Menu

NYLON, vincitori di Rock Targato Italia 2018 in concerto a Milano

Vincitori di “Rock Targato Italia 2018”

NYLON

In concerto Sabato 27 aprile ore 22.00 

Corte dei Miracoli

(Via Mortara n. 4 Milano)

Il “Teatro Canzone” dei NYLON sarà protagonista sul palco milanese de la Corte dei Miracoli, nei prossimi giorni. Un’occasione per scoprire la band di culto della scena milanese e ascoltare le canzoni del nuovo disco “Quasi fosse una tempesta” - già disponibile in tutti i negozi di dischi e webstore. 

“Quasi fosse una tempesta” è l’album di debutto dei NYLON, frutto di un lungo percorso, che ha visto la band esibirsi sui palchi del nord Italia per arrivare a realizzare uno spettacolo originale, straordinario, coinvolgente fatto di teatralità, gesti parole e musiche di forte impatto. 

Si tratta di un lavoro ibrido, le cui 10 tracce vestono sonorità che spaziano dal rock al folk e sono corredate da testi che si rifanno alla tradizione del cantautorato italiano.

La realizzazione ha richiesto più di anno di lavoro per cercare di condensare l’energia del live in un album da studio. Ad anticipare l’uscita dell’album, è stato pubblicato il singolo di debutto “L’indecente”, un brano a cavallo tra cantautorato e ritmi gitani, che racconta di vite bohémien, di donne, di seduzione. 

NYLON

NYLON debuttano nel 2000 dalla collaborazione fra Filippo Milani e Davide Montenovi.

Per quasi una decade il progetto è consistito in un duo che ha portato nei locali del nord Italia i grandi classici del rock rivisitati in chiave acustica: un tributo culturale che ancora oggi costituisce un riferimento importante nella stesura delle composizioni.

Nel 2015 l’esperienza ha subito una svolta radicale, abbandonando il fronte delle cover in favore di una scaletta di brani propri inediti. Al duo si è aggiunto il violoncello di Adriano Cancro, portando il nucleo della band a tre elementi. 

NYLON vantano una stretta collaborazione con Roberto Re e Fabio Minelli, strumentisti noti della scena lombarda. Le diverse estrazioni dei musicisti creano un repertorio originale, in cui il genere cantautorato trova sostegno in arrangiamenti più elaborati che spesso hanno riferimenti ai generi più disparati (jazz, classica, manouche, folk, rock e hard rock).

Lo spettacolo ha una forte impronta teatrale, che mira a coinvolgere in modo diretto il pubblico per non lasciarlo semplice spettatore.

Nel 2016 è stato pubblicato un EP di straculto “Antipasto Crudo”, di solo quattro canzoni distribuito esclusivamente ai concerti. Nel 2018 la band vince Rock Targato Italia. Nel 2019 la band ha vinto il Premio della Fondazione Estro Musicale.

Nel Gennaio 2019 è stato, infine, pubblicato il primo album dal titolo: “Quasi fosse una tempesta”.

Le altre date del tour:

1 maggio: Sforzesca (PV) - Cooperativa Portalupi

4 maggio: Alessandria - Isola Ritrovata

8 maggio: Pavia - Antica Mescita Origini

19 maggio: Ponte della Becca (Pv) - BeccaLive

23 maggio: Milano - Recicli

9 giugno: Trivero (BI) - Chalet Caulera

 

NEL WEB

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/314054379260247/

Official Website: http://www.nylonproject.com

Instagram:  https://www.instagram.com/nylonofficial/ 

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCM5PugHcUt4QwrERpCfd_Sw 

Facebook: https://www.facebook.com/nylonproject

Leggi tutto...

Fuori “CORPI FRAGILI” il primo album degli HOTEL MONROE

“CORPI FRAGILI”

Il primo album degli

HOTEL MONROE

Da oggi 12 aprile in tutti i negozi di dischi e webstore

una produzione Twins104/Believe digital

 

Disponibile da oggi “Corpi fragili”, il primo disco degli Hotel Monroe ed è subito grande energia!

Dopo l'uscita dei primi 2 singoli che hanno fatto da "apripista" a questo lavoro ("L'ultima cosa che" ed "Ho visto l'amore cambiare colore") vede la luce questo progetto che, grazie anche al crowdfounding messo in atto dalla band parmense, può certamente definirsi un lavoro di altissima qualità sia per i contenuti dei testi che per gli arrangiamenti.

"In quest'ultimo anno - raccontano i ragazzi - sono successe talmente tante cose che quasi facciamo fatica a rendercene conto e, sicuramente, l'incontro con il nostro attuale produttore, Roberto Drovandi, è stato uno sparti acque fondamentale perché grazie alla sua esperienza abbiamo cambiato il nostro modo di lavorare, sia in studio che live..

Concorsi, concerti e, per finire, un'esperienza incredibile in quel di Sanremo, nel periodo del festival, ci ha fatto arrivare all'uscita del disco che, credeteci, rappresenta un qualcosa di davvero incredibile per noi"

"Corpi fragili" è un disco che racchiude al suo interno un concept molto fresco ed attuale, grazie ad un utilizzo molto intelligente dell'elettronica, che però non disdegna arrangiamenti qualitativamente elevatissimi con una particolare attenzione anche alla musica suonata ed ai testi che, cosa da non sottovalutare, sono tutti in italiano.

