Menu

PREMI ARTISTI EMERGENTI IN CONCORSO

ROCK TARGATO ITALIA

Finali Nazionali 31/a edizione

Milano dal 10 al 12 settembre al LegendClub

Gli artisti in gara sono il risultato delle selezioni nazionali svolte in diversi rock club della penisola.  Rappresentano differenti generi musicali e hanno l’obbligo di eseguire brani originali (no cover). 

Quindici band in gara che si contenderanno diversi premi. I criteri di selezione sono: la qualità, la ricerca, lo stile e l’innovazione. La giuria di qualità è composta da operatori del settore.

GRAN PREMIO ROCK TARGATO ITALIA

E’ il primo premio assoluto della manifestazione. Aggiudicato da una giuria di operatori del settore, il premio viene assegnato ai primi due classificati e consiste in una importante promozione a livello nazionale del progetto discografico e la partecipazione alla compilation di Rock Targato Italia che sarà pubblicata per il periodo natalizio 2019.

PREMIO STEFANO RONZANI

Il premio speciale è dedicato al giornalista tra i più geniali della scena italiana.  Curioso, preparato ed attento osservatore delle tendenze musicali, Stefano Ronzani (collaboratore di Tutto Musica e Mucchio Selvaggio), è stato tra i fondatori di Rock Targato Italia e per 10 anni direttore artistico della manifestazione. Il premio viene dato all’artista con la proposta più ricercata e sperimentale.

PREMIO SONY MUSIC ITALIA

Il premio del concorso includerà la registrazione di una demo presso gli storici studi di registrazione RCA a Milano

PREMIO SPECIALE CITTA DI MILANO

Premio Città Di Milano viene assegnato all’artista segnalato dal pubblico in sala, con la possibilità di pubblicare un proprio brano inedito, nella compilation di Rock Targato Italia.

PREMIO COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA

Compilation Rock Targato Italia: parteciperanno i primi otto classificati e sarà pubblicata per natale 2019. La compilation sarà promossa dall'etichetta Terzo Millennio a livello nazionale, attraverso stampa, tv e radio e social nuovi media.

Biografie Artisti - Finali Nazionali 31/a edizione

Artisti in programma 10 settembre 2019 dalle ore 21,30

Educta Fais è il nome del progetto di collaborazione tra due artisti romani: Stefano Pais e Paolo Fattorini. Entrambe con e sperienze artistiche significative, come la collaborazione con l'astrofisica Margherita Hack, la vittoria a "Sanremo Rock Festival & Trend", la partecipazione ad "Un Disco per l'Estate" e al "Festivalshow". Decine di concerti in Italia e in Germania, Berlino...luogo in cui è nato il sodalizio. Fatti di cronaca o gli accadimenti personali di particolare drammaticità, sono il fulcro del progetto creativo, in cui l'accompagnamento musicale è colonna sonora, ruvida e minimale di testi senza censure, cinici e crudi che non chiedono approvazione e non usano edulcorante. Le parole, attraverso la teatralità di Stefano, diventano megafono di quelle "storie malate" che sono sempre più "storie comuni" di questi tempi. Una grancassa a scandire gli accenti più forti, una chitarra/basso per le note più cupe...essenziali gli arrangiamenti, quasi per non "nascondere" più certe verità. Fattorini educe (tirare fuori da...) Pais, ed insieme creano qualcosa che singolarmente non sono.

  • SIRIUS – (Campania, Salerno)

Il progetto Sirius MusicArtVision, nato nel 2015 da un'idea di Joe Peduto, (Guitar / Voice) e Josh Di Pasca, (Keyboards / Voice), prende il nome dalla famosa canzone di Alan Parsons Project (Sirius). Il duo campano pubblica il primo album autoprodotto,"Revenge", tra progressive, elettronica e rock, distribuito dall'etichetta digitale Tunecore con la straordinaria partecipazione di Luca Colombo. Nel 2018, un tour promozionale in giro per l'Italia con concerti, festival e concorsi importanti e le finali di Sanremo Rock ricevendo il "Premio Emersione”. Nella prima metà del 2019 è pronto il nuovo singolo "Do not Believe in Love", distribuito digitalmente da Tunecore, che anticipa l'uscita nel 2020 di un B-Side, "In the Mirror", una raccolta di nuovi e vecchie canzoni mai pubblicate.

