Menu

PHANTORAMA (MILANO): PROTAGONISTI ALLE FINALI DI ROCK TARGATO ITALIA

PHANTORAMA (MILANO)

"Dove sta scritto che in una rock band occorra obbligatoriamente una chitarra arrabbiata per riprodurre al meglio il delirio e la psicosi?” I milanesi Phantorama ne fanno volentieri a meno, spremendo fino all’ultima goccia di sangue il loro basico armamentario (basso, tastiera e batteria).

Il gruppo inscena con disarmante stravaganza un crossover stregonesco, dalle surreali connotazioni timburtoniane, dove dark-cabaret, swing violentato, stoner luciferino e teatro-canzone lavorano in combutta all’insegna del più strampalato istrionismo orchestrale.

I tre membri dei Phantorama sembrano esser finiti dentro uno specchio, e di uscire proprio non vogliono saperne. Suonano un basso arruginito, un paio di tastiere ed una batteria. Si cimentano in evoluzioni canore stravaganti cercando allo stesso tempo la formula magica per fondere generi musicali apparentemente distanti.

Nei brani della band s’incrociano sonorità imponenti e gravi, ambientazioni surreali e ballate grottesche, il tutto senza l’utilizzo delle chitarre. Le ritmiche incalzanti e i riff di basso distorto segnano un'impronta che sarà l'elemento identificativo del progetto musicale.

Sito Web: www.phantorama.com

 

Leggi tutto...

PHANTORAMA (MILANO): PROTAGONISTI ALLE FINALI DI ROCK TARGATO ITALIA

PHANTORAMA (MILANO)

"Dove sta scritto che in una rock band occorra obbligatoriamente una chitarra arrabbiata per riprodurre al meglio il delirio e la psicosi?” I milanesi Phantorama ne fanno volentieri a meno, spremendo fino all’ultima goccia di sangue il loro basico armamentario (basso, tastiera e batteria).

Il gruppo inscena con disarmante stravaganza un crossover stregonesco, dalle surreali connotazioni timburtoniane, dove dark-cabaret, swing violentato, stoner luciferino e teatro-canzone lavorano in combutta all’insegna del più strampalato istrionismo orchestrale.

I tre membri dei Phantorama sembrano esser finiti dentro uno specchio, e di uscire proprio non vogliono saperne. Suonano un basso arruginito, un paio di tastiere ed una batteria. Si cimentano in evoluzioni canore stravaganti cercando allo stesso tempo la formula magica per fondere generi musicali apparentemente distanti.

Nei brani della band s’incrociano sonorità imponenti e gravi, ambientazioni surreali e ballate grottesche, il tutto senza l’utilizzo delle chitarre. Le ritmiche incalzanti e i riff di basso distorto segnano un'impronta che sarà l'elemento identificativo del progetto musicale.

Sito Web: www.phantorama.com

 

Leggi tutto...

PHANTORAMA (MILANO): PROTAGONISTI ALLE FINALI DI ROCK TARGATO ITALIA

PHANTORAMA (MILANO)

"Dove sta scritto che in una rock band occorra obbligatoriamente una chitarra arrabbiata per riprodurre al meglio il delirio e la psicosi?” I milanesi Phantorama ne fanno volentieri a meno, spremendo fino all’ultima goccia di sangue il loro basico armamentario (basso, tastiera e batteria).

Il gruppo inscena con disarmante stravaganza un crossover stregonesco, dalle surreali connotazioni timburtoniane, dove dark-cabaret, swing violentato, stoner luciferino e teatro-canzone lavorano in combutta all’insegna del più strampalato istrionismo orchestrale.

I tre membri dei Phantorama sembrano esser finiti dentro uno specchio, e di uscire proprio non vogliono saperne. Suonano un basso arruginito, un paio di tastiere ed una batteria. Si cimentano in evoluzioni canore stravaganti cercando allo stesso tempo la formula magica per fondere generi musicali apparentemente distanti.

Nei brani della band s’incrociano sonorità imponenti e gravi, ambientazioni surreali e ballate grottesche, il tutto senza l’utilizzo delle chitarre. Le ritmiche incalzanti e i riff di basso distorto segnano un'impronta che sarà l'elemento identificativo del progetto musicale.

Sito Web: www.phantorama.com

 

Leggi tutto...

LUNAINFEA (VENEZIA): PROTAGONISTI ALLE FINALI DI ROCK TARGATO ITALIA

LUNAINFEA (Venezia)

Simbolo femminile di oscura purezza ripreso dalle ninfette di Nabokov, è un progetto diretto dalla cantante ispano-islandese Katla Hausmann che vanta cinque dischi d'oro e collaborazioni con artisti quali Bjork, Alan Parson e Joe Cocker fino ai più recenti One Dimensional Man.

La band, formata da Julian Nardi al basso, Kaio Karras alla batteria e Alessandro Rubin alla chitarra, propone Art Stoner con testi in inglese, islandese e spagnolo ed esordisce con l'EP omonimo registrato da Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori, ZU).

Dopo ottime recensioni e numerosi consensi, la band comincia a lavorare in studio al primo LP da cui nasce un concept album basato sulla circolarità e ciclicità della crescita, ispirato da contrastanti armonie, il chiaro-scuro, luce e oscurità, intitolato "GROWING IN THE CIRCLES".

Il disco viene poi missato e masterizzato dal pluripremiato produttore Roberto Maccagno (sei Grammy Awards), ed è acquistabile in formato digitale dal 27 aprile 2015.

https://www.facebook.com/pages/lunainfea/32756781324

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?