Menu
Francesco Caprini

Francesco Caprini

NYLON tra i protagonisti di Rock Targato Italia, Finali Nazionali a Milano

@Rock Targato Italia Finali Nazionali della XXX edizione al @LegendClub di Milano. 24 - 25 - 26 settembre. (Programma fondo all'articolo) 

Le passioni quando si rivelano, vanno vissute fino in fondo senza esitazioni, bisogna lasciarsi andare senza opporre resistenza e vivere pienamente questi momenti straordinari, impensabili.  Nelle interviste ai musicisti in programma a Rock targato Italia emerge con forza un aspetto antropologico che è insito nell'uomo e della sua natura: viaggiare, conoscere, sperimentare, socializzare, vivere le proprie emozioni. Le emozioni che vivrete in queste serate, in programma a Milano, saranno immense.  Musica di qualità  per quella che si presenta una finale musicale importante, ricca di talenti artistici. Rock Targato Italia giunta alla XXX edizione è da seguire con interesse. Promossa da Divinazione Milano a sostegno delle qualità e della promozione degli artisti emergenti, selezionati da una giuria competente. 

Giorno per giorno, i protagonisti delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia si raccontano attraverso le interviste e i loro videoselfie: oggi i nostri ospiti sono i Nylon (PV) 

Nome artista Nylon 

1)      Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

Mi piace pensare che sia stato un caso fortuito, ma probabilmente è stato solo inevitabile. Mio padre sin da piccolo mi ha sempre fatto ascoltare musica di tutti i generi e capendo pian piano il potere comunicativo di questa arte ho cercato di farla mia nel modo più sincero possibile.

Oggi sono il cantante di una band fantastica: forse più che fortuito sono stato fortunato!

2)      Quale è la tua storia (o della tua band)?

Io (Filippo) e Davide ci incontriamo giovanissimi sui palchi dei concerti delle scuole (!!!), io a urlare nel microfono e lui a suonare una Gibson diavoletto rigido come un baccalà. 

Abbiamo passato 10 anni a suonare nei locali i Pink Floyd, i Dire Straits, De André, De Gregori... Poi, un po' all'improvviso, abbiamo fatto outing: eravamo entrambi pieni di canzoni e testi che avevamo scritto nel corso del tempo!

E' stato un fiume in piena: non abbiamo più smesso di scrivere e arrangiare. Quattro anni fa abbiamo pensato di aggiungere un elemento: eravamo convinti di aver trovato un violincellista, e invece abbiamo aggiunto un grande musicista ed un amico che ha ampliato il nostro modo di vivere la musica. Da allora i Nylon sono diventati un trio.

Da un locale all'altro siamo arrivati a calcare palchi più grandi: è allora che sono arrivati il basso di Roberto Re e la batteria di Fabio Minelli. Ancora una volta non sono arrivati solo 2 musicisti fenomenali: sono due persone di incredibile calibro artistico e umano, non capiamo cosa abbiamo fatto per meritarci un organico così :-D

3)      Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

Ognuno di noi la vive a suo modo: io per esempio prima di salire sul palco sono tesissimo, mi sudano le mani... ma quando si apre il sipario e ci troviamo davanti alle persone per tutti è uguale: non esiste sensazione più bella.

4)      Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura?

Non si può dire da dove nasca una canzone, aveva ragione il Vasco nazionale a dire che "nascono da sole". Crescono sul terreno delle proprie esperienze, fertilizzate dalle proprie emozioni. Ma non è solo estro: all'ispirazione segue il perfezionismo, nulla è lasciato al caso. Tutti collaboriamo all'arrangiamento e al perfezionamento di musica e testo: il lavoro non termina finché non siamo tutti convinti di aver fatto il meglio per quella canzone.

