Menu

Selezioni Marche, Abruzzo, Molise e Puglia

ROCK TARGATO ITALIA
Finali area MARCHE, ABRUZZO, MOLISE e PUGLIA

16 aprile 2016 dalle ore 21.00
TEATRO NUOVO DI CAPODARCO
(Piazza della libertà, 63900 Capodarco di Fermo)

Il 16 aprile 2016,  dalle ore 21,30,  sul palco DEL TEATRO NUOVO DI CAPODARCO  (Fermo)  si svolgono le finali area Marche, Abruzzo, Molise e Puglia della rassegna Rock Targato Italia. 7 artisti tra band e solisti emergenti, selezionati dallo staff di Divinazione Milano, si alterneranno sul palco dello storico locale marchigiano per contendersi l’accesso alla Finale Nazionale prevista per la prossima estate al Legend Club Milano. Tutti gli artisti eseguiranno brani inediti (no cover).

Programma:

DANILO DI FLORIO (Chieti)

ABIURA (L'Aquila)

THE KOFFEES (Ascoli Piceno)

SOUND OF SOUL (Teramo)

7 FACES DICE (Macerata)

INSIL3NZIO (Fermo)

ospiti: NU.IRA (vincitori della 27^ edizione di Rock Targato Italia)

 

Leggi tutto...

Bornidol: siamo autentici, semplicemente noi

Intervista ai bresciani BORNIDOL che suoneranno il 22 febbraio al Legend Club Milano per le selezioni lombarde della XXVIII edizione di Rock Targato Italia.

Un aggettivo per descrivervi?
Autentici, nel senso che così come ci vedete sul palco così siamo nella vita di tutti i giorni, non recitiamo nessun ruolo, siamo semplicemente noi.

Cosa differenzia la Vostra musica, qual è la Vostra originalità?
Non abbiamo l’ambizione ne di creare qualcosa di diverso, ne di essere originali a tutti i costi. Il risultato delle nostre composizioni è semplicemente il frutto di tutte le influenze ed esperienze che ci hanno accompagnato negli anni, con il solo obiettivo di suonare quello che ci soddisfa e diverte. E’ curioso come in molte recensioni del nostro ultimo lavoro, spesso ci abbiano paragonato a gruppi degli anni ’70 ed ’80 che nemmeno mai avevamo sentito nominare.

Qual è il vostro processo creativo, come scrivete le canzoni?
In genere si parte da idee e spunti nati da improvvisazioni che ci piace fare durante le nostre serate in sala prove, da li le idee che reputiamo più interessanti vengono estrapolate e sviluppate. Le parti più complesse vengono invece solitamente sviluppate o dal chitarrista o dal tastierista ed in seguito arrangiate in gruppo tutti insieme. Registriamo sempre tutto quello che suoniamo e soprattutto nel periodo di pre-produzione delle nostre demo passiamo molto tempo a perfezionare la precisione ed il groove della sezione ritmica. I testi in genere li scegliamo da un elenco in seguito alla stesura della base musicale cercando di trovare la migliore sinergia testo-musica.

Progetti futuri?
Quest’anno vorremmo dedicarci principalmente all’attività live ed iniziare a gettare le basi per il nostro terzo lavoro in studio (sperando questa volta non completamente autoprodotto).

Cos’è che più vi piace e quello che meno vi piace del fare musica?
Per noi fare musica è prima di tutto un modo per distaccarci dalla vita reale di tutti i giorni, la maggior parte di noi suona da quasi 20 anni e suonare è diventata una cosa naturale, un bisogno quasi fisico come possono essere dormire o mangiare. Fare musica è fare qualcosa che ci fa stare bene. L’unica cosa che ormai non sopportiamo fare (ma che purtroppo ancora ci tocca), è la ricerca delle occasioni per suonare live che al giorno d’oggi, per chi propone musica inedita e tra l’altro anche abbastanza di nicchia come la nostra, è diventato piuttosto difficile.

