Menu

Al Teatro Menotti "Misery"

Rivive al Teatro Menotti Misery, tratto dal romanzo di Stephen King e reso celebre da un film cult. Filippo Dini dirige l’incubo di uno scrittore (Aldo Ottobrino) prigioniero di un’ammiratrice psicopatica (Arianna Scommegna), pronta a ucciderlo pur di riportare in vita il suo personaggio preferito.

Una grande opera sul potere magico della narrazione e un testo senza tempo in cui vengono indagati i meandri della mente umana che cerca le storie, le vuole, le brama, e che di fronte alla fonte di quelle storie non può far altro che innamorarsi e nutrirsi, anche a costo di distruggere per sempre chi alimenta i suoi sogni. 
La prima milanese si terrà il 22 novembre alle ore 20 presso il Teatro Menotti Filippo Perego in via Ciro Menotti, 11.

Il Teatro Menotti anche quest’anno si impegnerà nel promuovere iniziative benefiche, rinnovando la collaborazione con Opera San Francesco.

Per questo, in occasione dei debutti, vi chiediamo di donare cibo non deperibile che verrà raccolto dai volontari e destinato alle loro mense che sostengono le persone meno fortunate.

 

blog www.rocktargatoitalia.it

 

 

Leggi tutto...

BLACK BOX Dentro l’algoritmo, al Pacta Salone

torna dal 24 novembre al 4 dicembre 2022 al PACTA Salone di Milano, lo spettacolo dello storico progetto TeatroInMatematica di Maria Eugenia D’Aquino, BLACK BOX Dentro l’algoritmo, al debutto la scorsa stagione con la drammaturgia di Riccardo Mini, la regia di Riccardo Magherini anche in scena con Maria Eugenia D’Aquino e Lorena Nocera. Uno spettacolo di grande attualità che getta uno sguardo sul tema degli algoritmi e sul loro impatto nella vita quotidiana, a partire da una semplice domanda: ha senso parlare di libertà in un mondo senza più privacy, in cui ogni gesto, azione o pensiero sono osservati?

 

PACTA SALONE

 

BLACK BOX - dentro l’algoritmo

 

Al PACTA Salone dal 24 novembre lo spettacolo parte dello storico Progetto TeatroInMatematica

 

Parte della sezione Vetrina contemporanea torna dal 24 novembre al 4 dicembre 2022 al PACTA Salone di Milano, lo spettacolo dello storico progetto TeatroInMatematica di Maria Eugenia D’Aquino, BLACK BOX Dentro l’algoritmo, al debutto la scorsa stagione con la drammaturgia di Riccardo Mini, la regia di Riccardo Magherini anche in scena con Maria Eugenia D’Aquino e Lorena Nocera. Uno spettacolo di grande attualità che getta uno sguardo sul tema degli algoritmi e sul loro impatto nella vita quotidiana, a partire da una semplice domanda: ha senso parlare di libertà in un mondo senza più privacy, in cui ogni gesto, azione o pensiero sono osservati?

 

Cluster, un data mining analyst lavora per una importante società di analisi dati. Insieme a lui è Alice, l’intelligenza artificiale che gestisce l’ambiente di lavoro, gli fornisce i compiti da svolgere e controlla la sua performance, una macchina che lo conosce così bene da creare con lui un rapporto quasi umano. E poi c’è Celia….

 

Attraverso lo studio di flussi di dati, comportamenti da osservare, decisioni da prendere, quella che sembra una giornata di lavoro come tutte le altre si trasforma in un’avventura quando Alice propone a Cluster di entrare in Black Box, un gioco di realtà virtuale innovativo, diverso da tutti gli altri perché simile alla vita. La decisione di Cluster cambierà per sempre il suo modo di vedere non solo il proprio lavoro, ma anche il mondo in cui vive e sé stesso.

 

Intelligenza artificiale. Machine learning. Data profiling. Capitalismo della sorveglianza. Sono termini di cui si sente parlare sempre più spesso, in relazione ai cambiamenti rapidissimi che la società globale sta attraversando nella nostra epoca. Sono gli algoritmi a regolare ogni aspetto della vita economica e sociale e per funzionare attingono alle miriadi di dati che ognuno fornisce ogni volta che accende un computer, uno smartphone, usa una carta di credito o anche solo una carta fedeltà del supermercato.

