Menu

Articoli filtrati per data: Luglio 2019

Premio Rock Targato Italia 2019 Miglior Singolo a Giulio Casale

Premio Rock Targato Italia 2019  

Miglior Singolo  

Giulio Casale  

“Soltanto un video” 

 

Il premio è stato conferito dalla giuria, composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia, il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale).  

Le Targhe di riconoscimento per ciascun premio Rock Targato Italia saranno conferite ai prescelti dal 10 al 12 settembre, durante lo svolgimento delle Finali Nazionali della 31/a edizione di Rock Targato Italia, presso il Legend Club di Milano.  

Premio Miglior Singolo  

Giulio Casale – “Soltanto un video” 

Artista sensibilissimo ed eternamente irrequieto, con il singolo “Soltanto un video” Giulio Casale riesce a fotografare in modo spietatamente lucido il senso di sconfitta e smarrimento di un uomo alle prese con le proprie malinconie e con le tremende contraddizioni della società contemporanea. Una canzone capace di coniugare sincerità, poetica di spessore e un linguaggio musicale moderno, imprevedibile e ricercato che trasporta la canzone d’autore nel tempo presente e la proietta in quello futuro.  

(Roberto Bonfanti, scrittore e musicista) 

 

blog rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

SIRIUS A ROCK TARGATO ITALIA - FINALI NAZIONALI

dal 10 al 12 settembre al @LegendClub di Milano sono in Programma le Finali Nazionali della Rassegna. Andiamo a conoscere gli artisti che si affronteranno con il suono della buona musica di qualità gli ambiti premi. Interviste a cura dell'ufficio stampa Divinazione Milano

cominciamo con Sirius 

 

  1. Nome artista

 

Joe Peduto (Sirius MusicArtVision, semplicemente Sirius)

 

 

 

  1. Parlateci della vostro percorso come band (Come vi siete conosciuti, che genere di musica suonate, Quali sono le vostre influenze musicali)

 

Sirius non è una band ma bensì un progetto artistico nato nel 2015 da una idea di Joe Peduto (Chitarra/Voce) e Josh Di Pasca (Tastiere/Voce), poi uscito nel giugno del 2018, e facevamo già di una rock band, ma avevamo intenzione di avviare un progetto inedito, dove gli altri musicisti sarebbero stati poi turnisti fino ad avere come turnisti.

 

Il genere è che suoniamo è l’Art-Rock una forma di rock che comprende le sfumature del rock psichedelico, progressive, Fusion, Pop Rock, Hypnotic Rock. Le influenze provengono da: The Alan Parsons Project, Pink Floyd, Daft Punk, Genesis, Mike Oldfield.

 

  1. cosa ne pensate del panorama musicale attuale italiano? Credete che ci sia abbastanza spazio e possibilità per artisti emergenti e per visi e voci nuovi, per musica originale e autentica?

 

Credo a mio parere, che il panorama musicale italiano sia totalmente cambiato dove il genere rock e ancora di più il mio genere rock è talmente di nicchia che credo sia difficile trovare spazio in quanto, a volte quello che non si conosce o meglio non si può paragonare a qualcosa di attuale sia molto discriminato, questo per ciò che riguardano i music club, a differenza dei contest che permettono questo spirito emergente.

 

  1. cosa vi aspettate e sperate per il vostro futuro musicale?

 

Spero solo che ci sia la possibilità di far conoscere in italia la propria musica attraverso i live e che ci siano music club che non fanno solo un ragionamento economico per riempire i locali con tribute band ma che permettano di far proporre la propria musica.

 

  1. cosa rappresenta per voi la vostra musica? ha un obiettivo (magari un messaggio non completamente visibile, un ideale o un pensiero più o meno filosofico) o più semplicemente è un modo per 'sfogare' i vostri sentimenti e condividerli?

 

La sperimentazione sonora che si crea ha uno sguardo al passato, sui grandi gruppi sperimentali del rock, la quale vuol dare un continuo interesse nel tempo alle nuove generazioni. È un modo per liberare le proprie emozioni e far riflettere attraverso i propri suoni.

 

  1. Nell’era digitale, pensate che cosa pensate dell’organizzazione musicale,? La storica filiera manager, etichetta, promoter serate, ufficio stampa? sia ancora necessario o altro?

 

Le etichette indipendenti hanno dato inizialmente un po’ di fiato alla musica e a chi cercava di fare musica avendo i cancelli chiusi dalla grande distribuzione, ma il fattore web ha sconvolto un po’ le cose e le etichette purtroppo non garantiscono live la cosa che oggi ogni artista vorrebbe maggiormente, oggi credo che sia molto più importante avere un booking e un ufficio stampa che ti permetta di farti stare sempre davanti agli occhi delle persone.

 

  1. Rapporto con il vostro pubblico: come comunicate con i fan? Come li coinvolgete?

 

La comunicazione avviene direttamente attraverso il nostro messaggio quale la musica stessa che come anticipo io è una musica che non fa solo ascoltata ma sentita, una sorta di feel, comunicare attraverso i suoni sia la forma più diretta possibile perché ad ognuno può dare uno stimolo e risposta diversa.

 

  1. Un momento memorabile come band?

 

È sempre quello che verrà, la finale di Rock Targato Italia J

 

blog rocktargatoitalia.eu

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

PIANO CHE PIOVE In Concerto d’Estate il 26 luglio

PIANO CHE PIOVE

In Concerto d’Estate il 26 luglio

a Villa Fiorita alle ore 21.30

Via Guido Miglioli – Cernusco sul Naviglio (MI)

 

Se il tempo sarà favorevole, il concerto si svolgerà all’aperto, in caso contrario sarà all’interno della Villa. È inoltre possibile per chi lo desidera cenare sul posto a partire dalle 19.30 con del sano cibo biologico a prezzi convenienti.

l 26 luglio alle ore 21.30 i Piano Che Piove (PCP) si esibiranno a Villa Fiorita, a Cernusco sul Naviglio (MI).

