Menu

Quattro album per dicembre 2019: Zanotti, Cremonesi, Anèdone e Unoauno

Quattro album per dicembre 2019:

Zanotti, CremonesiAnèdone e Unoauno.
articolo di Roberto Bonfanti

È arrivato dicembre, le strade hanno iniziato a brillare di lucine colorate e, come sempre, i negozi di dischi (virtuali o meno) si sono riempiti di box celebrativi, edizioni speciali e polpettoni pop vari da incartare sotto l’albero. È giusto che sia così. È anche bello, che sia così, in qualche modo.  Però, prima di tuffarci nei panettoni e nei brindisi, prendiamo un bel respiro con qualche uscita discografica meno convenzionale.

Di “A un passo” di Max Zanotti abbiamo già avuto modo di parlare poche settimane fa intervistando lo stesso Max proprio in occasione della presentazione di questo suo nuovo lavoro. Si tratta di un album cupo e decisamente affascinante in cui l’ex cantante dei Deasonika sposa in modo estremamente personale il blues più desertico dando vita a una manciata di canzoni dolorose, poetiche e solitarie che valorizzano le sfumature più intime della voce e della scrittura dell’artista. Un disco emozionante intriso di fantasmi, ruggine, malinconie e senso di sconfitta.

Ci sono progetti in cui il processo creativo è a tutti gli effetti parte integrante dell’opera stessa. E’ il caso di “La prosecuzione della poesia con altri mezzi”, particolare collage musicale assemblato da Alex Cremonesi (già membro “occulto” dei La Crus) attraverso l’unione dei contributi ricevuti da diversi musicisti, fra spunti musicali spontanei e voci (fra cui Mauro Ermanno Giovanardi, Andrea Chimenti, Edda, Mara Redeghieri e altri) che si sono offerte di interpretare ognuna a proprio modo dei testi dello stesso Cremonesi. Il risultato è un progetto obliquo e suadente che travalica il raggio d’azione della musica per sconfinare in modo riuscito nella sperimentazione artistica in senso più ampio.

Sono paesaggi sonori intimi ed evocativi, quelli che animano “La superficie delle cose”, l’album d’esordio degli Anèdone. Un lavoro fortemente introspettivo che scivola via suadente muovendosi in punta di piedi fra il post-rock più minimale, la psichedelìa più delicata e la canzone d’autore più confidenziale. Sette brani (fra cui una cover di De Gregori riletta in modo personale e uno strumentale accompagnato dalla voce di Martin Luther King) intrisi di ricordi e riflessioni che rifuggono ogni concetto di pop e suonano quasi come un invito ad allontanarsi da ogni distrazione, sedersi in silenzio e ascoltare.

Che gli Unoauno amino i CCCP è una cosa più che probabile. Tanti sono infatti i richiami alla storica band di ZamboniFerretti che il giovane trio romagnolo si diverte a nascondere fra i propri brani. Al di là del gioco delle citazioni però “Barafonda”, seconda prova discografica del gruppo, appare un lavoro sincero, viscerale e diretto che ci presenta una band sfrontata e amante dei suoni ruvidi dotata di una personalità interessante che trasuda sudore, voglia di urlare e desiderio di infrangere ogni schema. Un disco autenticamente punk nello spirito. Il che fa sempre bene.

Roberto Bonfanti
[scrittore e artista]

www.robertobonfanti.com

blog www.rocktargatoitalia.it

 

Leggi tutto...

“ANIME” REMIX brano di MAK & TONY DALLARA

In radio e nei digital store

“ANIME” REMIX

brano di MAK & TONY DALLARA

Remix di Maury J

 

 Dal 24 novembre 2019 è disponibile la versione remix del brano “Anime”, brano del rapper palermitano Mak realizzato e cantato in collaborazione con il celebre cantautore Tony Dallara.

 Il remix di “Anime” è stato realizzato da Maury J, DJ Producer & Remixer siciliano. All’anagrafe Mauro Puglisi, Maury J, è produttore di numerosi brani, tra i quali "S'inzuppa il biscottino" di Matranga e Minafò che vanta oltre tre milioni di visualizzazioni su Youtube. Si è imposto al grande pubblico grazie ai suoi remix e Bootleg costituiti da un suono molto potente e dance.

Il remix del brano ANIME è l'esempio di come una canzone intensa e profonda possa essere ascoltata e ballata anche nelle discoteche di tutta Italia.

