Menu

BOB A ROCK TARGATO ITALIA - 7 APRILE PARMA

BOB A ROCK TARGATO ITALIA - 7 APRILE PARMA

L'occasione per ascoltare i BOB è il 7 aprile in occasione delle finali regionali dell' Emilia Romagna di Rock Targato Italia  in programma al Circolo Arci Zerbini di Parma. Una giornata molto intensa musicalmente. Infatti saranno diversi gli artisti che si confronteranno eseguendo la loro musica originale e autentica, per accedere alle Finali Nazionali in programma a Milano nella prossima estate

Intervista a cura dell'Ufficio Stampa @Divinazione Milano 

 

Nome: BOB

       

Come vi siete avvicinati alla musica?

 

La musica fa parte di noi sin da piccoli. Chi è stato guidato dal fratello maggiore, chi dai genitori, ma fin da quando avevamo 8/9 anni è sempre stata una passione grandissima. Siamo tutti figli degli anni ’80 e siamo stati “travolti”, chi più, chi meno dall’ascesa del grunge nei primi anni ’90 con Nirvana, Pearl Jam. Poi, ognuno di noi, nel proprio percorso personale di crescita, ha avuto influenze anche molto diverse tra loro: dal rock americano di Gun’s n’ Roses, Bon Jovi, Aerosmith, al power metal degli Iron Maiden, al rock inglese di Oasis, Rolling Stones, Pink Floyd fino ad arrivare addirittura al Latin Jazz. Il nostro amore per la musica non è mai cambiato e, anzi, diventa sempre più forte!

 

Da quanti componenti formato il gruppo e come vi siete conosciuti?

 

La band è composta da 4 musicisti, la classica formazione Rock: voce, chitarra, basso e batteria. I BOB sono nati nel 2011 e, per arrivare all’attuale formazione è servito diverso tempo, ma oggi, possiamo dire di aver trovato la nostra strada con la gente giusta! Mauro (Chitarra) e Matteo (Batteria) si conoscono da tantissimi anni. Si sono conosciuti nella scuola di musica dove insegnavano e prima dei BOB hanno avuto altri progetti musicali comuni. Mattia (Voce) e Carlo (Basso) si conoscono da quando erano all’asilo e hanno iniziato a suonare insieme. La cosa che rende più bella e divertente la nostra “avventura” è che oltre ad essere componenti della band, siamo diventati anche un gruppo di ottimi amici.

 

Con parole vostre come definireste la vostra musica?

 

Il nostro è un rock semplice, genuino e diretto. Le nostre diverse esperienze in vari generi musicali ci hanno aiutato ad ottenere il nostro sound e , sempre, con un unico comune denominatore: il rock!!

 

Come nasce il nome della band?

 

Il nome BOB è ispirato ad un “personaggio” della serie TV “TWIN PEAKS” di David Lynch, di cui siamo tutti grandissimi fan. Nel telefilm, BOB, non è un personaggio vero e proprio, ma una specie di demone che entra nelle persone. L’interpretazione che diamo a questo personaggio è che rappresenta la parte oscura e nascosta che abbiamo dentro, quella malsana, quella che non accettiamo. Ci piace molto questo concetto e si presta bene per un gruppo rock che propone pezzi inediti dove mettere a nudo le proprie idee e le proprie emozioni.

 

Cosa ne pensate dei talent show e in generale della musica che gira intorno?

 

Non ci piacciono. Siamo di un’altra scuola e siamo orgogliosi di questo. La musica è bello crearla in sala prove, scrivere parole, provare e riprovare, andare in studio e portare dal vivo il progetto. Noi amiamo fare questo e questo è quello che siamo. Una semplicissima Rock band piena di energia! Chi ha fatto la storia del Rock italiano come ad esempio i Timoria, Vasco, Ligabue, i Litfiba, i Rats… sono arrivati dalla strada, dai concerti, dal sudore delle prove….sono arrivati nel cuore del pubblico dopo anni di gavetta…ci sono arrivati per le loro parole vere, per la loro musica vera… questo è quello che prendiamo come esempio. I talent di oggi sono “tutto e subito”, ci portano artisti che hanno un repertorio di un brano…e un paio di cover….senza una storia alle spalle….i nostri esempi sono altri!