Durante la serata, i Piano Che Piove presenteranno i brani del loro repertorio, tra cui il loro ultimo singolo Tango Sbagliato, scritto e composto da Ruggero Marazzi, che sta riscontrando un notevole successo radiofonico.

 

PIANO CHE PIOVE (PCP)

Il progetto PCP (Piano Che Piove) nasce da un'idea di Ruggero Marazzi, autore dei brani che compongono il repertorio, e si sviluppa stilisticamente con il sensibile contributo di diversi amici musicisti.

Le canzoni, musicalmente connotate da sfumature di generi diversi sulla matrice della canzone d'autore, sono ispirate a tematiche di esperienza comune con un occhio aperto sul contesto reale e perseguono un obiettivo di leggerezza espressiva, in antitesi al sensazionalismo della comunicazione contemporanea.

Il primo disco della band, “In viaggio con Alice”, è stato selezionato al Premio Tenco fra le cinquanta migliori opere prime del 2015.  

Nell'attuale formazione i PCP sono Sabrina Botti alla voce, Claudio Resentini al basso acustico e Ruggero Marazzi alle chitarre. 

 

NEL WEB:

https://www.pianochepiove.it/

 

FRANCESCO CAPRINI - FRANCO SAININI 

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

  1. 02 58310655 Mob. 3925970778 – 393 2124576

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

web: www.divinazionemilano.it 

Leggi tutto...

DNA concerti annuncia le prima date autunnali del tour di SMOG di GIORGIO POI

 

DNA concerti

è felice di presentare

GIORGIO POI

ANNUNCIATE LE PRIME DUE DATE AUTUNNALI

DEL TOUR DI "SMOG"

 

- PRIME DATE AUTUNNALI -
 
11 ottobre 2019 - Roma - Spring Attitude Festival

MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo
Evento FB: Spring Attitude Festival | Dieci
Biglietti: http://bit.ly/2Y9tvS6
Info: www.springattitude.it

22 novembre 2019 - Milano - Linecheck Music Meeting and Festival
BASE Milano
Evento FB: Linecheck 19 - Music Meeting and Festival
Biglietti: diyticket.it/taWSwG
Info: www.linecheck.it


- DATE ESTIVE GIÁ ANNUNCIATE -

24 luglio 2019 - Bastia (Corsica) - I Sulleoni
Evento FB: Festival I Sulleoni – 26/07 au 29/07 – Bastia

26 luglio 2019 - Majano - Festival di Majano
w/ CALCUTTA
Evento FB: Calcutta al Festival di Majano
Biglietti: 32€ + d.p. - bit.ly/2Sw9q78
Info: www.promajano.it/

29 luglio 2019 - Budoni (SS) - Pata Club
Evento FB: Giorgio Poi - Flamingo Summer Fest
Biglietti: 15€ + d.p. - http://bit.ly/2K26fR8
Info: www.patadisco.it

03 agosto 2019 - Filago (BG) - Filago
Evento FB: Giorgio Poi Filagosto 2019 – Ingresso Gratuito
Ingresso Gratuito
Info: www.facebook.com/filagosto

04 agosto 2019 - Villadossola (VB) - Festa della Lucciola

Evento FB: Giorgio Poi live alla Lucciola – Villadossola (VB)
Ingresso Gratuito
Info: www.facebook.com/laFestadellaLucciola

07 agosto 2019 - Praia a Mare (CS) - Jova Beach Party

Evento FB: Jova Beach Party 2019 - Praia a Mare - 07.08.19
Biglietti 52€ + d.p. - bit.ly/30Q9Ok6
Info: www.tridentmusic.it 

08 agosto 2019 - Matera - Palazzo Lanfranchi
Info: www.materaevents.it/home

09 agosto 2019 - Termoli (CB) - Musurplage
w/ LUCHÈ, MECNA
Evento FB: Musurplage 9 - 10 - 11 agosto 2019, III edizione 
Biglietti: 22€ Single Day / 33€ Abbonamento - http://bit.ly/2JLbJAL
Info: musurplage.altervista.org

10 agosto 2019 - Locorotondo (BA) - Locus Festival
w/ CALCUTTA
Evento FB: Calcutta al Locus festival 2019
Biglietti: € 28 + d.p.- http://bit.ly/locus2019_ticketo
Info: www.locusfestival.it

11 agosto 2019 - Roccaspide (SA) - Festival dell'Aspide
Ingresso Gratuito
Info: www.facebook.com/festivaldellaspide/

17 agosto 2019 - Livorno - Baciami Festival

Evento FB: Baciami festival 2019 • Giorgio Poi
Biglietti 18€ - bit.ly/2YlwJWL
Info: www.facebook.com/baciamifestival

22 agosto 2019 - Fabro Scalo (TR) - Radical Sheep Music Festival
Evento FB: Radical Sheep 2K19 
Ingresso Gratuito
Info: www.festacontadina.it

24 agosto 2019 - Taranto - Onde Festival
Evento FB: Giorgio Poi/Vicario/Ombre Cinesi/Manitoba live-Onde Festival
Info: www.facebook.com/ondefestival

15 settembre 2019 - Bologna - Tutto Molto Bello

Evento FB: Giorgio Poi * Giovanni Truppi * Tutto Molto Bello 2019
Biglietti 15€ + d.p. 
Info: http://www.tuttomoltobello.eu

Fin dallo scorso 8 marzo, data di uscita su Bomba Dischi di Smog, il suo "primo secondo album", Giorgio Poi ha intrapreso un tour che conta più di quaranta date nei club e nei festival di tutta Italia e che continuerà anche in autunno. 

Oggi l'annuncio delle prime due date autunnali, in due dei festival più importanti delle capitali italiane della musica: lo Spring Attitude di Roma e il Linecheck di Milano, dove l'affezionato pubblico di Giorgio avrà una nuova occasione per vedere dal vivo uno degli artisti più apprezzati del momento. 

