Menu

Selezioni area Veneto e Friuli per Rock Targato Italia: intervista ai "Rèver"

Selezioni area Veneto e Friuli per Rock Targato Italia: intervista ai "Rèver"

Loro sono i ‘Rèver', si esibiranno il 30 aprile presso il Greenwich Risto Pub & Live Music di Curtarolo (Padova) per le selezioni area Veneto e Friuli di Rock Targato Italia!

Rispondono alle nostre domande così:

Come vi siete avvicinati alla musica?

In media abbiamo diciotto anni, ovviamente ciascuno ha la propria storia, ma abbiamo tutti iniziato a far musica circa dieci anni fa. Fra di noi c'è chi è cresciuto con la musica classica, chi con il jazz, e altri che hanno conosciuto la musica suonando quello che sentivano alla radio. Nel gruppo abbiamo preso quelli che secondo noi sono gli aspetti positivi di tutti questi approcci diversi, creando un qualcosa di nostro. Scrivere canzoni nostre ci ha permesso di comunicare cose nuove, con una profondità che prima non conoscevamo. Questo ci ha fatto avvicinare alla musica, ancor più di quanto lo fossimo prima, e ha rafforzato il legame che c'è fra noi. 

Da quanti componenti è formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

I Rêver sono formati da cinque elementi. Francesco Cenci (chitara ritmica) e Matej Sancin (batteria) si conoscevano fin​ da piccoli, e hanno sempre suonato assieme in diversi complessi. Ad una festa hanno conosciuto Massimo Bertocchi (basso), si sono chiusi in una stanza e hanno iniziato a suonare. Mancava la voce per poter suonare decentemente assieme, e Massimo ha consigliato una ragazza che aveva sentito cantare su Facebook: Margherita Fonda. I quattro hanno subito iniziato a fare musica, ma mancava ancora qualcosa che potesse rendere il tutto più completo. A settembre 2015 si è unito Gabriele de Leporini (chitarra solista).

Come definireste la vostra musica e qual è lo stile?

Definire la nostra musica sta a chi ci vuole ascoltare, dato che la creiamo anche per esprimere qualcosa (oltre che per nostro divertimento). Vogliamo trasmettere potenza ed energia, ma in contemporanea avere suoni puliti e moderni, vogliamo catturare l'orecchio dei giovani, senza però cadere nel banale, come tende a succedere sempre più spesso oggi. I nostri punti di riferimento sono vari, e vanno da Springsteen ai Bring me the Horizon, ai Mumford and Sons ai Kings of Leon; lo stile potrebbe essere definito come una via di mezzo fra gli ultimi due.

Da dove avete preso spunto per il nome della band?

''Rêver'' significa ''sognare'' in francese. Semplicemente è quello che ci piace fare tramite la musica.

Cosa ne pensate dei talent show?

Sono una realtà della musica odierna, per lo meno in Italia, che ci piaccia o no. Evitarli non ha senso, dipenderci ancor di meno. Ci sono tanti giri sporchi all'interno dei grandi talent, ed è molto facile prendersi gioco dei sogni altrui. Tuttavia non è il caso di generalizzare: ce ne sono di musicisti bravi, e c'è gente appassionata di musica, che vuole promuoverne di nuova.

Quali sono i locali nel veneto o in italia dove vi piacerebbe suonare, e quali quelli nel vostro paese di origine?

In Veneto c'è il Revolver club che ci interessa, e a volte all’ Alacover fanno degli eventi nei quali lasciano spazio per diverse band. Ovviamente c'è anche il New Age club, dove sarebbe stupendo fare da opening band. 

Ce ne sono poi tanti che ci piacciono, soprattutto a Roma e Milano, come il Lanificio159,il Satellite music club, Orion, il Rock town, ecc... Alcuni accessibili, altri ovviamente di meno. Noi siamo di Trieste, dove purtroppo c'è poco interesse per la musica emergente, ma stiamo organizzando una serata al Tetris, che apprezziamo tanto.

Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

Sì. Per ora sempre abbastanza positivo. Dipendendo dalle occasioni il pubblico può essere più o meno partecipe. Suonare su Sofar ci ha aperto gli occhi alla bellezza di essere molto intimi con il pubblico, sicuramente vorremmo ripetere l'esperienza!

Di cosa ci sarebbe bisogno in Italia a livello musicale?

Dimostrare un po di appoggio in più ai musicisti emergenti, e dare una mano economicamente maggiore nelle serate, potrebbe cambiare molto le cose. Ce ne sono tanti di musicisti bravi, ma lasciar stare perché si perde la speranza è sempre più facile.

Quali sono i vostri progetti futuri? 

Stiamo finendo di registrare il nostro primo EP agli Angel's Wings Recording Studios (UD). I prossimi mesi saranno dedicati alla pubblicizzazione di esso.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?