5)      Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

C'è davvero di tutto: i cantautori italiani e stranieri, il grande rock intramontabile, la musica classica su cui alcuni di noi si sono formati, ci sono riferimenti al jazz, alla musica gitana, ...siamo in 5 a lavorare e ognuno arriva da un proprio percorso. Nelle nostre canzoni rientra tutto, ci piace pensare che il nostro non sia un repertorio di canzoni tutte uguali e inquadrabili in un unico genere

6)      Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Ci sembra che la scena musicale in Italia stia attraversando un periodo difficile. I canali mainstream (radio e televisioni) sono territorio esclusivo di una musica molto commerciale, i giovani inseguono gli interpreti non-compositori dei programmi tv del momento per poi dimenticarli l'anno successivo, sognano rapper di molta lirica e poca musica, e trapper di poca lirica e poca musica... ma sotto si muovono anche realtà interessanti, compositori e autori che hanno qualcosa da dire e che lottano per trovare degli spazi. E che lottano, nonostante le mille difficoltà, l'assenza di spazi e di risorse economiche, con un entusiasmo che tiene viva la speranza.

7)      Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

Siate originali: la musica ha bisogno di musicisti, ma il mondo non ha bisogno di ascoltare cose già sentite.

Siate sinceri: con la musica vi esprimete, non tradite voi stessi.

Ascoltate gli altri musicisti: andate ai concerti, presentatevi, collaborate... l'unione fa la forza!

 

PROGRAMMA FINALI NAZIONALI

 

 24 settembre 

Andrea Marzolla (TO) – Pervinka (MO)  – Nylon (PV) -  Blank (AN) – Lo Stato delle Cose (MI) - Generale D (AG)

25 settembre

The Travel Mates (CH) - Inside The Hole (PA) - Vxa Rockband (TO) - Rolling Carpets (VE) - Under the Snow  (MI) - Ground Control (RE)  

26 settembre

Dei Perfetti Sconosciuti (LU) - Organico Ridotto (CH) – Bakan Rock Gang (Capodistria SL) - The Fool (VA) – Roccaforte (AL) 

SONO APERTE LE ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DI ROCK TARGATO ITALIA

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ufficio Stampa Divinazione Milano

Via Andrea Palladio 16 

20135 Milano

cell. 393 2124576

 

PERVINKA a Milano - Finali nazionali di Rock Targato Italia

@Rock Targato Italia Finali Nazionali della XXX edizione al @LegendClub di Milano. 24 - 25 - 26 settembre. (Programma fondo all'articolo) 

Sono tante e diverse le motivazioni che spingono le persone alla pratica musicale e, tante sono le persone che cercano di fare, del proprio interesse intimo, anche una professione. Nelle interviste ai musicisti in programma a Rock targato Italia emerge con forza un aspetto antropologico che è insito nell'uomo e  della sua natura: viaggiare, conoscere, sperimentare, socializzare, vivere le proprie emozioni. Le emozioni che vivrete in queste serate, in programma a Milano, saranno immense.  Musica di qualità  per quella che si presenta una finale musicale importante, ricca di talenti artistici. Rock Targato Italia giunta alla XXX edizione è da seguire con interesse. Promossa da Divinazione Milano a sostegno delle qualità e della promozione degli artisti emergenti, selezionati da una giuria competente. 

Giorno per giorno, i protagonisti delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia si raccontano attraverso le interviste e i loro videoselfie: oggi i nostri ospiti sono i Pervinka (MO)

Nome artista PERVINKA

1)      Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

Una ragione precisa non c'è,ma intendiamo la musica come una forma d'arte,con la quale è possibile esprimere ciò che abbiamo da dire e le nostre emozioni,stati d'animo....

2)      Quale è la tua storia (o della tua band)?

I Pervinka esistono dal 2015 e durante il nostro viaggio,con alcuni di noi ci siamo ritrovati dopo anni in cui ognuno ha fatto le proprie esperienze di vita e sempre con tanta musica,

3)      Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

Siamo sempre emozionati quando saliamo sul palco e crediamo che finché proviamo questa sensazione,abbia senso mettersi in gioco e fare musica.

4)      Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura?

Le nostre canzoni nascono principalmente da ciò che è vita,senza escludere nulla,passando dai momenti più piacevoli,a quelli più impegnativi,come stati d'animo, viaggi in luoghi mai visti,relazioni amorose,relazioni con le persone e introspezione

5)      Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

Ascoltiamo musica a 360 gradi ,ma di sicuro i nostri artisti preferiti che hanno contribuito alla nostra formazione musicale,principalmente sono quelli della scuola di Seattle, partendo dai PearlJam, Alice in Chains, Soundgarden e Nirvana..,e anche dal cantautorato italiano come Fabrizio de André, Piero Ciampi; quindi influenze trasversali che arricchiscono il nostro background....