Siete iscritti alla SIAE?
Lo siamo stati fino al 2013, poi per scelte nostre (anche economiche) abbiamo deciso di utilizzare altre forme di tutela dei nostri brani, secondo noi la SIAE per come è oggi non ha senso per gruppi come il nostro che non hanno grandi volumi di vendita e poche date live all’anno e che fanno musica principalmente per passione.

Come vi sentite prima di un concerto, avete un rito scaramantico?
Un po’ di agitazione c’è sempre ed è giusto che ci sia, riti scaramantici? Forse uno, ma non si può dire in pubblico.

Quali sono gli artisti che vi ispirano maggiormente?
Sarebbe un elenco infinito, siamo fruitori di musica a 360°, senza limitazioni di genere o stile, però qualche nome vogliamo comunque farlo: Deep Purple, Iron Maiden, Uriah Heep, Porcupine Tree, Steven Wilson, Dream Theater, Litfiba, Timoria, PFM, Pink Floyd, Whitesnake...

Ci consigliate un locale nella vostra zona dove vedere concerti di band emergenti?
Di locali che propongono solo band emergenti (specifichiamo di musica inedita) nel bresciano ne troviamo un gran pochi, ma sicuramente menzionerei il “Circolo Colony” per il grande lavoro di promozione che sta facendo, per il resto si tratta di locali che propongo o artisti già affermati o per la maggior parte una programmazione a base quasi esclusiva di cover e soprattutto tribute band.

C’è una band o artista emergente italiano che vi ha particolarmente colpito?
Røsenkreütz e Methodica per esempio, in Italia abbiamo tantissimi gruppi in gamba che meriterebbero, in campo prog c’è un movimento attivo molto interessante.

Il Vostro sogno?
Fare in modo che qualcuno si ricordi di noi per la nostra musica.

Nel web:

https://www.facebook.com/BornIdolII

https://myspace.com/bornidol/music/songs

http://www.youtube.com/user/BornIdolProject

Leggi tutto...

SINEZAMIA: Non seguiamo le mode ne i trend odierni, ma solo una cosa... il sentimento

Intervista ai SINEZAMIA di Mantova che suoneranno il 22 febbraio al Legend Club Milano per le selezioni lombarde della XXVIII edizione di Rock Targato Italia.

Un aggettivo per descrivervi?
Crepuscolari

Cosa differenzia la Vostra musica, qual è la Vostra originalità?
Il nostro è un rock italiano, cantato in Italiano. Non segue le mode ne i trend odierni, ma solo una cosa: il sentimento. Non badiamo a fare quello che potrebbe piacere o quello che potrebbe funzionare. Non dobbiamo essere noi a cambiare per la massa, ma la massa a convincersi di noi, del nostro sound, della nostra attitudine. Una nostra originalità? Sicuramente fare un certo tipo di rock, a tratti cupo, a tratti violento, senza cadere in stilemi triti e ritriti ed imbarazzanti per l’anacronismo in cui ricadono. Con convinzione, crediamo di essere tra i pochi a fare un certo rock in italia. Ed infatti ne vediamo sempre più la difficoltà nell’espanderlo ai più.
Qual è il vostro processo creativo, come scrivete le canzoni?
Non c’è un processo creativo fisso. Può nascere prima un testo e poi un tappeto musicale, o viceversa. Ultimamente stiamo cercando di fare anche le due cose assieme. Comunque fondamentalmente facciamo delle pre-produzioni nel nostro studio lavorando con Logic e, una volta che le riteniamo soddisfacenti, iniziamo a provarle in salaprove registrandole in multitraccia.

Progetti futuri?
Un disco nuovo, ovvero un album. Ci sono tantissime idee, molto differenti tra loro. Stiamo focalizzando su quali dare maggiore importanza.

