Menu
Caterina Scarpati

Caterina Scarpati

Annunciate nuove date per il "Sette ragazze imperdonabili" tour di Maria Antonietta

MARIA ANTONIETTA

NUOVE DATE PER IL SETTE RAGAZZE IMPERDONABILI TOUR

 

Si aggiungono nuove date alla tournée del nuovo spettacolo di Maria Antonietta dedicato al suo primo libro “Sette ragazze imperdonabili”, uscito il 19 marzo per Rizzoli, e diventato ora anche un reading-concerto con letture musicate e canzoni tratte dal suo repertorio suonate in una veste del tutto inedita. Sul palco con lei Daniele Rossi, diviso tra chitarra baritona, violoncello, tastiere e banjo.

 

22.06 Isola Maggiore (PG), Moon in June

23.06 Correggio (RE), gARTen

28.06 Putignano (BA), Fatti di Storie

29.06 San Gimignano (SI), Nottilucente

02.07 Torino, Cantautori in canottiera - talk

11.07 Cagliari, Waves Festival

12.07 Pergola (PU), Animavì Festival - talk

13.07 Arcevia (AN), Hearth Festival

17.07 Cosenza, Festival delle Invasioni

19.07 Vialfrè (TO), Apolide Festival - presentazione

20.07 Cortemaggiore (PC), Fillmore Festival

21.07 Rivalta di Torino (TO), Borgate dal Vivo Festival

25.07 Senigallia (AN), Parole d'Estate - presentazione

27.07 Sassari, Sulla Terra Leggeri - talk

29.07 Firenze, Flower al piazzale - talk

02.08 Udine, Social Garden

29.08 Roma, Giardino di Monk

27.09 Cori (LT), inKiostro - Chiesa di Sant'Oliva

 

“Sette ragazze imperdonabili” è un omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie.

Una delle voci più interessanti della scena musicale italiana mescola poesia, prosa e collage in un racconto di sé e delle grandi figure femminili ribelli che l’hanno sempre ispirata.


Disponibile su:
Amazon
Ibs.it

Ufficio stampa:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Booking:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Management:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal 12 giugno sulle piattaforme digitali "Ci puoi fare un film" di Axos

AXOS

“CI PUOI FARE UN FILM”

Dal 12 giugno su tutte le piattaforme digitali

Link per l’ascolto: https://pld.lnk.to/CPFUF

 

“Ci puoi fare un film” è il nuovo brano di Axos, pubblicato su etichetta Polydor/Universal Music.  Il singolo scritto e composto da Axos e prodotto da John Lui, è disponibile dal 12 giugno su tutte le piattaforme digitali.

La mia vita ha capitoli discordanti. Mi ricorda quei film che iniziano in un modo e finiscono in un altro. Come “Dal tramonto all’alba”, con la differenza che ho avuto tanti tramonti e tante albe. “Ci puoi fare un film” me lo disse un amico che mi conosce bene. Lo misi subito su carta. Ora non do valore a cosa è capitato, ma a quello che ho scelto. Mi sono scelto il padre, mi sono scelto le strade. Ho scelto sempre di lottare e di elevarmi nonostante tutto, nonostante i gravi errori e i grandi disastri. Voglio ripartire da qui. Non da un paragrafo, ma da tutto quello che ho fatto fino a oggi, per continuare a scrivere questa trama complessa. Per non essere solo un protagonista inconsapevole, ma anche un regista conscio di cosa sta muovendo. Guarda la mia vita, entraci dentro. Esclamerai naturalmente: “Cazzo bro, ci puoi fare un film” e io ti risponderò: “No. Tu ci puoi fare un film. Io posso farci le canzoni.” (Axos)

 

