Menu

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'Dove i pesci affogano'

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'Dove i pesci affogano'

Loro sono la band ‘Dove i pesci affogano’, si esibiranno il 14 marzo al Na Cosetta di Roma, per le selezioni centro-sud regionali di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così

Come vi siete avvicinati alla musica?

Andrea: Tutti i miei ricordi sono legati alla musica fin da quando ero ragazzino, è una parte di me inscindibile. Mio padre è un grande appassionato di musica infatti ricordo che in macchina c'erano sempre i Pink Floyd, Deep Purple etc… Il mio primo approccio con uno strumento musicale credo sia stato a 8 anni con una chitarra classica di mio nonno che avevo in casa e un libretto di accordi logoro che era nella custodia. Dissi a mio padre "papà se imparo a suonare gli accordi mi compri la chitarra elettrica?" lui rispose di sì e fu così che da autodidatta imparai a strimpellare la chitarra. Negli anni successivi ho studiato anche batteria e canto. In adolescenza ho suonato in diverse band rivestendo vari ruoli: bassista, chitarrista, batterista-cantante. Questo mi ha permesso di poter registrare il mio primo album da solo sovraincidendo tutti gli strumenti e di avere una visione finita del pezzo anche in fase di scrittura che generalmente avviene solo chitarra e voce.

Paolo: Mio padre era appassionato di compilations, ricordo che in casa ne giravano tantissime in vinile, roba anni ’80 tipo Mixage, Oro Puro, Studio54, rimasi subito attratto dai dischi e da quello che contenevano, soprattutto i Police, Can’t Stand Losing You uno dei primi pezzi di cui conservo memoria. Caso ha voluto che anni più tardi nel giro delle mie amicizie entrò un ragazzo più grande di me, una di quelle persone che ovunque ci fosse un raggruppamento di persone tirava fuori la sua chitarra e faceva da juke box umano. Cantante e bassista. E patitissimo dei Police. Le prime sale prova le vidi accompagnandolo alle prove del suo gruppo. Da lì il passo ad imbracciare un basso da parte mia fu davvero molto breve!

Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

La band è formata da 3 elementi:

ANDREA CASSETTA: chitarrista cantante, ideatore e fondatore del progetto

PAOLO CAREDDU: bassista

Ci siamo conosciuti tramite il lavoro diurno che abbiamo in comune.

Come definireste la vostra musica e qual è lo stile?

Andrea: Direi rock anche se non amo le etichette, questo perchè spazio molto nella scrittura. L'importante è farsi guidare dalle emozioni quando si compone un brano e non mettere paletti artistici di nessun tipo.

Paolo: Di rock ne è stato suonato talmente tanto e nel corso dei tempi è stato talmente contaminato che dire rock significa dire tutto e niente. Ma la matrice è quella. Contaminata dai nostri singoli gusti che spaziano dalla melodia pop alle atmosfere grunge alle strutture progressive e dalle sperimentazioni a livello di effettistica e costruzione musicale.

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Andrea: Ho creato il nome DOVE I PESCI AFFOGANO come metafora sulla mia vita. Io sono del segno dei PESCI, i Pesci affogano nel mare della quotidianità, nelle difficoltà che la vita ci pone davanti al nostro cammino. In realtà doveva essere il nome del mio secondo album poi però sentivo che tutto quello che avevo fatto in precedenza non mi apparteneva più e decisi di ricominciare tutto da zero con una nuova identità musicale ed un nuovo nome: "DOVE I PESCI AFFOGANO" progetto che unisce musica e cinema. 3 EP completati da 3 cortometraggi che esplorano, attraverso il surrealismo della vita onirica, i vizi, le paure, le debolezze e le ossessioni dell'essere umano. Nei primi 2 capitoli ho lavorato come solista, attualmente il progetto si è evoluto in una band.

Cosa ne pensate dei talent show?

Andrea: Sicuramente una grande vetrina anche se secondo me hanno poco a che fare con l'arte...è uno show televisivo di conseguenza è improntato sull'intrattenimento come qualsiasi reality.

Paolo: Li prendo per quello che è, uno show dove tramite l’espediente musicale si creano personaggi. A volte artisti. Io credo che la diffidenza diffusa nei confronti dei talent sia originata dal venir rappresentati e percepiti come l’unica via per emergere. E che va ad occultare tutte le altre, quelle che da sempre hanno portato artisti a farsi le ossa e conoscere, vale a dire gavetta che non ti dà tutto e subito ma ti forma poco alla volta fino a rendere solido e credibile quello che va a rappresentarti: il tuo linguaggio artistico. In questo caso quello musicale.

Quali sono i locali a Roma dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

Andrea: Non ho preferenze, l'importante è che siano persone competenti e appassionate.

Paolo: A dispetto del mio cognome sardo io sono nato e cresciuto a Roma, e sin da ragazzino di locali dove ascoltare e fare musica ne ho girati tantissimi, dai centri sociali ai vari club che man mano sono andati sparendo. A Roma poi ultimamente è una carneficina tra chiusure coatte e sequestri. Un posto dove mi piacerebbe tornare e che riaprisse è il Circolo degli Artisti.

Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Andrea: Ognuno di noi ha diversi anni di esperienza alle spalle in ambito live, il primo live insieme invece è stato l'apertura della data di Roma dei MINISTRI al MONK insieme ai JOE VICTOR lo scorso Dicembre. I presenti hanno apprezzato e speriamo siano sempre di più, amiamo la dimensione live.

Di cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?

Andrea: Domanda spinosa...forse di più attenzione generale verso i progetti originali, più spazi aperti a tutti, insomma pari opportunità e meritocrazia.

Paolo: Te ne dico una: cultura. In tutte le sue accezioni.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Andrea: Sicuramente portare live "Capitolo 2 l'inconscio" e scrivere l'atto finale della trilogia ovvero il terzo capitolo. Intanto vi invitiamo a guardare i 2 cortometraggi nel canale youtube www.youtube.com/doveipesciaffogano e a seguirci sui vari social www.facebook.com/doveipesciaffogano  www.doveipesciaffogano.com

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?