Menu

TUTTO UGUALE, il nuovo singolo de IL PESCE PARLA

 

 Milano, 27 ottobre 2020 

Comunicato Stampa 

TUTTO UGUALE 

Il nuovo singolo e videoclip de 

IL PESCE PARLA 

In radio, streaming e YouTube 

 Il singolo è pubblicato dall’etichetta: Terzo Millennio 

  

Uscirà il 30 ottobre in occasione del quarto anniversario del terremoto che ha devastato il centro Italia nel 2016, Tutto uguale, il nuovo singolo e videoclip della band pavese Il Pesce Parla. 

Tutto uguale è una profonda riflessione, dipinta con drammatico realismo, sulla netta disparità di forze nel rapporto tra l’uomo e la natura. 

 Tra le macerie di Faiano, uno dei paesi più duramente colpiti dal sisma, la band ha raccolto le testimonianze della popolazione che vive ancora oggi in una dimensione sospesa: non può tornare ad abitare in quei luoghi, ma accarezza sempre l’idea di poterlo fare un giorno. La speranza del ritorno alla normalità viene rappresentata attraverso un fuoco tenuto vivo giorno e notte. 

 La sofferenza di fronte ad una realtà che non ha alcun riguardo per umani e animali viene raccontata dal frontman Di Giovanni, la cui origine abruzzese porta con sé in maniera profondamente segnante l’esperienza di tale dramma. 

 BIOGRAFIA 

Il Pesce Parla è formata da Andrea Ettore di Giovanni (voce), Marina Borlini (chitarra e tastiere), Mattia Camussi (basso) e Francesco Boggio Sola (batteria).   

Nel 2019 vincono la 31esima edizione di Rock Targato Italia.  Il premio ha dato loro la possibilità di registrare il singolo “POS?” negli studi della Sony Music Italia RCA Recording Studios.  

A causa delle differenze di influenze musicali, antropologiche e filosofiche personali, i brani de Il Pesce Parla non hanno un genere definito, anche se vi è sempre la costante ironica nei testi.  

Nel dicembre 2019 debuttano discograficamente con il singolo "POS?".  Giugno 2020 diffondono il singolo punk-rock satirico “Come Cattivik. Ottobre 2020 rilasciano due singoli con videoclip“La hit dell’estate (scorsa)” “Tutto uguale”. 

  

NEL WEB:  

Facebook: https://www.facebook.com/ilpesceparla/  

Instagram: https://www.instagram.com/ilpesceparla/  

Spotify: https://spoti.fi/38MA2Il  

  

GIOVANNI TAMBURINO - NADIA MISTRI 

Divinazione Milano S.r.l.   

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network   

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano  

  1. 0258310655 - 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

web: www.divinazionemilano.it 

Leggi tutto...

INFINITO NON È, il nuovo album di STEFANO SANTORO, è nei webstore

Milano, 15 ottobre 2020 

COMUNICATO STAMPA 

 

In tutti gli store 

“INFINITO NON È” 

il nuovo album di 

STEFANO SANTORO 

Ascolta Ora: https://spoti.fi/2IqI4OS 

L’album è pubblicato dall’etichetta: PAF Lab Recording Studio 

 

Disponibile in tutti i webstore il disco di debutto di STEFANO SANTORO, “INFINITO NON È", album pop-rock che ruota attorno al tema profondo dell'esistenza e delle esperienze che la vita porta con sé, raccontate attraverso ricordi sfumati ma anche vivide emozioni, che si succedono mentre sullo sfondo si intrecciano singoli e relazioni.  

Sebbene presenti l’aspetto del concept album, “INFINITO NON È" è sicuramente un’opera estremamente sperimentale con partiture raffinate e una ricerca coraggiosa, raggiunta da Stefano Santoro grazie ad un’ottima conoscenza del suono e alla sua innata capacità di passare da uno strumento all’altro.  

Nelle 11 tracce che compongono l’album, l'artista suona pianoforte, moog, synth, chitarra elettrica e acustica, basso e batteria con l’accompagnamento di Flavio Bargna (chitarra elettrica e batteria) e Alberto Deponti (chitarra elettrica e basso). Sonorità e ritmiche si traducono in un omaggio ai grandi artisti che lo hanno influenzato negli anni: dai Beatles ai Muse, da Morricone ad Hans Zimmer.  

“INFINITO NON È" si dimostra un lavoro intimo, onirico, introspettivo, a tratti malinconico ma ricco di una nostalgia positiva che dalla consapevolezza di ciò che si è raggiunto, sprona a ricercare in ogni gesto la bellezza del tempo presente e a far tesoro delle proprie debolezze e dei propri punti di forza.   

I testi parlano di ricordi che riaffiorano, momenti che ritornano, relazioni irrisolte, abitudini e quotidianità, decisioni importanti e molto altro in un sovrapporsi di modi narrativi e piani temporali, dove passato, presente e futuro si uniscono in un linguaggio nuovo. 

