Menu

I 25 anni di Teatri Possibili

Teatri Possibili compie 25 anni!

Era il 16 aprile 1996 quando un gruppo di artisti, guidati dall’attore e regista Corrado d’Elia, fondavano in una piccola sala prove in via Aleardi a Milano, in piena zona China Town, l’Associazione Teatri Possibili.
Era l’inizio di un movimento artistico e associativo che ha caratterizzato, con la sua attività artistica e di formazione, la storia teatrale degli ultimi anni.

La gestione dei Teatri Olmetto e poi, per oltre 17 anni del Teatro Libero, le produzioni teatrali seguite da un affezionatissimo pubblico e la scuola di formazione per attori, la costruzione di un Circuito artistico indipendente presente in diverse città italiane, sono solo alcuni dei progetti che hanno caratterizzato la storia di questo gruppo in questo primo quarto di secolo.

Ora, dopo 25 anni, con la nuova sede che sta per essere inaugurata in via Voghera 9 a Milano, l’Associazione si arricchisce di nuovi progetti, perseguendo anche finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale sempre in ambito culturale.

 

Blog: rocktargatoitalia.eu

Eleonora Corso

 

 

Leggi tutto...

Cento anni dalla nascita di Giorgio Strehler: la Fondazione Paolo Grassi celebra l’anniversario con un ciclo di incontri

La Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca programma dieci appuntamenti sia online che in presenza dedicati al regista triestino, nel segno del teatro e dell’amicizia con Grassi che andranno in onda dalla WebTV della Fondazione Paolo Grassi, da mercoledì 31 marzo alle ore 18

Cento anni fa, il 14 agosto 1921, nasceva a Trieste Giorgio Strehler, regista teatrale e fondatore nel 1947 con Paolo Grassi e Nina Vinchi del primo teatro pubblico d’Italia, il Piccolo Teatro di Milano. Nell’anno del centenario del nascita, la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, propone un ciclo di incontri a cura di Giovanni Soresi dal titolo Grassi e Strehler, l’arte di fare teatro che avrà inizio mercoledì 31 marzo alle ore 18 con la messa in onda sulla WebTV della Fondazione del primo appuntamento.

 «Iniziamo un percorso che riteniamo doveroso per la Fondazione Paolo Grassi – afferma il direttore Rino Carrieri – e l’idea è quella di raccontare in dieci appuntamenti il teatro e il lavoro di Giorgio Strehler attraverso le parole e i ricordi di chi ha lavorato con lui e l’ha conosciuto. La sua visione di fare teatro è uno dei fondamenti dell’identità del Festival della Valla d'Itria e della Fondazione che porta il nome del suo storico collega che è Paolo Grassi».

La prima puntata è dedicata alla nascita del teatro come istituzione pubblica: insieme ad Anna Bandettini, giornalista e critico teatrale de «La Repubblica», si ripercorrerà la storia del Piccolo Teatro di Milano, dalla fondazione nell'immediato dopoguerra, alle messe in scena di spettacoli ormai “mitici” come Vita di Galileo e L’opera da tre soldi di Brecht, fino alla fondazione del Teatro d'Europa e alla scomparsa di Strehler nel 1997.

Mercoledì 21 aprile, sempre alle 18, sarà online il secondo appuntamento dal titolo La musica di Arlecchino con ospiti l’attrice e Direttore del Teatro Biondo di Palermo Pamela Villoresi, il musicologo Davide Verga e il regista Stefano De Luca. Il 19 maggio, nella terza puntata, si parlerà del rapporto del Piccolo Teatro con il drammaturgo Bertolt Brecht.

Gli incontri andranno avanti sino all’autunno con l’auspicio della Fondazione Paolo Grassi di poter realizzare alcuni incontri in presenza di pubblico a ridosso del Festival, approfondendo il lavoro di Strehler anche in rapporto alla musica e al repertorio operistico.

 

Blog: Rock Targato Italia

Giulia Villani

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Il carnevale del Teatro Out Off

Purtroppo quest’anno il Carnevale è costretto a festeggiamenti minimi: le avete già mangiate le chiacchiere? Vi state cimentando in un trucco carnevalesco da sfoggiare nel salotto di casa o per le vie del quartiere?