 

“Mai come oggi – spiega il consulente scientifico per lo spettacolo Massimo Mazzotti, Director Professor Department of History University of California, Berkeley - un concetto puramente matematico ha avuto un'influenza così grande su ogni aspetto del vivere sociale, tanto che si inizia a parlare di una vera e propria rivoluzione antropologica in atto, perché è proprio ad algoritmi che ci rivolgiamo ogni volta che decidiamo di interagire in un mondo sempre più interconnesso. Lo spettacolo cerca di affrontare alcune delle domande che la constatazione di vivere in una sempre più efficiente algocrazia fa nascere in ognuno di noi. La risposta è lasciata allo spettatore”.

 

PACTA SALONE

 

Dal 24 novembre al 4 dicembre 2022         Vetrina contemporanea TeatroInMatematica

 

BLACK BOX                                                                                    

 

Dentro l’algoritmo

 

drammaturgia Riccardo Mini

 

con Maria Eugenia D’Aquino, Riccardo Magherini, Lorena Nocera

 

regia Riccardo Magherini

 

consulenza scientifica Massimo Mazzotti, Director Professor Department of History University of California, Berkeley

 

musiche originali CLUSTERBELLS Maurizio Pisati

 

disegno luci Manfredi Michelazzi

 

spazio scenico Fulvio Michelazzi (AILD)

 

oggetti di scena Ernesto Jannini

 

costruzioni Eliel Ferreira de Sousa

 

assistente alla regia Fabrizio Kofler

 

produzione PACTA . dei Teatri – TeatroInMatematica ScienzaInScena

 

Inserito in Invito a teatro

 

 

 

 INFORMAZIONI GENERALI

 

 

 

Dove siamo: PACTA SALONE via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

 

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

 

Per informazioni: www.pacta.org - tel. 0236503740 - mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orari spettacoli: ore 20.45 | mercoledì 30 novembre ore 19.00 | domenica ore 17.30 - lunedì riposo – VERIFICARE SUL SITO GLI ORARI

 

Repliche dell’1 e 2 dicembre ANNULLATE

 

Orari biglietteria: via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

 

dal lun al ven dalle ore 12.00 alle ore 15.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00 | nei giorni di programmazione, 1h prima dell’inizio dello spettacolo

 

Acquisto biglietti: www.pacta.org e Circuito Vivaticket (online, telefonicamente e nelle prevendite fisiche)

 

Prezzi biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni, CRAL e gruppi (min. 10 persone) €16 | Under 25/over 60 €12 | gruppi scuola €9

 

SPETTACOLO + APERITIVO (drink e stuzzicherie) presso Majuda, via dei Missaglia 13, Milano (lun-sab h 7-21): 19€

 

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

CIRANO DEVE MORIRE, UNO SPETTACOLO CONCERTO AL VORTICOSO RITMO DELLA MUSICA RAP

Dal 22 novembre al 4 dicembre

Dal martedì al venerdì h 21 – sabato h 19 – domenica h 17 presso il Teatro Vascello di Roma

Cirano deve morire

UNO SPETTACOLO CONCERTO AL VORTICOSO RITMO DELLA MUSICA RAP

Adattamento del Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand

Spettacolo vincitore del Bando Biennale College indetto dalla Biennale Teatro di Venezia 2018.

Di Leonardo Manzan, Rocco Placidi

regia Leonardo Manzan

con Paola Giannini, Alessandro Bay Rossi, Giusto Cucchiarini

musiche originali di Franco Visioli e Alessandro Levrero eseguite dal vivo da Filippo Lilli

fonico Valerio Massi

luci Simone De Angelis, Giuseppe Incurvati

scene Giuseppe Stellato

costumi Graziella Pepe

produzione de La Biennale di Venezia nell’ambito del progetto Biennale College Teatro – Registi Under 30 con la direzione artistica di Antonio Latella

produzione nuovo allestimento 2022 La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello, Elledieffe, Fondazione Teatro della Toscana

Durata: 90’

Presentazione https://youtu.be/Hb1iYic8Wk4

Cirano deve morire è una riscrittura per tre voci del Cyrano di Bergerac di Edmond Rostand. Uno spettacolo concerto con testi e musiche originali che trasforma la poesia di fine ’800 in feroci versi rap. Rime taglienti e ritmo indiavolato affrontano in modo implacabile il tema della finzione attraverso il racconto di uno dei più famosi triangoli d'amore della storia del teatro.

