Menu

"IL FINE" in programma alle Finali Nazionali Rock Targato Italia

"IL FINE" in programma alle Finali Nazionali Rock Targato Italia

Settembre e la musica, #Milano e #rock, la musica autentica originale prodotta da artisti al LegendClub con le Finali nazionali di Rock Targato Italia. Artisti di qualità per tre giorni con un programma molto intenso, concerti premi e riconoscimenti. Intervista a cura dell'ufficio stampa Divinazione Milano

Nome artista

Noi siamo “Il Fine”, da Treviso. 
La band è composta da Francesco Nichele alla voce e alla chitarra, Omar Zambon alla chitarra e ai cori, Enrico Cipolla al basso e ai cori e Beppe Acacia alla batteria e alle percussioni.

Il Fine” racchiude in una sola parola l’obiettivo comune agli elementi della band: comunicare un messaggio chiaro e diretto, trattando temi di attualità che prima o poi toccano la vita di tutti. Siamo stanchi infatti di brani che parlano d’amore e di storie a lieto fine, pregne di spensieratezza, successo e divertimento. Vorremmo portare il nostro messaggio facendo riflettere chi ci ascolta.

  1. Parlateci della vostro percorso come band (Come vi siete conosciuti, che genere di musica suonate, Quali sono le vostre influenze musicali)

La band nasce nel tardo 2016, dalle ceneri di diversi progetti musicali. 
Iniziamo fin da subito a comporre musica inedita e a partecipare a diversi concorsi, calcando alcuni tra i più prestigiosi palchi del nord Italia (Rock Targato Italia, Marilù Rock Contest, finale di Sanremo Rock, finale di Big Valdo).

Nasciamo tutti e 4 con influenze diverse, dall'hard rock anni ‘70, allo stoner, dal brit rock fino agli anni ‘90 italiani, dove band come Afterhours, Marlene Kuntz, Verdena ci ispirano nella ricerca di suoni e testi. 
Anche per i testi appunto, preferiamo gruppi come quelli già nominati, che comunichino emozioni e storie senza troppi giri di parole e false poesie, ma che raccontino la verità quotidiana.

  1. cosa ne pensate del panorama musicale attuale italiano? Credete che ci sia abbastanza spazio e possibilità per artisti emergenti e per visi e voci nuovi, per musica originale e autentica?

Negli ultimi anni stiamo assistendo a un ritorno della musica inedita; esistono realtà che danno spazio a gruppi come noi che però vanno scovate e supportate.
Sarebbe bello dedicarsi esclusivamente al lato artistico del progetto, cioè alla composizione di nuovi pezzi, ma ci dobbiamo confrontare con una situazione che è spesso complessa, sia per gli aspetti burocratici, sia per la mentalità della maggior parte della gente, disabituata a supportare band che propongono un repertorio inedito.

Ad oggi non abbiamo ancora avuto modo di confrontarci con realtà al di fuori della nostra regione, eccezion fatta per la finale di Sanremo Rock e le selezioni di Pistoia Blues. Siamo comunque certi che esistano situazioni attive e valide, che ci auguriamo di scoprire al più presto!

  1. cosa vi aspettate e sperate per il vostro futuro musicale?

Musica, tanta musica! L’obiettivo è portare in giro la nostra musica a più livelli. Nei locali in zona Treviso per promuoverci a livello locale e per sostenerci economicamente.

Poi vorremmo portare la nostra musica ad un pubblico più vasto, suonando in alcuni locali in giro per l’Italia; ci sono state inoltre situazioni fuori provincia che ci hanno portato a conoscere molte altre band.

Infine ci stiamo muovendo su più fronti per riuscire a salire su alcuni palchi di festival importanti.

Sarebbe significativo, per il 2019, riuscire ad esibirsi almeno in un palco di rilievo nazionale e ce la stiamo mettendo tutta per riuscirci!!

  1. cosa rappresenta per voi la vostra musica? ha un obiettivo (magari un messaggio non completamente visibile, un ideale o un pensiero più o meno filosofico) o più semplicemente è un modo per 'sfogare' i vostri sentimenti e condividerli?

Per noi la musica rappresenta un modo per comunicare, principalmente. Non sempre, nella vita di tutti i giorni, abbiamo la possibilità di dire ed esprimere al meglio le nostre idee; ecco che con le nostre canzoni riusciamo ad affrontare temi di attualità, cercando al contempo di trasmetterlo a più persone possibili.

Calcare i palchi diventa oltre che un modo per diffondere la nostra musica e i nostri messaggi, anche un modo per conoscere gente, che sia pubblico o altri musicisti. È la nostra “benzina”, un motore che ci permette di andare avanti sempre e con entusiasmo.

  1. Nell’era digitale, pensate che cosa pensate dell’organizzazione musicale,? La storica filiera manager, etichetta, promoter serate, ufficio stampa? sia ancora necessario o altro?

Oggi “fare musica” è sempre più difficile. Ci piacerebbe poterci dedicare al 100% agli aspetti artistici e di produzione delle nostre canzoni. Nella realtà siamo una piccola “azienda” strutturata per funzioni ben precise: gestione dei social, management, contatti con locali e enti vari… ci rendiamo conto però che la differenza la fa sostanzialmente una figura professionale. Per il lancio del nostro singolo “Oblio” è stato necessario l’ausilio di una agenzia stampa. Riteniamo che oggi come oggi, per essere notati, serva sempre di più essere accompagnati da figure professionali ben precise, soprattutto nell’ambito del booking, delle PR, e della promozione in generale del progetto. Dal punto di vista della distribuzione, invece, riteniamo che oggi sia decisamente più vincente una strategia completamente digitale per una band emergente: difficilmente una strategia basata sulla realizzazione e vendita di CD “fisici” porta a dei guadagni.

  1. Rapporto con il vostro pubblico: come comunicate con i fan? Come li coinvolgete?

Con il nostro pubblico comunichiamo in tre modi principalmente: con le nostre canzoni, nelle quali cerchiamo di trasmettere la nostra visione delle cose; durante i nostri live, nei quali ci mettiamo anima e cuore per fornire uno spettacolo e per entrare dentro le persone; e infine con i social, che gestiamo autonomamente e tramite i quali teniamo aggiornati i nostri follower sulle nostre attività.

  1. Un momento memorabile come band?

Ci piace sognare. Il momento memorabile per la nostra band deve sempre ancora arrivare... ad esempio essere protagonisti nella scena emergente; ci è capitato molte volte di esibirci di fronte a qualche decina di persone, a volte un centinaio... un momento memorabile sarebbe trovarci a suonare davanti ad una immensità di persone che cantino il ritornello dei nostri singoli. ;-)  

blog rocktargatoitalia.eu

 

SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER PARTECIPARE ALLA PROSSIMA EDIZIONE DI Rock Targato Italia

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?