GIORGIO POI 

Romano di adozione, Giorgio Poi nasce a Novara e trascorre parte dell’infanzia a Lucca. Appena ventenne si trasferisce a Londra, dove si diploma in chitarra jazz alla “Guildhall School Of Music And Drama”. Nel frattempo dà vita ai “Vadoinmessico”, con i quali pubblica il fortunatissimo album “Archaeology Of The Future” che li lancia in un tour che toccherà tutta l’Europa e anche gli States. Il progetto assumerà in seguito una nuova forma sotto il nome “Cairobi”. Dal 2013 vive tra Londra e Berlino, guardando all’Italia da lontano, e subendone il fascino che la distanza alimenta. Così inizia a scrivere alcuni brani in italiano. Ne viene fuori un disco di canzoni d’amore personali, malinconiche e psichedeliche, uscito Bomba Dischi/Universal a Febbraio 2017. “Fa Niente” è accolto con grande favore dalla stampa specializzata ma anche da molte testate generaliste che gli dedicano articoli e recensioni approfondite entrando nel merito delle abilità compositive di Poi. Parallelamente si mette in moto in un’incessante attività dal vivo che vede Giorgio esibirsi con Francesco Aprili alla batteria e Matteo Domenichelli al basso. I tre partono per il tour d’esordio in tutte le grandi città italiane e in molte provincie raccogliendo entusiasmo e tantissimo pubblico. Il live è quadrato ed emozionante, per chi ama cantare “Niente di strano”, “Paracadute”, “Acqua minerale”, ma anche per chi vuole ascoltare, osservare, godersi le doti tecniche e stilistiche di Giorgio e dei suoi musicisti che dal vivo trovano massima espressione. Giorgio Poi si conferma tra i migliori esordi del 2017 con una lunghissima estate di concerti che tocca praticamente tutta la penisola e i maggiori festival italiani. A seguito dell’uscita dei due brani inediti “Il tuo vestito bianco” e “Semmai”, Giorgio riparte per un esaltante tour autunnale nei principali live club italiani. Nel frattempo “Fa Niente” viene eletto da Rockit miglior disco dell’anno e molti altri siti specializzati e non lo piazzano in testa alle classifiche. Il 2018 si apre con la partecipazione a Eurosonic a cui fa seguito un mini tour europeo. I Phoenix si innamorano della sua musica e lo invitano ad aprire il loro concerti a Milano (Marzo 2018), Parigi (Maggio 2018) e New York (Luglio 2018) e Los Angeles (Settembre 2018). Sempre nei primi mesi del 2018 Giorgio Poi si dedica alla produzione artistica del disco d’esordio di Francesco De Leo (Bomba Dischi). In parallelo nascono le proficue collaborazioni con Frah Quintale per il brano “Missili”, prodotto da Takagi e Ketra (Undamento, Bomba Dischi, Pltnm Squad), Carl Brave per il brano “Camel Blu” contenuto all’interno del disco “Notti Brave” e  Inoltre firma per Luca Carboni il brano “Prima di partire” contenuto nell’ultimo disco del cantautore bolognese “Sputnik”. L' 8 marzo esce "Smog", quello che lui stesso definisce il suo "primo secondo album", anticipato dai singoli "Vinavil" e "Stella" e che contiene anche il singolo "La Musica Italiana",scritto a quattro mani con Calcutta. 

Leggi tutto...

Tutti i vincitori di Rock Targato Italia

30/a edizione

  • LO STATO DELLE COSE
  • NYLON

 

29/a edizione

  • GOLASECA
  • KILLING DODO

 

28/a edizione

  • CAPABRÒ
  • FLAT BIT

 

27/a edizione

  • BLUE PARROT FISHES
  • TESTHARDE

 

26/a edizione

  • EUPHORICA
  • KARMA IN DISTORSIONE

 

25/a edizione

  • DADA CIRCUS
  • DAGOMAGO
  • MANIA
  • NINFEANERA
  • MESSERE
  • METAPHORA
  • MJLD
  • RAT MOUSQUE'

 

24/a edizione

  • 099
  • CAMPO AVVELENATO
  • DEPT 12
  • LEILA KHAN
  • MENABO’
  • SETTEMBRE ADESSO
  • SUPERSTEREO
  • VALLENTO POSSE & KABOOM BAND

 

23/a edizione

  • FOOS
  • THE KING SIZE
  • LE HIBOU
  • LE ORIGINE DELLA SPECIE
  • MALARMA
  • NONOSTANTE CLIZIA
  • ROSHOMON
  • THE STRAW
  • THE STRIGAS
  • UNDERDOSE

 

22/a edizione

  • COEMME 2
  • EUGENIE
  • KATMAI
  • PAPATACI
  • SKIVER
  • SWF
  • TRIFASE

 

21/a edizione

  • COMEDI CLUB
  • LADS WHO LUNCH
  • MAXENA TACE
  • MONKEYS
  • NERAVIRTU’
  • OVERTAKE
  • THE BANKROBBER
  • THE JUNKLE

 

20/a edizione

  • THE FOTTUTISSIMI
  • MICAPUNGO
  • PALCONUDO
  • UNITA’ DI DISTRUZIONE DEL SUONO
  • JANG SENATO
  • SUPERCANIFRADICIADESPIAREDOSI
  • LENA'S BAEDREAM
  • IL JULLARE

 

19/a edizione

  • KLORD
  • OBC SLIM
  • ESSERETEMPO
  • F.L.A.G.
  • LAMIA
  • DARI
  • ZEPHIRO

 

 

18/a edizione

  • AURA
  • CLAMIDIA
  • GEISHA
  • INDOVENA
  • INTUASSENZA
  • PASSAGGIO X IL PARADISO
  • PORNOPILOTS
  • THE CLOCK

 

