Menu

25 ANNI CON I SENZA TETTO A SOS STAZIONE CENTRALE: Eventi e concerti

25 ANNI CON I SENZA TETTO A SOS STAZIONE CENTRALE

Nel maggio del 1990 grazie alle FERROVIE DELLO STATO è stato aperto alla Stazione di Milano il servizio per i senza tetto, voluto da DON ANTONIO MAZZI per andare incontro a chi si trovava in difficoltà, SOS STAZIONE CENTRALE.
Da allora il centro ha offerto ininterrottamente aiuto alle persone che si trovano in condizioni di grave emarginazione sociale a Milano.

Tutte le migrazioni sono passate da lì: dall’est europeo, le donne che a migliaia volevano fare le badanti, le persone che fuggivano dall’ex Jugoslavia e dai teatri bellici, la costante migrazione dal Maghreb, i flussi dai paesi di più recente inserimento in Europa, per arrivare ad oggi con i migranti dai paesi critici dell'Asia e dal centro Africa.
Oltre agli italiani senza dimora che avevano eletto la propria dimora nello scalo.

Un servizio di aiuto diretto alle persone, che ha consentito a molti di trovare modi e ponti per uscire alla vita di strada e che ha sempre combattuto il degrado che queste fasce di popolazione ai margini ed in condizioni di disagio introducevano nel tessuto della stazione, nella vita dei cittadini, della zona e della città.

“Nei primi anni 90 la stazione era un girone dantesco: centinaia di tossicodipendenti, spacciatori, mortalità per overdose e Aids. Solo nei primi dieci anni avevamo preso contatti con circa 3000 persone con problemi di droga. A parte poche risorse e la buonanima di Fratel Ettore allora non c’era nulla. Oggi la situazione è decisamente migliorata pur se ancora molto c’è da fare. La nostra presenza c’è stata sempre costituendo per i senza tetto, nelle varie epoche e con etnie diverse, un costante punto di riferimento. Festeggiare 25 anni è un momento importante per noi e per condividere nella festa la vicinanza fra cittadini, volontari, senza tetto e amici; per superare le barriere e riaffermare la necessità di un servizio di prima accoglienza come SOS, portato avanti con tenacia in tutti questi anni, nonostante le gravi difficoltà economiche, che solo grazie al sostegno della FONDAZIONE EXODUS e di don Mazzi sono state finora superate” dice MAURIZIO ROTARIS, responsabile del centro.

Festa, proiezioni, concerto e pranzo con amici, volontari e senza tetto.
Il pranzo per 200 persone sarà offerto dalla FONDAZIONE PROGETTO ARCA, mentre la parte musicale e artistica vedrà la presenza di numerosi musicisti ed artisti di strada, con un ricco programma: oltre alla storica BAR BOON BAND, nata nello scalo ferroviario a SOS fra i senza tetto, ci saranno MATTEO TERZI in arte “SOLTANTO”, MANU ONE WOMAN BAND, MARINA MADREPERLA cantante e artista di strada, EDWIN ONE MAN BAND, MILTON FERNANDEZ scrittore, MAURO RAMERIO attore e recitatore

Sabato 23 maggio 2015 ore 10
SOS Stazione Centrale
Sottopasso Mortirolo 6
20124 Milano
Per info: 0266984543

Leggi tutto...

25 ANNI CON I SENZA TETTO A SOS STAZIONE CENTRALE: Eventi e concerti

25 ANNI CON I SENZA TETTO A SOS STAZIONE CENTRALE

Nel maggio del 1990 grazie alle FERROVIE DELLO STATO è stato aperto alla Stazione di Milano il servizio per i senza tetto, voluto da DON ANTONIO MAZZI per andare incontro a chi si trovava in difficoltà, SOS STAZIONE CENTRALE.
Da allora il centro ha offerto ininterrottamente aiuto alle persone che si trovano in condizioni di grave emarginazione sociale a Milano.

Tutte le migrazioni sono passate da lì: dall’est europeo, le donne che a migliaia volevano fare le badanti, le persone che fuggivano dall’ex Jugoslavia e dai teatri bellici, la costante migrazione dal Maghreb, i flussi dai paesi di più recente inserimento in Europa, per arrivare ad oggi con i migranti dai paesi critici dell'Asia e dal centro Africa.
Oltre agli italiani senza dimora che avevano eletto la propria dimora nello scalo.

Un servizio di aiuto diretto alle persone, che ha consentito a molti di trovare modi e ponti per uscire alla vita di strada e che ha sempre combattuto il degrado che queste fasce di popolazione ai margini ed in condizioni di disagio introducevano nel tessuto della stazione, nella vita dei cittadini, della zona e della città.

“Nei primi anni 90 la stazione era un girone dantesco: centinaia di tossicodipendenti, spacciatori, mortalità per overdose e Aids. Solo nei primi dieci anni avevamo preso contatti con circa 3000 persone con problemi di droga. A parte poche risorse e la buonanima di Fratel Ettore allora non c’era nulla. Oggi la situazione è decisamente migliorata pur se ancora molto c’è da fare. La nostra presenza c’è stata sempre costituendo per i senza tetto, nelle varie epoche e con etnie diverse, un costante punto di riferimento. Festeggiare 25 anni è un momento importante per noi e per condividere nella festa la vicinanza fra cittadini, volontari, senza tetto e amici; per superare le barriere e riaffermare la necessità di un servizio di prima accoglienza come SOS, portato avanti con tenacia in tutti questi anni, nonostante le gravi difficoltà economiche, che solo grazie al sostegno della FONDAZIONE EXODUS e di don Mazzi sono state finora superate” dice MAURIZIO ROTARIS, responsabile del centro.