Cos’è che più vi piace e quello che meno vi piace del fare musica?
Sicuramente il processo creativo e la realizzazione finale di una canzone, che sommate vanno a formare un disco. E poi ovviamente il poterle suonare dal vivo, possibilmente in locali adibiti a fare buona musica e con un pubblico attento e partecipe. Sarebbe già molto. Invece la situazione in Italia è sempre più in peggiorando. Locali dove fare musica sono sempre meno e se sei una band come noi, che da 12 anni si autoproduce tutto, è sempre più difficile trovare date valide e che gli organizzatori di eventi ci tengano in considerazione. Poco conta se la carta stampata e la rete ti elogia come una vera e propria rivelazione: se non sei nessuno, resti nessuno. Quindi quello che ci piace meno della musica è il disinteresse che si ha nei confronti di certe rock band, soprattutto che cantano in Italiano come noi.

Siete iscritti alla SIAE?
Si, da diversi anni.

Come vi sentite prima di un concerto, avete un rito scaramantico?
No, nessuno. Semplicemente ci chiediamo se il soundcheck andava bene…poi ovviamente durante il concerto cambia tutto e non ci sentiamo mai. E ci ridiamo sopra oramai.

Quali sono gli artisti che vi ispirano maggiormente?
Attualmente non saprei dirti. Siamo cinque persone con gusti diversissimi l’uno dall’altro. In generale le influenze spaziano dal dark, alla new wave, dal metal a situazioni doom. Un nome preciso, attualmente, non saprei dartelo.

Ci consigliate un locale nella vostra zona dove vedere concerti di band emergenti?
Avete mai sentito Mantova nominare per eventi musicali o concerti? Ecco, questa è la risposta. Mi sento però di nominare l’Arci Virgilio, piccolo club con molto spesso anche artisti dall’estero. Nel 2014 ad esempio abbiamo suonato assieme ad un trio dark femminile australiano, le The Dark Shadows.

C’è una band o artista emergente italiano che vi ha particolarmente colpito?
La scena emergente italiana mi sembra un po’ satura e colma di cliché che sfociano in quel termine, inappropriato, definito “indie". Tanta scena, poca sostanza. Poche restano oramai le band che “suonano” sul serio. Mi sembra che molti si celino dietro a pesantissimi delay per nascondere le lacune tecniche ed artistiche o addirittura certi ruoli (uno su tutti il batterista) stà man mano scomparendo per lasciare spazio a gelide e terrificanti “drum machine” create con un bel Mac. Fa figo, lo so. Oramai conta questo.

Il Vostro sogno?
Riuscire a fare conoscere sempre più la nostra musica ed avere la stessa credibilità di tante altre band. Sebbene veniamo definiti “emergenti”, sono 12 anni che esistiamo, con diversi dischi e live ovunque alle spalle. Vogliamo solo emergere da questo limbo. Sappiamo di avere le carte in regola. Dateci la possibilità di giocarcele bene. E speriamo che Rock Targato Italia possa aiutarci in ciò. Molte delle band che da sempre ascoltiamo ed abbiamo i loro dischi, sono uscite da qui.

Nel web:

http://www.sinezamia.it

http://www.facebook.com/sinezamia

http://www.youtube.com/user/Effettonotte87

 

Leggi tutto...

Selezioni Lombarde 2

ROCK TARGATO ITALIA
area LOMBARDIA II^ selezione

22 e 23 febbraio 2016 dalle ore 21.00
Legend Club Milano
(Viale Enrico Fermi 98 - angolo via Sbarbaro. Milano)

Lunedi 22 e martedì 23 febbraio secondo appuntamento con le selezion Lombarde della XXVIII^ edizione di Rock Targato Italia. Dalle ore 21.00, sul palco del Legend Club Milano,  9 artisti selezionati nelle serate precedenti, si alterneranno sul palco del Legend per contendersi l’accesso alle fasi successive della manifestazione fino alla finalissima lombarda prevista per la prossima primavera.

Programma:

22 febbraio 2016

SINEZAMIA (Mantova)

BORNIDOL (Brescia)

JODEDOSS (Sondrio)

WATT BAND (Milano)

ospiti: DUPERDU e ROBERTO SALIS

 

23 febbraio 2016

FUORILUCE (Brescia)

ENDGAME (Lecco)

COMPAGNI DI CAPPIO (Mantova) 

NUOVAMARTE (Como)

LAMBSTONE (Milano)

ospite: MEDI' e HOTEL MONROE

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?