17/a edizione

  • EGON
  • ENDIGMA
  • HATTORIHANZO
  • MARYTRINIMELO
  • MALASPINA
  • PIKS
  • P.O.E.
  • TOADSTOOL

 

16/a edizione

  • 3 PERIODICO
  • CATHERINE
  • DOPOLAVORO FERROVIARIO
  • GENETICO TAZEBAO
  • GRACE
  • MIDIA
  • PABLO E IL MARE
  • SPRANGASCIMMIA

 

15/a edizione

  • CAVE CANEM
  • EZRA
  • FUSH
  • GWEN
  • LE BACCANTI
  • LEMELEAGRE
  • PEKISCH
  • SAESCIANT

 

14/a edizione

  • STEREOTIPI
  • NEWBREED1
  • LAREGINA
  • INNASENSE
  • LEG. CORR.
  • PLASTILINA
  • MADRELUNA
  • REFLUE

 

13/a edizione

  • 109 MHZ
  • K
  • KLOWN
  • LIBRA
  • LILLY FOR GULLIVER
  • MARCO FABI
  • NUOVI ORIZZONTI ARTIFICIALI
  • PORNOSHOCK

 

12/a edizione

  • QUINTO STATO
  • JINN IN CAOS
  • NOBIS
  • MALADIVES
  • DRAHMA
  • NEUROX
  • LOVINTRESI
  • FUORISERIE

 

11/a edizione

  • SUBURBIA
  • SEBASTIAN
  • BLUNOA
  • NORTHPOLE
  • MEGANOIDI
  • ATECHE
  • DISCOREVOLVER
  • ALIBIA

 

10/a edizione

  • ELECTRA
  • MARYLINEIGUAI
  • HIDEA
  • ZERO
  • ARIVO
  • LINK
  • ETA BETA
  • ANNO ZERO

 

9/a edizione

  • BALABIUT
  • CADUTA MASSI
  • MAJORA
  • SYSTEMBOLAGET
  • LA SINTESI
  • HAMBRA
  • ROULETTE CINESE
  • FLANGAR NON FLECTAR

 

8/a edizione

  • SERIAL KILLER
  • SCISMA
  • NEOGRIGIO
  • JUNGLE FEVER
  • MAD RE
  • CIOIS
  • SENNA 23
  • GENNAIO

 

7/a edizione

  • RIO SAVE
  • MANACERACE
  • ESTRA
  • JUDY CORDA
  • QUARTA ISOLA DEL TEMPO
  • EREZIONE LIBERA
  • CIROMA

 

6/a edizione

  • FUORI ORARIO
  • DOGANA
  • THE MURO
  • SERVA PAGANA
  • S.O.S.
  • ULTIMO RITUALE
  • RADIOFIERA
  • HISONZ STREET BAND

 

5/a edizione

  • DARIO FOCHI
  • EH?
  • THE FORELOCKS
  • MARLENE KUNTZ
  • DECO
  • CLEO & CO
  • BOMBA BOMBA
  • K.B.B.

 

4/a edizione

  • GAZZELADRE

 

3/a edizione

  • FAUVES

 

2/a edizione

  • TIMORIA

 

1/a edizione

  • Non esisteva il contest per emergenti
Leggi tutto...

Art Verona

La 15a edizione da venerdì 11 a domenica 13 ottobre 2019

________________________________________

ArtVerona presenta gli espositori della quindicesima edizione.

ArtVerona presenta le 150 gallerie dell’edizione dei suoi 15 anni, che si svolgerà dall’11 al 13 ottobre negli spazi rinnovati di Veronafiere, offrendo un percorso sempre più qualificato attraverso il panorama del mercato dell’arte italiano, dal settore moderno più consolidato fino alle novità emergenti e da scoprire.
Sono 5 le sezioni della fiera, tra le 115 gallerie della Main Section, tra arte moderna e contemporanea, e quelle dell’area della ricerca e della sperimentazione, che comprende anche le due sezioni che guardano all’estero: 5 gallerie per Focus on, che dopo la Lituania quest’anno punta a un altro scenario di grande interesse, quello della Repubblica Ceca e della Slovacchia, e Grand Tour, dedicata alla visione di 6 gallerie e galleristi che dall’Italia hanno aperto una sede all’estero o viceversa. A queste si affiancano le due sezioni dedicate alle realtà più giovani con le 16 gallerie di Scouting e le 8 gallerie dei solo show di Raw Zone.

La terza edizione vede nuove importanti adesioni che si aggiungono a significativi ritorni e conferme rispetto alla scorsa edizione, un risultato che deriva dal riconoscimento di un progetto che investe sulle potenzialità del sistema italiano. Questo avviene anche a partire da un costante dialogo con le diverse espressioni del collezionismo, che si manifesta tutto l’anno con il roadshow della fiera nelle città italiane e con la novità di Collecting, il corso dedicato ai nuovi collezionisti, ideato da Adriana Polveroni, giunta al terzo anno della sua direzione artistica.

Il percorso in fiera prosegue con Free Stage, la sezione dedicata agli artisti che ancora non sono rappresentati da una galleria, quest’anno con 8 giovani promesse invitate da Alberto Garutti e con i 14 project spaces selezionati per i10 Spazi Indipendenti, a cura di Cristiano Seganfreddo.

Per festeggiare il suo quindicesimo anniversario ArtVerona amplia l’esperienza della fiera aprendo eccezionalmente al pubblico le attigue Gallerie Mercatali. I 6.400 mq di questo affascinante edificio di archeologia industriale in corso di restauro da parte di Veronafiere si trasformano per tre giorni in Loony Park, una grande installazione ambientale dell’artista Norma Jeane, realizzata da Contemporary Locus e a cura di Paola Tognon. Non solo una festa, ma un’esperienza artistica che evolve dal giorno alla notte, per entrare nei meccanismi dell’intrattenimento. Un’opera interattiva che abbraccia arti visive e performance e si intreccia col suono grazie agli ospiti internazionali invitati da Path Festival, protagonisti del grande party di apertura di venerdì 11 ottobre e delle incursioni sonore che animeranno l’installazione nella serata di sabat o 12 ottobre.

