Menu

Articoli filtrati per data: Luglio 2020

PREMI ARTISTI IN GARA, Rock Targato Italia 2020

ROCK TARGATO ITALIA XXXII EDIZIONE

PREMI ARTISTI IN GARA

Dal 28 settembre al 10 ottobre 2020 - Milano

CORONAVIRUS SPECIAL EDITION

Eventi – Performance – Video – Incontri – Premi

Vi comunichiamo i premi in palio dedicati agli artisti in gara allo storico concorso giunto alla XXXII edizione.

Dal 28 settembre al 10 ottobre, si terranno le Finali Nazionali della trentaduesima edizione di Rock Targato Italia, uno dei contest di scouting più longevi d’Italia, organizzato dall’Associazione Culturale Milano in Musica e ideato da Francesco Caprini, Franco Sainini e Stefano Ronzani. La rassegna ha il patrocinio dell’Assessorato Autonomia e Cultura della Regione Lombardia.

Tutto si svolgerà nel rispetto delle norme Salva Italia relative alla pandemia del Covid-19.   Sarà una edizione speciale: nasce dall’esigenza di trasformare un periodo di crisi in un momento di riflessione e ricerca per provare a riprogettare il futuro della musica e delle arti in maniera innovativa, fluida con sensibilità diverse rispetto al mercato. Non solo festival dunque ma un laboratorio con incontri, e musica. Tutto organizzato nell’arco di un paio di settimane, per approfondire territori, nuovi spazi ed orizzonti possibili.

I PREMI di Rock Targato Italia dedicati agli Artisti in gara sono:

  • GRAN PREMIO ROCK TARGATO ITALIA.
  • PREMIO STEFANO RONZANI.
  • PREMIO SPECIALE CITTÀ DI MILANO.
  • PREMIO COMPILATION.

 

Gran Premio Rock Targato Italia

Il premio in palio, consiste in una importante promozione a livello nazionale del progetto discografico e la partecipazione alla compilation di Rock Targato Italia che sarà pubblicata per il periodo natalizio.

Premio Stefano Ronzani

Il premio speciale è dedicato al giornalista tra i più geniali della scena italiana.  Curioso, preparato ed attento osservatore delle tendenze musicali, Stefano Ronzani (collaboratore di Tutto Musica e Mucchio Selvaggio), è stato tra i fondatori di Rock Targato Italia e per 10 anni direttore artistico della manifestazione. Il premio viene dato all’artista con la proposta più ricercata e sperimentale.

Premio Speciale CITTÀ DI MILANO (online)

Premio Città di Milano viene assegnato all’artista segnalato dal pubblico in sala, (in questo caso per necessità Online) con la possibilità di pubblicare un proprio brano inedito, nella compilation di Rock Targato Italia.

Vota gli artisti che preferisci! Aiutali a trasmettere al mondo tutto quello che hanno da dire!

Premio Compilation Rock Targato Italia

La compilation sarà promossa dall'etichetta Terzo Millennio a livello nazionale, attraverso stampa, tv e radio, social nuovi media.

Per votare clicca qui e vedi i video degli artisti in gara:

https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia

 

Sarà nostra premura avvisare gli artisti selezionati dalla giuria entro il 10 settembre 2020.

Di seguito vi informeremo anche di come saranno le forme di partecipazione live, online, dibattiti incontri e premi, agli eventi.

Per quanto riguarda il Premio del Pubblico la data ultima per selezionare l’artista dal canale youtube di Rock Targato Italia è il 5 settembre.

In questa Coronavirus Special Edition, Rock Targato Italia reagisce magistralmente alla difficile e limitante situazione sanitaria a colpi di incontri online, performance in streaming e importanti novità, come le sette Targhe Speciali Rock Targato Italia!  Manca pochissimo all’evento musicale per artisti emergenti più atteso dell’anno.

Stay tuned!

 

PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI 

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 347 3265242 – 331 4203865 - 393 2124576

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

web: www.divinazionemilano.it 

Leggi tutto...

015a - Le Casse Acustiche

015a - Le Casse Acustiche di Antonio Chimienti

prima parte

Questa volta ci butteremo a capofitto in un articolo, anzi una serie di puntate su un unico enorme argomento : le casse acustiche. Dopo tanti voli pindarici sulla teoria e sulla spiritualità conseguente...ritorniamo con un argomento tecnico. 

Certamente non mancherà occasione che io faccia qualche riferimento alla introspezione e consapevolezza, ma credo che vi stia bene così altrimenti non sareste qui ad alimentare la schiera del mio pubblico lettore.

 

Nella musica  e ovviamente in maniera allargata per quello che riguarda ogni suono il collo di bottiglia è rappresentato dalle nostre orecchie. Inutile sottolineare che questo mondo è relativo ( ecco che ci risiamo con le mie riflessioni ) al nostro sentire. Infatti è facile accettare il concetto di relatività se pensiamo ad un cane che con i suoi 40mila Hz di capacità ricettiva ha una consapevolezza del mondo , capite , molto diversa da noi, più del doppio degli esseri umani. Quindi senza divagare diciamo che il nostro “mondo acustico” ha come punto di riferimento il nostro apparato uditivo. Il nostro apparato uditivo registra una realtà udibile che va dai 30 hertz ai 20k hertz ( qualcosa di meno), ma ovviamente i limiti non ci interessano poiché sono legati a troppi fattori personali. Diciamo che da quando nasciamo a quando moriremo ..sicuramente il mondo dai 60 hertz ai 15k herts non ce lo perderemo mai.

