscita prossimamente) che illustra in chiave simbolica il percorso tortuoso dei giovani costretti a barcamenarsi e dimenarsi tra le, sovrastrutture (i veli) imposte, contemporaneamente dalla società, e da loro stessi. La piuma rappresenta lo strumento creativo di cui è necessario rimpadronirsi per modellare il mondo armonico, non utopico e privo di maschere.Mentre la figura di Tony Dallara rappresenta la "Saggezza" che i giovani devono riscoprire in sé stessi, attraverso i segni e le storie dei veri Saggi (i bene-dire e bene-fattori) della storia antica e soprattutto contemporanea. 

Il brano è pubblicato dall’etichetta discografica 6T3 Srl; edizioni musicali:  Principio Sas / Moletto Edizioni Musicali; management: Nicola Ferrara  -    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biografia – MAK

Mak, pseudonimo di Alessandro Macaluso nato a Palermo il 27 settembre 1992, è un rapper italiano. Sviluppa sin da adolescente un interesse particolare per la musica e lo spettacolo, frequenta corsi di ballo hip hop e all’età di 12 anni diventa inviato per Radio Azzurra (Sicilia) e successivamente vocalist per gli eventi più esclusivi della movida palermitana. Il primo inedito, “Bam Bam Bam” viene pubblicato il 26 Maggio 2017, su un beat di Highlander Dj. Il 20 Aprile 2018 esce il secondo inedito, “La mafia è cosa vostra”, un brano di denuncia contro la mafia e la violenza, realizzato con il patrocinio dei comuni di Villabate e Monreale che hanno messo a disposizione le piazze centrali, per dare luogo a due manifestazioni che sono servite alla realizzazione del videoclip. Nel giugno 2019 scrive e gira il video del singolo “Balliamo così” pubblicato su YouTube.

Biografia - TONY DALLARA

Antonio Lardera, questo il vero nome del cantante Tony Dallara. È il più anziano cantante vivente ad aver vinto il Festival di Sanremo nell’edizione 1960. Nasce a Campobasso il 30 giugno 1936. Nel 1957 gli viene suggerito il nome d’arte “Dallara”, in quanto Lardera è considerato un cognome poco musicale: incide su 45 giri uno dei cavalli di battaglia della sua discografia, “Come prima”. In breve tempo raggiunge il primo posto delle classifiche, rimanendovi per molte settimane. Venderà oltre 300.000 copie (record di vendita per quei tempi) e diventando di fatto uno dei pezzi simbolo della musica italiana degli anni ’50. Partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Renato Rascel nel 1960, vincendo con la canzone "Romantica". Si ritira dal mondo della musica durante gli anni ’70 per dedicarsi a una sua altra grande passione, la pittura: espone i suoi quadri in diverse gallerie e conquista la stima e l’amicizia di Renato Guttuso. In tutta la sua carriera ha cantato in molte lingue tra cui giapponese, spagnolo, tedesco, greco, francese e turco, vincendo premi in centinaia di paesi stranieri.

 Link Social:

http://Facebook.com/Makofficialpage

http://Instagram.com/Mak_officialpage

Scarica la cartella stampa: http://www.divinazionemilano.com/press/tonydallara_mak.zip

 ANDREA FERRARA

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Mob. 3925970778 - 393 2124576

e-mailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

webwww.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

In Radio e nei digital store dal 18 ottobre “CHEMICAL DAYS” Il nuovo singolo dei THE CRIMINAL CHAOS

“CHEMICAL DAYS” è il nuovo singolo dei THE CRIMINAL CHAOS.

 

Il brano, che anticipa l’album “SURREAL REALITY”, in uscita a fine ottobre, sarà dal 18 ottobre in rotazione radiofonica e disponibile nei webstore.

“...come luccicanti paillettes su uno specchio appannato, si riflettono nella notte strani esseri danzanti durante il sacrificio del più antico dei rituali…” – The Criminal Chaos

“CHEMICAL DAYS” è il desiderio di avventura di cui l’uomo ha bisogno per vivere sereno. Il viaggio, la voglia di libertà e di spensieratezza sono legati da un filo comune: la chimica.

