Menu

ARIANNA, Nuovo EP e concerto il 3 febbraio 2019 a “Il Maglio” di Torino

ARIANNA

presenta l’EP di debutto “ANDREW”

In concerto il 3 febbraio 2019 a “Il Maglio” di Torino

 

Il 3 febbraio 2019, ARIANNA presenterà in anteprima “ANDREW”, l’EP di debutto in uscita in tutti i webstore il 9 febbraio. L’evento è previsto per 21.30 al locale torinese “Il Maglio” (Via Vittorio Andreis 18

Torino).

Il 9 febbraio inoltre, in occasione della finale di Sanremo New Talent 2019, l’artista si esibirà a Casa Sanremo con una canzone inedita in italiano intitolato “Effimero”. Il brano, nella versione italiana e inglese, uscirà in concomitanza con l’EP “Andrew”.

L’EP è composto da sei brani, tra cui il singolo d’esordio “Bring It Out”; pubblicato lo scorso novembre. È prodotto da Gika Productions e distribuito in tutto il mondo dall’etichetta Bentley Records.

Nata in provincia di Torino, Arianna, all’anagrafe Arianna Luzi, inizia a studiare pianoforte classico all’età di 8 anni ed in seguito ad appassionarsi alla danza classica e contemporanea.

A 17 anni entra nella “Scuola del Musical” di Saverio Marconi dove si diploma nel 2009 e grazie alla quale scopre uno sconfinato amore per il canto ma soprattutto per la recitazione.

Nello stesso anno debutta come performer in “Pinocchio - Il Grande Musical” con la Compagnia della Rancia, uno spettacolo che la porta in tour per l’Italia, a Seul e a New York City.

Continua così la sua carriera da performer sotto la regia di Christian Ginepro, Fabrizio Angelini e Lorenzo De Feo, avendo anche l’onore di collaborare con artisti quali Lidia Biondi e Mirella Mazzeranghi.

Nel frattempo proseguono gli studi di recitazione partecipando a numerose classi con insegnanti come Bernard Hiller, Danny Lemmo, Gabriel Bologna e Vincent Riotta.

Nel 2014 ha inizio la collaborazione con la Fabulous Dreams Production e il regista Fabio Zito, che la portano nuovamente in tour in Italia e oltre oceano calcando i palchi di Los Angeles e New York City con diverse produzioni teatrali tra cui la commedia "The Snail", che ha vinto il premio “Encore! Producer’s Awards 2015” all’Hollywood Fringe Festival.

È proprio grazie a questo show che inizia a scrivere e comporre canzoni portando la sua musica anche in numerosi locali Newyorkesi.

Ha perfezionato la sua tecnica partecipando ad alcuni stage presso il CET di Mogol.

NEL WEB

Official website: www.ariannaluzi.com

 

Francesco Caprini

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 0258310655 Mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

"Le visioni di Paolo" Seconda serata Cinecult.

"LE VISIONI DI PAOLO"

Giovedì 31 gennaio dalle 18.30 al Rebel di via Donatello 2 a Milano si terrà la seconda serata Cinecult.

La proiezione prevista per le 21.00 sarà anticipata da una presentazione di Paolo Pelizza, cultore della materia e che collabora con Rock targato Italia  tenendo sul sito web rocktargatoitalia.eu la rubrica “Le Visioni di Paolo” ed essendo giurato nell’omonimo contest musicale.

In attesa del film, si potrà ammazzare l’attesa con qualche piatto o un aperitivo di qualità.

Il film proposto in questa occasione è “Paura e delirio a Las Vegas” di Terry Gilliam.  A seguire ci sarà un breve dibattito per chi vorrà partecipare.

Buona visione!

Paolo Pelizza

 

@blog www.rocktargatoitalia.eu

Divinazione Milano

Francesco Caprini

 

Leggi tutto...