“INFINITO NON È", registrato e mixato da Flavio Bargna presso il PAF LAB Recording Studio di Sesto San Giovanni, è fuori nella doppia versione digitale e fisica, sfidando le logiche moderne e materializzando i sogni e le atmosfere narrate da Stefano Santoro in una copertina creata da Daniele Piazza e un libretto che vuole essere un invito ad immergersi nella dimensione vintage dell’artista dove si è colpiti dagli echi provenienti dal futuro. 

 

TRACKLIST 

1) NON SI PUO’  

È la storia di un vecchio amore che torna ciclicamente a tormentare la mente di un uomo rischiando di comprometterne l’attuale relazione. 

 

2) QUANDO INIZIA UN AMORE 

Un amore inizia e, nonostante la bellezza della relazione, con essa cominciano le preoccupazioni sul futuro.  

 

3) VIVI 

È un’esortazione a vivere con intensità il momento presente, finché la meraviglia del tempo rimarrà a disposizione di ognuno di noi. 

 

4) ALI SINCERE 

Sono le parole che vorremmo poter rivolgere con assoluta sincerità alla futura compagna di vita. 

 

5) SORRIDO 

Nonostante gli innumerevoli ostacoli che possiamo incontrare sul nostro cammino, c'è sempre un motivo per ritrovare il sorriso. 

6) INFINITO NON E’ 

Racconta un cambiamento, l’arrivo di una consapevolezza, lo spalancare gli occhi sulla realtà. 

7) UNA NOTTE SPECIALE 

Un uomo riflette al bancone di una discoteca quello che poteva essere ma che non è stato a causa della perdita del controllo delle proprie sensazioni e del proprio corpo.  

8) PROVA A DIRMI SE 

Brano autobiografico, ricco delle emozioni e del dispiacere dopo una lunga relazione finita. Ma alla fine il perdono e il rispetto prendono il sopravvento. 

9) SOLO 

 Un uomo decide di vivere con la musica e si domanda: “Se la musica potesse parlarmi, cosa mi direbbe”. 

10) POLVERE SENZA TEMPO 

Brano strumentale ispirato al West. 

11) PRIMA CHE TUTTO FINISCA 

Canzone dedicata ad un’anima di una persona che non è più tra noi ma che continua ad essere presente nel cuore di chi l’ha amata. 

 

Note biografiche nel sito web dell’artista. 

Sito Web: www.stefanosantoro.net 
Facebook: https://www.facebook.com/stefanosantoro.music/ 
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCRCqnxsZfo4ygONoWHQZJ9Q 
Instagram: https://www.instagram.com/stefanosantoro.music/?hl=it 

 

FRANCESCO RATTI – GIOVANNI TAMBURINO – NADIA MISTRI 

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

  1. 331 4203865

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

web: www.divinazionemilano.it 

 

 

Leggi tutto...

I colori dell’autunno 2020

La musica indipendente, by Rock Targato Italia

SPOTIFY: https://spoti.fi/36F5qdK 

Realizzata da: Divinazione Milano e Roberto Bonfanti (scrittore/artista)

L’autunno è iniziato da più di due settimane però, vista la vicinanza delle finali di Rock Targato Italia, era giusto fare un passo per volta rimandare di qualche giorno la pubblicazione della tradizionale playlist stagionale. Ancora una volta abbiamo provato a scattare un’istantanea di ciò che si muove nel sottobosco musicale italiano trovando l’ennesima conferma che, a dispetto dei luoghi comuni, c’è ancora molto da scoprire, fra cantautori coraggiosi, rocker tenaci, artisti fuori da ogni schema e talentuosi autori pop.

Lucio Leoni - Il fraintendimento di John Cage

Un attento osservatore delle dinamiche umane con un brano moderno e personale.

Gran Zebrù - Mr.Turn

Fra alternative rock e canzone d’autore. Chitarre sporche e malinconia.

Giovanni Lindo Ferretti - L’imbrunire

Lo sguardo chirurgico di Ferretti si posa sul 2020 e lo viviseziona.

Charles Muda - Tutta pubblicità

Trap? Pop? Rock? Punk? Forse l’unione di tutto questo. O forse qualcos’altro.

Francesco Bellucci - Stanotte uccido mio padre

Un cantautore rock dalla scrittura tanto diretta quanto stratificata e irriverente.

Roberto Casanovi - La mia calligrafia

Malinconia, poesia, delicatezza e un emozionante senso di fragilità.

Stefania Tasca - Oceano

La dimostrazione che si può suonare pop contemporaneo anche senza banalità.

Francesco Sacco - Berlino Est

Un brano raffinatissimo fra intimismo, atmosfere sognanti e aperture orchestrali sintetiche.

Rumo - Salazar

Una filastrocca surreale incastrata in un brano rap minimalissimo.

