Menu

ZZ TOP Milano 30 giugno 2014 City Sound Festival

Straordinariamente Longevi, dal Texas ai Navigli, ZZ TOP sanno ancora emozionare. Diverse migliaia di persone al loro concerto al City Sound Festival, nel cuore di Milano nell’Ippodromo che ha visto Delfo, Belino II, Varenne, che non sono musicisti ma, grandissimi purosangue di razza equina protagonisti di memorabili giornate in tempi ormai remoti.

Che dire dei ZZ TOP pregiati musicisti, eroi di una serata meravigliosa, dal blues dai potenti motori, racconti di ordinaria quotidianità e donne perfette. Ironici e maliziosi, trasmettono storia, gusto, divertimento e buona musica. Good

1) Palco semplice, 2) luci essenziali, 3) suono pulito.
Giu dal palco, nella vita reale, il gruppo si distingue, anche e soprattutto, per aver mantenuto la formazione originale per più di 40 anni

1) Billy Gibbons, voce e chitarra; 2) Dusty Hill, basso e voce; 3) Frank Beard, batteria).

Tre da sempre, Un numero perfetto! ..e che God, uno e trino, abbia per loro riguardo.
Tante anime blues ringraziano, compreso la mia, quella di Franco e di Elia.

Furetto

 

Leggi tutto...

LINKIN PARK Milano 10 giugno City Sound 2014

Non è il mio pubblico non mi riconosco. nel fango e nella polvere, file kilometriche per una birra, cessi intasati e si fa fatica a stare seduti. 

Migliaia di persone stipate nell’area live sotto il sole di giugno caldo che più non si può, ad aspettare la band. Grande afflusso, inaspettato o no, di migliaia di persone all’Ippodromo di Milano.

Il palco sembrava piccolo, forse lo era con tutta questa gente, i monitor laterali terribilmente bassi, un inferno per chi stava dietro e voleva vedere la band. 

Milano è grande, la serata è li oltre l'orizzonte, pronta a dare il massimo. Le luci naturali lasciano lo spazio a quelle elettriche.
Show LINKIN PARK: suoni, preludio di qualcosa di straordinario e spettacolare. Monitor Video come scenografia, idea interessante ma non originale, rendono il palco in maniera tecnologica attuale contemporaneo. Il risultato è qualcosa di freddo, ma efficace ed aiuta a rendere visibile la band a migliaia di persone presenti al concerto. (sopperendo ai monitor laterali)

Tra litri di birra industriale, suoni duri, salamelle feste unità oriented mi prendo una pausa di riflessione.
I ragazzi, sporchi fuori puliti dentro, sono perfetti nel ruolo di star internazionali, un po meno nel ruolo di musicisti.
Ma questo è il nostro tempo, un tempo musicale riprodotto tecnologicamente. Ce lo dicono i Linkin Park dal palco, con una musica dance a tratti anni '90. C’è della simpatia in quel che fanno. Tra quadri alla U2 e echi alla EMF la serata, alle migliaia di persone presenti, piace e piace tantissimo. L'empatia si è creata immediatamente cantando con i loro beniamini tutte le canzoni.

Un grande fantasma felice si aggira nel prato dell'ippodromo, la dance elettronica dalla presa facile dal suono giusto, a tratti piacevole ma priva di fantasia. Un mantra già sentito, con un acido in meno e, tre televisioni in più.
È cosi che funziona nella società delle comunicazioni. Non ho detto azioni.

Baci e abbracci per tutti.

FURETTO

PS, la seconda parte è maggiormente crossover rap e rock, sarebbe la parte street quella cattiva della band ? La gente è ancora più entusiasta. A me aumentano i dubbi.

Ogni brano una hits.
Tankyou ciao

Leggi tutto...