Pirelli HangarBicocca - FOAMS, HEAPS, SPONGES, CLOUDS AND VORTEXES

CONCERTO
Giovedì 21 febbraio 2019, ore 21
FOAMS, HEAPS, SPONGES, CLOUDS AND VORTEXES
Improvisation of materials, resonances, channels and contingencies
di David Toop, con John Butcher e Lucie Štěpánková
A cura di Pedro Rocha


David Toop (1949) ha sviluppato, a partire dal 1970, una sua personale pratica che spazia tra musica e ascolto, suono e materiali. La sua attività comprende l’improvvisazione musicale, la performance, la scrittura, le sonorità elettroniche, il field recording, la curatela di mostre, la creazione di installazioni di sound art e l’opera lirica. Toop è autore di sette libri che hanno ricevuto importanti riconoscimenti critici ed è professore di Audio Culture and Improvisation al London College of Communication. Negli ultimi anni ha collaborato con Rie Nakajima, Akio Suzuki, Tania Chen, John Butcher, Elaine Mitchener, Henry Grimes, Alasdair Roberts, Thurston Moore, Ryuichi Sakamoto.

David Toop annovera tra i momenti più significativi della propria esistenza gli eventi del maggio 1968, quando partecipa all’occupazione dell’Hornsey College of Art: un’esperienza che ha avuto un’influenza sulla sua pratica sia per quanto riguarda la ricerca di un’essenziale semplicità sia per quanto concerne l’interazione tra ascolto e produzione di suoni che è alla base dell’improvvisazione. Nei suoi progetti più recenti Toop esplora le sonorità di una grande varietà di materiali, dai più semplici e quotidiani ai più sofisticati: una scelta che riflette il suo bisogno di mantenere una connessione con gli aspetti più effimeri della realtà. In questo percorso Toop trova illuminante il lavoro di Mario Merz e dell’Arte Povera. Come Toop stesso afferma, Merz “È stato uno di quei complessi e illuminanti artisti del ventesimo secolo che hanno sviluppato un nuovo linguaggio, nuovi strumenti, un nuovo modo di pensare che rivela gradualmente il suo potenziale nel comprendere la nostra difficile contemporaneità”.

In occasione di questo concerto all’interno della mostra “Igloos” di Mario Merz, David Toop invita a collaborare con lui Lucie Štěpánková, performer e compositrice di musica elettronica, nonchè sound artist, e il sassofonista John Butcher, probabilmente uno tra i più influenti musicisti nell’ambito più sperimentale dell’improvvisazione.
Scopri di più

Ingresso libero fino a esaurimento posti
Prenotazioni riservate ai Member di Pirelli HangarBicocca, cliccando qui

Pirelli HangarBicocca
Via Chiese 2
20126 Milano

T (+39) 02 66 11 15 73
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
hangarbicocca.org

Leggi tutto...

miart, la fiera internazionale d’arte moderna

miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano, è lieta di annunciare la sua ventiquattresima edizione, organizzata da Fiera Milano e che si svolgerà dal 5 al 7 aprile. Con la direzione artistica di Alessandro Rabottini, 186 gallerie provenienti da 19 paesi esporranno opere di maestri moderni, affermati artisti contemporanei, talenti emergenti e designer storicizzati e sperimentali all’interno delle sette diverse sezioni di cui si compone la fiera.

Leggi tutto...

Your Cruel Devices.

Your Cruel Devices.

In questo periodo, tutti gli anni, mi ritrovo di fronte ad un dilemma.

Cosa faccio? Lo ignoro? Quando penso di esserci riuscito, tanto mi torna indietro un colpo di coda violentissimo e che dura mesi. Ancora, oggi, sono pieno di dubbi. Prendo il coraggio a due mani e procedo!

Sì. Sanremo è Sanremo: l’inevitabile scintillante sacro detrito dell’evento televisivo clue del broadcaster pubblico. Mentre, l’emittente privata si dedica alla messa in onda di una serie a cartoni animati autocelebrativa, manichea in senso deteriore e avulsa da un punto di vista narrativo, la RAI scalda i motori di una manifestazione che è talmente vecchia e frusta da sembrare ambientata nel futuro.