Biografia – MAK

Mak, pseudonimo di Alessandro Macaluso nato a Palermo il 27 settembre 1992, è un rapper italiano. Sviluppa sin da adolescente un interesse particolare per la musica e lo spettacolo, frequenta corsi di ballo hip hop e all’età di 12 anni diventa inviato per Radio Azzurra (Sicilia) e successivamente vocalist per gli eventi più esclusivi della movida palermitana. Il primo inedito, “Bam Bam Bam” viene pubblicato il 26 Maggio 2017, su un beat di Highlander Dj. Il 20 Aprile 2018 esce il secondo inedito, “La mafia è cosa vostra”, un brano di denuncia contro la mafia e la violenza, realizzato con il patrocinio dei comuni di Villabate e Monreale che hanno messo a disposizione le piazze centrali, per dare luogo a due manifestazioni che sono servite alla realizzazione del videoclip. Il comune di San Giuseppe Jato ha concesso l'autorizzazione per girare le scene del video all'interno del bunker dove il piccolo Giuseppe Di Matteo è stato segregato. Nel giugno 2019 scrive e gira il video del singolo “Balliamo così” pubblicato su YouTube.

Biografia - TONY DALLARA

Antonio Lardera, questo il vero nome del cantante Tony Dallara. È il più anziano cantante vivente ad aver vinto il Festival di Sanremo nell’edizione 1960. Nasce a Campobasso il 30 giugno 1936.

Nel 1957 gli viene suggerito il nome d’arte “Dallara”, in quanto Lardera è considerato un cognome poco musicale: incide su 45 giri uno dei cavalli di battaglia della sua discografia, “Come prima”. In breve tempo raggiunge il primo posto delle classifiche, rimanendovi per molte settimane. Venderà oltre 300.000 copie (record di vendita per quei tempi) e diventando di fatto uno dei pezzi simbolo della musica italiana degli anni ’50.

Partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Renato Rascel nel 1960, vincendo con la canzone "Romantica".

Si ritira dal mondo della musica durante gli anni ’70 per dedicarsi a una sua altra grande passione, la pittura: espone i suoi quadri in diverse gallerie e conquista la stima e l’amicizia di Renato Guttuso.

In tutta la sua carriera ha cantato in molte lingue tra cui giapponese, spagnolo, tedesco, greco, francese e turco, vincendo premi in centinaia di paesi stranieri.

Link Social:

http://Facebook.com/Makofficialpage

http://Instagram.com/Mak_officialpage

 

ASIA BORSANI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 393 2124576 Mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

blog rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

Grazia Varisco "Trame… tra me e me"

CA' DI FRA'
Via Carlo Farini 2
20154 Milano
tel +390229002108

Grazia Varisco
Trame… tra me e me

INAUGURAZIONE, Mercoledì 4 Dicembre 2019
Ore 18.00 – 21.00

Termine mostra Venerdì 7 Febbraio 2020
Orari galleria: LUN – VEN 10-13 / 15-19
SABATO SOLO SU APPUNTAMENTO

Il manifesto del GruppoT (1959) recitava: “Vediamo la realtà come continuo divenire di fenomeni che noi percepiamo nella variazione”.
La ricerca dell’Arte Cinetica proponeva, ieri come oggi, di indagare le relazioni
spazio-temporali che intercorrono tra i diversi aspetti della realtà percepita dallo
spettatore. Una sperimentazione sulla luce, il movimento, il tempo e lo spazio
con lo scopo ultimo di creare un nuovo rapporto tra il prodotto artistico e lo
spettatore. Grazia Varisco, attraverso opere come “Tavole magnetiche”, mette in
rapporto lo Spazio con il Tempo attraverso il Movimento fino a trasformare il
movimento stesso nell’oggetto della sua ricerca. Le sue opere, dalle Tavole
magnetiche (1959) agli Schemi luminosi, dai Quadri comunicanti alle Risonanze
al tocco (2010) invitano lo spettatore/attore a sperimentare la percezione del
mondo attraverso i propri sensi. Dunque l’opera d’arte come esperienza
plurisensoriale. Quasi un progetto per misurare le emozioni.