Cyrano de Bergerac è una storia di inganni e di morte, di fedeltà agli altri e di tradimento di sé stessi, una storia di parole che seducono e di silenzi che uccidono. È una straordinaria storia di amore e di amicizia, forse la più grande del teatro moderno. Affidata di consueto ad interpreti maturi, che vedono nel testo nient’altro che una prova d’attore, appesantita dal verso alessandrino che non ha ancora trovato, nelle traduzioni italiane, risultati precisi e leggeri, si finisce inevitabilmente col dimenticare che questa, in realtà, è la storia di tre ragazzi. Due amici e la donna di cui entrambi si innamorano. Cirano deve morire, liberamente ispirato al Cyrano di Rostand, recupera la forza poetica del testo attraverso le rime e il ritmo del rap, scelta necessaria non solo per l’espressione dell’eroismo e della verve polemica di Cirano, ma anche per rendere contemporanea e autentica, quindi fedele all’originale, la parola d’amore.

Lo spettacolo trova la sua espressione nella forma del concerto, con musiche originali dal vivo e intrepreti sempre sul palco e sempre a favore di pubblico. Una scelta estetica precisa che trova il suo fondamento nella natura performativa del protagonista (il primo atto dell’opera di Rostand si apre in un teatro).

Lo spettacolo isola il triangolo d’amore dalle vicende collaterali della trama e affronta la trama retrospettivamente, per far emergere da essa i significati universali. È una resa dei conti tra i tre protagonisti, i due morti e l’unica sopravvissuta, Rossana, che non riesce a liberarsi dei fantasmi che hanno distrutto la sua vita con l’inganno di un amore impossibile, ma che allo stesso tempo le hanno donato gli unici momenti di felicità, con la forza della fantasia.

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

 

Mariagiovanna Monzo

Leggi tutto...

TEATRO BLU, TOURNEE ATTIVITA' TEATRALE

 TEATRO BLU è riconosciuto e sostenuto dal Ministero della Cultura come compagnia di teatro d'innovazione e dal Ministero dell'Istruzione e della Ricerca come soggetto accreditato nel sistema nazionale d'istruzione e formazione per la promozione dei temi della creatività nell'ambito teatrale performativo

 TOURNEE ATTIVITA' TEATRALE

ELENA DI SPARTA
di e con Silvia Priori
ballerina Selene Franceschini
regia Silvia Priori e Renata Coluccini
17 NOVEMBRE - h 15:30
TEATRO DEL GATTO - ASCONA - SVIZZERA
19 NOVEMBRE - h 21:00
SPAZIO ARCHIVIO - VERONA
20 e 21 NOVEMBRE - h 21:00
TEATRO DEI FABBRI - TRIESTE

22 NOVEMBRE - h 21:00
TEATRO PASOLINI - CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)

23 NOVEMBRE - h 21:00
TEATRO DEL CORSO ABBIATEGRASSO (MI)

25 NOVEMBRE - h 21:00
TEATRO DEL CASSERO - CASTEL S. PIETRO TERME (BO)

 

CARMEN
da uno studio su “Carmen” di Prosper Merimé

Di e con Silvia Priori
e con Maria Rosaria Mottola (ballerina Flamenco)
e Tania Pacilio (mezzosoprano)
Regia di Kuniaki Ida

24 NOVEMBRE - h 21:00
TEATRO PARROCCHIALE - OLTRONA DI SAN MAMETTE (CO)

ALMAS
da uno studio su “Memoria di uno schiavo” di FredericK Douglass e Zumbi leader del “Quilombo dos Palmares” in collaborazione con Cesar Brie

di e con: Silvia Priori e Roberto Carlos Gerbolés

26 NOVEMBRE - h 21:00
AUDITORIUM DI MACCAGNO (VA)

NENA
spettacolo comico poetico sui diritti dei bambini
con: Arianna Rolandi
testo e regia: Silvia Priori
27 NOVEMBRE - h 16:00
TEATRO COMUNALE - VANZAGO (MI)

Teatro Blu – Centro di Sperimentazione Teatrale
Via Monico 16, 21031 - Cadegliano (VA) - Italia

Tel / Fax +39 0332 590592
Cell. +39 3772791212
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

blog www.rocktargatoitalia.eu

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?