Un brano riflessivo e a tratti psichedelico nelle strofe, ben accompagnate da suoni elettronici e cori accuratamente studiati, energico e di forte impatto nel ritornello, che sprigiona la forza rock della band.

 “CHEMICAL DAYS” sarà accompagnato dal video ufficiale in uscita nelle prossime settimane.

THE CRIMINAL CHAOS

Originaria da Parma la band The Criminal Chaos è formata da Nik Bergogni (voce), Pablo Chittolini (basso), Helder Stefanini (batteria) e Mirco Caleffi in arte “Keffia” (chitarra), Ivan Chittolini (sonorità elettroniche).  Il sound ha un forte impatto rock, caratterizzato dallo strumento musicale suonato, magico, sudato e ricercato.

Il debutto ufficiale dei “The Criminal Chaos” avviene con la pubblicazione del singolo “Smalltown Boy” - rivisitazione della celebre hit dei Bronski Beat.

La collaborazione con l’ingegnere del suono Roberto Barillari, grazie alla sua esperienza con importanti artisti (Lucio Dalla, Negramaro, Gianmaria Testa, Samuele Bersani, Stadio, Paolo Conte, Zucchero, Francesco Guccini), ha permesso ai “The Criminal Chaos una forte crescita sonora e artistica.

LP “SURREAL REALITY” – una produzione internazionale

Per fine ottobre è prevista la pubblicazione dell’album di debutto “SURREAL REALITY”

Il disco contenente sette brani è prodotto in collaborazione con Fabrizio Grossi – produttore italoamericano dalle collaborazioni altisonanti con artisti del calibro di Steve Vai, Billy Gibbons/ZZ Top, Joe Bonamassa, Ice T, Dave Navarro, Steve Lukather e molti altri artisti della scena mondiale. 

Durante le sessioni in studio la band si è avvalsa anche della collaborazione di Fulvio Ferrari, arrangiatore e compositore, nonché tastierista di Luca Carboni, che ha contribuito alla composizione di armonie corali, creando un sound sognante e psichedelico.  Il disco è stato mixato da Fabrizio Grossi nel suo studio di North Hollywood e masterizzato da Pete Doell all’Aftermaster Studios in California.  

NEL WEB:

Facebook: https://www.facebook.com/TheCriminalChaos/

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCkbV-doo04FJbXrRVDkpobg

Instagram: https://www.instagram.com/the_criminal_chaos/

Twitter: https://twitter.com/TCriminalchaos

Leggi tutto...

MEDEA al Teatro Menotti Milano

TEATRO MENOTTI

GIOVEDI 17 OTTOBRE ORE 20,30

MEDEA

DI EURIPIDE

 

Regia di Emilio Russo

Con Romina Mondello, Alessandro Averone, Camilla Barbarito, Paolo Cosenza, Nicolas Errico, Giovanni Longhin, Patricia Zanco

DAL 17 AL 27 OTTOBRE

Medea veste gli sguardi, i gesti, la voce di un’attrice di grazia, passione e talento come Romina Mondello, capace di tramutare intensità in essenzialità, di toccare la terra e guardare il cielo, di sedurre implicitamente ed esplicitamente uomini e dei per costruire un personaggio multidimensionale, che saprà essere sorprendentemente fuori dagli schemi.

La tragedia euripidea trova nella regia di Emilio Russo una lettura ideale e del tutto condivisibile ove il gioco tra vissuto e narrato, detto e immaginato diventa il fulcro della narrazione drammaturgica.

Le salon musical - Alessandro Cammarano

“Romina Mondello si rivela interprete sensibile, con una prova d’attrice non “scontata”, capace di accendere un’ampia gamma di sensazioni” .

Il Giornale di Vicenza – Chiara Roverotto

“Ciò che rende irresistibile la Medea di Romina Mondello è proprio la sua determinazione priva di passionalità esteriore e invece innescata da un fuoco che brucia tutto dentro di lei”.