Il copione è sempre lo stesso anche se con qualche variazione sul tema. Sul palco dell’Ariston si sfideranno esordienti e “big” a colpi di canzoni, che speriamo siano molto meno banali quando affrontano temi importanti ma, soprattutto, che non continuino ad abusare di noi raccontandoci pene di cuori sanguinanti. Ah, l’Amore! Come si fa a non tenerne conto proprio là nella Riviera dei Fiori! Abbiamo tanto amore da distribuire. Come le prime schermaglie sentimentali tra il Ministro e il Conduttore partita subito, durante la prima conferenza stampa. Ovviamente, con la complicità di giornalisti che non sanno cosa stanno facendo e provocano sapendo che le risposte saranno quelle. Ma è la moda di oggi e, al diavolo i contenuti, la prudenza e la consapevolezza della ragione (con la R maiuscola). La modernità è diventata il sonno della coscienza. Se il fine giustifica i mezzi, tanto meglio: siamo dentro a un guazzabuglio nel quale tutti si occupano di tutto senza skills ma, soprattutto, senza vergogna.

Sanremo è così: inesorabile. Le polemiche artificiali su temi di canzoni scritte appositamente per suscitarle, il solito incontrovertibile mal di pancia sui compensi di conduttori e ospiti, il tutto condito dai pareri illuminati e illuminanti di brillanti opinionisti.

Sanremo è taumaturgico: ogni anno resuscita qualcuno. Ok … qualche volta si tratta di riesumazioni a cui assistiamo con quel misto di curiosità e impressione.

Sanremo è liberale: prende anche gli esordienti … Avete ragione, a parte i vincitori di Sanremo Giovani, molti arrivano da altre trasmissioni televisive e, quindi, sono già celebrità. Non sempre e non necessariamente dai talents show di settore ma pur sempre forzati esperti di televoto.

Sanremo, ogni tanto, ci regala qualche simpatica sorpresa. Quest’anno, ad esempio, in concorso ci sono i “debuttanti” Zen Circus per cui nutro qualche simpatia e stima.

Sanremo è multimediale. Ora è sul web, sui social media, sui pc, sui tablets e sugli smartphone oltre che in TV e in radio. Praticamente non c’è via di scampo.

Ovviamente, scherzo! Anche quest’anno me lo perderò ma, tanto, me lo racconteranno sui tram, in metropolitana e al bar. Perché Sanremo è aggregante. Per cinque giorni non si parlerà di altro. Non si potrà neanche litigare sulla partita di calcio tra opposte tifoserie. Vivremo in una bolla sospesa nell’universo a solcare le intersezioni della materia oscura della canzonetta italiana (questa è solo per astrofisici!).

Saremo felici. Per un po’ non ci preoccuperemo del fatto che siamo messi già molto male e qualcuno vuole disboscare la foresta amazzonica con buona pace per gli indigeni che non avranno nessuna possibilità di opporsi e per noi che saremo sempre più vicini a melanomi di massa e a non respirare più. Dimenticheremo le centinaia di migranti morti affogati a due metri dalle nostre bellissime spiagge. Dimenticheremo le bollette e le cartelle esattoriali e anche il brutto voto di nostra figlia in matematica ci sembrerà meno brutto.

Saremo lì a non volerci perdere nemmeno un minuto … cosa dico minuto: un secondo! Se vogliamo mangiare davanti al televisore la modernità ci porta il cibo a casa! Come dice il jingle? “Hamburger buoni, quante emozioni!”

Poco importa se queste app hanno creato forme moderne di schiavitù e hanno reso camminare sui marciapiedi pericolosissimo, perché queste persone che ti portano a casa la cena con le loro biciclette non rispettano nessuna regola del codice della strada né della convivenza civile, dovendo fare più consegne possibili per sbarcare il lunario. A Milano con velocipedi e scooter hanno causato già svariati incidenti.

State concentrati e pensate solo alla poesia dello sbuffo di senape sul divano nuovo mentre va in onda il Dopo Festival o durante il collegamento con la sala stampa!

Non dobbiamo neanche preoccuparci se … che ne so, non avessimo il televisore. Siamo pronti! Un’altra app ce lo consegnerà a casa e facendocelo pagare pure meno. Chissenefrega del fatto che così chiudono i negozi, si licenziano lavoratori, si fanno morire le città, si aumenta l’inquinamento con tutti questi furgoni a gasolio che vanno e vengono! Noi dobbiamo stare a casa e consumare! E’ un nostro inalienabile diritto.

Non ci preoccupiamoci oltre del nostro egoismo, del nostro abbruttimento e della nostra pochezza.