In qualsiasi modo voi festeggiate, il Teatro Out Off vi augura un sorriso tra i coriandoli e le stelle filanti che caratterizzano queste giornate.

Sui nostri canali YouTubeFacebook ed Instagram, continuano i nostri appuntamenti bisettimanali (ogni lunedí e venerdí alle 18.30!) della serie "Tutta Casa Letto e Chiesa?"

Se ci avete seguito live, avrete visto il nostro quarto episodio con la studentessa Eliana Rotella. Il prossimo episodio arriva questo venerdí, con un’intervista a Romana Petri, scrittrice e traduttrice. 

 

Ti sei perso i nostri episodi precedenti? Eccoli qui:

 

 


 

Blog: Rocktargatoitalia.eu

Di: Nadia Mistri

Leggi tutto...

DANTE - un volo nella DIVINA COMMEDIA

 

Uno spettacolo che miscela recitazione, narrazione, canto e musica dal vivo. Racconteremo e leggeremo alcuni canti tratti dall’ Inferno, Purgatorio e Paradiso della Divina Commedia di Dante Alighieri, la più bella opera che sia mai stata scritta, addirittura superiore in lunghezza sia all' Eneide di Virgilio che all' Odissea di Omero. Accompagneremo lo spettatore nelle pieghe dell’ opera, di un testo troppe volte maledetto a scuola per l' eccessivo peso nello zaino. Innamorarsi di quelle pagine, o almeno riprovarci ancora, è un' urgenza alla quale diamo massima priorità in questa nuova e sentita interpretazione. Versi magici, forti di arcana bellezza per emozionarci e sorprenderci ancora attraverso i Canti da una delle più grandi opere della letteratura universale.

La cultura è un flusso, non un punto d’arrivo. Dante ha saputo concentrare, come un distillatore raffinato, l’essenza di quello che la sua epoca, conscia od incoscientemente produceva e che pulsava nelle corte del sud della Francia concentrandosi in modo particolare nelle corti di Federico II in Sicilia.

La cultura è un flusso capace di permeare uomini coraggiosi, che cercano e guardano oltre il comune vivere, capaci di accogliere il diverso o il nuovo e trasformandosi, trasformarlo, come Dante Alighieri, che ha saputo dimostrare determinazione e coraggio in battaglia, nella lotta tra Guelfi e Ghibellini, combattendo in prima linea con il ruolo di Feditore.

La cultura è un flusso che viaggia nel tempo e nello spazio attraversando popoli e generazioni ma che varca il confine materiale di questa dimensione per addentrarsi in quello divino, uno spazio interiore che non ha confini e che rende gli uomini tutti uguali, aldilà della provenienza e dell’epoca che gli è toccato vivere. Uno spazio sacro, dove l’amor cortese si confonde con l’amor divino. Dove il piano sentimentale per l’amore verso Beatrice si confonde con l’amore verso la Beatitudine che si può solo provare raggiungendo la sapienza che ci avvicina al Creatore e che Egli stesso emana perché gli uomini costruiscano virtù e seguano la retta via.

La cultura crea ponti e trasforma la diversità in ricchezza attraversando religioni, lingue e usanze e trasportando con se sguardi lontani. Questo succedeva nel Medioevo e a differenza di quanto potremo pensare, senza i mezzi di comunicazione che contraddistinguono la nostra epoca, in quel periodo i popoli vivevano in un flusso di costante contaminazione culturale. Conoscenze dell’antica Persia attraverso il mondo arabo, il Medio Oriente attraverso la cultura giudaico-cristiana, la Grecia attraverso il decaduto Impero Romano…

Oggi non sarà Virgilio ad aiutarci ad attraversare l’Inferno, il Purgatorio ed il Paradiso, ma sarà Dante ad aiutarci ad attraversare il cammino dell’interiorità e a traghettarci sarà la sua Poesia, linguaggio illuminante che viene ad incendiare il mondo.

 

Blog: https://www.rocktargatoitalia.eu/

GIOVANNI TAMBURINO

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?