Menu

ESSENZA 55, IN PIENA LIBERTA': IL ROCK, LA PROPRIA ESPERIENZA. A MILANO IL 4 OTTOBRE

Rock Targato Italia - Finali Nazionali XXIX/a edizione.  Milano 4 ottobre LegendClub Milano

quattro chiacchiere con ESSENZA 55 

a cura Ufficio Stampa Divinazione Milano

in programma il 4 ottobre

La nostra passione per la musica è nata dall'ammirazione dei miti del rock, spaziando dagli anni 60 agli 90, Doors, led zeppelin, deep purple, iron maiden, metallica, nirvana, red hot chilli peppers. Uniti da questo grande mix di musica, abbiamo ( sviluppandolo con il tempo) cercato di creare uno stile tutto nostro. Raccontare la storia della band in dieci righe non è semplice, quello che ci contraddistingue è che dopo 7 anni, siamo ancora insieme, e abbiamo sempre voglia di scrivere nuova musica. Quando suoniamo dal vivo, spesso ci lasciamo trasportare, dopo quasi un centinaio di concerti insieme, le emozioni e la tensione che si provano durante un concerto, hanno avuto un grande mutamento, adesso abbiamo molta più confidenza, 5 anni fa eravamo preoccupati di suonare bene, adesso siamo preoccupati se ci sarà abbastanza gente sotto al palco, perché è quello che ci fa divertire e quello che ci interessa. Le nostre canzoni nascono prevalentemente in sala prove, uno parte con un giro, si improvvisa, e se piace a tutti, si porta avanti fino in fondo.

Del panorama musicale italiano odierno, siamo forse un po' disgustati, è una caccia continua alla hit, quelli che prima consideravamo degli idoli, adesso si sono abbassati a ciò che fa tendenza. Anche l'indie rock che stà venendo fuori adesso con molta energia, spesso ci rimane un po' troppo morbido, il rock per noi, per essere rock, deve essere rock in tutti i suoi aspetti, non solo sopra un palco, è uno stile di vita un modo di dire di no, un distintivo

Se dovessimo dare un consiglio a chi inizia adesso a suonare, diremmo loro, di pensare a curare bene tutti gli aspetti del proprio spettacolo sin dalla prima uscita, ogni concerto è importantissimo, non ci sono serate che non valgono niente, il pubblico è un tipo di clientela che non perdona, chi ti guarda deve divertirsi, altrimenti non torna più.

Garo, Zeppo,Neno,Puli.

 

Rock Targato Italia - Sono aperte le iscrizione per partecipare alla XXX/a edizione

Leggi tutto...

Intervista ai THE BRONZE BANANAS, LA BAND FORLINESE A ROCK TARGATO ITALIA

 

Rock Targato Italia - Finali Nazionali XXIX/a edizione.  Milano 3 ottobre LegendClub Milano

 

Intervista ai THE BRONZE BANANAS

 

a cura Ufficio Stampa Divinazione Milano

1)La passione per la musica nasce relativamente tardi per me, da ormai quasi ventenne. Inizialmente cantavo in una band di amici per puro divertimento, la passione vera e propria è nata quando iniziai a suonare i primi accordi con la chitarra, siccome mi accorsi che cantando solamente non sarei riuscito a scrivere nessuna canzone, e da lì si è sviluppato tutto.

2)La storia della Band “The Bronze Bananas” è decisamente curiosa, tralasciando le circostanze della scelta del nome (che rimane top secret per vari motivi), sicuramente non sarei qui a scrivere questa intervista per Rock Targato Italia se non fosse stato per una “galeotta” bocciatura in 4a superiore, che mi permise di incontrare l’attuale bassista della band (Fabiano, pure lui bocciato, non sono l’unico asino). Con lui iniziai ad avvicinarmi alla musica visto che sapeva strimpellare qualche accordo, e qualche anno dopo, e diverse esperienze musicali alle spalle decidemmo insieme a Flowers (chitarrista) di formare una band dove poter suonare le nostre canzoni.

3)Suonare dal vivo è sicuramente una delle cose più belle per una band, e credo  che, soprattutto per chi propone musica inedita, sia il motivo per cui si continua a fare canzoni, condividere il proprio pensiero, messaggio o come lo si vuole chiamare. Quindi se devo pensare a quali emozioni provo durante un concerto direi: entusiamo, adrenalina e di base la sensazione che si sta facendo una cosa che fa respirare l’anima.

4)Difficile dire come nasce una canzone, non so quali meccanismi si innescano per far si che esca una melodia su un giro di accordi. Sicuramente ci sono periodi dove si è più ispirati piuttosto che altri. Io personalmente mi ritrovo con la chitarra in mano tutti i giorni, e appena salta fuori qualcosa che mi piace la registro per non dimenticarla.

5)A questa domanda posso darti una risposta abbastanza specifica. Beatles, da bambino avevo a casa la collezione di singoli “one” dei Beatles, non ci davo molto peso, ma evidentemente quelle melodie me le sono portate dietro fino a che poi e˛ettivamente con la musica ci ho avuto a che fare da dentro. La musica dei Beatles ha contribuito alla mia formazione musicale perchè mi ha fatto passare il messaggio di divertirsi suonando, di attingere da diversi generi e diversi stili, pur mantendendo all’interno delle canzoni una forte melodia.

