Menu

Articoli filtrati per data: Febbraio 2019

VideoSelfie Michelangelo Caos a Rock Targato Italia -

Il 14 marzo ai Candelai di #Palermo finali regionali area Sicilia di Rock Targato Italia. Tra i protagonisti in programma nella serata Michelangelo CAOS. Ecco il suo videoselfie

Nella mia famiglia c'è sempre stata musica. All'età di 9 anni mi sono avvicinato ad essa grazie a mio padre e a mio fratello che suonavano rispettivamente tastiera e chitarra. Da quel momento ho imbracciato la chitarra e non l'ho più lasciata (Michelangelo Caos)

 

E’ di tuo interesse?  condivi il post, lascia un commento. un like, segui  i nostri social

  1. rocktargatoitalia.eu
    www.divinazionemilano.it
    fb Rock Targato Italia
    fbDivinazione Milano
    https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

Blog rocktargatoItalia.eu

 

 

Leggi tutto...

ANACONDA A ROCK TARGATO ITALIA - AREA PUGLIA

In attesa della serata di Rock Targato Italia - Finali area Puglia - in programma al Posto 55 il 23 marzo 2019 ecco uno spiritoso e originale videoselfie della band Anaconda.

a band è composta da Roberto Chiarappa Angelo Cicorella Sante Selicato Vito Sportelli Roberto Verna Nicola Pellegrino Città di origine Conversano

Informazioni band pop rock conversanese che propone un intero repertorio di brani inediti

 

E’ di tuo interesse?  condivi il post, lascia un commento. un like, segui  i nostri social

  1. rocktargatoitalia.eu
    www.divinazionemilano.it
    fb Rock Targato Italia
    fbDivinazione Milano
    https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

 

blog www.rocktargatoitalia.eu

 

Leggi tutto...

Semifinali Lombardia 31/a edzione Rock Targato Italia

Il 26 marzo 2019 si terranno le semifinali Area Lombardia della 31a edizione di Rock Targato Italia presso il LegendClub di Milano. A partire dalle 21.30, gli artisti in gara si alterneranno sul palco ed eseguiranno alcuni brani inediti (no cover), per contendersi l’accesso alla fase finale del concorso, prevista per la prossima primavera.

Caratterista fondamentale di questa manifestazione è quella di promuovere artisti emergenti e brani originali inediti. 

Programma Concerti LEGENDCLUB Milano

(Viale Enrico Fermi 98 – angolo via Sbarbaro)

Lunedì 4 marzo 2019 - ore 21.30

Martedì 26 marzo 2019 - ore 21.30

Rock Targato Italia è da sempre un contest che punta i riflettori su artisti che amano la musica e provano ad esprimersi attraverso essa, con particolare attenzione alla creazione di opere originali e creative. Nato 31 anni fa da un’idea di Francesco Caprini e Franco Sainini, responsabili dell’ufficio stampa Divinazione Milano e dell'etichetta Terzo Millennio, Rock Targato Italia si fonda sulla forte convinzione che la scena italiana sia piena di talenti che meritano di essere promossi professionalmente.

Gli artisti emergenti che verranno selezionati per partecipare alle finali, che si terranno in autunno a Milano, avranno infatti la possibilità di concorrere per il premio finale, che consisterà nella promozione del proprio singolo attraverso 800 radio, testate giornalistiche locali e nazionali, webzine e piattaforme social.

COMPILATION ROCK TARGATO ITALIA : “1958 – 2018 Sessant’anni di rock Italiano”

La Compilation di ROCK TARGATO ITALIA quest’anno è dedicata, in parte, ai sessant’anni di storia della musica rock italiana, 1958 – 2018 e dall’altra ai gruppi emergenti contemporanei. Tra i protagonisti: ADRIANO CELENTANO, ENZO JANNACCI, TONY DALLARA, I CAMPIONI, LUIGI TENCO, FRANCO BATTIATO, JACK ANSELMI, DANIELE CHIARELLA, INSIDE THE HOLE, LO STATO DELLE COSE, MASSIMO FRANCESCON BAND, NOT, ORGANICO RIDOTTO, ROLLING CARPETS, VXA, BLANK, ANDREA DEVIS.