Saremo Sanremo.

Perché Sanremo è Sanremo.

di Paolo Pelizza

© 2019 Rock targato Italia

Leggi tutto...

CALCUTTA: ALTRE DUE DATE SI AGGIUNGONO AL CARTELLONE ESTIVO

ALTRE DUE DATE SI AGGIUNGONO AL CARTELLONE ESTIVO DI

CALCUTTA

7 giugno 2019 - Core Festival - Zona Dogana, Treviso
Tickets:  http://www.corefestival.it/it/tickets/
Info: http://www.corefestival.it/

6 Luglio 2019 - Lucca Summer Festival – Lucca
Pre-Sales Radio105:  www.ticketone.it -
da venerdì 25 gennaio alle 9:00 a domenica alle 23:59 
Prevendite generali http://www.dalessandroegalli.com/events/581/calcutta 
da lunedì28 gennaio alle 10:00
Info: http://www.summer-festival.com/

Dopo gli annunci delle date a Roma e a Milano e durante un tour che ha registrato 9 sold out su 10 nei palasport d'Italia, si aggiungono due nuove date al cartellone estivo di Calcutta: il Core festival di Treviso e il Lucca Summer Festival a Lucca. 
Il cantautore di Latina dai testi originali e contagiosi è emerso d'improvviso dal mondo dell'inde di culto per conquistare, con la sua spontaneità ed originalità, un pubblico sempre più ampio ma anche trasversale, che lo consacra come uno degli artisti italiani più affermati ed interessanti del panorama nazionale.

 

ASCOLTA CALCUTTA SU SPOTIFY

 

"Mainstream” uscito nel 2015 per Bomba Dischi ha sparigliato generi, appartenenze e definizioni. Calcutta ha marcato una linea di confine nel modo di intendere la musica indipendente partendo da outsider, da artista di culto, con un percorso fuori dagli schemi canonici del music business, ma attirando verso di se una curiosità sempre crescente. Merito delle melodie contagiose delle sue canzoni che lo hanno reso un fenomeno irresistibile. La sua scrittura pop non ha pari in Italia e l’attenzione trasversale di pubblico, stampa e social network ne sono la riprova costante. Un successo testimoniato anche dal disco d’oro raggiunto da Oroscopo, uno dei brani più trasmessi dell’estate 2016, e da canzoni come Cosa mi manchi a fare, Frosinone, Gaetano che registrano ormai milioni di visualizzazioni su Youtube e sui portali di streaming. A fine 2017 Calcutta si è riaffacciato sulle scene con Orgasmo una nuova canzone che ha subito colto nel segno, seguito da Pesto che ha ulteriormente rinvigorito entusiasmi e attese. Il 25 maggio 2018 arriva finalmente il nuovo disco. Si intitola "Evergreen" ed è anticipato dal terzo singolo “Paracetamolo”. Un Pop stralunato dal retrogusto psichedelico e dal doppio principio attivo, agisce rapidamente prima con un riff di chitarra che si incolla alle orecchie, poi con il ritornello "sento il cuore a mille" lanciato verso l'infinito.
E poi c’è il live. Solo chi ha avuto la possibilità di vederlo in azione durante un concerto ha potuto testare con i propri occhi il magnetismo di questo musicista che ha raccolto consensi unanimi tra le platee di tutta Italia, tra cui le due emozionanti date estive di Latina e Verona e il tour di Evergreen nei palasport. 

 

EVENTI FACEBOOK DELLE DATE ANNUNCIATE FINO AD ORA
7 giugno - Core Festival - Treviso
25 giugno - Milano Summer Festival Ippodromo SNAI San Siro - Milano
27 giugno - Rock in Roma - Ippodromo delle Capannelle
6 luglio Lucca Summer Festival - SOON

 

READ MORE:
www.facebook.com/anyotherband/
www.42records.it

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:
www.dnaconcerti.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
twitter.com/dnaconcerti
instagram.com/dna_concerti

 

Share

Tweet

+1

Forward to Friend

Leggi tutto...