Andrea Molteni, in arte Axos, inizia il suo percorso musicale in giovanissima età. A 22 anni comincia a frequentare le prime serate e a salire sul palco dei primi contest che lo portano alla proposta di contratto con l’etichetta milanese BULLZ RECORDS. Nel 2014 pubblica il primo EP, “Carne Viva”. La sua capacità descrittiva e il linguaggio naturalmente ricercato non passano inosservati. Il ritmo e le influenze d’altri generi, principalmente Rock e Metal, creano un suono unico. Axos viene contattato da Machete per collaborare al Machete mixtape 3 e al Bloody Vynil. La sua musica è matura, ricercata, ma allo stesso tempo scorre grazie alla musicalità del suo flow che lo contraddistingue. Lo stesso anno Axos decide di lasciare la Bullz Records per avviarsi verso una strada solista, in cui incanalare i suoi gusti e le sue esperienze senza che nessun’altro possa influenzare le sue scelte. Nasce così l’album “Mitridate”, una pietra miliare dell’hardcore italiano. Axos collabora con altri artisti, tra cui Salmo e Nitro. Il talento è innegabile e la sua dedizione è totale. Viaggia, suona, fino a quando riceve la proposta definitiva di Machete. Nel 2017 con Machete pubblica “Anima Mea” che realizza più di quattro milioni di ascolti su Spotify. Andrea però non è ancora soddisfatto. Si chiude in studio e crea un team musicale fortissimo di professionisti che credono in lui e nella sua musica. Lascia l’etichetta Machete per iniziare un nuovo cammino. A giugno 2018 esce la prima tappa di questo viaggio: l’album “IRON MAIDEN”. Il viaggio continua con l’uscita di “Corpus: L’amore sopra”, EP che rilancia il nuovo percorso fino a giungere al contratto con Universal. Con Universal Axos pubblica il 12 giugno 2019 il singolo “Ci puoi fare un film”.

NEL WEB: 

Instagram: https://www.instagram.com/axos_official/

Facebook: https://www.facebook.com/axos.era/

Weather Report - la mostra di Daniela Pellegrini

Dal 15 giugno al 17 luglio

Weather Report 

di Daniela Pellegrini

 

Weather Report è la mostra dell’artista romana Daniela Pellegrini, presente a Vigevano dal 15 giugno al 7 di luglio 2019 nei locali di Spazio b a Palazzo Sanseverino.

Si tratta di una serie di contributi iconografici dove è rilevante l’impronta della fotografia. Le opere riflettono sulla natura esteriore e le sue implicazioni sugli aspetti  interiori dell’animo umano. L’opera, affronta le questioni del continuo permutare  delle cose, della materia e del pensiero, e vaga alla ricerca di quelle verità nascoste nelle profondità del tempo  che possono spiegarne le dinamiche che si alternano delle vicende della vita.  Weather Report, il bollettino metereologico di Daniela Pellegrini, interseca livelli e letture critiche  differenti per riorganizzare  consapevolmente il lavoro artistico. Le relazioni tra il proprio corpo e la terra, tra la persona e l’universo, sono presenti in tutte le opere di Daniela Pellegrini, e svelano territori in bilico tra mondi onirici realtà tangibili. lo spettatore è invogliato a compiere a sua volta un viaggio nelle aree geografiche del mistero. Territori in cui le previsioni meteorologiche sono necessarie a organizzare le tappe di un viaggio continuamente esposto ai cambiamenti climatici stagionali e giornalieri. La ricerca artistica di Daniela Pellegrini indaga cammini spirituali e verità  esistenziali muovendosi tra le antiche  piste della saggezza e della consapevolezza orientale.

Tra gli interessi dell’artista anche quelli rivolti allo studio  dell’antico libro di saggezza e di previsione, I Ching, conosciuto anche con il nome di Libro dei Mutamenti. Un testo ricco di sapienza, raccontato attraverso il sommarsi di immagini riferite alla natura e schematizzate in trigrammi ed esagrammi.

La mostra, verrà  inaugurata sabato 15 giugno 2019 alle ore 19. L’esposizione è affiancata da una serie di eventi collaterali, tra cui quello che si terrà alle ore 21.30 del giorno seguente, domenica, dedicato questa volta alle poesie di Daniela Pellegrini scritte collaborazione ad un team  di altre poetesse. La lettura/performance dal titolo "Io preferirei non iniziare”, musica e regia di Valerio Incerto, è interpretata dagli attori Daniela Colombi e Marco Cattaneo.

 

BIOGRAFIA

Daniela Pellegrini è nata nel 1980. Laureata all’Accademia di Belle Arti di Roma, lavora come fotografa e grafica per artisti, architetti e agenzie di comunicazione. I suoi lavori sono stati pubblicati da: Rolling Stones, Repubblica, Domus, 2G International Architecture Magazine, Segno, Arte Mondadori, Flash Art, Parallelo 42. La sua ricerca artistica indaga i concetti di permanenza, mutevolezza e fragilità, esplorando l'intensità peculiare che caratterizza l’istante oltre la linearità e progressione temporale.

