Menu

The Fool a Rock Targato Italia -

Parte dal 22 gennaio al LegendClubMilano di Milano la rassegna Rock Targato Italia XXX edizione. Cerchiamo di conoscere meglio gli artisti in programma con una intervista a cura dell'Ufficio Stampa Divinazione Milano

Nome artista:  The Fool

- Come vi siete avvicinati alla musica? Ognuno di noi ha sempre avuto una necessità quasi fisica di fare musica

- Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti? Il gruppo è composto da quattro componenti, che hanno precedentemente preso parte insieme ad altri progetti musicali, inediti o tributi. 

- Con parole vostre come definireste la vostra musica? Un sapiente amalgama di rock, melodia ed elettronica

- Come nasce il nome della band? Il nome, come il simbolo, prende spunto dalla carta del Joker, per rappresentare quella pazzia che è componente fondamentale di una carriera artistica

- Cosa ne pensate dei talent show e in generale della musica che gira intorno? Attualmente rimane forse l'unico canale ad assicurare una visibilità altrimenti impossibile senza investimenti importanti di denaro. Purtroppo l'impoverimento culturale a cui stiamo assistendo porta ad una sorta di incapacità da parte del grande pubblico di discernere un prodotto di qualità da uno non altrettando valido; ciò genera un appiattimento dei gusti musicali e di conseguenza una proposta sempre più uguale a se stessa. Detto questo parteciperemmo volentieri per provare a dare un valore aggiunto al panorama MUSICALE nazionale

- Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico? Ognuno di noi suona praticamente da quando è ragazzino. Come The Fool suoniamo live da circa due anni anche in locali rinomati come il Blues House a Milano. Lasciamo giudicare il pubblico ma i complimenti, come anche le critiche costruttive che riceviamo, ci sembrano una buona cartina tornasole della qualità delle performance. 

- Quali sono i locali in italia dove vi piacerebbe suonare?e quali quelli nella vostra regione di origine?   San Siro, per entrambe :)

-  Cosa fareste per migliorare in Italia l’organizzazione a livello musicale? Riteniamo che la qualità della "classe dirigente" sia il primo fattore da migliorare. Se devo acquistare un'automobile come minimo devo conoscere la differenza fra diesel e benzina, allo stesso modo chi ingaggia un gruppo deve parlare lo stesso linguaggio del gruppo stesso e sapere che prodotto sta trattando.

- Cosa ne pensate della promozione, dei Social e della musica distribuita dai negozi virtuali? La fruizione del prodotto musicale è mutata radicalmente e con lei anche i canali con cui l'artista deve rivolgersi ai suoi ascoltatori. E' imprescindibile un corretto utilizzo dello strumento social da parte dell'artista.

-  Quali sono i vostri progetti futuri? Abbiamo tanti pezzi in cantiere, tante idee e tante sorprese in arrivo!

 

 Ufficio Stampa @DivinazioneMilano 

Leggi tutto...

Fabio Scaccabarossi & The Three Point Shots - In programma a Rock Targato Italia

Parte dal 22 gennaio al LegendClubMilano di Milano la rassegna Rock Targato Italia XXX edizione. Cerchiamo di conoscere meglio gli artisti in programma con una intervista a cura dell'Ufficio Stampa Divinazione Milano. 

 

Nome artista?

 Fabio Scaccabarossi & The Three Point Shots

- Come vi siete avvicinati alla musica?

 Ognuno in maniera diversa, ma tutti da piccoli, prendendo a cuore il proprio strumento.

- Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

 Fabio Scaccabarossi è un solista, accompagnato da 3 musicisti, conosciuti negli anni tra concerti e amici (musicisti) comuni. I ragazzi sono: 

Matteo Caruso (batteria)

 Antonio Mezzadra (chitarra)

 Paolo Locatelli (basso e cori)

- Con parole vostre come definireste la vostra musica?

Sincera, espressiva, d’impatto: i testi sono potenti, gli arrangiamenti sono d’impatto e l’intenzione è molto espressiva. Puntiamo dritto ai cuori e alle menti del pubblico cercando di coinvolgerli con sonorità interessanti, orecchiabili e testi profondi.

