Menu

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'The Smoke Mirrors'

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'The Smoke Mirrors'

Loro sono la band ‘The smoke mirrors’, si esibiranno il 29 marzo al Na Cosetta di Roma, per le selezioni centro-sud regionali di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così

Come vi siete avvicinati alla musica?

Vincenzo: Tutti noi, fin da bambini, avevamo spiccate attitudini musicali, io (verso i 5-6 anni) tamburellavo sulle pentole della cucina, Simone suonava al chitarra nelle gite o durante le occupazioni scolastiche, Lidia è la più seria e disciplinata perché proviene da studi classici, Alex invece è la nostra anima blues, infine Marco, che prima suonava la chitarra, ha deciso di unirsi a noi per suonare il basso.

Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti? 

Simone: Siamo in 5, io alla batteria, Vincenzo alla chitarra e in studio anche ai sintetizzatori, Lidia alla voce e pianoforte, Alex alla chitarra e Marco al basso. Io, Vincenzo e Alex facevamo parte di un altro gruppo e suoniamo insieme da più di 10 anni, Lidia e Marco si sono aggiunti di recente: da poco meno di un anno.

Come definireste la vostra musica e qual’è lo stile?

Alex: La nostra musica è decisamente pop con influenze british, tutto il movimento new-wave degli anni '80 è per noi una grande fonte di ispirazione.  

Da dove avete preso spunto per il nome della band?    

Simone: Il nome “The Smoke Mirrors” viene da diversi compromessi tra gli elementi della Band, in più ci piace perché per noi “suona” bene.

Cosa ne pensate dei talent show?

 Lidia: All'inizio positivamente e potevano essere una grande opportunità per portare alla luce talenti nascosti, oggi è diventata solo una vetrina delle Case Discografiche per mettere in evidenza ognuna i propri artisti. Oggi li vediamo lontani anni luce dal nostro modo di intendere e fare musica. 

Quali sono i locali a Roma dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

Marco: A Roma ci sono diverse realtà che permettono a gruppi e solisti di esibirsi e fare musica dal vivo, alcune anche con un buon livello organizzativo (strumentazione sul palco, buoni tecnici, suono live discreto), ma è ancora troppo poco e non si rientra comunque delle spese. Forse ci sono in giro troppe cover-band e pochi gruppi o solisti che hanno un repertorio proprio ed originale; ma considerata la situazione in cui versava Roma fino a qualche anno fa, questo non può non essere considerato che un bene; di strada però bisogna ancora farne tanta e di locali a Roma dove ancora non abbiamo mai suonato ce ne sono ancora tanti.

Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Simone: Considerando che la formazione completa è nata da meno di un anno, ci siamo esibiti per la prima volta a ottobre dello scorso anno, ad oggi abbiamo all'attivo già diversi live. La risposta del pubblico è sempre stata comunque buona, cominciamo ad avere anche uno piccolo seguito di fans affezionati, caldi ed appassionati. Inoltre abbiamo il nostro profilo su Facebook dove postiamo foto, video e eventi dove abbiamo partecipato.

 Di  cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?

Vincenzo: Soprattutto di idee e mentalità nuove, proprio a livello manageriale. I tempi sono cambiati: i dischi si vendono sempre meno, e la rete può essere un ottimo strumento alternativo per far conoscere nuovi artisti: bisogna trovare strategie sempre nuove per promuovere la propria musica nella maniera ottimale e tutto questo non è sempre facile. Non a caso di recente abbiamo caricato su “Soundcloud” i nostri primi quattro brani, proprio per dare maggiore visibilità alle nostre realizzazioni. Oggi bisogna essere innanzitutto “personaggi”, comunque in giro c'è voglia di musica e dove c'è musica noi ci saremo!

Quali sono i vostri progetti futuri?

Alex: Attualmente siamo in studio per le registrazioni delle nuove canzoni, la maggior parte dei brani fino ad oggi, sono stati composti da Vincenzo e Simone, ora anche Lidia sta cominciando a collaborare alla stesura dei nuovi brani. Spero presto di proporre qualcosa di mio, così come anche brani composti da Marco. Siamo molto collaborativi, ognuno di noi mette a disposizione le proprie idee in ogni arrangiamento, proveniamo tutti da varie esperienze musicali e proprio questo rende i nostri brani mai uguali e sempre diversi.

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?