Il Giornale di Vicenza- Antonio Stefani

 

blog rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

Studio Marconi '65 presenta Arnaldo Pomodoro: Grafiche

Studio Marconi '65

presenta

Arnaldo Pomodoro
Grafiche

 

OPENING

Giovedì, 17 ottobre 2019

dalle 18.00 alle 21.00

dal 18 ottobre al 21 dicembre 2019

ingresso libero dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 19.00


Studio Marconi ’65 ha il piacere di presentare una selezione di grafiche e multipli di Arnaldo Pomodoro eseguiti tra il 1967 e il 1970. In questi anni l’artista matura la propria indagine sulle forme e simboli primitivi e semplici come la sfera, il cubo, la colonna, la ruota diventano i temi del suo lavoro.

Nel 1964, un anno dopo la nascita della sua prima sfera, Pomodoro rende una sintesi perfetta della sua operazione inventiva in un’intervista a Mila Pistoi: “Ecco ciò che mi muove a fare le sfere: rompere queste forme perfette e magiche per scoprirne (cercarne, trovarne) le fermentazioni interne, misteriose e viventi, mostruose e pure; così provoco col lucido levigato un contrasto, una tensione discordante, una completezza fatta di incompletezze. Nello stesso atto, mi libero di una forma assoluta. La distruggo. Ma insieme la moltiplico.”

Una variante di questo processo di moltiplicazione sono i Rotanti che l’artista presenterà qualche anno dopo, nel 1968, allo Studio Marconi e successivamente alla Marlborough Gallery di Londra. Una ventina di sfere, di varie dimensioni, realizzate in lucido metallo riflettente, vengono poste su una pedana leggermente inclinata per dare al visitatore il senso di un ipotetico movimento. Qui le corrosioni hanno l’aspetto di spaccature geometriche, perforazioni nette e definite, più simili a quelle prodotte da una macchina che al risultato di un’erosione naturale. In una lettera al Maestro del 1970, lo storico dell’arte Tom Freudenheim individua la differenza tra “sfere” e “rotanti”: le une poggiano su una base, sono smangiate e dunque incapaci di rotolare; le altre invece “possono” essere viste da ogni angolo e “possono” rotolare; nelle une l’energia sprizza dall’interno e nell’interno; nelle altre si aggiunge l’energia del proprio movimento (o del potenziale movimento). Elemento comune a entrambe è la presenza di “contrasto e polarità”, “positivo-negativo”, “pieni e vuoti”. Dai Rotanti deriveranno poi anche le Onde e una serie di lavori intitolati Forma X.

È precisamente a questa fase del lungo e prolifico percorso artistico di Arnaldo Pomodoro che appartengono le grafiche esposte allo Studio Marconi ’65. L’artista non sembra preoccuparsi della sfida posta dalla superficie piatta e bidimensionale del foglio di carta. E se nel realizzare queste opere si confronta con il problema di come riuscire a conservare l’aspetto scultoreo delle sue immagini, in realtà, basta guardarle per scoprire che è in queste grafiche che si svela la genesi del primo Rotante immaginato durante il soggiorno americano a Stanford: traforato “in modo netto e ben definito, tracciando un segno a forma di X, senza slabbrature”. Oltre che nella scultura Arnaldo Pomodoro ha sviluppato la sua ricerca artistica in altri ambiti: gioielli, architettura, scenografia. Ha realizzato anche opere grafiche che mostrano un diverso linguaggio espressivo e sono, come scrisse Sandro Parmiggiani nella sua intervista del 2006 al Maestro, “un’officina, un grande, fervido laboratorio”.