AEROSMITH in concerto. MILANO 25 Giugno 2014


AEROSMITH in concerto. MILANO 25 Giugno 2014


Show mozzafiato, fantastico, straordinario, sorprendente. Un concerto tra i migliori dell’anno a Milano Arena Rho Fiera, 25 giugno 2014. Steven Tyler e Joe Perry una serata magica. Punto a capo
Un po di ritardo fastidioso. La band sul palco alle ore 22. Frizzi e lazzi, effetti speciali e il gruppo americano da via allo show. Tyler in forma, Aerosmith, la band, pure. Due accordi, tre mosse ed il pubblico, di già estasiato, perdona.
Fuoco, luci e potenti ventilatori rendono ancora più fascinoso Steven Tyler con un vezzoso fiocco di capelli grigio sulla fronte, avvolto in foulard e lustrini. Non di meno Joe Perry (figlio naturale musicalmente parlando del Divino Keith Richard) in giacca rossa, dalla personalità straripante musicista di razza dalla bravura immensa, gran gusto e tecnica. Dal palco il r’n’r dilaga nell'Arena di Rho, Fiera compresa. Si ascolta, si fanno foto, impazzano gli I-Pad la festa è già esplosa al terzo brano. Resistenza niente, è giusto cosi, la loro storia è il metro di misura. Lasciamoci trasportare dalle emozioni.
Un concerto di forza, prepotente, intelligente, dall’estetica hippie, contaminata ’70 e glam. Show spaziale, le onde (sonore) dall’Atlantico arrivano piene di luce e cariche di pura energia. Manca il contemporaneo, completamente assente il suono del Terzo Millennio, ma ci sta, anzi è bene cosi. A volte, anzi quasi sempre, la rivoluzione è fare bene l’esistente
L’esistente in casa Aerosmith è tanto, tantissimo. I “ragazzi” suonano benissimo, si sculetta meno, ma il live è perfetto, meglio anche del CD (si dice anche cosi per rendere più efficace il pensiero). La loro forza sta proprio nel proporre con lo spirito autentico ed originale le canzoni (amate da diverse generazioni) cosi come sono nate e, nel tempo, rese immortali. Con il blues nelle vene e la strada sempre in salita, i nostri eroi ultrasessantenni, dal suono inconfondibile, dai sogni sterminati e grandi orizzonti ci deliziano con riff ed assoli emozionanti; SHOW MOZZAFIATO.
Di strada, i cappelloni d’argento e mogano ne hanno fatta ma la sensazione che ha Milano sia stata una tappa di un meraviglioso infinito viaggio.
Lunga vita al r’n’r’ e grandi Aerosmith
Siparietto Video - Joe Perry ripreso in piazza Duomo a Milano, nelle vesti di un artista da strada suona nella piazza per racimolare qualche soldino. Il video, trasmesso durante il concerto, è stato accolto da un boato dal pubblico.
Ironia, bravura, sapersi prendere in giro. Bravi tutti
Furetto

Leggi tutto...

EDITORS, concerto Milano 20 luglio 2014

PIOGGIA DI EMOZIONI

Scena Rossa ...geometrie perfette .... da subito Tom Smith (un nome comunissimo nel mondo anglosassone) cantante, dalla voce rugosa calda potente, elegantissimo, originale ed unico, sul palco incanta con gli EDITORS
Il preludio stordisce le aspettative crescono. Concerto da ricordare.
Canzoni dai suoni reiterati minimali, melodie straordinarie, aperture incantevoli il viaggio con gli Editors è partito grazie Milano si sta bene. Si prevede pioggia.

Nulla di virtuosismo, ma la sensazione e non solo ê questa: i ragazzi venuti dal nord sono straordinari musicisti che sanno muoversi tra dark anni '80 all'indie '90 usare le carte tra mestiere e fantasia in modo perfetto. Concerto dalle forti emozioni.
L'ombroso lato della nostra vita è rappresentato sul palco, nel modo migliore, tra echi di narrazione New Order, The Cure, Il malessere come opportunità. Grandissimi!!
La scenografia scarna, semplicemente essenziale, proiezioni e luci monocromatiche (tante) valorizzano maggiormente il concerto.

Preparazione studio professionalità, tecnica e una dose massiccia di belle canzoni premiano gli Editors gruppo internazionale dall'approccio immediato coinvolgente, con diversi gradi in più di tanti artisti locali che riempiono San Siro grazie all'abuso dei media ma insignificanti artisticamente.
Quella del gruppo di Tom Smith è musica altro non è. Gusto sensibilità ricerca sperimentazione, lavoro. Tra Atom For Peace e National, la storia musicale del rock contemporaneo ci stanno anche gli Editors tra i protagonisti ai massimi livelli, assoluti.

Al City un'altra serata indelebile per chi ama musica, gli angeli sanno incantare!
Potenza delle 7 note: per alcuni si sono aperte le strade del paradiso per gli altri le verdi praterie, per tutti la luce.
Emozioni tante

FURETTO

Nota.
Una emozione senza freni, empatica, magica, coglie anche l'amico di Marco. Presissimo, coinvolto dal concerto canta tutti i brani della band e, con dovizia certosina, racconta particolari del gruppo, parla delle canzoni. Uno straordinario cicerone dalla cultura rock, una conoscenza musicale immensa; dal dark inglese al metal internazionale fino ai nostri ELI, il Magia e altro. Grandissimo, preparato, sorprendente. Grandissima sorpresa umana.

Marco sostiene che ai concerti incontri il mondo, scopri cose nuove, una grande occasione per uscire dalla banalità quotidiana dalla routine.
È vero!!

Ciao Mondo amici sempre.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?