6)      Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Nel panorama musicale italiano ci sono artisti interessanti e che meriterebbero piu' visibilita', che però a differenza della musica commerciale, per intenderci dei "prodotti discografici" rimangono di nicchia e ancora semisconosciuti,

7)      Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

I consigli per chi vuole intraprendere questa strada,sono una forte passione per la musica e la voglia di comunicare...e sopratutto il divertimento e lo stare insieme con il gruppo di sicuro sono alla base di una band affiatata.

 

PROGRAMMA FINALI NAZIONALI

 

 24 settembre 

 

Andrea Marzolla (TO) – Pervinka (MO)  – Nylon (PV) -  Blank (AN) – Lo Stato delle Cose (MI) - Generale D (AG)

 

25 settembre

 

The Travel Mates (CH) - Inside The Hole (PA) - Vxa Rockband (TO) - Rolling Carpets (VE) - Under the Snow  (MI) - Ground Control (RE)  

 

26 settembre

 

Dei Perfetti Sconosciuti (LU) - Organico Ridotto (CH) – Bakan Rock Gang (Capodistria SL) - The Fool (VA) – Roccaforte (AL)

 

 

 

SONO APERTE LE ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DI ROCK TARGATO ITALIA

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ufficio Stampa Divinazione Milano

Via Andrea Palladio 16 

20135 Milano

 

cell. 393 2124576

 

Ground Control a @Rock Targato italia - Finali Nazionali

 @Rock Targato Italia Finali Nazionali della XXX edizione al @LegendClub di Milano. 24 - 25 - 26 settembre. (Programma fondo all'articolo) 

 Le emozioni che vivrete in queste serate saranno immense.  Musica di qualità  per quella che si presenta una finale musicale importante, ricca di talenti artistici. da seguire con interesse. 17 le band che si affrontano sul palco del prestigioso locale rock milanese, per contendersi i diversi premi messi in palio da Divinazione Milano a sostegno delle qualità e della promozione degli artisti emergenti, selezionati da una giuria competente. 

Giorno per giorno, i protagonisti delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia si raccontano attraverso le interviste e i loro videoselfie: oggi i nostri ospiti sono i Ground Control (RE)

1)      Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?

Ripensandoci a posteriori, tutti noi, abbiamo forse iniziato a suonare per cercare un conforto, per trovare un posto in cui sentirsi veramente liberi e dove potersi esprimere. Fare musica e far parte di una band significa spesso far parte di qualcosa che è più grande di noi, una somma che è più importante delle individualità dei suoi addendi, come succede in una famiglia. Quando sei giovane è un modo per stare insieme, per sentirti parte di una comunità (a volte una comunità più che altro immaginata) con cui condividi gusti e passioni, col passare degli anni cambiano tante cose ma alla fine le motivazioni restano sempre le stesse. La musica è un mezzo per arrivare a qualcosa.

2)      Quale è la tua storia (o della tua band)? 

Il progetto Ground Control nasce tra gennaio e marzo 2017, quando eravamo tutti e quattro reduci da diverse esperienze artistiche e con una discreta esperienza alle spalle. L'idea che inizialmente ci spinge a decidere di iniziare a fare qualcosa insieme è quella di reinterpretare in chiave psycho-stoner alcuni pezzi di Bowie, per noi grande fonte di ispirazione; via via sperimentando e "trovando la cosa interessante" sono nati i primi pezzi originali e poi un intero disco che verrà pubblicato a fine 2018.

3)      Cosa provi quando devi cantare dal vivo?

Per noi il live è una dimensione fondamentale, il momento in cui sprigionare tutte le energie e lasciarsi andare, senza rimorsi. A tal proposito abbiamo un nostro modo di dire che è "slegare i cavalli" o anche "untied the horses" nel senso di abbandonare l'autocontrollo e sentirsi davvero liberi, esprimere se stessi sul palco e nelle canzoni.

4)      Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura? 

Le idee possono venire da più direzioni, senza schemi predefiniti. La cosa davvero coinvolgente è vedere come l'idea iniziale viene modificata e plasmata in base alle nostre diverse personalità artistiche in modo da raggiungere ad un risultato finale che il più delle volte è stravolto rispetto all'input iniziale. La cosa importante è la canzone intesa come creazione, senza la paura di sentirsi assoggettati a regole e dogma predefiniti.