 

INFO:

Studio Marconi '65

Via Tadino 17 - 20124 Milano

T. +39 02 2951 1297

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. studiomarconi.info

 

BLOG rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

Palermo, mostra collettiva di pittura: Salvo D’Acquisto

Il 15 ottobre 2019 in occasione dell’anniversario della nascita di Salvo D’Acquisto, alle ore 19.00,

presso la Galleria d’Arte Studio 71 di Palermo Via Fuxa n. 9,

verrà presentata la mostra collettiva di pittura:

Salvo D’Acquisto

(amò il suo prossimo più di se stesso)

Si tratta del “racconto” del giorno della fucilazione del Vice-brigadiere Salvo D’Acquisto avvenuto a Palidoro. Il Vice-brigadiere D’Acquisto si accusa di un reato mai commesso per salvare la vita di 22 italiani che erano stati rastrellati dalla milizia nazista per essere giustiziati in quanto accusati di avere causato attraverso lo scoppio di un ordigno la morte di due soldati tedeschi.

Il linguaggio pittorico consente ad ogni singolo artista di evocare la profonda intimità dei sentimenti di questo giovane Carabiniere immolatosi alla brutale arroganza della milizia nazista.

La mostra, composta da 12 tavole tutte di cm 60 x 80 e di una scultura, prende spunto dalla passione di D’Acquisto per l’Arma dei CC interpretata da Turi Sottile per proseguire poi con le prime fasi della sua vita  interpretate da Antonella Affronti ed Enrico Meo e culminate nel triste giorno della sua morte realizzate da Tiziana Viola-Massa, Massimo Piazza, Vanni Quadrio, Aurelio Caruso, Alessandro Monti, Sebastiano Caracozzo, Alessandro Bronzini e Pina D’Agostino. Caterina Rao ha realizzato il ritratto e Ninni Iannazzo un bassorilievo.

Le opere, sia pure nella libertà stilistica dei singoli autori, trovano connotazione per la loro drammaticità ma soprattutto trasbordano di quella commozione che palesemente si avverte guardandole.

Come scrive Cosimo Scordato: "L'arte trova la propria perfezione all'interno e non all'esterno di se stessa.”

Catalogo edito da Studio 71 con testi di; Aldo Gerbino, Tommaso Romano, Cosimo Scordato. Vinny Scorsone e Ciro Spataro. La mostra resterà aperta fino al 30/11/2019 ed è visitabile dalle ore 16.30 alle ore 19,30 festivi esclusi.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 091 6372862

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 333 2737182

 

BLOG  rocktargatoitalia.it 

Leggi tutto...

La voce è il tuo strumento più prezioso!

La voce è il tuo strumento più prezioso!



la tua voce è una risorsa incredibile! La voce ha il potere di influenzare immensamente l’impatto che ha il tua discorso e può contribuire a rendere la tua comunicazione un successo… o un fallimento.
Pensa un attimo a quanto possano incidere sull’efficacia di un messaggio il tono, il timbro, il ritmo e il volume.

Sei sicuro di conoscere la tua voce?
Insieme a due docenti d'eccezione, Dominique Evoli e Elda Olivieri, imparerai a migliorare l’uso della tua voce e poter così aumentare le tue competenze personali e lavorative!

Se senti che ci sei quasi, che vuoi vedere la tua voce crescere, che vuoi andare oltre, che vuoi acquisire le competenze che senti che ti stanno mancando…. Ecco i corsi che fanno per te!

DIZIONE
Parlare è il primo modo per comunicare. Ecco perché sapersi esprimere correttamente con chiarezza e senza alcuna inflessione dialettale è utile non sono nella vita lavorativa, ma anche in quella quotidiana.
Seguendo questo corso scoprirai di avere una nuova voce, e poter utilizzare il palato, le labbra, per allenarti e imparare a fare suoni diversi e pronunciare le parole in modo diverso.

VOCE, DOPPIAGGIO, E SPEAKERAGGIO
Elda Olivieri, attrice e doppiatrice, nota per essere stata la voce ufficiale di Lara Croft, sarà la tua voice coaching di pubblicità, speech giornalistico, videogiochi e doppiaggio, il tutto all'interno di una sala di registrazione professionale. Perchè la tua voce può diventare il tuo strumento di lavoro!

Ti aspettiamo!