Le Rose E Il Deserto - Sabbia

La leggerezza dell’indie-pop incontra la canzone d’autore più introspettiva e minimale.

L’avvocato Dei Santi - Luci Accese

Pop dalle tinte notturne e dal retrogusto anni ’80 che non rinuncia però all’immediatezza.

Rota Carnivora - James D.

Sonorità psichedeliche a bassissima fedeltà accompagnano una filastrocca pop.

Emma Nolde - Resta

Un viaggio sincero ed elegante nell’animo di una giovanissima cantautrice.

Mastice - Preghiera

Riff di chitarra claustrofobici e ritmica massiccia. Rock, rabbia e sudore.

Emiliano Mazzoni - Senza perdere nessuno

Una voce suadente per un brano elegante nel segno della canzone d’autore.

De Mian - Senza forma

Sapore anni ’80, rock, elettronica e un pizzico di follia.

Umberto Palazzo - La riviera

Un nome storico del rock italiano ci accompagna in un viaggio balneare demodé.

Laser - Codeina

Profumo di Seattle anni ’90 per una canzone robusta e viscerale.

Riccardo Inge - Fulmicotone

Una canzone genuinamente e semplicemente pop. A volte serve anche questo.

Leanò - Autunno

Minimalismo acustico, spontaneità e tanta delicatezza.

a cura di Roberto Bonfanti (scrittore e artista) 

blog www.rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

“SITUAZIONI SCONVENIENTI” il nuovo album di FRANCESCO BELLUCCI

“SITUAZIONI SCONVENIENTI”

il nuovo album di

FRANCESCO BELLUCCI

da oggi in tutti i webstore

 

L’album è pubblicato dall’etichetta: Terzo Millennio

Da oggi è disponibile in tutti i webstore, Situazioni Sconvenienti, il secondo album di Francesco Belluccicontraddistinto da un forte timbro rock.

Politicamente scorretto, sconveniente già dal titolo e dall’assenza dell’omonima traccia, “SITUAZIONI SCONVENIENTI” si presenta come un’altalena di emozioni, un mosaico di sensazioni e una camaleontica rappresentazione delle relazioni e della realtà: aggressiva, nichilista, disturbante ma anche riflessiva, consolatoria e piena di speranza.

Situazioni Sconvenienti è un disco molto spontaneo, uscito di getto dalla penna e dalle pennate dell’autore modenese nell’intento di raccontare la verità della vita e delle esperienze umane e proseguire il discorso iniziato dai grandi cantautori emiliani del passato e del presente: Francesco Guccini, Vasco Rossi, Ligabue.

“Ho scritto tutto quello che mi veniva e solo alla fine ho realizzato che avevo raccontato storie sofferte, un po’ tormentate. Così ho deciso di intitolarlo Situazioni Sconvenienti”.

Scritto da Francesco Bellucci e arrangiato dal suo socio nonché carissimo amico Eric Ombelli, Situazioni Sconvenienti nasce dalla loro comune esigenza di tornare alle origini, ad una dimensione primigenia, adolescenziale, a quando ancora suonavano nel loro garage e bastavano solamente una chitarra, un cavo e un amplificatore per poter esprimere quello che avevano dentro.

“Dimmi che tutto ancora c'è/ E non è andato perso niente/ Mi sento in prestito /Dimmi il mio posto qual è"

Di conseguenza il suono ottenuto è ruvido, a tratti Low-Fi, quindi autentico, imperfetto ma al tempo stesso essenziale, adatto a sottolineare i testi abrasivi e disillusi di cui si fa portatore.

TRACKLIST:

 

1) STANOTTE UCCIDO MIO PADRE

“Non mi capiva, l’ho dovuto fare”

2) QUALCUNO TI PENSA ANCORA

“Quante contraddizioni ha la vita, Tu che l'amavi l'hai fatta finita”

3) DOMANI ANDRA’ MEGLIO

“Un’illusione in tasca e le macerie nel cassetto”

4) VUOTO

“Mi son distratto più che ho potuto. Per non sentirmi così tanto vuoto”

5) CHE SFIGA PERO’

“Una cosa la cerchi, solo quando non si può”

6) IO TE LA NOIA UN LETTO E FUORI UN TEMPORALE

“Così liberi non lo saremo mai più, lo sai anche tu”

7) CHIARA

“Hai solo 16 anni, non avere fretta, vedrai che ogni volta sarà un po’ più perfetta”

8) AMICI

“Amici! Ma quali amici? Non lo siamo stati mai!”

9) 20 LT. DI BENZINA

“Brucio tutto quello che mi consola”

Facebook: https://www.facebook.com/ilBelluc/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCDERiUJvOCr8iS4CDX9IfrQ
Instagram:  https://www.instagram.com/ilbelluc/?hl=it

 

PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 - 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - web: www.divinazionemilano.it

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?