Come da tradizione, Rock Targato Italia dedica le copertine delle sue compilation ad opere di artisti contemporanei. Quest’anno la copertina è un opera del pittore GIOVANNI MANZONI, intitolata “MADONNA DESNUDA”.

Ascolta su Spotify: https://open.spotify.com/album/6BwkJDabPwqQbOYe2Q7nOj

 

 

Leggi tutto...

Originale videoselfie della band Nova Fluo

ROCK TARGATO ITALIA
Selezioni Area Puglia.
Sabato 23 marzo 2019 ore 21,30
POSTO 55

Divertente e originale videoselfie della band Nova Fluo in programma al Posto 55 nell'ambito di Rock Targato Italia Finali dell'area Puglia.
Il gruppo debutta a nel mese di ottobre del 2016, a Bari, quattro amici decidono di costituire una cover band anni '80.
Dopo i primi concerti in città e lungo tutta la provincia, la band inizia ad avvertire l'esigenza di creare musica propria, inedita e in lingua italiana.
Il gruppo, ormai forte del grande feeling intercorrente tra i suoi membri e del duro allenamento a cui si è sottoposto al fine di riprodurre il più fedelmente possibile il sound degli anni '80 dal vivo, risente notevolmente del fascino della new retro wave, del funk, della disco, del synth pop e dell'alternative rock.
I quattro musicisti, al termine di una lunga sperimentazione sonora, sono convinti di aver creato qualcosa di nuovo e cominciano le registrazioni dei loro primi inediti.
La voce potente e la versatile del chitarrista di Antonello “Ard” Ardone, la tecnica di matrice jazz e gli innesti tecnologici delle tastiere di Francesco “Fray” Magnifico, le impetuose ed articolate linee di basso di Francesco “Dep” De Pasquale e la precisione metronomica delle ritmiche di Romar “Mars” Marseglia, sono i tratti distintivi della band e, ben presto, ne diventano i suoi punti di forza.
Nerds e appassionati di fantascienza, manga e cartoni animati giapponesi, il quartetto prende il nome dalle spettacolari luminescenze delle esplosioni cosmiche da cui tutto, si dice, ha avuto inizio: “Nova Fluo”!!!

 

è di tuo interesse? condivi il post, lascia un commento. un like, segui i nostri social

www.rocktargatoitalia.eu
www.divinazionemilano.it
fb Rock Targato Italia
fb Divinazione Milano
https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

 

@

Leggi tutto...

DA LEGGERE ENTRO IL 26/5/2019: DIVENTARE ELETTORI CONSAPEVOLI NELL'ERA DEI POLITICI INFLUENCER

DA LEGGERE ENTRO IL 26/5/2019: DIVENTARE ELETTORI CONSAPEVOLI NELL'ERA DEI POLITICI INFLUENCER

GIOVANNI ZICCARDI

Tecnologie per il potere

Come usare i social network in politica

Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato, è noto, il modo di far politica, disegnando un quadro sicuramente innovativo e, per molti versi, allarmante. Tra falsi profili, propaganda selvaggia, disinformazione e problemi di sicurezza, la nuova politica digitale riveste oggi un ruolo centrale in ogni Stato. In questo libro sono affrontati i temi dell’uso spregiudicato dei big data, del “governo tramite gli algoritmi”, della politica smart attraverso l’utilizzo di app e di grandi piattaforme consultive, della profilazione politica di tutti i cittadini (mostrato al mondo dal clamoroso caso di Cambridge Analytica), del “giocare sporco” online diffondendo fake news e attacchi gratuiti agli avversari e della sicurezza informatica dei dati e delle attività dei politici.

L'autore

Giovanni Ziccardi è professore di Informatica giuridica all’Università di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Internet, controllo e libertà (2015), L’odio online (2016) e Tecnologie per il potere (2019)

 

blog TargatoItalia.eu

Leggi tutto...

LEONARDO IN PRIMO PIANO

 LEONARDO IN PRIMO PIANO

Stefano Zuffi
Rizzoli Illustrati

Leonardo in primo piano, di Stefano Zuffi, Rizzoli Illustrati, viene pubblicato in occasione del cinquecentenario leonardesco, che vedrà grandi mostre a Milano, Firenze e in varie città d’Europa.