- Come nasce il nome della band?

Fabio ha scelto The Three Points Shots come nome per la band che accompagna perché ha giocato per tanti anni a pallacanestro, e la sua “specialità” era il tiro da tre punti. Per questo ha voluto omaggiare lo sport che tanto ha amato e continua ad amare.

- Cosa ne pensate dei talent show e in generale della musica che gira intorno?

 I talent sono delle possibilità che vanno sfruttate in un certo modo, prendendoli con le pinze. Ti buttano davanti ad una cosa più grossa di te e devi saperla gestire. Non è tutto oro quello che luccica!

Il mercato musicale di oggi è cambiato tantissimo, sotto alcuni aspetti in peggio ed è davvero difficile fare musica in un certo modo al giorno d’oggi.

- Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Sono parecchi anni che ognuno di noi fa live, in tante situazioni diverse. Proponendo musica inedita molto raramente, appunto perché i locali sono sempre più indirizzati a far suonare cover band o tributi, ma comunque con feedback positivi. Fabio sta lavorando al suo primo vero album da solista e il pubblico è molto attratto e curioso.

- Quali sono i locali in italia dove vi piacerebbe suonare?  e quali quelli nel vostro     regione di origine?

In qualsiasi locale che possa far conoscere la nostra musica, è la cosa fondamentale. Nella nostra regione forse l’Alcatraz potrebbe essere il locale che ci attrae di più.

-  Cosa fareste per migliorare in Italia l’organizzazione a livello musicale?

Promuovere tanta musica emergente e far suonare di meno i tributi/cover. Una sorta di sistema inglese o americano dove vengono valorizzati tutti i musicisti che esprimono la propria musica.

- Cosa ne pensate della promozione, dei Social e della musica distribuita dai negozi virtuali?

Cosi come i talent sono una cosa preziosa che va presa con le pinze, ma anche in parte la rovina del mercato musicale.

- Quali sono i vostri progetti futuri?

Fabio sta ultimando le registrazioni dell’album, poi speriamo di trovare qualcuno che possa valorizzare, promuovere e soprattutto farci suonare tanto in tutta Italia. Il nostro obiettivo è far conoscere il più possibile la musica di Fabio perché crediamo fortemente nel suo progetto.

@Rock Targato Italia

 

 

Leggi tutto...

Rock Targato Italia 30/a edizione - Selezioni Area Lombardia

Rock Targato Italia 30/a edizione

Selezioni area Lombardia

22, 23, 24 gennaio 2018

LEGEND CLUB MILANO

(viale Enrico Fermi 98 - angolo via Sbarbaro - Milano)

programma concerti:

22 gennaio 2018 - ore 21.30

23 gennaio 2018 - ore 21.30

24 gennaio 2018 - ore 21.30

 

Leggi tutto...

Rock Targato Italia 25 - Ignoranza e Pregiudizio - La Compilation

ROCK TARGATO ITALIA

Dal 15 dicembre

Disponibile in tutti i webstore

La nuova compilation

La nuova compilation di Rock Targato Italia, disponibile in tutti i webstore dal 15 dicembre, è un crocevia in cui si incontrano stili, urgenze comunicative e percorsi artistici diversi fra loro. Ventuno canzoni, ventuno artisti e ventuno storie che vanno a comporre un mosaico che testimonia l'enorme energia vitale che continua a muoversi nel sottobosco musicale italiano.