Giovanni Giardina (drums) e Salvo La Rosa (keyboard), provenienti da generi musicali differenti, si incontrano precedentemente in una rock band inedita e decidono di formare nel 2014 un duo strumentale. Un suono dalla matrice rock, punto di incontro dei due, e dalle forti aperture alla sperimentazione, miscelato ad accenni elettronici e urla “poliglotte” da vita ai Roofsize.

Un pizzico di pop e un goccio di elettronica, su una solida base rock, immediato e diretto nato da una reunion piemontese di Paolo, Pier, Roberto e Stefano.

La costante ricerca di assimilare la musica rock in tutte le sue forme e varietà senza limiti ne confini è quello che definisce gli intenti di questi 5 ragazzi fiorentini. Direttamente dalla disciolta rock band The Cross of Paul di cui rileva l'eredità artistica, nasce la rock band REVOLUTION 0 in cui militano Martina la Rocca e Tommaso Benedetti (voce e bassista dei The Cross of Paul ) che insieme al batterista Alessandro Muru e al chitarrista Gabriele Tarchi tracciano una nuova strada nel panorama del rock d'autore avvalendosi dei testi dello scrittore poeta Massimiliano "Vantablack" Fancelli.

Il progetto Nylon prende vita nel 2014 dalla collaborazione fra Filippo Milani (voce), Davide Montenovi (chitarra) e Adriano Cancro (violoncello). La band vanta una stretta collaborazione con Roberto Re (basso) e Fabio Minelli (batteria), strumentisti noti della scena lombarda. Le diverse estrazioni dei musicisti creano un repertorio originale, in cui il genere cantautorato trova sostegno in arrangiamenti più elaborati che spesso hanno riferimenti ai generi più disparati (jazz, classica, manouche, folk, rock e hard rock). Lo spettacolo ha una forte impronta teatrale, che mira a coinvolgere in modo diretto il pubblico per non lasciarlo semplice spettatore. La band apre i concerti di artisti quali Max Manfredi, le Luci della Centrale Elettrica, Roberto Angelini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian. Nel 2016 è stato pubblicato un EP di straculto “Antipasto Crudo”, di solo quattro canzoni distribuito esclusivamente ai concerti. Nel Gennaio 2019 è stato, infine, pubblicato il primo album dal titolo: “Quasi fosse una tempesta”. 

 

Artisti in programma 11 settembre 2019 dalle ore 21,30

La necessità di espressione in un tempo ingrato ci portò a Evolvere. Immersi nell’Alba che rischiavamo di perdere, decidemmo d’arrivare anzitempo.Era un gioco esteso a otto mani. Nell’elettrico ed elettronico a gridar pace e rabbia. Abbraccianti l’acustico la dove serviva dipingere un cielo non più così terso. Non vi erano limiti.

I SilentlesS sono una band di Roma formatasi nel 2016 da un'idea di Fabrizio e Diego, ripartiti dalle ceneri della loro precedente esperienza musicale. Con l'arrivo di Danila Sansoni alla voce, Massimo Ilari alla batteria Marina Bruni al basso (prendendo il posto di Diego) e Silvia Marino all'altra chitarra, il gruppo si consolida dando vita a brani inediti su un genere modern rock, spaziando tra sonorità oscure e richiami all'hard & heavy.

  • TREROSE - (Emilia Romagna, Modena)

I Trerose prendono forma nel 2015 da Pino Dieni, Eleonora Merz e Fabiano Spinelli come risposta ad una spinta creativa incontenibile. Il risultato è una musica pop in lingua italiana, dalle sonorità scure e con divagazioni sorprendentemente psichedeliche, suonata alla vecchia maniera con poca elettronica e tante riprese in diretta.

Tra atmosfere post-punk e chitarre blues il risultato è una sonorità trascinante che unisce ritmi serrati a testi intensi.

  • GEYSER - (Lombardia, Milano)

Il progetto Geyser nasce nel 2016 dal desiderio e dalla necessità di fare musica di quattro musicisti provenienti da differenti esperienze precedenti. Nell'estate 2017 raccolgono un anno di prove e di idee in ZERØ, album di 7 canzoni registrato presso il Mordecai Recording Studio di Carugo, che unisce liriche e melodie cantautoriali ad atmosfere rock, pungenti e di impatto.