Leonardo incarna l’archetipo dell’uomo universale. Personalità geniale e polivalente, ha lasciato una traccia indelebile in tutte le discipline del sapere con le quali si è cimentato: la pittura e il disegno, le scienze, la matematica, l’architettura, l’ingegneria, la cartografia. Come pittore, il suo genio nasce dalla conoscenza analitica del corpo umano, unita a quella della natura e delle leggi fisiche della luce.

Il volume raccoglie l’intero corpus pittorico di Leonardo - con capolavori come l’Annunciazione, il Battesimo di Cristo, la Gioconda, la Vergine delle rocce - e alcuni tra i suoi più bei disegni.

Stefano Zuffi accompagna il lettore nell’analisi delle opere leonardesche entrando nei dettagli, mostrati “in primo piano” con ingrandimenti dei particolari più significativi.
Procedendo per temi (animali, bambini, gesti, natura, sguardi, sorrisi, tecnologia e anatomia) l’autore svela il rapporto di Leonardo con il mondo che lo circonda restituendoci una lettura affascinante di uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.

Stefano Zuffi è uno storico dell’arte indipendente. È autore di numerosi volumi di divulgazione culturale, legati alla storia dell’arte soprattutto rinascimentale e barocca. Le sue opere nel complesso raggiungono una tiratura di oltre un milione e mezzo di libri venduti in tutto il mondo. È consigliere delle Associazioni Amici di Brera e del Museo Poldi Pezzoli.


Leonardo in primo piano
Stefano Zuffi
Rizzoli Illustrati
Collana Arte e cultura
26X33 cm
288 pp.
250 illustrazioni
39,90 €
in libreria il 26 febbraio 2019

 

Blog TargatoItalia

Leggi tutto...

Domenico D'Oora: Stone Painting - Galleria Il Milione Milano

Domenico D'Oora

Stone Painting

testo di Federico Sardella


OPENING: 28 FEBBRAIO 2019 - DALLE ORE 18.30

Dal 28 febbraio al 30 marzo


Domenico D’Oora, uno dei più interessanti artisti italiani della sua generazione, la cui pittura si sviluppa in un ambito di aniconicità e monocromia, presenta in questa terza esposizione personale alla Galleria Il Milione una scelta delle sue recenti pitture realizzate su ardesia. La mostra, a cura di Federico Sardella e realizzata in collaborazione con l’artista, successivamente sarà allestita anche a Zurigo negli spazi della Lazertis Galerie.

In questa mostra intitolata Stone Painting, D’Oora espone una serie di circa venti recentissimi lavori, rigorosamente monocromi e tutti di ridotte dimensioni, tutti realizzati su pietra. Dopo aver dipinto su tela e su mdf, l’impiego dell’ardesia come supporto segna una svolta decisiva nel suo percorso e ad eccezione di un grande dipinto bifronte che sarà installato nello spazio della Galleria per essere visibile a 360°, tutti i lavori in mostra apparterranno a questa inedita serie.
La concretezza di queste opere e la presenza sono il risultato di un perfetto equilibrio tra pittura stesa in materiche modulazioni e in armonico contrasto con la levigata consistenza dello spessore del supporto, il cui volume definisce la superficie dell’opera, spazio ove il lento mutare della luce e le vibrazioni delle scansioni lineari suggeriscono lo scorrere del tempo.
Come scrive Federico Sardella, “le superfici dipinte di D’Oora, per il quale “la pittura è conoscenza, svelamento, così come testimonianza, confessione, acclamata verità e rivelazione” , con la loro scansione materica in divenire, suggeriscono una temporalità problematica, fuori dal tempo, anacronistica.”

La mostra è accompagnata da un catalogo con testo di Federico Sardella e la riproduzione di tutte le opere esposte.