ArtVerona annuncia le giurie di una piattaforma sempre più articolata di premi e riconoscimenti, con due novità: il Premio MZ Costruzioni, nato su iniziativa di due imprenditori e collezionisti campani, e il Premio Casarini ideato dal Gruppo DueTorriHotels e rivolto alla pittura under 35. Confermati tutti gli altri riconoscimenti: Level 0, a cui aderiscono i direttori di alcuni dei principali musei italiani, sostenuto da AGSM, Premio Icona, Premio WiDiCollect in collaborazione con Banca Widiba, Premio Fotografia under 35, Display, Sustainable Art Prize promosso dall’Università Ca' Foscari Venezia, la seconda edizione del fondo di Veronafiere A Disposizione e il riconoscimento per i10 Spazi Indipendenti, nel decennale del progetto, sostenuto da AMIA.

In città il quartiere Veronetta si anima di progetti e iniziative che offrono attraverso l’arte contemporanea un’occasione per scoprire uno dei quartieri più interessanti del centro storico. Torna La quarta notte di quiete a cura di Christian Caliandro. Il Polo Santa Marta dell’Università si apre alle visite guidate di Contemporanee, contemporanei, l’esposizione delle opere della collezione AGI Verona che il collezionista Giorgio Fasol ha affidato per cinque anni all’Ateneo e all’interazione con i suoi studenti. Giardino Giusti ospita To be played, video, immagine in movimento e videoinstallazione nella "generazione ottanta", mostra a cura di Jessica Bianchera e Marta Ferretti, promossa da Giardino Giusti e Urbs Picta in collaborazione con ArtVerona e Careof (11 ottobre – 22 novembre 2019).
La Fondazione Cariverona presenta le mostre Carlo Zinelli. Visione Continua e Omaggio a Mirko Basaldella, a cura di Luca Massimo Barbero (11 ottobre 2019 – 12 gennaio 2020).

La nuova immagine della 15ª edizione di ArtVerona è a cura di Agenzia del Contemporaneo ed è realizzata dal fotografo Pietro Cocco.


ArtVerona
Veronafiere, Padiglioni 11 e 12, Ingresso Re Teodorico, Viale dell’Industria

15a edizione
11-13 ottobre 2019
Preview venerdì 11 ottobre, dalle ore 11 alle 14 (su invito)
venerdì 11 ottobre, dalle ore 14 alle 19
sabato 12 e domenica 13 ottobre, dalle ore 11 alle 19


Gallerie Mercatali
Viale del Lavoro, ingresso da Park 3

Norma Jeane. Loony Park
a cura di Paola Tognon / Contemporary Locus
11-13 ottobre 2019

opening e party venerdì 11 ottobre, dalle ore 19 alle 3
dalle 21.30 live e dj set*

sabato 12 ottobre, dalle ore 10 alle 2
dalle ore 23. 30 alle 2: performance e dj set*

domenica 13 ottobre, dalle ore 10 alle 19

* Path Festival per ArtVerona

Ingresso libero

blog @rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Piero Cassano vince il Premio Artisti Italiani del Mondo Rock targato Italia 2019

Premio Speciale Rock Targato Italia 2019  

Artisti italiani nel Mondo 

PIERO CASSANO 

 

Un membro storico dei “Matia BAZAR” si aggiudica il Premio Speciale 2019 artisti italiani nel Mondo.  

Il premio è stato conferito da una giuria composta da operatori del settore musica cinema moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia, il contest di scouting tra i più longevi d’Italia, ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale). 

Piero Cassano è compositore, autore, musicista e artista, protagonista assoluto di tantissime canzoni portate al successo dalla sua band storica “Matia Bazar” e da interpreti universali protagonisti della musica italiana nel mondo intero. Quali ad esempio Eros Ramazzotti(“COSE DELLA VITA” cantata in duetto con Tina Turner. “MUSICA È’” in copia con Andrea Bocelli SE BASTASSE UNA CANZONE insieme a Luciano Pavarotti). Mina, Anna Oxa, Ricardo Montaner, Sergio Dalma 

Un riconoscimento che premia l’Uomo, l’Artista, la personalità, la fantasia e professionalità attraverso la sua straordinaria opera e invidiabilissima carriera artistica.  

La Targa sarà consegnata a Milano durante le Finali Nazionali della rassegna in programma a Milano il 10 – 11 – 12 settembre 2019. 

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Ancora, tre pietre miliari.

Ancora, tre pietre miliari.

Un giorno di qualche anno fa, in un bar dove stavo bevendo un caffè, è entrata una ragazza. Ordinando qualcosa, si accorse della musica e disse al barista: “Che bella canzone! E’ un cantante nuovo?”

Il barista, ironizzando, le confermò che si trattava di una nuova boy-band.

La canzone era Strawberry Fields Forever, di The Beatles, scritta da John Lennon che evoca, nel ricordo, il giardino di un orfanotrofio dove il piccolo John soleva andare a giocare a pallone.

Allora la cosa mi aveva divertito … Forse, perché avevo trovato un certo gusto perverso nel fatto che il barista prendesse in giro la ragazza che, evidentemente, non aveva dimestichezza con la musica anche nel caso di un brano che conosce chiunque calpesti il pianeta Terra. Alla fine, mi era dispiaciuto che le fosse stata celata la verità. Probabilmente, scoprendo The Beatles le sarebbe venuta una maggiore curiosità della materia e della vita. Mi sono consolato con la consapevolezza che, prima o poi, The Beatles li incontri, ci inciampi volendo o non volendo.

Destato da questo ricordo, ho pensato che sarà circa un anno che non scrivo più dei miei album d’elezione … Avevo deciso di scrivere, almeno una volta all’anno, un “pezzo” su tre LP importanti. Le “pietre miliari”, appunto. Ed ora, è venuto il momento.

