Menu
Francesco Caprini

Francesco Caprini

TORNA ROCK TARGATO ITALIA - apertura iscrizioni

TORNA ROCK TARGATO ITALIA
APERTURA ISCRIZIONI
28^ edizione


Band rock, MUSICISTI, ARTISTI, scaldate I VOSTRI STRUMENTI, prendete il ritmo e attivate la grinta: le iscrizioni per la XXVIII edizione di Rock Targato Italia sono ufficialmente aperte!

Il contest Rock Targato Italia riapre i battenti organizzando una nuova edizione. Il talent-scout offre ai partecipanti l’opportunità di infiammare la propria anima rock e mostrare al pubblico le propria capacità.

Rock Targato Italia è l’unico evento nel panorama musicale nazionale, (si svolge in diverse città dei più prestigiosi locali della penisola) con un grande obiettivo: andare alla scoperta della band più rock dell’anno. Realizzare una compilation, fare promozione ed organizzare un tour !!

Rock Targato Italia dedica spazio a tutti i generi musicali: hip hop, rock e pop.

AI VINCITORI IN PREMIO:

LA PROMOZIONE, LA COMPILATION, TOUR

DUE ARTISTI saranno i vincitori in assoluto di Rock Targato Italia. In palio:

A) LA PROMOZIONE e COMUNICAZIONE. Un importante lavoro di promozione e comunicazione, capillare a livello nazionale, per un'attività di 4 mesi con l’invio di materiale audio/video alle radio e tv, e promossi incontri con operatori del settore musicale, promoter, agenzie di booking, carta stampata e web-zine in collaborazione con L’Ufficio Stampa Divi In Azione di Milano.

B) OTTO ARTISTI, parteciperanno alla COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA pubblicata e distribuita nei più importanti digital store (I-TUNES, SPOTIFY etc..) e non solo.

C) ROCK TARGATO ITALIA TOUR: gli artisti in gara hanno la possibilità di partecipare, in qualità di ospiti, al Rock Targato Italia tour, promosso ed organizzato nei rock club nazionali dell’edizione successiva (2016)

FARE RETE, FARE GRUPPO, FARE NETWORK CREARE SINERGIE. Tutti gli iscritti a Rock Targato Italia avranno la possibilità, non indifferente, di pubblicare e distribuire, gratuitamente, uno o più brani del proprio repertorio su I-Tunes, Spotify e oltre 400 web store, ed avere adeguata assistenza professionale per le loro attività artistiche. Contatti live, agenzie booking. un lavoro, serio e continuativo, di relazione, comunicazione, promozione, Rock Targato Italia guiderà gli artisti all’interno dello sconfinato mondo dei canali mediatici quali radio, TV, giornali e piattaforme virtuali.

LA SCENA ITALIANA CERCA TALENTI: Protagonista della manifestazione è esclusivamente la musica: ospiti già noti e grandi artisti, allora emergenti, hanno regalato appassionanti spettacoli tra la creatività e la maturità artistica nelle precedenti edizioni. Siano da esempio alcuni nomi come: Timoria, Marlene Kuntz, Le Vibrazioni, Subsonica, Negramaro, Litfiba, Ligabue, Carmen Consoli, Zibba, Giulio Casale, Marirosa Fedele, Fabio Balzano.

La manifestazione è sempre più aggiornata in ambito della professione artistica, fornendo servizi di supporto per realizzare e organizzare in modo efficiente progetti musicali per singoli e band.

Per iscrizioni e regolamento registrati al sito seguendo questo link: http://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html
 
Oppure richiedi il regolamento via email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

info: Francesco Caprini
cell 393 21247576


Ufficio Stampa DIVI IN AZIONE
Via Andrea Palladio 16 – 20135 Milano
Tel. 02 58310655 – 3925970778 – 3932124 576
Francesco Caprini – Franco Saininl

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.divinazionemilano.it

TORNA ROCK TARGATO ITALIA - apertura iscrizioni

TORNA ROCK TARGATO ITALIA
APERTURA ISCRIZIONI
28^ edizione


Band rock, MUSICISTI, ARTISTI, scaldate I VOSTRI STRUMENTI, prendete il ritmo e attivate la grinta: le iscrizioni per la XXVIII edizione di Rock Targato Italia sono ufficialmente aperte!

Il contest Rock Targato Italia riapre i battenti organizzando una nuova edizione. Il talent-scout offre ai partecipanti l’opportunità di infiammare la propria anima rock e mostrare al pubblico le propria capacità.

Rock Targato Italia è l’unico evento nel panorama musicale nazionale, (si svolge in diverse città dei più prestigiosi locali della penisola) con un grande obiettivo: andare alla scoperta della band più rock dell’anno. Realizzare una compilation, fare promozione ed organizzare un tour !!

Rock Targato Italia dedica spazio a tutti i generi musicali: hip hop, rock e pop.