5)      Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?

Ognuno di noi ha gusti ed influenze variegate e spesso anche agli antipodi tra loro, anche i percorsi artistici sono disomogenei. Senz'altro tra gli artisti più significativi per noi ci sono David Bowie, Nine Inch Nails e Kyuss ma anche Biffy Clyro e Dream Theater. Tante anime diverse insomma.

6)      Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?

Senz'altro da certi punti di vista può sembrare saturo, l'offerta è tanta e la domanda è spesso veicolata prevalentemente attraverso i canali tradizionali che spesso danno visibilità solo ad un bacino ristretto di artisti. Tuttavia ci sono ancora casi di successo confortanti che dimostrano che sia ancora possibile crearsi una nicchia di pubblico e che, in effetti, c'è spazio per tutti.

 

         7)      Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?

 

         Il consiglio è quello di coltivare le proprie passioni tenendo ben presente che i sacrifici da fare sono tanti e sono sopportabili solo se la necessità di fare musica è davvero impellente, se l'urgenza di esprimersi è tanta e la musica è il mezzo indispensabile per placarla. Poi ovviamente ci sono diversi livelli di impegno, a grandi aspettative possono corrispondere grandi successi o anche grandi delusioni.. ma la cosa certa è che la musica non ci lascia mai soli.

 

 

PROGRAMMA FINALI NAZIONALI

 

24 settembre 

Andrea Marzolla (TO) – Pervinka (MO)  – Nylon (PV) -  Blank (AN) – Lo Stato delle Cose (MI) - Generale D (AG)

 

25 settembre

 

The Travel Mates (CH) - Inside The Hole (PA) - Vxa Rockband (TO) - Rolling Carpets (VE) - Under the Snow  (MI) - Ground Control (RE)  

 

26 settembre

 

Dei Perfetti Sconosciuti (LU) - Organico Ridotto (CH) – Bakan Rock Gang (Capodistria SL) - The Fool (VA) – Roccaforte (AL)

 

SONO APERTE LE ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DI ROCK TARGATO ITALIA

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ufficio Stampa Divinazione Milano

 

cell. 393 2124576

 

 

ROCCAFORTE, alle Finali Nazionali di Rock Targato Italia

@Rock Targato Italia Finali Nazionali della XXX edizione al @LegendClub di Milano. 24 - 25 - 26 settembre. (Programma fondo all'articolo) 

Manca veramente poco per quella che si presenta una finale musicale importante, ricca di talenti artistici. da seguire con interesse. Sono 17 le band che si affrontano sul palco del prestigioso locale rock milanese, per contendersi i diversi premi messi in palio da Divinazione Milano a sostegno delle qualità e della promozione degli artisti emergenti, selezionati da una giuria competente. 

sarà nostro impegno presentare, giorno per giorno, i protagonisti delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia attraverso le interviste e i loro videoselfie: oggi i nostri ospiti sono ROCCAFORTE

 

1)    Cosa ti ha spinto a diventare un musicista? Come è nata la tua passione per la musica?
La musica ha accompagnato e ci accompagna in ogni momento della nostra vita. In alcune persone gli ingredienti vanno oltre al semplice ascolto fino a trasformarsi in necessità. Anche di realizzarla. Così si è passati da simulare una chitarra con un manico da scopa a iniziare a suonarla. E poi, e poi, e poi …

2)    Quale è la tua storia (o della tua band)?
La nostra storia inizia nei primi anni novanta quando, ancora ragazzini, abbiamo cominciato ad incontrarci assiduamente con il sogno di suonare in una band. Verso la metà del 2001 il sogno prende forma, persone e progetto si fondono e nascono i Roccaforte. Il nome è stato ispirato dal luogo in cui era situata la prima sala prove: “ Fortezza Rocca Civalieri ”, un casolare circondato dalle amate colline del Monferrato e così diroccato che un filo di nylon, teso tra due chiodi a cavallo di una crepa che da terra raggiungeva il soffitto, faceva da allarme per fuggire immediatamente all'esterno in caso di pericolo.
La scelta, fin da subito, è stata quella di non essere una cover band come tante altre, così abbiamo cominciato un lungo lavoro di ricerca per costruire uno stile originale. La creazione di brani inediti in lingua italiana, la ricerca accurata delle sonorità e la fusione dei gusti musicali di ognuno di noi sono gli ingredienti che usiamo per esprimerci al meglio. Per questo motivo la nostra musica non rientra in un genere definito ma piuttosto in una forma di eclettismo in cui le influenze che vanno dal pop al progressive si fondono insieme, armonizzate in una nuova sintesi.
“Riuscire ad emozionare il pubblico e trovare persone che apprezzino la nostra musica è ciò che abbiamo sempre cercato… e che non smetteremo mai di cercare”.