Primo disco: London Calling, The Clash. L’album, pubblicato nel 1979, é un monumento al crossover, tendenza oggi molto diffusa, ma coraggioso tentativo di una band dichiaratamente punk, ai tempi. Ormai, considerato un classico, London Calling mescola sapientemente le sonorità del reggae, del rockabilly, dello ska, dell’R’n B, del blues e del jazz facendo emergere un genere spurio di grande valore. L’impegno sociale e politico del gruppo, i testi poetici e ispirati di Strummer e gli arrangiamenti di Jones hanno contribuito a cambiare il punto di vista di più di una generazione. The Clash, nonostante, i pochi album pubblicati (solo sei), le vendite non sempre eccezionali, errori imprenditoriali importanti (Sandinista! un triplo LP, uscì con il prezzo “politico” di un doppio creando non pochi problemi a loro e ai loro produttori), il fatto di non essere propriamente dei virtuosi strumentisti, sono considerati un gruppo di culto. Il loro valore imprescindibile è stato quello di inventare un genere che superasse l’imperante cultura dei gruppi da “due soldi” e dai tre accordi: il genere Clash. Inoltre, Strummer era un frontman di straordinario carisma. Lo spirito rivoluzionario di Joe e soci è stato, per così dire, istituzionalizzato quando (suscitando non poche polemiche ma compiendo un atto di grande coraggio) la title track del disco venne scelta come inno delle Olimpiadi di Londra nel 2012. Come se a Messa suonassero Vado al Massimo di Vasco!

Secondo LP: Rumours, Fleetwood Mac. Certificato doppio disco di diamante, vendette più di 40 milioni di copie. E’ l’undicesimo lavoro in studio del gruppo, pubblicato nel 1977, esce dopo un periodo di forti tensioni sentimentali all’interno della band. Lindsey e Stevie si stavano lasciando, così pure John e Christine e Mick Fleetwood aveva scoperto che sua moglie lo tradiva. Rumors (Dicerie, in inglese) ha dalla sua parte, ancora, la migliore formazione dei Fleetwood Mac. Il risultato è un album pop (sì, il pop buono davvero, si può fare e vendere tantissimo senza vergognarsi!) che coniuga le atmosfere folk USA con la musica popolare britannica (soprattutto gallese e scozzese). Dalle “aperture” di chitarra acustiche a suites sostenute da organo e pianoforte, una base ritmica presente e funzionale sono i punti di forza dell’album. Oggi, è un lavoro da riscoprire, vista la qualità generale media del genere popular … Comunque, anche, i testi rispecchiano la situazione personale dei membri: Stevie Nicks disse che, di fronte al lavoro finito, si poteva dire che il risultato complessivo fosse migliore della somma delle parti.

Terzo, last but not least: The Anthem of Peaceful Army, Greta Van Fleet. E’ il primo album (esce a fine 2018) di una band di ragazzini ventenni che vengono dal Michigan … Al loro attivo, precedentemente, solo due EP e tre singoli. Come spesso succede ai grandi, la critica si è spaccata su due controverse posizioni. La prima recita che i ragazzi scimmiotterebbero gli artisti rock e blues degli Anni Sessanta e Settanta non avendo di fatto una componente di originalità nemmeno apparente. La seconda posizione definisce l’album uno dei lavori meglio riusciti degli ultimi trent’anni. Chi avrà ragione? Chi pensa che siano gli emuli dei mitici Led Zeppelin o chi dice che siano formidabili? Temo che ognuno di voi dovrà trovarsi la risposta da solo. Io mi limito a dire che non capita spesso che una band con una produzione così scarsa sia in tour mondiale da un anno. In più, i tre fratelli Joe, Jake e Sam con il fido batterista Danny sul palco sono energia pura e carisma consentendosi, in barba alla loro giovane età, di essere anche ottimi musicisti. Il fatto che la voce di Joshua Kiszka sia per estensione, timbro e capacità interpretativa “vicina” a quella del miglior Robert Plant dovrebbe fargli arrivare apprezzamenti e non critiche. Poi, se ascoltate bene il disco riconoscerete molte di quelle sonorità anni Settanta che ci piacciono molto ma vi accorgerete che non è privo di stesure non convenzionali. Certo, il mondo è quello e i Led Zeppelin si sentono tanto ma, c’è anche un gradevole retrogusto di altre citazioni (The Who, in primis) e una freschezza creativa tipica di coloro i quali sono sulla strada giusta ma, che faranno il miglior loro disco la prossima volta (per sempre)! Per chi credesse ancora che il rock è morto ascolti i Greta Van Fleet ma si documenti sulla scena contemporanea USA e UK ma, anche, su quella sud-americana, nord europea ed est europea… Solo nell’Europa meridionale, il rock è diventato un genere di nicchia, soppiantato da un gusto collettivo deteriorato da una frusta e omogenea diseducazione.

Quasi quasi, vado a cercare quella ragazza e le offro un caffé, così le racconto che sul lato B (che per noi non il culo della soubrette di turno) di quel 45 giri c’era (c’è) Penny Lane di tale Paul McCartney … una canzone che parla di un terminal di autobus.

Long live rock ‘n roll!

di Paolo Pelizza

© 2019 Rock targato Italia

Leggi tutto...

