Menu

Ground Control a @Rock Targato italia - Finali Nazionali

Ground Control a @Rock Targato italia - Finali Nazionali

 @Rock Targato Italia Finali Nazionali della XXX edizione al @LegendClub di Milano. 24 - 25 - 26 settembre. (Programma fondo all'articolo) 

 Le emozioni che vivrete in queste serate saranno immense.  Musica di qualità  per quella che si presenta una finale musicale importante, ricca di talenti artistici. da seguire con interesse. 17 le band che si affrontano sul palco del prestigioso locale rock milanese, per contendersi i diversi premi messi in palio da Divinazione Milano a sostegno delle qualità e della promozione degli artisti emergenti, selezionati da una giuria competente. 

Giorno per giorno, i protagonisti delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia si raccontano attraverso le interviste e i loro videoselfie: oggi i nostri ospiti sono i Ground Control (RE)

1)      Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

Ripensandoci a posteriori, tutti noi, abbiamo forse iniziato a suonare per cercare un conforto, per trovare un posto in cui sentirsi veramente liberi e dove potersi esprimere. Fare musica e far parte di una band significa spesso far parte di qualcosa che è più grande di noi, una somma che è più importante delle individualità dei suoi addendi, come succede in una famiglia. Quando sei giovane è un modo per stare insieme, per sentirti parte di una comunità (a volte una comunità più che altro immaginata) con cui condividi gusti e passioni, col passare degli anni cambiano tante cose ma alla fine le motivazioni restano sempre le stesse. La musica è un mezzo per arrivare a qualcosa.

2)      Quale è la tua storia (o della tua band)? 

Il progetto Ground Control nasce tra gennaio e marzo 2017, quando eravamo tutti e quattro reduci da diverse esperienze artistiche e con una discreta esperienza alle spalle. L'idea che inizialmente ci spinge a decidere di iniziare a fare qualcosa insieme è quella di reinterpretare in chiave psycho-stoner alcuni pezzi di Bowie, per noi grande fonte di ispirazione; via via sperimentando e "trovando la cosa interessante" sono nati i primi pezzi originali e poi un intero disco che verrà pubblicato a fine 2018.

3)      Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

Per noi il live è una dimensione fondamentale, il momento in cui sprigionare tutte le energie e lasciarsi andare, senza rimorsi. A tal proposito abbiamo un nostro modo di dire che è "slegare i cavalli" o anche "untied the horses" nel senso di abbandonare l'autocontrollo e sentirsi davvero liberi, esprimere se stessi sul palco e nelle canzoni.

4)      Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura? 

Le idee possono venire da più direzioni, senza schemi predefiniti. La cosa davvero coinvolgente è vedere come l'idea iniziale viene modificata e plasmata in base alle nostre diverse personalità artistiche in modo da raggiungere ad un risultato finale che il più delle volte è stravolto rispetto all'input iniziale. La cosa importante è la canzone intesa come creazione, senza la paura di sentirsi assoggettati a regole e dogma predefiniti.

5)      Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

Ognuno di noi ha gusti ed influenze variegate e spesso anche agli antipodi tra loro, anche i percorsi artistici sono disomogenei. Senz'altro tra gli artisti più significativi per noi ci sono David Bowie, Nine Inch Nails e Kyuss ma anche Biffy Clyro e Dream Theater. Tante anime diverse insomma.

6)      Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Senz'altro da certi punti di vista può sembrare saturo, l'offerta è tanta e la domanda è spesso veicolata prevalentemente attraverso i canali tradizionali che spesso danno visibilità solo ad un bacino ristretto di artisti. Tuttavia ci sono ancora casi di successo confortanti che dimostrano che sia ancora possibile crearsi una nicchia di pubblico e che, in effetti, c'è spazio per tutti.

 

         7)      Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

 

         Il consiglio è quello di coltivare le proprie passioni tenendo ben presente che i sacrifici da fare sono tanti e sono sopportabili solo se la necessità di fare musica è davvero impellente, se l'urgenza di esprimersi è tanta e la musica è il mezzo indispensabile per placarla. Poi ovviamente ci sono diversi livelli di impegno, a grandi aspettative possono corrispondere grandi successi o anche grandi delusioni.. ma la cosa certa è che la musica non ci lascia mai soli.

 

 

PROGRAMMA FINALI NAZIONALI

 

24 settembre 

Andrea Marzolla (TO) – Pervinka (MO)  – Nylon (PV) -  Blank (AN) – Lo Stato delle Cose (MI) - Generale D (AG)

 

25 settembre

 

The Travel Mates (CH) - Inside The Hole (PA) - Vxa Rockband (TO) - Rolling Carpets (VE) - Under the Snow  (MI) - Ground Control (RE)  

 

26 settembre

 

Dei Perfetti Sconosciuti (LU) - Organico Ridotto (CH) – Bakan Rock Gang (Capodistria SL) - The Fool (VA) – Roccaforte (AL)

 

SONO APERTE LE ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DI ROCK TARGATO ITALIA

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ufficio Stampa Divinazione Milano

 

cell. 393 2124576

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?