Festa, proiezioni, concerto e pranzo con amici, volontari e senza tetto.
Il pranzo per 200 persone sarà offerto dalla FONDAZIONE PROGETTO ARCA, mentre la parte musicale e artistica vedrà la presenza di numerosi musicisti ed artisti di strada, con un ricco programma: oltre alla storica BAR BOON BAND, nata nello scalo ferroviario a SOS fra i senza tetto, ci saranno MATTEO TERZI in arte “SOLTANTO”, MANU ONE WOMAN BAND, MARINA MADREPERLA cantante e artista di strada, EDWIN ONE MAN BAND, MILTON FERNANDEZ scrittore, MAURO RAMERIO attore e recitatore

Sabato 23 maggio 2015 ore 10
SOS Stazione Centrale
Sottopasso Mortirolo 6
20124 Milano
Per info: 0266984543

Leggi tutto...

La SIAE sostiene il Record Store Day 2015

La SIAE sostiene il Record Store Day 2015

Incontri e pubblicazioni musicali esclusive per la festa dei negozi di dischi

Show, incontri, mostre d'arte e, soprattutto, pubblicazioni musicali esclusive. Il prossimo 18 aprile si celebra il Record Store Day 2015, la giornata nata nel 2007 per festeggiare i negozi di dischi indipendenti di tutto il mondo e la SIAE ha deciso di sostenere questo importante tributo alla passione musicale più genuina e autentica che è alla base del lavoro degli autori.

La Società italiana degli Autori ed Editori ha deciso di promuovere le attività culturali, soprattutto quelle indirizzate a stimolare e porre in evidenza la creatività giovanile. Sostenere attività culturali e di spettacolo è, infatti, tra gli obiettivi che la SIAE da sempre persegue in accordo anche con le maggiori istituzioni che offrono concrete opportunità agli autori in tutti i campi.
Il Record Store Day prevede in Italia quasi trecento pubblicazioni e numerose iniziative in molte città.
“Il negozio di dischi è stato ed è un piccolo centro di apprezzamento della musica, un luogo che favorisce le passioni brucianti, nate tra il vinile del giradischi e le magnifiche copertine disegnate, tra discussioni animate e ascolti prolungati - ha dichiarato Gaetano Blandini, Direttore Generale della SIAE - Il ruolo culturale dei piccoli negozi di dischi è quello di allietare la vita cittadina, di promuovere la creatività dei giovani autori musicali e di offrire l’opportunità di diffondere nuove produzioni. Ecco perché la SIAE è al fianco degli appassionati, sostenendo e aiutando il Record Store Day”.
Soddisfazione è stata espressa da Giordano Sangiorgi, Coordinatore del Meeting delle Etichette Indipendenti, Presidente di AudioCoop e Portavoce della Rete dei Festival per il sostegno della SIAE, “segno di una svolta importante che porta per la prima volta all’interno di una iniziativa che valorizza tutta la filiera musicale, dalla produzione fino al consumatore, sgravi e facilitazioni incentivando così la produzione e la diffusione della musica tutta nelle sue forme più artistiche e supportando il lavoro qualificante dei negozi di dischi indipendenti”. “Immaginiamo – prosegue Sangiorgi - che sarà solo l’inizio di una serie di innovazioni che ci troveranno al fianco di una SIAE ancora più attenta alle più giovani generazioni e al futuro della musica del nostro Paese”.

Leggi tutto...

SMASHING PUMPKINS ESCE IL VIDEO DI BEING BEIGE

Il primo singolo estratto dal nuovo album MONUMENS TO AN ELEGY

Being Beige è il primo singolo estratto da Monuments To An Elegy, il nuovo album degli Smashing Pumpkins uscito nei negozi a dicembre 2014 su cd BMG RIGHTS MANAGEMENT, distribuzione Self.

Il video, da oggi disponibile in rete all'indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=149BY2WTPJI, è diretto da Brad Palmer & Brian Palmer e ingrandisce lo spazio onirico e surreale di un amore perduto vissuto attraverso il momento di un abbraccio, quando due corpi si fondono in uno solo.

Sospeso nel tempo, il video esprime visivamente astrazioni e metafore surreali sull'amore perduto, utilizzando una combinazione di tecniche di animazione vintage, lenti personalizzate, transizioni delle telecamere e la performance di Billy Corgan e Jeff Schroeder.

La maggior parte del video fluttua in un mondo onirico dove due corpi, due figure non identificabili e senza riferimenti a luoghi, sono l'ancoraggio di questa astrazione. Non c'è vera recitazione, solo semplici movimenti del corpo, ma, il modo in cui vengono catturati dalla telecamera, ingrandisce questo momento molto potente ed emotivo, rendendo il video una serie di pezzi di un puzzle visivo che si uniscono.

Nel punto di picco della canzone le due figure si abbracciano e, in un momento inaspettato, si rivela che i due corpi sono identici, con una sola anima. Le fiamme che si accendono al momento dell'abbraccio non sono distruttive ma raccontano l'idea di potere illimitato. Si tratta di una salita e, in un momento epico, i due corpi diventano un solo corpo che si tuffa nell' acqua scura perdendo la sua forma. Un unico corpo che galleggia e che evoca il suo amore senza limiti.

Monuments To An Elegy è stato registrato a Chicago ed è stato prodotto da Howard Willing (che ha lavorato con i Pumpkins per Adore), Billy Corgan e Jeff Schroeder e vede la partecipazione di Tommy Lee (Mötley Crüe) che ha suonato la batteria in tutti i brani del disco. E 'stato mixato da David Bottrill e masterizzato da Howie Weinberg, che avevava lavorato ai dischi più rappresentativi dei Pumpkins negli anni '90.

Monuments To An Elegy è "un album all'interno di un album," parte del work in progress Teargarden By Kaleidyscope (con Day for Night, come ultima opera del progetto).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?