 

Artisti in programma 12 settembre 2019 dalle ore 21,30

Il gruppo si forma a Padova nel 2011 da persone disposte a mettere a nudo la propria anima e trasformarla in musica, che hanno il coraggio di mostrare le proprie debolezze, sofferenze, gioie e desideri e trasformarle in suoni, che vogliano suonare live per condividere con altre persone le proprie emozioni, che concepiscano il gruppo musicale come una condivisione di anime per creare emozioni, senza velleità di avere leadership ma con la volontà solo di condividere, che non abbiano fretta o altri scopi che non siano creare bella musica ed emozionare.

Riccardo Autore è un autore siciliano, compositore, arrangiatore e musicista etneo attivo dagli anni 90

        ANACONDA ROCK BAND (Bari, Puglia )

La band si forma a Conversano nel lontano (quasi lontanissimo) 2000. I quattro componenti fissi della band portano avanti il progetto pop rock italiano fatto di soli brani inediti, suonando su tutto il territorio regionale e partecipando spesso anche a manifestazioni fuori regione Tantissimi i live nei locali di ogni angolo conosciuto all’umano scibile, da Conversano a Siena, da Brescia a Gioia del Colle senza sosta, fino a quando la band non decide di prendersi un periodo di riflessione nel 2011. Nel luglio 2017, con qualche occhiaia e qualche figlio in più, la band torna a produrre e proporre il pop rock che l’ha contraddistinta per un decennio. Questa formazione ha partecipato con ottimi risultati al RMI festival di Mola di Bari nell’estate 2018 e nel frattempo sta tornando a farsi apprezzare nei club locali oltre ad aver avuto il privilegio di suonare sul palco centrale del Novello sotto il Castello (Conversano 2017) e del Puglia Wine Festival (Alberobello 2018). I nostri brani attualmente sono richiedibili anche in diverse radio locali. Ad Aprile è uscito anche il nostro primo videoclip del brano “Santa”, visionabile sul nostro canale YouTube

 

La band di Treviso debutta nella primavera del 2016 da 4 musicisti sulla soglia dei 40 anni, molto diversi tra loro ma con l’unico fine di formare una rockband alla ricerca di uno stile che coniughi melodie semplici, incisive e orecchiabili, alla tecnica e alla ricercatezza delle soluzioni esecutive, adottate nelle loro

Il pesce parla: cinque individui di sesso variabile hanno deciso di creare una cover band di classiconi del country. Non conoscendo affatto il country, hanno improvvisato melodie tutto il tempo per non sfigurare gli uni con gli altri. Da qui sono nati i primi cinque brani country inediti in italiano. Ma siccome - lo si vuole ribadire - nessuno dei componenti del gruppo conosce il country, i pezzi non sono country.

Originaria da Parma la band “The Criminal Chaos” è formata da Nik Bergogni (voce), Pablo Chittolini (basso), Helder Stefanini (batteria) e Mirco Caleffi in arte “Keffia” (chitarra), Ivan Chittolini (sonorità elettroniche) Il sound ha un forte impatto rock, caratterizzato dallo strumento musicale suonato, magico, sudato e ricercato. Il debutto ufficiale dei “The Criminal Chaos” avviene con la pubblicazione del singolo Smalltown Boy” - rivisitazione della celebre hit dei Bronski Beat. La collaborazione con l’ingegnere del suono Roberto Barillari, grazie alla sua esperienza con importanti artisti (Lucio Dalla, Negramaro, Gianmaria Testa, Samuele Bersani, Stadio, Paolo Conte, Zucchero, Francesco Guccini), ha permesso ai “The Criminal Chaos” una forte crescita sonora e artistica. Per fine settembre è prevista la pubblicazione dell’album di debutto “SURREAL REALITY. Il disco contenente sette brani è prodotto in collaborazione con Fabrizio Grossi – produttore italoamericano dalle collaborazioni altisonanti con artisti del calibro di Steve Vai, Billy Gibbons/ZZ Top, Joe Bonamassa, Ice T, Dave Navarro, Steve Lukather e molti altri artisti della scena mondiale. Durante le sessioni in studio la band si è avvalsa anche della collaborazione di Fulvio Ferrari, arrangiatore e compositore, nonché tastierista di Luca Carboni, che ha contribuito alla composizione di armonie corali, creando un sound sognante e psichedelico.  Il disco è stato mixato da Fabrizio Grossi nel suo studio di North Hollywood e masterizzato da Pete Doell all’Aftermaster Studios in California.  