 

Galleria Il Milione 
via Maroncelli 7, 20154 Milano
Lun - ven 10,30-13,00 / 15,30-19,00, sabato su appuntamento
tel. e fax 0229063272
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.galleriailmilione.it

 

blog targatoitalia

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

"Dolore No-Te..SynchRock" il nuovo libro di Giancarlo Passarella verrà presentato il 25 febbraio alla Regione Toscana di Firenze

Segnaliamo la pubblicazione di questo importante libro intitolato "Dolore No-Te..SynchRock" scritto da Giancarlo Passarella. Giancarlo Passarella ha partecipato in veste di giurato alle primissime edizioni di Rock Targato Italia e realizzato con Francesco Caprini uno speciale sui Dire Straits andato in onda su Italia 1. La presentazione ufficiale del libro è prevista per Lunedi' 25 Febbraio alle 17 alla Regione Toscana, in Via Cavour a Firenze: 14 interviste e 7 reportage sui convegni medici dedicati alla sincronicita' ed al rapporto tra musica e dolore. L'argomento è interessante partecipate numerosi

Leggi tutto...

Imperscrutabili logiche tramviarie.

Imperscrutabili logiche tramviarie.

L’altro giorno, mi sono trovato su un vecchio tram. Uno di quelli storici che il trasporto pubblico milanese ha reso celebri perché sono stati venduti e circolano nelle città di San Francisco e Saint Louis negli Stati Uniti d’America. Sono stati anche molto rappresentati in pellicole e serial TV.

Come, usualmente, faccio da alcuni anni, cerco di pensare ai fatti miei e di evitare come la peste bubbonica di ascoltare i discorsi degli altri passeggeri. Purtroppo, non sempre ci riesco (qualcuno ricorderà un mio vecchio pezzo sul famoso kebab sudamericano maturato sempre sul tram) e, in taluni casi, ascoltare diventa istruttivo.

Inoltre, su questi mezzi aulici, origliare serve anche a non pensare che l’elegante panca di legno lucido sulla quale hai poggiato le terga, sarebbe scomoda anche per un fachiro e ti sta quadrando laddove la natura ha previsto delle curve.

Il mezzo era così occupato: ragazzino con tablet e cuffie intento a video-giocare, signora sulla sessantina con carrellino della spesa, due trentenni proveniente dal Maghreb che cercavano di capire dove scendere chiedendoselo tra di loro ma non sapendolo, quattro studenti universitari che parlavano di esami, un tizio sui quaranta che al telefonino stava eviscerando la questione del tal fuoriclasse della sua squadra del cuore (evidentemente caduto in disgrazia) che lui e solo lui sarebbe in grado di recuperare e due ex giovanotti della mia età che invece discutevano di un argomento che mi ha incuriosito.

Questi due, uno vestito casual ma, curato e l’altro rigorosamente giacca-cravattato in stile regimental, dissertavano con un leggero accento meridionale sullo stile e l’eloquio dei politici contemporanei. Ah! Quanto mancavano loro quelli di prima! Quelli degli anni Settanta e Ottanta. Quelli pre-Tangentopoli. Quelli parlavano bene e certo non si sarebbero mai sbilanciati insultando e, quando lo avessero fatto, lo avrebbero fatto con ben altro stile rispetto ai beceri epiteti che adesso si scambiano su tweeter. E le tribune politiche? Come non ricordare i duelli in TV tra Almirante e Pannella? Quelli sì che erano bei tempi!

Avrei voluto interloquire, dicendo che non ricordo tempi così meravigliosi. Nel merito, è vero che le dita dei politici di oggi battono sui tasti e sui touchscreen veloci e incuranti dei tempi di elaborazione del cervello. Tuttavia, ai bei tempi, esisteva il “politichese”: lingua codificata per non far capire un cazzo a nessuno. Volete un esempio? Un politico, un giorno, rispose ad una domanda di un giornalista, coniando un neologismo che passò alla storia. Parlò di (cito testualmente) “convergenze parallele”. La cosa mi lasciò dubbioso per giorni, finché non ho capito che voleva passare alla storia e non alla geometria e così mi feci persuaso con buona pace del povero Euclide.