3)    Cosa provi quando devi cantare dal vivo?
Esigenza. Necessità. Realizzazione. Dopo tantissimi concerti fatti possiamo dire che il contesto live è la massima espressione che una band può avere. Vedere persone che cantano i tuoi pezzi, che apprezzano la tua musica va oltre ogni realizzazione materiale.

4)    Come nascono le tue canzoni? Ci sono particolari fattori che ne influenzano la stesura?
Spesso nascono dalla quotidianità. Parte delle nostre canzoni hanno preso vita dopo la lettura di un libro, dopo aver ascoltato una leggenda, al ritorno di un bellissimo viaggio, guardando negli occhi i propri figli. Abbiamo scritto canzoni ispirate dal momento politico / sociale che stiamo vivendo. Qualche canzone che parla d’amore ce l’abbiamo anche noi. Anzi, il nostro primo album è abbastanza improntato sull’amore. Spesso si arriva in saletta con un testo e una bozza di melodia. Poi, insieme, si incomincia a lavorare e a creare gli arrangiamenti, le modifiche, aggiustare la metrica e solo quando i 5/5 sono soddisfatti il pezzo viene consolidato.
5)    Quali sono i tuoi artisti preferiti e come hanno contribuito alla tua formazione musicale?
Diciamo che la media della nostra età ci porta ad aver ascoltato veramente tanto tanto materiale. Questo vuol dire aver spaziato dal pop italiano al metal, dai classici rock anni 80 al rap. Quando generi musicali diversi generano delle emozioni positive (insomma la classica pelle d’oca e lo spaziare della mente) sono degli ingredienti per la propria formazione musicale. Poi ci sono artisti, come Iron Maiden – Dream Theater – Pink Floyd – molti altri, che sono più amati di altri. Ancora oggi sono una fonte inesauribile di spunto, di idee consapevoli, comunque, di essere su pianeti diversi.
6)    Che cosa ne pensi del panorama musicale italiano odierno?
Distrutto. Scomparso. Come avevamo già detto in un’intervista precedente poniamo sempre una domanda a questa domanda. Quante band e cantanti si sono affermati a livello nazionale negli ultimi 15 anni e che oggi possono vantare di una discografia degna di nota? A voi la risposta.
7)    Ci sono tanti ragazzi che vorrebbero diventare musicisti. Quali sono i tuoi consigli per loro?
I consigli che possiamo dare sono gli unici che abbiamo tatuato sulla nostra pelle dopo più di 20 anni di “carriera” musicale. Mai smettere di sognare e di inseguire la propria passione. Mai smettere di parlare quando si ha qualche cosa da dire e da trasmettere. Fare molta molta attenzione quando nel proprio lavoro subentrano delle mani esterne e, oggi, si ha la possibilità di verificare immediatamente con chi si ha a che fare. Attenzione perché i soldi sono importanti per tutti.

 

Official Web Site http://www.roccaforte.it

PROGRAMMA FINALI NAZIONALI

24 settembre 

Andrea Marzolla (TO) – Pervinka (MO)  – Nylon (PV) -  Blank (AN) – Lo Stato delle Cose (MI) - Generale D (AG)

25 settembre

The Travel Mates (CH) - Inside The Hole (PA) - Vxa Rockband (TO) - Rolling Carpets (VE) - Under the Snow  (MI) - Ground Control (RE)  

26 settembre

Dei Perfetti Sconosciuti (LU) - Organico Ridotto (CH) – Bakan Rock Gang (Capodistria SL) - The Fool (VA) – Roccaforte (AL)

SONO APERTE LE ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALLA NUOVA EDIZIONE DI ROCK TARGATO ITALIA

Info: ufficio Stampa Divinazione Milano

cell. 393 2124576

Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?