Logo
Stampa questa pagina

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'Noah'

Selezioni centro-sud Italia per Rock Targato Italia: intervista ai 'Noah'

Loro sono i 'Noah’, si esibiranno il 12 marzo al Na Cosetta di Roma, per le selezioni centro-sud regionali di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così

-  Come vi siete avvicinati alla musica?

Ognuno di noi in maniera differente, chi per tradizione, chi per gioco e chi per curiosità. Ma tutti noi l'avevamo dentro fin da bambini, e poi si è trattato solo di un po' di coraggio, e nel mio caso di incoscienza.

- Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

Il progetto Noah è composto da quattro elementi (la classica formazione rock con 2 chitarre, un basso e una batteria).

Ci siamo conosciuti nella nostra città, in giro per concerti e jam. Ci siamo stati prima simpatici, poi piaciuti, poi ci siamo corteggiati, e poi, ogni tanto, le storie d'amore non sono solo quelle raccontate da Baricco. Tullio cesario - voce e chitarra, Paolo Scarnati: batteria, Giuseppe paese: basso, Riccardo guido: chitarre e cori.

- Come definireste la vostra musica e qual’è lo stile?

Beh, alternative rock senza dubbio. Strizziamo l'occhio all'indie britannico (che poi è tutto il nostro background) e a come si è manifestato in Italia. Poi scrivo e canto in italiano. ecco, C'è del pop e tanto cantautorato anche. Sarebbe bello riuscire ad avere uno stile originale e che piaccia anche 

- Da dove avete preso spunto per il nome della band?

Il nome Nasce da un libro che si intitola “Il passaggio” di Justin Cronin, e che sviluppa il progetto Noah, una combinazione tra leggenda e fantascienza, una differenza molto sottile, ma che sussiste. Per il progetto vengono utilizzati come cavie, dodici condannati a morte e una bambina di nome Amy. Tuttavia, nulla va secondo i piani e i detenuti sottoposti alla sperimentazione si trasformano in creature assetate di sangue, i virali, e fuggono dalla base seminando morte e terrore. L’unica a salvarsi è la bambina, che poi deve trovare l’antidoto a questo virus. Ecco, Per me l’antidoto al virus delle bugie e dell’ipocrisia è la musica.

- Quali sono i locali a Roma dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

Sicuramente a 'Na cosetta live'

- Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Certo che sì, anche se non saranno mai abbastanza.

-  Di cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?

Io penso che ci sia già tutto ciò che serve...spero solo oseremo di più. Ecco cosa servirebbe secondo noi: un pó di coraggio. Da parte dei musicisti eccelsi che abbiamo nel proporre i loro progetti, e da parte dei locali nel concedere lo spazio loro necessario. Sono convinto che chi ascolta gradirebbe entrambi. Sotto con la musica!

- Quali sono i vostri progetti futuri?  

Abbiamo lavorato molto per far conoscere il nostro primo singolo (il complesso di Elettra), ora tutto il nostro impegno è nella promozione del nostro cd in uscita a marzo. 

Rock Targato Italia © Divinazione Milano Srl web realizzato da Franco Sainini. Tutti i diritti riservati. All rights reserved.