AI VINCITORI IN PREMIO:

LA PROMOZIONE, LA COMPILATION, TOUR

DUE ARTISTI saranno i vincitori in assoluto di Rock Targato Italia. In palio:

A) LA PROMOZIONE e COMUNICAZIONE. Un importante lavoro di promozione e comunicazione, capillare a livello nazionale, per un'attività di 4 mesi con l’invio di materiale audio/video alle radio e tv, e promossi incontri con operatori del settore musicale, promoter, agenzie di booking, carta stampata e web-zine in collaborazione con L’Ufficio Stampa Divi In Azione di Milano.

B) OTTO ARTISTI, parteciperanno alla COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA pubblicata e distribuita nei più importanti digital store (I-TUNES, SPOTIFY etc..) e non solo.

C) ROCK TARGATO ITALIA TOUR: gli artisti in gara hanno la possibilità di partecipare, in qualità di ospiti, al Rock Targato Italia tour, promosso ed organizzato nei rock club nazionali dell’edizione successiva (2016)

FARE RETE, FARE GRUPPO, FARE NETWORK CREARE SINERGIE. Tutti gli iscritti a Rock Targato Italia avranno la possibilità, non indifferente, di pubblicare e distribuire, gratuitamente, uno o più brani del proprio repertorio su I-Tunes, Spotify e oltre 400 web store, ed avere adeguata assistenza professionale per le loro attività artistiche. Contatti live, agenzie booking. un lavoro, serio e continuativo, di relazione, comunicazione, promozione, Rock Targato Italia guiderà gli artisti all’interno dello sconfinato mondo dei canali mediatici quali radio, TV, giornali e piattaforme virtuali.

LA SCENA ITALIANA CERCA TALENTI: Protagonista della manifestazione è esclusivamente la musica: ospiti già noti e grandi artisti, allora emergenti, hanno regalato appassionanti spettacoli tra la creatività e la maturità artistica nelle precedenti edizioni. Siano da esempio alcuni nomi come: Timoria, Marlene Kuntz, Le Vibrazioni, Subsonica, Negramaro, Litfiba, Ligabue, Carmen Consoli, Zibba, Giulio Casale, Marirosa Fedele, Fabio Balzano.

La manifestazione è sempre più aggiornata in ambito della professione artistica, fornendo servizi di supporto per realizzare e organizzare in modo efficiente progetti musicali per singoli e band.

Per iscrizioni e regolamento registrati al sito seguendo questo link: http://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html
 
Oppure richiedi il regolamento via email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

info: Francesco Caprini
cell 393 21247576


Ufficio Stampa DIVI IN AZIONE
Via Andrea Palladio 16 – 20135 Milano
Tel. 02 58310655 – 3925970778 – 3932124 576
Francesco Caprini – Franco Saininl

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.divinazionemilano.it

"Queensrÿche all’Electric Ballroom di Londra" di Roberto Boldrini

Perderli a Pistoia (o Roma) e trovarli all’Electric Ballroom di Londra. In effetti i Queensrÿche avevano avuto in luglio due date italiane mentre sono stati gli headliners di una serata di inizio agosto che il famoso locale di Camden ha dedicato al Metal americano della costa occidentale. Prima di loro, formatisi all’inizio degli Eighties a Seattle, hanno suonato “Death Angel” (California) e “Armored Saint” di Los Angeles. Dico subito che da molto tempo non assistevo ad un concerto metal e non seguo molto quella scena. Ma il piacere di ritrovare un repertorio consolidato di gesti e echi ormai classici è stato forte. Se uno ama il rock in generale va a vedere il metal come una subcultura (e questo termine non è assolutamente connotato in negativo) ormai compiuta, classica. Cioè: so cosa attendermi, mi godrò gli impasti delle chitarre, le acrobazie vocali, gli stop & go oppure starò attento alle sfumature innovative. Ho tentato la seconda alternativa: nel caso dei “Death Angel” mi ha dato emotivamente poco. Un chitarrista dai tratti orientali con una chitarra cattiva come la Rich che ci puoi solo fare metal, un bassista che sembrava più un surfer con un bellissimo basso Rickenbacker nero e argento, il cantante stile AC/DC calato benissimo nella parte. Però niente pugni allo stomaco. Altro discorso con gli “Armored Saint” che non conoscevo tranne che per il nome. Solidissimo gruppo di hard rock, quasi più che metal, con un cantante di grande versatilità e dai molti registri: John Bush, a lungo negli Anthrax, in precedenza. Mi hanno fatto ritrovare il collegamento con la California. Sì: gli “Armored Saint” hanno qualcosa di californiano. Cosa? Le chitarre più addomesticate dalla voce di Bush che sembra quasi guidarle e indicare loro la strada. Un leader. Non è possibile evitare una riflessione sulla California stessa: dal surf al metal. Come se lì un giorno gli artisti si fossero svegliati e avessero detto una cosa tipo gli anarchici di cento anni fa: Noi (un giorno) saremo tutto.
Poi arrivano i Queensrÿche, con il cantante Todd La Torre che dal 2012 ha preso il posto di Geoff Tate. Piccolo ma consapevole del suo ruolo, viene introdotto e accolto magistralmente dalla band e comincia a cantare toccando dei registri che lo avvicinano molto al metal europeo. Sempre grande armonia tra i due chitarristi, Michael Wilton e Parker Lundgren, altro recente ingresso nel gruppo. Il gruppo trova la sua misura nell’incedere del concerto e mi pare abbia raggiunto il meglio nel bis, sviluppando un riff in tutte le sue potenzialità, quasi analizzandolo e districandone ogni stilla di valore, in un gioco tra i due chitarristi molto apprezzato dal pubblico e che ha messo quasi in ombra il cantante. Grande professionalità.
La scaletta: Anarchy, Nightrider, Silence, Walk in the Shadows, The Whisper, Enforcer, Warning, Lucidity, X2, Where Dreams go to Die, The Needle lies, NM156, Arrow of Time, Eyes of a Stranger, Queen of the Reich, Take Hold of the Flame.