LACUNA COIL - un nuovo tour con gli ELUVEITIE

LACUNA COIL - un nuovo tour con gli ELUVEITIE

Dopo la pubblicazione di “The 119 Show - Live In London”, LACUNA COIL sono orgogliosi di annunciare un nuovo tour per il 2019 in compagnia della band svizzera di folk metal Eluveitie e dei loro amici Infected Rain.

"Siamo entusiasti di far parte di questo tour assieme a Eluveitie e i nostri amici Infected Rain. Sarà piuttosto diverso dal solito  ma molto interessante e non vediamo l'ora di attraversare l'Europa assieme. Suoneremo brani più classici assieme a brani più nuovi. Questo tour sarà fantastico e son sicuro che i nostri fan si divertiranno tanto quanto noi!" – Andrea Ferro

Ecco di seguito i dettagli del tour

 

LACUNA COIL

+ Eluveitie

+ Infected Rain

 

  1. 11 BARI, Demodè
  2. 11 ROMA, Orion
  3. 11 BOLOGNA, Estragon
  4. 11 TREZZO SULL’ADDA (MI), Live Club

 

Biglietti in vendita su ticketone.it a partire da mercoledì 23 gennaio ore 10.00.

Leggi tutto...

Dimora artica, in una nuova sede espositiva.

 

Dimora Artica, project space milanese dedicato alla promozione della ricerca artistica contemporanea, si trasferisce in una nuova sede espositiva.

A seguito di quasi sei anni di attività e più di cinquanta mostre ospitate nello spazio nella corte di via Boiardo, il progetto Dimora Artica continua la propria attività in un ambiente più ampio e con ingresso su strada, situato in via Dolomiti 11, nei pressi del Naviglio Martesana, tra le fermate della metropolitana MM1 Turro e Gorla.

Con la direzione artistica del curatore Andrea Lacarpia, che ne è fondatore, e l’artista Francesco Pacelli, Dimora Artica proseguirà la propria attività conservando un approccio curatoriale nella selezione degli artisti e nella definizione dei progetti.

Nell’immaginario proposto da Dimora Artica resta centrale l’interesse per la sperimentazione artistica in rapporto con le diverse forme della narrativa speculativa, intesa come linguaggio che può esprimere la realtà contemporanea nella sua complessa sovrapposizione semantica: dal mito alla letteratura fantasy, dalla cultura popolare all’immaginario digitale.

La prima mostra nel nuovo spazio, che verrà inaugurata mercoledì 6 febbraio alle ore 18.30, sarà una collettiva che unisce le opere di sette artisti nati tra il 1988 e il 1992: Agostino Bergamaschi, Davide Dicorato, Matteo Gatti, Francesco Pacelli, Marco Schiavone, Alan Stefanato, Natália Trejbalová. Il progetto espositivo nasce dalla volontà di indagare gli attuali cambiamenti nella percezione della realtà attraverso le opere di artisti di una generazione nata e cresciuta in un mondo dominato dalla pervasività della tecnologia e della comunicazione digitale.



________________________________________

Dimora Artica, project-space based in Milan dedicated to the promotion of the contemporary artistic research, moves to a new exhibition site.

After six years of activity and more than fifty exhibitions hosted in the space inside the court of Via Boiardo, Dimora Artica continues its project in a wider space with access from the street. The new location will be located in Via Dolomiti 11 near the Naviglio Martesana, between MM1 Turro and Gorla underground stops.

With the artistic direction of the curator and founder Andrea Lacarpia, and the artist Francesco Pacelli, Dimora Artica will continue its activity maintaining a curatorial approach in selecting the artists and in defining the projects.

In the vision proposed by Dimora Artica, the interest in artistic experimentation remains central in relation to the different forms of speculative narrative, intended as a language that can express contemporary reality in its complex semantic overlap: from myth to fantasy literature, from popular culture to digital imagery.

The first exhibition in the new space will be inaugurated on February, Wednesday the 6th at 6.30 pm. The show will be a collective exhibition of the works of seven artists born between 1988 and 1992: Agostino Bergamaschi, Davide Dicorato, Matteo Gatti, Francesco Pacelli, Marco Schiavone, Alan Stefanato, NatáliaTrejbalová. The exhibition aims to investigate the current changes in the perception of reality through the works of a generation of artists born and raised in a world dominated by the pervasiveness of technology.



