Menu

The Crystal Bricks, in concerto a Rock Targato Italia

The Crystal Bricks, in concerto a Rock Targato Italia

Domenica 14 aprile vi aspettiamo al Greenwich Club di Curtarolo (PD), lo storico locale rock ospita la prima serata di Rock Targato Italia. In questa occasione suoneranno anche The Crystal Bricks. Qui di seguito la loro intervista a cura dell'Ufficio stampa DivinazioneMilano

Nome Artista: The Crystal Bricks


Come siete avvicinati alla musica?

La musica è una cosa che abbiamo sempre avuto dentro fin da piccoli era solo questione di tempo che una scintilla scatenasse la reazione a catena...


Quale è stata la scintilla che ha fatto scattare la fantasia e la necessità di cantare brani propri?

Quando ti rendi conto dell'energia e della forza che la musica ti da non vuoi altro che esserne parte e dare il tuo contributo.


Con parole vostre come definireste la vostra musica?

il genere è un rock progressivo molto melodico ma questa è solo un'etichetta. Noi cerchiamo un veicolo per arrivare al cuore della gente. E siamo costantemente alla ricerca per arrivare nel modo più efficace possibile.


Il nome della band come nasce?

Trovare il nome è una delle cose più difficili.... Si arriva spesso al delirio.... Alla fine volevamo un nome che richiamasse le nostre origini ma nello stesso tempo avesse un significato e ci rappresentasse.


Durante i vostri concerti cosa vi stimola a dare di più e cosa cercate dal pubblico?

Lo stimolo più grande è l'alchimia di due fattori:
- la nostra amicizia
- la voglia di arrivare al cuore della gente.
Quando trovi le persone giuste con cui condividere questa grande passione hai già vinto. Vuoi solo fare del tuo meglio per trasmettere quell'energia al tuo pubblico e se questo apprezza e risponde con spontaneità ed entusiasmo hai tutto quello che serve.


Qual'è il risultato che maggiormente vi aspettate dalla vostra produzione musicale e cosa non vorreste?

Vorremmo raggiungere il più alto numero di persone che amano la nostra musica perché riescono a raccogliere da essa delle emozioni vere.
Non vorremmo essere ne delle meteore.


La musica è relazione condivisione partecipazione, lavoro, economia svago, divertimento o altro?

Non vorremmo sembrare banali o scontati ma la musica è tutto!! Se trovi le persone giuste con le quali collaborare hai amicizia, divertimento, soddisfazione, condivisione, emozioni e se sei fortunato anche un lavoro.


Realizzare un singolo o CD o EP autoprodotto vi affidate ad un arrangiatore? Una volta realizzato, distribuirlo prevede un piano di lavoro, come vi organizzate?

Per nostra fortuna siamo pochi ma con un ampio spettro di conoscenze e competenze. Siamo in grado di arrangiarci e produrci i brani autonomamente Questo però non vuol dire che siamo chiusi su noi stessi anzi. Amiamo molto le collaborazioni dall'esterno (ne abbiamo fatte molte) e siamo sempre pronti a metterci in discussione e a valutare le varie opportunita che troviamo lungo il cammino.
Siamo sempre in continua crescita!
Per quanto riguarda la distribuzione per il momento è presto per pensarci. Abbiamo già fatto degli album e degli EP. Ora siamo nella fase in cui cerchiamo di farci un pubblico e quindi stiamo puntando su concorsi, per farci conoscere dagli addetti del settore, e sui social e concerti per farci conoscere dal grande pubblico.
È proprio nel corso dei nostri spettacoli che la gente ha l'opportunita di entrare in possesso di uno dei nostri CD.

Il significato di etichetta indipendente? Il suo ruolo è ancora importante? è diminuito? non serve? è cresciuto? qual'è la tua opinione?

Un'etichetta indipendente a differenza delle grandi case discografiche permette agli artisti di avere più controllo sul prodotto finale. Ovviamente questo per un artista/band che ha già delle idee e una direzione precisa è un vantaggio perché non è costretto a rivedere troppo il suo prodotto.
Nel caso di un artista con potenzialità ma senza una vera e propria identità forse torna più utile una grande etichetta discografica dove l'esperienza degli addetti del settore può spingere nelle direzioni più giuste per una riuscita finale di successo. Insomma dipende sempre da cosa si cerca e si vuole fare.


Cosa fareste per migliorare in Italia l'organizzazione a livello musicale? Sale prove, produzione discografica, promozione, organizzazione concerti. Altro?

Ci sono parecchie cose che possono essere migliorate:
- Prima tra tutte bisognerebbe "rieducare" il pubblico. La gente dovrebbe avere una migliore predisposizione nei confronti della musica emergente. Manca la curiosità e la voglia di rischiare di ascoltare qualcosa di nuovo. Nei locali delle nostre zone è sempre molto difficile suonare se proponi musica originale mentre le tribute band funzionano alla grande... Questo è un grande peccato perchè si rischia di fossilizzarsi senza andare avanti.
- Dovrebbero esserci più concorsi a basso costo o addirittura a costo zero (ci sono già tante spese sul groppo di un band) ma soprattutto organizzati in modo da dare più visibilità possibile a chi cerca con gran fatica di fare sentire la sua musica.
- Nelle radio dovrebbero essere previsti in modo obbligatorio degli spazi dedicati alla musica emergente.

Nei vostri sogni quali sono i locali di Italia dove vi piacerebbe suonare? e quali nella vostra regione di origine?

Per noi l'importante è suonare e, ovviamente, se c'è molto pubblico siamo più felici!
Non abbiamo preferenze particolari!
Certo un grande palco è sempre una grande figata ma anche l'intimità dei piccoli locali ci piace molto.

Quali sono gli artisti che vi hanno maggiormente influenzato Cosa pensate dei talent Show e in generale della musica che gira intorno?

Veniamo da direzioni diverse e quindi le nostre influenze fanno parte di un panorama vastissimo. Per minimizzare direi U2, Muse, Queen ma veramente è tanto riduttivo.
I talent show? Ci sono perchè la gente li guarda!! Sicuramente è un mezzo per farsi notare facendo il minimo sforzo. Il problema è che spesso ci sono persone molto capaci ma senza idee e comunque l'aspetto musicale passa in secondo piano. Ci sono troppi altri fattori che influenzano le scelte.
Inoltre questo tipo di programmi catalizzano molte persone che lo fanno solo per gloria e non per vera passione.
È un momento difficile per la musica attuale dovrebbero essere trovati, come già detto, dei sistemi per fare sentire più musica indedita senza delle persone che filtrano per noi altrimenti non c'è evoluzione.

Progetti futuri?

Suonare, Creare, Suonare, Creare, Suonare, Creare!! :-)

blog rocktargatoitalia.eu

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?