Menu

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'White Tunder'

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'White Tunder'

Loro sono la band ‘White Tunder’, si esibiranno il 14 marzo al Na Cosetta di Roma, per le selezioni centro-sud regionali di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così

Come vi siete avvicinati alla musica?

Tutti e 5 ci siamo avvicinati alla musica già da piccolissimi, grazie alle nostre famiglie nelle quali in un modo o nell'altro era sempre presente. Quindi abbiamo iniziato a suonare anche molto presto, già da bambini.

Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

come ho già detto siamo in 5: Mattia Fagiolo alla voce, Jacopo Fagiolo e Alessandro De Falco alle chitarre, Simone Ndiaye al basso e Davide Fabrizio alla batteria. Io (Alessandro) ho conosciuto Jacopo e Mattia all'asilo, per quanto suoni ridicolo. Ci siamo persi di vista per qualche anno perché la scuola dove andavamo aveva chiuso, nel frattempo io avevo incontrato Davide e insieme avevamo messo su uno pseudo-gruppo formato solo da noi due. A 12 anni ho rincontrato Jacopo e Mattia e gli ho presentato Davide e da lì abbiamo iniziato a provare insieme regolarmente, facendo inizialmente cover dei Judas Priest per moltissimo tempo, fino al 2013 quando abbiamo iniziato a comporre inediti. Simone è arrivato da pochi mesi, anche se lo conoscevamo tutti da un po' grazie ad amici comuni.

Come definireste la vostra musica e qual’è lo stile?

Bella domanda. Noi ci definiamo Progressive, anche se in verità abbiamo influenze da ogni sottogenere del metal, da quello classico al più moderno, quindi è complicato trovare un termine che si adatti bene, anche se il progressive è probabilmente il genere nel quale ci ritroviamo di più. 

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Ce lo chiedono molto spesso, ma il problema è che ormai nessuno di noi se lo ricorda, davvero!

Cosa ne pensate dei talent show?

Pensiamo ovviamente che siano una delle migliori opportunità per emergere. purtroppo in molti casi la cosa viene quasi commercializzata dagli organizzatori, che in questo modo eclissano il lato puramente artistico della cosa. è anche una grande occasione per mettersi alla prova con altri tuoi pari, con lo stesso scopo, di farsi "valere", se così si può dire. Quindi si crea una rivalità molto amichevole e si creano anche numerose amicizie tra gruppi. 

Quali sono i locali a Roma dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

A Roma personalmente non abbiamo mai suonato al Jailbreak e ci piacerebbe molto. Pensando più in grande ci sono posti come l'Atlantico a Roma. In Italia non sapremmo, abbiamo suonato poche volte fuori dal Lazio.

Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Suonando da 6 anni sì, ci siamo fatti un bel bagaglio. Traffic, Planet, Locanda Atlantide, Felt, New Rockness, Let It Beer e il festival MEI a Faenza. La risposta dal pubblico per ora è buona, trattandosi per lo più di nostri amici, anche se pian piano ci stiamo ritrovando sempre di più in situazioni nuove, con band che non conosciamo e quindi con un pubblico nuovo, gente che non ci ha mai visti e ci riteniamo molto soddisfatti delle reazioni ottenute. 

Di cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?

Di una mentalità più aperta e di un maggiore supporto per i gruppi emergenti da parte dell'industria musicale.

Quali sono i vostri progetti futuri? 

Siamo nella fase finale di produzione del nostro primo album, Never Ending Silence che vedrà la luce a breve. Seguiranno alcune date per supportarlo, ma per ora la priorità sta nel pubblicarlo. 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?