I nuovi lavori, “Quaderni a quadretti” (2019) testimoniano la creatività
sempre carica di doni della ricerca di Grazia Varisco, sottolineando la sua
contemporaneità e allo stesso modo, rendendoci consapevoli della sottile ironia
ribadita in più occasioni dall’artista stessa: “Sono viva e continuo a creare…”. La
stessa Grazia Varisco spiega con queste parole la nuova ricerca:
“Trame...tra me e me. Mi concedo ancora il lusso di giocare con le parole e con i
fatti, con l’arte che non incute soggezione, che mi permette di riscoprire
nell’ortogonalità un tracciato mosso da linee orizzontali e verticali che si
rincorrono e si alternano e poi si fissano in un reticolo che si arresta e che si
dispone a diventare trama di altri racconti.
Un foglio a quadretti come quello su cui ho imparato a contare, che ho usato in
seguito in molte occasioni nella mia attività per impostare il tracciato dei miei
lavori, per immaginare i miei percorsi randomici, per esaminare il caso che
scompagina l’ordine ortogonale del tracciato tipografico delle mie Extrapagine
.....Ora, a distanza di tempo, godo l’occasione di solidificare il foglio nei miei
“Quaderno a quadretti”, in cui la griglia rigida/duttile si lascia muovere dalle
mie mani fino a riconoscerla e promuoverla protagonista nel continuare a
raccontarmi in privato”.

Grazia Varisco, Quaderno a quadretti, T.m., cm 40x60, 2019

BLOG www.rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

"Festival delle Abilità, Arte, Musica, Teatro e Poesia"

Cascina Chiesa Rossa

Via S .Domenico Savio, Milano

"Festival delle Abilità, Arte, Musica, Teatro e Poesia"

tutti i talenti delle persone con disabilità

23 e 24 Novembre dalle ore 11 alle ore 18

(ingresso libero e gratuito)

(vedi programma www.milanoinmusica.it)

“Dare forma ai sogni" mostra di Felice Tagliaferri apre il 23 novembre la festa “Festival delle Abilità, Arte, Musica e Poesia” tutti i talenti delle persone con disabilità

”Vietato non toccare... stai entrando nel regno dei sensi. Quelli più negletti per colpa della dittatura dello sguardo. Quelli di cui diffidiamo dando priorità a ciò che vediamo. L’udito, il tatto, il contatto a fior di pelle. Sensi che usiamo per primi nell’incontrare l’altro”...

Nel weekend del 23-24 novembre il parco della Chiesa Rossa di Milano si trasforma in un grande palcoscenico dove artisti con e senza disabilità esprimeranno tutti i propri talenti.

... Nasce a Milano la FESTA-FESTIVAL DELLE ABILITÀ, ARTE, MUSICA E POESIA all’interno del complesso della Cascina Chiesa Rossa (Municipio 5) i cui giardini e biblioteca ospiteranno performance musicale, teatrali e poetiche.

Una due giorni dedicata ad abbattere gli steccati fisici e culturali che ancora circondano il mondo della disabilità: un’apertura verso l’altro che avverrà attraverso la “messa in scena” delle abilità e dei talenti delle persone. L’arte, la musica e la parola serviranno ad annullare le distanze, ad avvicinare persone diverse tra loro, ma unite da un unico linguaggio comune quello della passione per le arti espresse in tutte le loro forme...

(Simone Fanti), giornalista blog Invisibili

Sabato 23 novembre alle 11 verrà inaugurata la mostra "Dare forma ai sogni" dello scultore Felice Tagliaferri, noto a livello internazionale per alcune sue opere provocatorie capaci di mostrare le incongruenze di una società dedicata solo all’apparire . La mostra rimarrà aperta per l’intero weekend e offrirà al pubblico la possibilità di confronto con l’autore delle opere. La giornata poi sarà punteggiata da eventi musicale con il concerto rock alle ore 15, di Alex Cadili e dalla performance alle ore 17 del tenore Luca Casella e momenti di approfondimento. Alle 16 si svolgerà la tavola rotonda Fatti di-versi che vedrà la partecipazione del giornalista e poeta Antonio Giuseppe Malafarina e di Francesca Cinanni, direttrice artistica dell’Accademia L’ arte nel cuore, realtà romano-milanese che forma artisti con e senza disabilità in tutti i campi del mondo dello spettacolo

Domenica 24 novembre dalle 11 alle 18.00 sarà ancora possibile visitare, guidati dallo scultore Tagliaferri, la mostra "Dare forma ai sogni". Nel pomeriggio, alle ore 15 lo spettacolo teatrale “Rotta 00. Alla via così” a cura di Claudio Raimondo e dell’'associazione Archetipilab. A seguire ore 16 incontro con lo scrittore Giuseppe Ferdico che ha pubblicato recentemente il Thriller “Sergio Porta investigatore non vedente” ambientato a Milano e nei suoi locali della musica. Chiude l’evento alle ore 17 il tenore Matteo Tiraboschi.

 

NEL WEB:

  1. milanoinmusica.it

 

FRANCO SAININI – FRANCESCO CAPRINI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 393 2124576 - 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

 

blog www.rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?