Against Method di Mark Fell il 13 e il 14 giugno 2019

Giovedì 13 e venerdì 14 giugno 2019

Mark Fell

Against Method

Music, sound installation and critical thinking

A cura di Pedro Rocha

 

Against Method è un progetto di Mark Fell ispirato alla mostra di Sheela Gowda “Remains” e comprende concerti, un’installazione sonora e una conversazione, parte del Public Program di Pirelli HangarBicocca. Mark Fell vive e lavora a Rotherham (UK); la sua ricerca multidisciplinare attinge alle subculture legate alla musica elettronica, al cinema sperimentale, alla filosofia contemporanea e al pensiero politico radicale. L’interesse di Fell per la musica classica indiana nasce dalla constatazione che da un punto di vista strutturale tale musica, anziché basarsi su una partitura in senso stretto, si presenta piuttosto come un processo di dispiegamento e ripiegamento degli elementi che la costituiscono. Negli ultimi anni, due viaggi di ricerca e numerosi progetti artistici in India hanno consentito a Fell di comprendere più a fondo non solo la struttura della musica classica indiana, ma anche il suo funzionamento nell’ambito del contesto culturale in cui si è sviluppata, in particolare per quanto riguarda le tematiche di casta, genere e prassi di inclusione/esclusione.

Il titolo Against Method è tratto dall’omonimo libro del filosofo della scienza austriaco Paul Feyerabend (1975), che propone un anarchico resoconto dello sviluppo del pensiero scientifico. Il testo suggerisce che le scoperte scientifiche possono assumere forme diverse e ci chiede di rifiutare il ‘monismo metodologico’. La complessità delle opere di Gowda, la sua attenzione per la disposizione e la materialità degli oggetti, il rapporto da lei creato tra gli oggetti e la loro configurazione fisica – forma, texture e scala – hanno contribuito a determinare la struttura di Against Method e il suo dipanarsi dentro e intorno allo spazio espositivo nel corso delle due giornate.

Durante la prima serata vengono riuniti artisti appartenenti alla tradizione Carnatica della musica classica indiana e artisti la cui opera esplora le implicazioni di tale tradizione: il focus è sull’interazione tra sistemi diversi e sul loro ruolo nei contesti musicali extra-indiani. Gli interpreti saranno la violinista Nandini Muthuswamy; i Drumming – Grupo de Percussão, che eseguiranno Intra, una composizione di Fell stesso; il musicista elettronico e compositore Nakul Krishnamurthy; il musicista elettronico Rian Treanor in collaborazione con il ricercatore e compositore Jan Hendrickse ai fiati.

La seconda serata propone un approccio differente, presentando una nuova composizione di Fell: per l’occasione, un collage di suoni e musica verrà disseminato dentro e intorno alle opere di Sheela Gowda. All’esecuzione parteciperanno Jan Hendrickse, il violoncellista Sandro Mussida e il percussionista iraniano Mohammad Reza Mortazavi; la conclusione della performance sarà affidata a una solista: la vocalist sperimentale Sofia Jernberg.
Scopri di più

Ingresso libero fino a esaurimento posti
Per i Member di Pirelli HangarBicocca l’accesso è garantito presentando la propria Membership Card

 

PROGRAMMA GIOVEDÌ 13 GIUGNO


dalle 10 alle 20 – Mark Fell, Against Method part 1, for Disklavier – Installazione sonora
ore 20 – Nandini Muthuswamy – Meditazione, introduzione e concerto
ore 21 – Nakul Krishnamurthy feat. Nandini Muthuswamy
ore 22 – Rian Treanor feat. Jan Hendrickse
ore 23 – Mark Fell, Intra; eseguito da Drumming – Grupo de Percussão 

Venerdì 14 giugno 2019

dalle 10 alle 21 – Mark Fell, Against Method part 1, for Disklavier – Installazione sonora
ore 19
 – Conversazione con Mark Fell, Jan Hendrickse, Nakul Krishnamurthy e Nandini Muthuswamy
ore 21 – Mark Fell, Against Method part 2, for distributed performers and electronics con Mohammad Reza Mortazavi, Sandro Mussida, Jan Hendrickse e Sofia Jernberg 


Pirelli HangarBicocca
Via Chiese 2
20126 Milano 

Telefono: (+39) 02 66 11 15 73
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito web: hangarbicocca.org

Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?