Il week-end 19-21 luglio a Entrotrerre Festival

ENTROTERRE FESTIVAL

Il programma di questo week-end

 

 

19 luglio - BLUEJAZZ

 

DiVini Musica con il Duo Ponzi – Incerti

h 18.30 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

Prove Aperte Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi

h 19 - Piazza Garibaldi

Bertinoro FC

 

The Indians

h 20.30 - Piazza Guido dal Duca

Bertinoro FC

 

Quintorigo

h 22.30 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

DJ Set Mr. Lucky

h 23.30 - Enoteca Colonna Panorama

Bertinoro FC

 

20 luglio - BLUEJAZZ

La Scelta di non Scegliere

h 18.30 - Cantina Celli

Bertinoro FC

 

Parole e Musica: vite e composizioni di grandi musicisti

h 20.30 - Piazza Garibaldi

Bertinoro FC

 

Minor Swingers

h 20.30 - Piazza Guido dal Duca

Bertinoro FC

 

Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi // Jazz in Cinemascope

h 22 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

 

DJ Set Mr. Lucky

h 23.30 - Enoteca Colonna Panorama

Bertinoro FC

 

21 luglio - BLUEJAZZ

 

DiVini Musica con Ada Montellanico

h 18.30 - Tenuta de' Stefanelli

Meldola FC

 

Alessandro Scala Quintet

h 19 - Piazza Guido del Duca

Bertinoro FC

 

Sam Paglia Trio

h 20.30 - Piazza Guido del Duca

Bertinoro FC

 

A mille ce n’è // Entroterre Orchestra di Massimo Nunzi

h 22 - Piazza della Libertà

Bertinoro FC

Leggi tutto...

Il 18 luglio inizia "Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty"

 

AL VIA “VOCI PER LA LIBERTÀ – UNA CANZONE PER AMNESTY” 

DAL 18 AL 21 LUGLIO A ROSOLINA MARE (ROVIGO) 

CON ROY PACI, GIO EVAN, LA MUNICIPÀL,

IL CONTEST PER EMERGENTI E MOLTO ALTRO

 

Musica di qualità e diritti umani viaggeranno di nuovo affiancati nella 22a edizione di ‘Voci per la Libertà’, il festival legato ad Amnesty International in programma quest’anno dal 18 al 21 luglio a Rosolina Mare (Rovigo), con un ricco calendario di appuntamenti, sia pomeridiani che serali, ad ingresso gratuito.

Roy Paci & Picciotto, Gio Evan, La Municipàl, Mujeres Creando, Pupi di Surfaro, Kumi Watanabe, Valerio Piccolo sono alcuni degli ospiti in programma quest’anno. Ma il cuore pulsante della manifestazione sarà come sempre il contest per band e cantautori che porterà, nella giornata conclusiva, a proclamare il vincitore del Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti. In gara saranno otto artisti provenienti da tutta Italia, con brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Il vincitore sarà proclamato nella giornata finale, quando ci sarà anche la premiazione di Roy Paci, che, con Willie Peyote, ha vinto il Premio Amnesty nella sezione Big, con il brano “Salvagente”.

 

Ad inaugurare il festival giovedì 18 luglio, sarà il primo degli appuntamenti pomeridiani, in orario aperitivo, al Bar In Anguriara, sul lungomare, con lo showcase di Marcondiro, band di culto tra rock, pop e sperimentazione, che aprirà anche la serata in piazzale Europa, alle 21.

Con loro, in apertura di serata, anche il progetto BO.RO.FRA (musica e danze africane come un linguaggio universale per una integrazione interculturale). Si esibiranno poi tre artisti emergenti di grande valore e legati alla storia del festival: le Mujeres Creando, vincitrici del Premio Web Social 2018; i Pupi Di Surfaro, vincitori del Premio Amnesty Emergenti nel 2018 e Kumi Watanabe, feat. Paolo Agosta, vincitrice del premio della critica nel 2001.

 

Venerdì 19 luglio alle 18.30 al Bar In Anguriara aperitivo in spiaggia con la presentazione del libro “Cento cuori dentro” (Fabbri editore) di Gio Evan.

In serata, alle 21, dopo l’esibizione in apertura di Fabio Luongo, toccherà alla prima delle due semifinali del concorso 2019. Saranno in lizza: Chiara Effe da Cagliari col brano “Mani stanche”, Giovi & Massimo Francescon Band da Rovigo/Treviso con “Quello che io non so”, Grace n Kaos da Rovigo con “Nero”, Chiara Patronella da Taranto con “Pesci”.

In veste di ospite, stavolta in veste di cantautore, salirà poi sul palco Gio Evan, ormai noto anche al grande pubblico grazie a canzoni come “Himalaya Cocktail” e “Pane in cassetta”.

 

Sabato 20 luglio il momento aperitivo, sempre al Bar In Anguriara, vedrà lo showcase di Michele Mud (vincitore del Premio Amnesty Emergenti nel 2014), che aprirà anche la serata. A seguire, seconda tornata di semifinali degli emergenti con Enzo Beccia da Milano con “Gli indifferenti”, Bif da Salerno con “Venti clandestini”, The Roomors da Cagliari con “Marielle”, Giulio Wilson da Firenze con “Budapest (Francesco Tirelli)”. Ospite sarà La Municipàl, band salentina in decisa ascesa, il cui nucleo è costituito dai fratelli Carmine e Isabella Tundo. Pop/rock d’autore il loro, come testimonia l’ultimo album “Bellissimi difetti“.

 

Il festival si chiuderà domenica 21 luglio. L’appuntamento pomeridiano sarà stavolta al Centro congressi di Piazzale Europa con un incontro aperto al pubblico con il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury e con Roy Paci, in qualità di vincitore del Premio Amnesty International Italia, nella sezione Big.

L’artista siciliano si esibirà poi in serata nel progetto “Mayday Connection” con Picciotto. Come recita la presentazione del progetto, “sull'onda mediterranea della may day palermitana nasce la connessione tra Roy Paci e Picciotto che portano sul palco un mash up di sonorità che attraversa i rispettivi stili musicali e contenuti accompagnati per l'occasione dal producer Gheesa”. La serata vedrà come opening act Valerio Piccolo, cantautore diviso fra Italia e Stati Uniti, che presenterà "Adam and the Animals", un concept album composto con lo scrittore Rick Moody.