TEATRI POSSIBILI
via Savona 10 20144 Milano
(+39) 02 83 23 182
https://www.teatripossibili.it

 

blog rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

IL TRIO BOBO “Sensurround”

 CD / DIGITALE - Street date 18 ottobre 2019

IL TRIO BOBO

"Sensurround" è il nome di un sistema sonoro per il cinema brevettato negli anni 70 dalla Universal, il cui effetto era quello di "circondare" gli spettatori con le basse frequenze, rendendo la visione del film molto più intensa e reale. “Sensurround” è il titolo del terzo album del Trio Bobo, in uscita a ottobre 2019, dopo “Trio Bobo” (2005) e “Pepper Games" (2016): un lavoro che punta a mettere definitivamente a fuoco lo stile peculiare e i concetti che dal 2002 Faso, Christian Meyer e Alessio Menconi cercano di portare avanti ovvero “musica  ben composta e registrata live da uomini in carne ed ossa come si faceva negli anni “70”.

Se il Trio Bobo è la somma di tre anime il cui risultato è, come si suol dire, maggiore del valore delle singole parti, "Sensurround" vuole essere l’album che riassume tutte le influenze musicali che formano il DNA del Trio: jazz, rock, blues, progressive, funk e anche un po’ di discomusic, il tutto condito con spezie estratte da ritmi africani.

I tre musicisti danno vita a un’esperienza sonora intensa, coinvolgente e divertente, dal vivo come in studio: la differenza tra le due situazioni, nel loro caso, è labile e consta soprattutto dei siparietti esilaranti che caratterizzano le performance sul palco (del resto la loro musica “sorride" anche nella sua versione registrata).
Il Trio Bobo è colore, varietà e amore totale per la musica: gli strumenti dialogano, giocano e creano un ibrido caldo e vitale. Sensurround è un album pieno di composizioni diverse e amore totale per la musica: gli strumenti dialogano, giocano e creano un ibrido caldo e vitale, sorretto da una tecnica eccellente e mai ostentata.

In alcuni brani sono presenti ospiti d’eccezione: Stefano Bollani, la straordinaria cantante/flautista indiana Varijashree Venugopal, i percussionisti Alex Pacho Rossi e Matteo Scarpettini che danno ancora più sapore alla ricetta del Trio. Una ricetta che nasce europea, ma che da sempre guarda verso l’Africa e l’Asia, ovvero la culla dell’umanità e la terra in cui nasce il sole.

Il limpido ed avvolgente suono è stato registrato con i migliori sound engineer italiani: Foffo Bianchi (da anni guida spirituale del Trio), Andrea “Pelle” Pellegrini, Gianluca Guidetti, Tommaso Bianchi.  

https://www.instagram.com/trio_bobo/

https://www.facebook.com/triobobo/

 

blog rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

SANDRONE DAZIERI "La danza del gorilla"

SANDRONE DAZIERI
La danza del gorilla

________________________________________

Personaggio leggendario del noir italiano, a dieci anni dalla sua ultima apparizione il Gorilla è tornato. Dieci anni fa qualcuno gli ha sparato in testa. Ha cambiato vita e se ne sta ad Amsterdam dove, grazie alle proprietà terapeutiche della marijuana, ha stipulato una tregua con il suo alter ego: il Socio, il doppio in agguato, che gli ruggisce dentro e che è sempre pronto a prendere il sopravvento. Disturbo Dissociativo dell’Identità. Il Gorilla ne soffre sin da bambino ma ha imparato a nascondersi e sopravvivere. Ora però deve rientrare a Milano per la morte di un amico, dove finirà invischiato nel pasticcio di un incendio doloso. In un viaggio al termine della notte che svela la schizofrenia di questo tempo marcio, ammantato di promesse scintillanti come i nuovi grattacieli, inchiodato alle ingiustizie di sempre.

(Rizzoli, pp. 240, € 18)

IN LIBRERIA DAL 29 OTTOBRE

blog rocktargatoitalia.it

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?