Un'energia di cui Rock Targato Italia è, ormai da trent'anni, specchio, vetrina e motore.
Ad aprire le danze c'è Omar Pedrini, che proprio da Rock Targato Italia spiccò il volo trent'anni fa con i Timoria, e come lui ci sono altri artisti già ben noti al pubblico come i VallanzaskaLele Battista, Zibba, i Matrioska o gli Anhima, ma c’è ampio spazio anche per i promettenti protagonisti dell'ultima edizione del concorso. C'è chi, come Timothy Cavicchini, gli Iron Mais o The Bastard Sons of Dioniso, ha attraversato in passato tortuosi percorsi discografici e televisivi, e c'è chi ha scelto di avanzare a piccoli passi nell'universo dell'autoproduzione. Ci sono le suggestive inquietudini dei Velaut, dei Killing Dodo e del progetto Dove i Pesci affogano e c'è il rock sbarazzino degli OSAKA FLU, ma anche il calore mediterraneo dei GolaSeca, le sonorità robuste degli Hard Horns, i riff taglienti degli ARTEMIO, il pop destrutturato dei 2elementi, la canzone d'autore della Massimo Francescon Band, di Riky Anelli e di Jack Anselmi, arrivando fino al cabaret musicale dei Bruschetta Brothers.

Un crocevia di suoni, di storie, di idee e di vite che si traduce in un mosaico ricchissimo di sfumature che testimonia quanto l’Italia del rock in tutte le sue possibili sfaccettature abbia ancora tanta voglia di farsi ascoltare (Roberto Bonfanti – scrittore, artista).

Questa edizione della compilation di Rock Targato Italia, Ignoranza e Pregiudizio avvicinandosi la 30/a edizione ha voluto raccogliere e ospitare musicisti artisti che hanno partecipato o sostenuto, nelle diverse edizioni, il buon nome e la qualità della musica indipendente italiana.

Questa la tracklist della compilation.

  1. OMAR PEDRINI con THE FOLKS – Che ci vado a fare a Londra?
  2. THE BASTARD SONS OF DIONISO – Rumore Nero
  3. OSAKA FLU – La sindrome del giovane Holden
  4. LELE BATTISTA – Le occasioni che pèrdono
  5. RIKY ANELLI – Come le nuvole
  6. DOVE I PESCI AFFOGANO – Naufraghi del delirio
  7. ZIBBA – Universo
  8. TIMOTHY CAVICCHINI & OSTETRIKA GAMBERINI – Kattivo
  9. KILLING DODO – Concorde
  10. 2ELEMENTI – Cade su
  11. MASSIMO FRANCESCON BAND – Il mio viaggio
  12. JACK ANSELMI – 10.25
  13. ANHIMA – Un cuore che vola
  14. VELAUT – Arianna (Per chi si è perso)
  15. BRUSCHETTA BROTHERS – Anglicismi ad minchiam
  16. GOLASECA – Gola o peones
  17. ARTEMIO – Uguale a te
  18. HARD HORNS – Just a moment
  19. MATRIOSKA – Storia di una storia mai nata
  20. VALLANZASKA – Assessore
  21. IRON MAIS – Cu cù

La copertina è un’opera del pittore Leonida De Filippi ed è stata proposta dalla rivista d’arte Italian Factory Magazine diretta da Alessandro Riva, con la quale è attiva da tempo, una concreta collaborazione, al fine di valorizzare artisti del settore arti visive e musicali. L’impegno reciproco è di lavorare maggiormente sulle sinergie culturali generate dalle opere artistiche e musicali, della nuova scena italiana, in spazi e modi liberi

La collaborazione con Maninalto! Records ha come obiettivo quello di proporre periodicamente una raccolta di artisti e promuoverli attraverso la compilation con cadenza stagionale, in modo da poter offrire maggiori opportunità alla scena musicale indipendente italiana. Un lavoro impegnativo, faticoso, tra organizzazione e promozione, ma altrettanto necessario per far conoscere la vitalità, l’originalità culturale del nostro territorio e dell’industria culturale italiana. La collaborazione è aperta alle adesioni di altri artisti e produttori, media e social. 

Maninalto! nasce a Milano nel 2004 come etichetta discografica indipendente, attenta e sensibile alle novità ed alle produzioni di qualità. Dopo solo qualche anno si specializza come Management e Booking Agency, offrendo così ai propri artisti un servizio a 360°. Tanti gli artisti e le realtà nazionali ed internazionali con cui può vantarsi di aver collaborato in questi primi 14 anni di carriera

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?