L'album è composto da 7 tracce nella sua versione per i vari webstore mentre su cd è presente un'ottavo brano, l'unico in lingua inglese, una "bonus track" pensata per coloro i quali vorranno avere tra le mani questo disco che, proprio nella sua versione fisica, è stato oltremodo curato in tutti i dettagli in maniera quasi maniacale a dimostrazione di come fare musica sul serio porta a prodotti di livello assoluto.

Tracklist:

1) L'ultima cosa che (feat Dank):

Da che parte stai? Cosa scegli?

Libertà! Una parola molto grande e utilizzata troppe volte con superficialità. 

Siamo sicuri di saper riconoscere i confini della libertà? In ogni frangente di ogni giornata ci troviamo davanti a scelte. Possiamo restare fermi, si sa, il tempo non conosce soste. Oppure possiamo prendere in mano il nostro destino.

E se fosse la tua ultima occasione? 

È tempo di agire per sfuggire ad un rimpianto che potrebbe essere inevitabile…

2) Nuovi mondi:

La sensazione d’inadeguatezza, le frustrazioni, la rabbia, l’ipocrisia, la paura…Sono figlie di un’evoluzione socioculturale che offusca la vista, che ci priva della capacità di scegliere in totale libertà, che allontana i nostri pensieri dalle cose vere, da quelle importanti, e che distrugge i rapporti umani.

Della conseguente superficialità nell’affrontare molte situazioni, anche estreme, ne è specchio l’indifferenza verso le migliaia di vittime di violenze, malattie, miseria e guerre, molte delle quali sono alla ricerca di “Nuovi Mondi”. Ma il “mondo” che rischiano di trovare è finto, falso, subdolo e chiassoso. Questo rumore artificiale e caotico ha ormai eclissato il nostro IO.

"Ora lo so, chi siamo noi, dei sassi ma sogniamo il vento".

I Nuovi Mondi sono una speranza, e siamo noi che abbiamo l'obbligo di costruirli.

3) Ho visto l'amore cambiare colore:

Un amore che trasforma la vita, si colora di nuovo, di speranza e di futuro. Un amore dinamico che si radica nel tempo e si tinge di sogni. Un amore senza luogo. Un pezzo da ascoltare ad occhi chiusi, immaginando una danza sinuosa tra due farfalle che si muovono con leggerezza, ma a tratti con decisione.

4) Rebecca:

Un momento carico di sensualità, un intimità bramata da tempo quasi fosse irraggiungibile o vietata. L'emancipazione dei sensi. Ma all'improvviso tutto si dissolve, non resta che uno splendido dipinto su tela. L'immaginazione e l'arte ci trasportano in viaggi straordinari, nella notte essi prendono il nostro possesso. Al risveglio, tutto scompare e ritorna alla forma originale. 

I sogni sono solo illusioni? O forse restano illusioni perché in noi non c'è la perseveranza e il coraggio di realizzarli? 

Sogni, bramosia, gelosia, delusione e un amore impossibile.

5) Rocking Roling:

La hit di Scialpi, datata 1983, è un omaggio ad un’Artista della nostra città (Parma). Un testo molto attuale in cui ci siamo rispecchiati.

6) White fox:

Una furba e subdola sostanza ci sta parlando. È lei che si racconta e si mette a nudo, e ci mostra quanto le nostre debolezze possano spingerci ad incontrarla per “evadere”... 

Una mera verità, così come la perenne e incessante tensione dell'umano del vietato e del peccato. L'attrazione peccaminosa è alla nostra origine del resto. 

Una nuova prospettiva, un nuovo punto di vista per interrogarsi sui meccanismi che portano alle dipendenze che annullano la nostra libertà…

7) Corpi fragili:

Riconoscersi piccoli, fragili e impotenti davanti a grandi domande e contraddizioni che la vita bene o male ci pone ogni giorno, ha generato in noi una sorta di metamorfosi: dall’IO al NOI…

A certe domande si può solo provare a rispondere assieme e certi muri si possono abbattere solo attraverso la musica…

”Ma TU…VAI, VAI!”

8) Under the ash (bonus track solo su cd):

L'unico pezzo non in italiano e presente soltanto nella versione fisica dell'album.

Il brano nasce dalla penna di Andrea Bertorelli (cantautore parmense) ed è colonna sonora del film “Sotto la cenere” di Lorenzo Bresolin.

Gli Hotel Monroe sono:

• Roberto Mori: Voce

• Nicola Pellinghelli: Sintetizzatori/Programmazione

• Enrico Manini: Chitarre

• Luca Sardella: Basso

• Marco Barili: Batteria

Presentazione di Vainer Broccoli (Twins104)

NEL WEB:

WebSite: https://hotelmonroe.it/ 

Facebook: https://www.facebook.com/hotelmonroe

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCs2qt5qWkdkwbwoSX7yOcjg

Soundcloud: https://soundcloud.com/hotelmonroe

Instagram: https://instagram.com/hotel_monroe/

Twitter: https://twitter.com/hotel_monroe 

 

Leggi tutto...