 C’erano anche quelli che parlavano forbito e, nonostante questo, parlavano la nostra lingua. C’erano quelli che non avresti voluto comprendere come quelli che proponevano l’impiego pubblico per i contrabbandieri! Quelli che subivano i ricatti delle associazioni di categoria che ci hanno portato all’immenso debito pubblico con il quale siamo diventati i paria dell’Occidente … Tra l’altro, non riuscendo in alcun modo a tenere la conflittualità sociale bassa (loro obiettivo dichiarato). Quellic he bisognava sostenere la cultura e l’hanno vilipesa e distrutta.

Il problema tra quelli di prima e quelli di oggi non è la comunicazione, l’eleganza e lo stile. Il problema che quelli di prima ci hanno messo nelle condizioni da cui quelli di adesso dovrebbero tirarci fuori. Né ieri né oggi, ahimé, abbiamo ricette.

Abbiamo solo speranze.

Come durante la crisi del petrolio ci attaccavamo a chi ci prometteva gli ammortizzatori sociali, così oggi aspettiamo un Messia che ci tiri fuori dal pantano.

D’altra parte, è un’attitudine tutta italiana quella di aspettarsi l’uomo del destino, salvo poi scoprire che era quello sbagliato e passare al successivo.

La verità è che il nostro Paese e il mondo sono governati dal capitale. Nessuno ci salverà se non cambiando il sistema che permette a poche decine di persone di governare il pianeta sopra la testa dei politici democraticamente eletti che non contano più nulla e sulla pelle dei popoli che sono alla stregua di palline su un pallottoliere, in questo gioco.

Se qualcuno si domanda perché non ci ribelliamo, lo chieda a questi due signori inamidati.

Perché io, preso da imperscrutabili logiche tramviarie, mi sto già appassionando alla vicenda dell’attaccante caduto in disgrazia.

di Paolo Pelizza

© 2019 Rock targato Italia

PS: Un paio di piccole precisazioni sul nostro pezzo precedente a titolo “Vivere il Sogno”. Alcuni miei appassionati lettori mi hanno fatto notare che probabilmente non avevo capito bene il meccanismo di voto a Sanremo. I voti decisivi per vincere o perdere erano quelli della Giuria. Ritengo che la cosa sia ininfluente a proposito di quello che volevo esprimere ma mi scuso per il granchio preso. Rigetto, invece, con decisione qualunque sciocchezza a proposito di una mia presunta antipatia per il vincitore. Mahmood è bravo e simpatico. Non posso dire che la sua fosse la canzone che mi è piaciuta di più ma, tra l’altro, è milanese come me. Chi segue questa rubrica da tempo sa che mi può accusare di un bonario campanilismo ma, per certo, non di razzismo.  W Mahmood! Vi abbraccio tutti.

blog rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

STEFANO FERRO, Autore, ha vinto il prestigioso Premio Lunezia 2018 nella sezione autori di testo - Offresi per Collaborazioni Artistiche

"Sarei molto onorato di propormi  in qualità di autore musicale ed essere messo alla prova da editori, interpreti, produttori, arrangiatori che desiderano affidarmi o condividere con me la realizzazione di un testo per una canzone”…

Laureato in Filologia e Letteratura Moderna e Contemporanea, Stefano Ferro ha ottenuto diversi riconoscimenti nazionali fra cui il Primo posto al Pratomusicfestival, il Premio autori Festival del Piave, il premio Lunezia 2018 e il premio letterario Città di Chioggia. Nel 2015 una grande occasione è giunta grazie a Massimo Bubola assieme al quale ha firmato il brano “Andremo via”, pubblicato nella raccolta di brani Da Caporetto al Piave, antologia di canzoni dedicate alla Grande Guerra (Eccher Music, 2015).

Vive a Verona e persegue l'obiettivo di collaborare e fare rete con chi ha desiderio e voglia concreta di essere interprete di canzoni originali, con la convinzione che realizzare sinergie professionali è la strada giusta per realizzare progetti musicali qualificati.

È uscita in questi giorni la compilation n. 4 di Spazio Inediti, la canzone “EHI TU” scritta da Stefano Ferro è interpretata da Vittorio Reale e Manuel B, edito da VSG Edizioni questo il link all'ascolto on line su Spotify:

https://open.spotify.com/album/3HOOpaQo0V0tOynaJ2R1bu

Info

FRANCESCO CAPRINI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Mob. 3925970778 393 2124576 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?