6)Non sono molto ferrato su questo argomento, non ascolto molta musica italiana, non metto in dubbio però la presenza di molti artisti e band validi, ma molto spesso sono da andare a cercare, e non sono un tipo molto testardo nella ricerca. Una cosa che ho notato è che molto spesso trovo più affinità musicali con i primi lavori di una band o cantante, che non magari gli ultimi che hanno portato loro successo.

7)Non so se sono nella posizione di dare consigli a prescindere, però ho una mezza certezza, che credo valga per tutti i campi, sia nella musica che altro. Credo che la cosa più importante sia circondarsi prima di tutto da amici e poi da bravi musicisti, se poi si conciliano entrambe le cose diventa interessante.

Grazie per questa intervista amici, a presto
Francesco (The Bronze Bananas)

 

Rock Targato Italia - Sono aperte le iscrizione per partecipare alla XXX/a edizione

Leggi tutto...

ARTEMIO a Rock targato Italia: Intervista alla band

Rock Targato Italia - Finali Nazionali XXIX/a edizione.  Milano 3 ottobre LegendClub Milano

 Intervista ai ARTEMIO

a cura Ufficio Stampa Divinazione Milano

 

1)      Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

La voglia comune voler di rompere il silenzio, di esprimere liberamente le nostre idee, obiezioni e punti di vista sotto forma artistica.

2)      Quale è la tua storia (o della tua band)?

La Band nasce a Milano nel 2010 con l’intenzione di recuperare sonorità alternative anni ’90. Un gruppo di amici, musicalmente insieme sin dalle prime feste dei licei, decide che era tornato il momento di dire qualcosa. Nel corso degli anni registriamo 3 EP e un Album che ci porteranno a calcare diversi palchi importanti.

3)      Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

L’aspetto live è per noi un importante momento di contatto con la nostra gente. Il palco è la nostra casa. Il momento in cui diamo forza ed energia alla nostra parola.

4)      Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura?

Gli Artemio sono una miscela compositiva di gusti musicali differenti che sanno mescolarsi in una stesura cruda e diretta. La rabbia, il disagio sociale e la tutela del debole, sono tutti leitmotiv da cui scaturiscono i nostri pezzi.

5)      Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

Ci piace riascoltare suoni e sonorità italiane che hanno, a nostro parere, lasciato un’impronta significativa nella nostra formazione artistica. Spaziamo dai Ritmo Tribale ai Negrita, dai Teatro Degli Orrori ai Timoria.

Fuori penisola ci riferiamo ai Guns’n’Roses, Red Fang, QOTSA, Monster Magnet ed Alice in Chains.

6)      Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Nell’underground ci sono parecchi progetti interessanti, che spesso vengono oscurati dal main stream, dando più significato al seguito che alla sostanza.

7)      Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

Avere coraggio, credendo sempre nei propri obiettivi. Non abbattersi mai. Tenete sempre i piedi per terra avendo in testa quel pizzico di sana illusione. Divertitevi.

 

Rock Targato Italia - Sono aperte le iscrizione per partecipare alla XXX/a edizione

Leggi tutto...

MOTETTE, la band marchigiana a Rock targato Italia - Milano 4 Ottobre. Intervista

Rock Targato Italia - Finali Nazionali XXIX/a edizione.  Milano 4 ottobre LegendClub

Intervista ai MOTETTE

a cura Ufficio Stampa Divinazione Milano

 

1) Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

Ognuno di noi si è avvicinato alla musica in modi diversi, chi da piccolo, chi per gioco, chi per esigenza. C’è un momento poi, in cui ti rendi conto che quella è la strada giusta da percorere e lasciarla diventa quasi impossibile.

2) Quale è la tua storia (o della tua band)?

Siamo la tipica band nata in un sottoscala umido e tempestato di cartoni delle uova i cui membri fondatori si sono conosciuti grazie al maestro di chitarra del nostro attuale chitarrista. Con il passare del tempo, anche cambiando diversi componenti, abbiamo sperimentato diversi generi, fino ad oggi in cui abbiamo definito questi 7 anni di cammino con il genere Pop Rock Progressive.

3) Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

Indubbiamente una grande emozione, amplificata poi dalla sinergia che si viene a creare con gli altri componenti del gruppo.

4)Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura?

Nascono dalle esperienze vissute e dal desiderio di raccontarsi e di raccontare;

I fattori che influenzano la stesura di un brano possono solo essere le emozioni che alle volte quasi ti costringono a scrivere!

5) Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

I nostri artisti preferiti sono molto vari poiché la formazione di base nasce da approcci differenti alla musica e vanno dal Soul al Blues, dal Rock al Fusion.

Ciò che al momento più influenza la nostra musica è la voglia di fondere le sonorità pop con le peculiarità dei nostri generi “originari”.

6) Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Crediamo che la musica in Italia, in qualsiasi forma e genere, debba essere presa più seriamente e professionalmente. Se la musica in Italia fosse realmente rispettata probabilmente oggi il panorama sarebbe molto diverso.

7) Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

Crediamo che un requisito fondamentale nella crescita di un musicista, oltre a studio,cuore e perseveranza, sia l’ascolto attento, vario e continuo di tutta la musica poiché è da esso che nascono poi ispirazione, tecnica espressiva e carattere musicale di un artista.

 

Rock Targato Italia - Sono aperte le iscrizione per partecipare alla XXX/a edizione 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?