Menu

Selezioni Centro Sud Italia per Rock Targato Italia, intervista ai Pequod

Selezioni Centro Sud Italia per Rock Targato Italia, intervista ai Pequod

Loro sono la band ‘Pequod’, si esibiranno il 29 marzo al Na Cosetta di Roma, per le selezioni centro-sud regionali di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così

- Come vi siete avvicinati alla musica?

Ognuno di noi ha avuto ovviamente il suo particolare momento d’ispirazione, ma i Pequod sono diventati un'unica essenza musicale semplicemente dalla voglia di  incontrarsi, di sperimentare e di creare qualcosa di loro; il risultato è dato dalla somma e dalla fusione dei gusti musicali di ognuno mettendo, inoltre, a disposizione del progetto le esperienze sullo strumento del singolo musicista, cercando di dare forma ad un prodotto che abbia una sua identità musicale.  

- Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

Il gruppo è nato circa 7/8 anni fa dall’incontro tra Marco Dellutri (batterista) e Filippo Monaco (ex chitarrista del gruppo). La formazione attualmente è composta da 4 elementi: Alla Batteria Acustica, Marco Dellutri fondatore della band Laureando in Batteria Jazz ad indirizzo Popular presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone. Al Basso Elettrico, Alessandro Petitto, membro storico della band. Con il quale i primi Pequod lavorarono in trio, producendo i primi brani. Nel 2012, il progetto e il sound raggiunge una forma completa con l’ingresso al Piano digitale, alle tastiere e ai synth, di Matteo Piacentini, Diplomato in Pianoforte al conservatorio Santa Cecilia di Roma, e tutt’ora frequentante il biennio di specializzazione. Alla Chitarra Elettrica, Luca Parisi che nel 2016 entra nella band e per sostituire l’originario chitarrista.

- Come definireste la vostra musica e qual è lo stile?

I Pequod sono una band strumentale progressive. Quello che i Pequod cercano di proporre, è una musica ricercata, che possa catturare l’orecchio dell’ascoltatore e mantenerlo attivo nell’ascolto per tutta la durata del brano. Ciò che seguiamo è una direzione verso un filone Rock Progressive, contaminato dal Funk, dalla Fusion, dall’ Hard Rock passando per la Musica Classica, l’etnica e l’orientale; curandone gli arrangiamenti strumentali e l'intreccio stilistico.

- Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Pequod è il nome della vecchia baleniera comandata dal capitano Achab durante la caccia all’enorme balena bianca Moby Dick del romanzo di Herman Melville. Melville fornisce del Pequod una descrizione breve ma suggestiva. Sulla struttura di base, comune a molte baleniere, si inseriscono elementi provenienti da diverse parti del mondo tanto da poter dire che ad “aspetti d'antiquariato si aggiungevano caratteristiche nuove e sorprendenti”. In un certo senso questo potrebbe essere visto come una descrizione del tipo di musica che il nostro progetto vuol perseguire: attingere a diversi stili e suggestioni, farli propri e riproporli rielaborandoli.

- Cosa ne pensate dei talent show?

Possono essere una buona vetrina e in alcuni casi hanno contribuito al lancio di musicisti che vantano notevoli capacità tecniche e doti artistiche. Purtroppo, dovendosi rivolgere al più vasto pubblico possibile, i talent show tendono a “creare rapidamente” dei fenomeni, magari anche quando c’è poca sostanza su cui lavorare, per poi lasciarli sparire inesorabilmente e passare al fenomeno successivo. 

- Quali sono i locali a Roma dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

Siamo felici intanto di poterci esibire presso il locale ‘Na Cosetta in questa occasione. Ci piacerebbe molto suonare nei grandi locali di Roma che ospitano musica dal vivo affine al genere che noi proponiamo.

- Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Tra le esperienze live più significative dei Pequod è opportuno ricordare l’esibizione in occasione dell’apertura del concerto del Tour Italiano di Edu Falaschi (Ex Angra) presso Teatro Veneto di Colleferro (Giugno 2015)
Inoltre nel Luglio 2016, dopo una pausa dovuta al cambio di formazione, i Pequod hanno partecipato al Festival Nazionale dei Conservatori Italiani, qualificandosi col punteggio di 92,7 su 100 in quinta posizione su una selezione di 31 gruppi provenienti da tutta l’Italia. 
In ogni occasione in cui i Pequod si sono esibiti Live, il pubblico è rimasto sempre affascinato dimostrando parecchio interesse e calore; inoltre è stato manifestato  apprezzamento sia durante che dopo il concerto. Questa è la nostra più grande vittoria.

- Di cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?



Di più musica live innanzitutto. Sarebbe bello oggi avere in Italia più occasioni, come quella di Rock Targato Italia, per far conoscere artisti inediti, valorizzarne l'originalità e la creatività. Questo senz'altro darebbe al panorama artistico italiano: più ricchezza, più artisti e più spazio alle idee. Il problema vero, a nostro avviso, è che con la musica digitalizzata il prodotto artistico è di troppo veloce consumo: deve poter funzionare nel modo più veloce e diretto possibile, essere semplice e di tendenza. Ci sono artisti che spopolano con un brano su youtube per tre settimane e poi spariscono, e a tante persone basta questo tipo di consumo. Questo però brucia il terreno a chi ancora ama fare musica in sala prove e cerca strade nuove, come noi e tanti tanti altri che, ad oggi, sono tra quelli che interessano meno ai discografici italiani.

- Quali sono i vostri progetti futuri? 



Stiamo lavorando su nuovi brani per poter incidere un album. Siamo alla ricerca di situazioni live per poter far ascoltare la nostra musica al pubblico e non neghiamo che ci piacerebbe incontrare ed eventualmente collaborare con produttori e/o etichette che credano nella nostra musica e la valorizzino spingendola al grande pubblico in modo adeguato.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?