Momento cruciale sarà poi la finale del Premio Amnesty International Italia nella sezione Emegenti, con i migliori cinque semifinalisti delle due serate precedenti. A decidere il vincitore sarà una prestigiosa giuria composta da giornalisti, addetti ai lavori e esponenti di Voci per la libertà e Amnesty International. Tra semifinali e finale sarà composta da: Claudio Agostoni (Radio popolare), Giò Alajmo (spettakolo.it), Eugenio Arcidiacono (Famiglia Cristiana), Marco Cavalieri (Radio Elettrica), Nicola Dalla Pasqua (Amnesty International Veneto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Katia Del Savio (Indiana Music Mag), Enrico Deregibus (giornalista e operatore), Aldo Foschini (Musica nelle Aie), Michele Lionello (direttore artistico Voci per la Libertà), Ivan Malfatto (Gazzettino), Gianluca Mura (Radio41), Riccardo Noury (Portavoce Amnesty International Italia), Elisa Orlandotti (Funny Vegan), Angelo Pangrazio (Tgr Veneto), Valerio Piccolo (musicista), Riccardo Pozzato (musicista), Silvia Rotelli (ideatrice di Inalienabile), Giordano Sangiorgi (MEI e Rete dei festival).

Oltre al Premio al vincitore assoluto, la giuria assegnerà anche un premio della critica, mentre attraverso le schede di voto distribuite agli spettatori si assegnerà il Premio del pubblico. Al vincitore andrà la produzione di un videoclip o di un cd singolo. Il vincitore stesso o, in mancanza dei requisiti tecnici, uno dei finalisti potrà realizzare un tour di otto concerti reso possibile grazie ad un bando di Nuovo Imaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92). Altro premio sarà “Il migliore per noi” di Viva La Radio! Network, grazie al quale il brano vincitore avrà passaggi radiofonici in alta rotazione per tre mesi. 

Presentano le serate: Savino Zaba (Radio1 Rai) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà).

Durante il festival, tra il centro Congressi e l’area festival, sarà possibile visitare la mostra “In arte Dudu” (la Dichiarazione universale dei diritti umani illustrata da giovani artisti) e tre installazioni. Si tratta della mostra fotografica di Andrea Artosi (Artax) "Parliamone in piazza", su numeri e persone di origine straniera abitanti a Rovigo; “Love difference”, l’arte urbana per la socializzazione; "Inalienabile", opera immersiva di Silvia Rotelli su musica e diritti umani.

Durante le serate saranno inoltre attivi, presso il giardino del centro congressi, dei laboratori didattici per bambini sui temi dei diritti umani realizzati da: Cooperativa Peter Pan, l’artista Alberto Cristini, La Fiondina e Cooperativa Titoli Minori.

Lo slogan di quest’anno della manifestazione sarà “Sui diritti umani non si torna indietro”. Uno slogan che parte dal 10 dicembre 1948, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite proclamava la Dichiarazione universale dei diritti umani. Per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere per la sola ragione di essere al mondo. Eppure la Dichiarazione è disattesa, anche perché ancora troppo sconosciuta. Amnesty International, Premio Nobel per la pace nel 1977 e Premio delle Nazioni Unite per i diritti umani nel 1978, è impegnata perché per tutti siano garantiti questi diritti. Si impegna, ogni giorno, per ricordare che sui diritti umani non si torna indietro. Tre gli appelli che sarà possibile firmare durante il festival: Codici identificativi subito (per gli agenti impegnati in operazioni di ordine pubblico), Fermiamo la detenzione e la tortura di rifugiati e migranti in Libia e Verità per Giulio Regeni.

Partner della manifestazione quest’anno sarà il progetto Hatemeter, che ha lo scopo di accrescere le conoscenze sull'hate speech (ovvero l’incitamento all’odio e alla discriminazione) anti-islamico online e di sostenere le ONG nella lotta all'islamofobia a livello europeo. La piattaforma Hatemeter è sperimentata e validata in Italia da Amnesty. Il progetto è co-finanziato dal "Rights, Equality and Citizenship Programme (2014-2020)" della Commissione europea - Directorate-General Justice and Consumers.

Il festival sarà seguito da alcuni eventi sotto il nome di “Voci per la Libertà IN TOUR”, anche questi ad ingresso libero. Eccoli:

Sabato 27 luglio ore 19.00 a Porto Tolle (RO), spiaggia di Barricata Bagno Olimpo, con i Marmaja

Sabato 3 agosto ore 19.00 a Porto Tolle (RO), spiaggia di Boccasette Bagno Scano Palo, con i Do’storieski

VOCI PER LA LIBERTÀ – PROGRAMMA COMPLETO

GIOVEDÌ 18 LUGLIO

ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con showcase MARCONDIRO

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: PROGETTO BO.RO.FRA., MARCONDIRO
Anteprima con: MUJERES CREANDO, PUPI DI SURFARO, KUMI WATANABE Feat. PAOLO AGOSTA

VENERDÌ 19 LUGLIO 
ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con presentazione libro di GIO EVAN

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: FABIO LUONGO
Semifinali concorso con: CHIARA EFFE,  GIOVI & MASSIMO FRANCESCON BAND, GRACE N KAOS ,  CHIARA PATRONELLA 
ospite: GIO EVAN

SABATO 20 LUGLIO 
ore 18.30 In Anguriara 
Aperitivo in spiaggia con showcase di MICHELE MUD

ore 21.00 Piazzale Europa
Opening act con: MICHELE MUD
Semifinali concorso con: ENZO BECCIA ,  BIF ,  THE ROOMORS,  GIULIO WILSON  
ospite: LA MUNICIPÀL

DOMENICA 21 LUGLIO

ore 18.30 Centro congressi 
Incontro pubblico Premio Amnesty Italia con ROY PACI e RICCARDO NOURY

ore 21.00 Piazzale Europa 
Opening act con: VALERIO PICCOLO
Finali concorso con i 5 migliori artisti emergenti 
ospite: “MAYDAY CONNECTION: ROY PACI & PICCIOTTO + Gheesa”

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?