di Roberto Boldrini

"VISIONS FESTIVAL LONDON" di Roberto Boldrini

Hackney: nord est di Londra. Un quartiere in progressiva via di gentrizzazione perché non troppo lontano dalla City. Così anche la cultura e l’arte si sono accorti di questa zona. La musica in particolare: per il terzo anno consecutivo vi si è svolto infatti il festival “Visions”, che sembra essersi inserito con successo nel ricco panorama dei festival londinesi. Questa ricchezza sembrerebbe un segnale positivo per la musica e la cultura in generale, tuttavia ci sono anche segnali con il verso opposto. Si può leggere infatti di numerose chiusure di locali negli ultimi tempi, lamentate dalla Night Time Industries Association (NTIA), il cui presidente, Alan Miller, ha lamentato che proprio il Council di Hackney, “dopo un decennio di trasformazioni vivaci e creative che hanno trasformato un quartiere con molti problemi sociali in una realtà riconosciuta come culturalmente ed economicamente dinamica, ha dichiarato che nuovi clubs non sono considerati appropriati”. Contro questa posizione la NTIA ha anche aperto un sito web: welovehackney.org.
Forse il festival avrà contribuito a una riflessione più approfondita degli amministratori. A me è sembrato molto interessante. Un numero notevole di gruppi e video artisti, distribuiti in 5 luoghi diversi, tra cui la chiesa, peraltro regolarmente officiata e concessa per l’occasione, di Saint John. Dalle 13 una trentina di acts fino alle 23.30. Una grossa occasione di scoperta.
Naturalmente le cose più attraenti si sono viste dal tramonto in poi e dico subito che il palco del “Laundry”, quello più psichedelico, per me è stato veramente entusiasmante. Non conoscevo né i “Toy” né “Fat White Family”. Dopo averli visti mi sento di dire che la psichedelia è viva e sta bene. Non è una formula chiusa che ammette solo imitatori. Vi si può agganciare per esempio la sofferenza esibita dalla voce del cantante dei “Fat White Family”, Lias Saudi, che trascina la musica del gruppo anche verso accenti post punk e psycho rockabilly, come ha rilevato il Guardian in una recensione del primo disco, anche se forse non così vicini ai Cramps, come la stessa recensione affermava. Il loro concerto è stato trascinato dall’energia, talvolta in forma di vera e propria preghiera musicale, del cantante, che alla fine non riusciva più a scendere dalle teste degli spettatori delle prime file.
Prima di loro i “Toy”, più tradizionalmente psichedelici e britannici: sviluppo ordinato delle canzoni guidate da una buona voce, senza le dissonanze di quella di Saudi. Un muro di suono senza soluzione di continuità che per 45 minuti si è rovesciato sugli spettatori con trame chitarristiche elaborate ma lineari seppure talvolta non prevedibili.
Nella chiesa di Saint John visti “The Antlers” da New York e “Camera Obscura”, pur essi statunitensi. I primi con chitarra, batteria e tastiere seguono una strada che parte dalla melodia e sfocia in una densificazione progressiva del rumore, uno schema efficace che si vale di una voce anche in questo caso dai netti accenti di sofferenza. Il gruppo sembra molto gradito alla comunità omosessuale.
“Camera obscura” sono invece un gruppo quasi-folk, non mi sono sembrati molto significativi, molto professionali ok, ma poco altro.
Una sorpresa al club The Moth: gli “Ho99o9” (il 9 sta a significare una r) da Chicago. Due artisti di colore accompagnati da un batterista e da una serie di basi punk violentissime sulle quali si inserivano con forza selvaggia in un rap mai sentito, rabbioso oltre ogni limite, dispiegato con un’energia che non avevo mai visto. Il pubblico non poteva fare a meno di arrampicarsi sulle aste delle luci. Potenti, valeva la pena vederli.

Roberto Boldrini

Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?