HOTEL MONROE presentazione nuovo disco a Parma

Gli Hotel Monroe presenteranno al pubblico e alla stampa il nuovo disco “Corpi Fragili”Venerdì 12 aprile alle ore 15.00 in diretta su Radio Parma ospiti del programma Newsroom condotto da Simonetta Collini; Alle ore 18.30 live-set presso La Feltrinelli (via Farini), ingresso libero.

“Corpi Fragili” il primo album degli Hotel Monroe è già  in preorder su iTunes e presave su Spotify. Il disco, prodotto da Twins104/Believe digital, sarà disponibile in tutti i negozi di dischi e webstore dal 12 aprile.

Dopo l'uscita dei primi 2 singoli che hanno fatto da "apripista" a questo lavoro ("L'ultima cosa che" ed "Ho visto l'amore cambiare colore") vede la luce questo progetto che, grazie anche al crowdfounding messo in atto dalla band parmense, può certamente definirsi un lavoro di altissima qualità sia per i contenuti dei testi che per gli arrangiamenti.

Prodotto da Roberto Drovandi"Corpi fragili" è un disco che racchiude al suo interno un concept molto fresco ed attuale, grazie ad un utilizzo molto intelligente dell'elettronica, che però non disdegna arrangiamenti qualitativamente elevatissimi con una particolare attenzione anche alla musica suonata ed ai testi che, cosa da non sottovalutare, sono tutti in italiano.

L'album è composto da 7 tracce nella sua versione per i vari webstore mentre su cd è presente un'ottavo brano, l'unico in lingua inglese, una "bonus track" pensata per coloro i quali vorranno avere tra le mani questo disco che, proprio nella sua versione fisica, è stato oltremodo curato in tutti i dettagli in maniera quasi maniacale a dimostrazione di come fare musica sul serio porta a prodotti di livello assoluto.

Gli Hotel Monroe sono:

Roberto Mori: Voce

Nicola Pellinghelli: Sintetizzatori/Programmazione

Enrico Manini: Chitarre

Luca Sardella: Basso

Marco Barili: Batteria

Presentazione di Vainer Broccoli (Twins104)

NEL WEB:

WebSite: https://hotelmonroe.it/ 

Facebook: https://www.facebook.com/hotelmonroe

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCs2qt5qWkdkwbwoSX7yOcjg

Soundcloud: https://soundcloud.com/hotelmonroe

Instagram: https://instagram.com/hotel_monroe/

Twitter: https://twitter.com/hotel_monroe  

Leggi tutto...

“IL NUMERO UNO” il nuovo videoclip dei FANALI DI SCORTA

da oggi 27 marzo in anteprima nazionale su JAM SESSION 20

Guarda l'anteprima: https://goo.gl/i7Bgqe

Il nuovo videoclip, “Il Numero Uno” dei Fanali Di Scorta band torinese formata da Daniele Chiarella e Carlo Peluso è da oggi in anterpima nazionale sul portale musicale JAM SESSION 20https://goo.gl/i7Bgqe.

Fanali di Scorta cambiano nuovamente direzione e con il nuovo singolo omaggiano la scena rock-demenziale italiana degli anni 70'- 80' con l'aiuto di Giovanni Spada (leader della punk band demenziale Disforia Psichica) e del rapper TUFU.

Una canzone ironica a tinte rock derivata dalla esperienza di Daniele Chiarella come chitarrista della FREAK OUT BAND  di Alessandra Mostacci compagna dell' indimenticato leader  degli  SKIANTOS FREAK ANTONI.

Nel videoclip si narra di un Talent di provincia, il tutto si svolge nel teatro di Borgaro Torinese dove si incontrano personaggi disparati alla ricerca di un po' di effimera celebrità decretata da una giuria "folkloristica" e un pubblico poco attento. Tutti vogliono essere a loro modo Numeri 1.

Il singolo è già disponibile in tutti i webstore e in radio. Nel brano, la band si diverte ad analizzare la moderna tematica della popolarità a tutti i costi, rimanendone involontariamente invischiata. Una canzone ironica, a tinte rock, che ricalca e omaggia la lezione di Freak Antoni degli Skiantos.

Per l’occasione, i Fanali Di Scorta sono accompagnati dal rapper TUFU e da Giovanni Spada, storico leader della band punk-demenziale Disforia Psichica

FANALI DI SCORTA

Fanali Di Scorta sono una band dell’underground torinese con oltre 600 live all’attivo, sempre alla ricerca di stimoli e situazioni nuove dove portare e condividere il loro mood vivace. Guidati dal polimorfico performer Daniele Chiarella, accompagnato dal polistrumentista Carlo Peluso, hanno calcato diversi palchi italiani, sempre rimanendo fedeli al loro “freak’n’roll”. 

“Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.” … Bertrand Russell

Sul web:

Sito web: www.fanalidiscorta.com

Facebook: www.facebook.com/fanalidiscorta

Instagram: www.instagram.com/fanalidiscorta

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UChpaMK8LjmiHxbMdXfmxGuA

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?