DIMORA ARTICA
Via Dolomiti 11 – Milano
Sabato, Domenica, Lunedì h 16.00 – 20.00, altri giorni su appuntamento
Saturday, Sunday, Monday, 4.00 pm - 8.00 pm, other days by appointment
Tel. +39 380 5245917
www.dimoraartica.com / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 

Per non ricevere più questa newsletter inviare una mail con oggetto "cancellami"
To stop receiving this newsletter send an email with the subject "cancel me"

Leggi tutto...

7 Febbraio Cà di Frà una personale di Fabio Civitelli

Giovedì 7 febbraio, alla galleria Ca di Frà

Disegnatore tra i più noti e apprezzati della Bonelli ed., è la firma di molti Tex Willer da più di 30 anni  e sarà in edicola proprio dal 7 febbraio con il numero 700 di Tex Willer (prestigioso riconoscimento da parte della casa editrice )

Civitelli è anche un artista che lavora su tela….e, con noi, ha firmato varie iniziative e mostre….

Presenti suoi lavori nella mostra Tex Willer - Il Mito  …grande mostra antologica in questo periodo alla Triennale di Milano.

Nella sua personale in galleria, presenteremo sia opere su tela, sia il lavoro ad acquerello dell’ L’Apache bianco apparso sul numero di novembre del COLORTEX.

Sarà presente Civitelli la sera dell’inaugurazione e parte dello staff Bonelli ed.

Foto pubblicate:  Courtesy Tex© Sergio Bonelli Editore - Milano / Ca’ di Fra’ - Milano 

 

 

Via Carlo Farini 2

20154 Milano

tel/fax +390229002108

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Leggi tutto...

Tre album per gennaio 2019: Galoni, Giulio Casale e Organico Ridotto.

Tre album per gennaio 2019: GaloniGiulio Casale e Organico Ridotto.
articolo di Roberto Bonfanti

Archiviati e ormai dimenticati gli auguri, i panettoni, i brindisi con i parenti e i buoni propositi per l’anno nuovo, ritorniamo alle consuetudini di sempre proponendo tre bei dischi d’autore per questo primo mese del 2019.

La vera fregatura della moneta unica non sono mica queste mani vuote: è la gente che ha paura di scrivere una dedica o un aforisma sulla banconote”: il romano Galoni ha la dote rara, sia quando tratta argomenti intimi che quando allarga il raggio d’azione verso il sociale, di saper filtrare ogni cosa attraverso la lente di uno sguardo poetico e per nulla retorico. Il suo nuovo album, “Incontinenti alla deriva”, si presenta così come un gioiellino di delicatezza folk e poesia da cantautore d’altri tempi incentrato su una scrittura curatissima, pulita ed evocativa che merita di essere gustata con calma e attenzione.

Giulio Casale è ormai da oltre vent’anni un patrimonio prezioso per la musica italiana. Un artista costantemente fuori dagli schemi dotato di una visceralità e una potenza lirica che, col passare degli anni, sembrano farlo apparire sempre più come il Piero Ciampi della nostra epoca. Con “Inexorable”, il suo nuovo album appena pubblicato, l’ex leader degli Estra prova ancora una volta a spiazzare tutti e al tempo stesso riaffermare con forza la propria identità: se da un lato infatti ad accompagnare le canzoni ci sono delle inedite sonorità sintetiche che si mischiano in modo incisivo con quelle elettriche, dall’altro c’è la conferma dell’artista prezioso di sempre con la sua scrittura profonda e dolorosamente introspettiva che non fa mai sconti.

Degli abruzzesi Organico Ridotto ho già avuto modo di parlare in altre occasioni ma l’uscita ufficiale del loro primo album, “Orto vol.1”, è qualcosa che non deve passare inosservato: un disco particolarissimo che sprizza personalità e cerca di reinventare il concetto stesso di folk e canzone d’autore attraverso un modernissimo tourbillon di generi musicali in cui si mischiano dub, reggae, rock, tradizione popolare, musica araba e una marea di altre influenze con il dialetto della loro terra a scandire storie, filastrocche e racconti.

Roberto Bonfanti
[scrittore e artista]

www.robertobonfanti.com

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?