 

@BLOG rocktargatoitalia.eu

 

 

 

Rock Targato Italia - Finali Nazionali 31/a edizione

Dal 10 al 12 settembre 2019

Al LegendClub di Milano

(Viale Enrico Fermi 98 – angolo Via Sbarbaro)

Dal 10 al 12 settembre, al LegendClub, di Milano si terranno le Finali Nazionali della trentunesima edizione di Rock Targato Italia, uno dei contest di scouting più longevi d’Italia, organizzato dall’Associazione Culturale Milano in Musica e ideato da Francesco CapriniFranco Sainini e Stefano Ronzani (giornalista musicale).

Nell’arco delle tre serate sono 15 le band provenienti da ogni parte d’Italia che, valutate da una giuria di professionisti, si contenderanno i PREMI DELLA RASSEGNA. 15 proposte capaci di spaziare fra generi diversi, dal rock più classico alla canzone d’autore fino alle nuove tendenze e all’elettronica, offrendo uno spaccato ampio e valido del panorama musicale odierno.

Questa nuova edizione non si limiterà però al concorso storico per gli artisti emergenti ma presenterà anche alcune grandi novità fra cui il ritorno delle TARGHE SPECIALI ROCK TARGATO ITALIA: sei premi esclusivi, conferiti da una giuria composta da operatori del settore musica, cinema, moda e letteratura affini al mondo di Rock Targato Italia, che verranno consegnati il 12 settembre all’interno della rassegna e andranno a rendere merito ad altrettante importantissime realtà affermate.

La giornata del 12 settembre ospiterà, nel pomeriggio, alle 15.00, anche il CONVEGNO-WORKSHOP organizzato da Divinazione Milano e dal MEI intitolato: “LE INDIES:  DAI PIONIERI AI PRODUTTORI DI OGGI, QUALE EREDITA’ E QUALE FUTURO? QUALI SPAZI ALLA DIVERSITA’ DELLA MUSICA GIOVANILE NEI PROGRAMMI E FESTIVAL TV MUSICALI DEL SERVIZIO PUBBLICO?”

Il convegno si pone come un’occasione preziosa e aperta a tutti di dialogo fra le diverse espressioni della filiera musicale, con il coordinamento di Francesco Caprini (Rock Targato Italia, Divinazione Milano) e la partecipazione di Giordano Sangiorgi (Presidente del MEI), Iaia de Capitani (Manager Premiata Forneria Marconi e Etichetta Areostella), Federico Montesanto (Presidente MIA - Musica Indipendente Associata), il cantautore Giulio Casale, la band degli RCCM, il giornalista e scrittore  Roberto Bonfanti, Piero Cassano (Matia Bazar) e altri in via di definizione.

Al centro della tre giorni milanese ci sarà però, come anticipato, il concorso, con tre serate che rappresenteranno il punto culminante di un lungo percorso di selezioni che, a partire dall’inizio dell’anno, si sono svolte in ogni regione d’Italia per portare al Legend Club gli elementi più interessanti dell’attuale sottobosco musicale.

Rock Targato Italia annuncerà dal suo blog i premi e i riconoscimenti, con un’ultima preziosissima novità nata da un’iniziativa di Francesco Caprini e Andrea Rosi (presidente Sony Italia): la possibilità per i vincitori del concorso di incidere una demo presso gli studi storici della RCA.

PREMI di Rock Targato Italia sono: GRAN PREMIO ROCK TARGATO ITALIA. PREMIO STEFANO RONZANI. PREMIO SPECIALE CITTA DI MILANO.

Sono aperte le iscrizione per partecipare alla XXXII edizione di Rock Targato Italia


Programma:

10 settembre -   ore 21.30:   

11 settembre -   ore 21.30:   

12 settembre

ore 15.00:

ore 17,30

consegna Premi Targhe Rock Targato Italia 2019 

ore 21.30:  

 

Biografie Artisti

 

@BLOG ROCK TARGATOITALIA.EU

 

Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?