 

Avete già fatto dei live? E quale risposta avete avuto dal pubblico?

 

Si, abbiamo fatto moltissimi live negli ultimi 3 anni. Nel 2017 abbiamo suonato tantissimo per promuovere il nostro album “Km299”. Il pubblico si diverte molto con il nostro rock e dal vivo ci siamo tolti veramente tantissime soddisfazioni. Oltre a proporre concerti rock, ci siamo anche esibiti spesso in acustico. E’ una soluzione che amiamo tantissimo perché mette a nudo i nostri brani e anche questa soluzione ci ha portato moltissimo riscontro, come l’esibizione dello scorso Novembre al prestigioso “Teatro del Navile” (Storico Teatro di Lucio Dalla) a Bologna.

 

Quali sono i locali in Italia dove vi piacerebbe suonare? E quali quelli nella vostra regione di origine?

 

Sicuramente nella provincia di Modena ci piacerebbe molto suonare al Vox di Nonantola. In italia i locali sono tanti…uno dei più belli e fascinosi per noi è sicuramente l’Hard Rock Cafè di Firenze. Il sogno più grande è però quello di poter aprire dei concerti ad artisti “Big”. E ce la stiamo mettendo davvero tutta per provare a realizzarlo.

 

Cosa fareste per migliorare in Italia l’organizzazione a livello musicale?

 

Domanda molto difficile. Per i gruppi emergenti, prima di tutto serve essere attivi. Non solo per la propria band ma anche per gli altri. I musicisti devono essere i primi a supportare la musica live. Sostenere anche gli altri gruppi e gli altri artisti emergenti. Fare squadra. Scambiarsi i locali. Il pubblico. Partendo da qui, con il minimo sforzo, si può sicuramente migliorare la situazione musicale emergente italiana.

 

Cosa ne pensate della promozione, dei Social e della musica distribuita dai negozi virtuali?

 

La musica oggi è veramente tanta. I social, youtube, e i negozi virtuali danno la possibilità a qualsiasi artista di mettersi in mostra senza nessun filtro. Se da un lato può sembrare positivo, dall’altro invece, può risultare eccessivo. Troppa “carne al fuoco”. Anche quelli che meritano, spesso diventano invisibili in mezzo a tanta musica. Abbiamo fatto in tempo a viverci qualche annetto dove ancora non c’era internet e non c’erano questi mezzi di distribuzione. C’era la radio, Videomusic e i supporti in CD, Vinile e musicassetta. La bellezza e la magia di avere in mano un CD o un Vinile…goderselo leggendo i testi…scoprirlo… poterlo far sentire agli amici…non vogliamo essere troppo nostalgici… ma era tutta un’altra cosa! Oggi con un paio di click col mouse abbiamo tutta la musica del mondo a disposizione. Oggi il fascino della musica è indubbiamente molto calato rispetto a una quindicina di anni fa. I BOB per forza di cose si sono adattati a questo nuovo mondo. Cerchiamo di goderci tutti i suoi vantaggi….anche se quel fascino e quella magia…un po’ dobbiamo ammettere che manca….

 

Quali sono i vostri progetti futuri?

 

Nel 2017 abbiamo suonato molto dal vivo, girato tante radio e TV. Oltre a questo, abbiamo fatto ben 4 videoclip. Tutto per la promozione del nostro album “Km299”. Questa promozione non si esaurisce e continuerà anche nel 2018. A breve faremo uscire un CD che raccoglierà le registrazioni in acustico eseguite dal vivo per le radio, durante lo scorso anno. Con questo CD metteremo in luce il nostro lato acustico. Abbiamo in programma anche di fare uscire un singolo con un super special guest di fama internazionale. Ma questo è ancora top secret… Sarà una bella sorpresa, e un grandissimo onore per i BOB!  

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?