Bene fin qui ci siamo e siamo tutti d’accordo. 

Nella musica tuttavia , esclusa quella acustica dei concerti dal vivo con strumenti reali ( No Chitarre elettriche o strumenti amplificati, ma solo strumenti come violini, chitarre acustiche , pianoforti , arpe ecc ecc flauti, corni, clarini, la voce umana…… ci siamo capiti!)  fra il nostro orecchio e questa benedetta  MUSICA ci saranno sempre le casse acustiche.

E questa verità proietta questi oggetti in una posizione di assoluta preminenza nel vasto mondo della cosiddetta musica “riprodotta”.

Attenzione in realtà c’è un’altra cosa , invisibile e più importante delle casse acustiche : l’ambiente in cui ascoltiamo. Questo ambiente è per sua natura non solo determinante, per cui due casse identiche suoneranno differentemente in due ambienti differenti, ma soprattutto , l’ambiente non è costante nel suo comportamento e questo lo rende oltre che determinante anche imprevedibile, insomma non solo sta in mezzo al tutto , ma difficilmente lo sì può interpretare o prevedere. Ecco già a questo punto il “caos” e la dinamica naturale suggerirebbe che ogni sforzo umano proteso ad analizzare, predire e controllare la natura è seriamente destinata a fallire, ma noi , compreso me , siamo umani e quindi ostinati e cocciuti e pertanto io continuo il mio articolo sulle casse tentando di profilare una “verità” assoluta che però essendo di natura umana è istantaneamente da considerarsi “fallibile”. Ricordatevi comunque che ogni cosa che vi spiegherò è traballante perche l’ambiente non lo potrete controllare… probabilmente quasi mai.

Ancora una parola su questa affermazione, perché mi è venuto in mente che qualcuno fra voi , più umano di me avrebbe da ridire sulla sua concezione di infallibilità, ma tranquillo ...l’ambiente non lo puoi controllare perché fra le variabili delle condizioni alla base dell’ipotetico controllo ci sarebbe la temperatura che influisce non poco sulla divulgazione delle onde sonore sia nella velocità che nella diffrazione (quindi direzione). Il calore non sì può controllare sé non a scapito della innaturalezza del suono medesimo. Le condizioni di un buon suono infatti sono legate alla possibilità che esso “risuoni” , cioè che esso possa impattando nell’ambiente generare   a sua volta una serie di armoniche.

Possiamo dire che perciò ci sono ambienti più “musicali di altri, questo si, ma non possiamo dire che essi siano controllabili nel senso che ho spiegato. Il controllo , sé anche fosse possibile, non sarebbe auspicabile, poiché alla base di una grande musicalità troviamo la creatività in tutte le sue forme, comprese quelle non auspicabili, ma che a loro volta indicano la strada per quelle auspicabili. Complicato da capire? Ma no .. sé non vedessimo il brutto, non sapremmo che strada cambiare per incontrare il bello. Dai non era difficile!

Le casse acustiche. Il concetto di efficenza.

Il principio di funzionamento di una cassa acustica sì basa sulla sua capacità di spostare l’aria. E’ un pò come sé con una mano spingessimo l’aria e questa come fosse acqua , investisse il nostro orecchio , muovendo a sua volta il timpano e a questo punto muovendo i nervi,  ci regalasse il suono prodotto dalla nostra mano. Il suono è una onda. Per produrla sì sposta l’aria.

Semplicemente nel vuoto non sì può produrre un suono. Ecco Semplice semplice.

Nel produrre il suono, tuttavia , il cono della cassa ( quella circonferenza che sì vede su ogni casse con in centro un cerchio solitamente a cupola) sì deve spostare. Lo fa attraverso il meccanismo di un magnete. La corrente dice al magnete di muoversi ora in avanti , ora indietro e le onde prodotte arrivano al nostro orecchio magicamente regalandoci il motivetto che tanto ci fa piacere ascoltare, MA…….il movimento che produce il suono è corrotto dalla meccanica presente a livello del magnete ed anche della membrana stessa. In altre parole il cono riproduce delle onde il cui limite è rappresentato dall'efficienza di spostamento e di funzionamento del magnete stesso e delle altre componenti che non sì possono escludere dal funzionamento medesimo.

 E’ un pò come sé per produrre la copia di un quadro di Monet chiamaste uno studente del primo anno piuttosto che un grande artista. Il quadro da riprodurre  ed i colori sono gli stessi per entrambi, ma il grado di efficienza dei due esecutori porterà ed una realizzazione assai diversa.

La qualità di questi magneti ed anche quella di tutti i componenti della cassa acustica determinano la fedeltà di ciò che state ascoltando. Ricordatevi anche dell’ambiente, che è sempre accovacciato là nell’angolo...  non sì fa vedere, ma regna sovrano come un capo supremo nella torre del signore degli anelli.

Scientificamente l’efficienza della cassa è rappresentata dallo sforzo che deve compiere la membrana per spostarsi ed il consumo di energia che essa utilizza per il movimento stesso. Il magnete è il motore che sposta e mentre lavora “sporca” il lavoro della membrana, Vi faccio un esempio esemplificativo. Per produrre un “bel suono” devo avere una membrana  di almeno di 35 cm di diametro. Non chiedetemi perché sé no davvero non ne usciamo più ( la larghezza dell’onda prodotta dipende dal diametro della membrana). Diciamo che una membrana di diametro di 35 cm sarà in grado di spingere l’aria a sufficienza per creare un’onda di 40 hz, quindi per farci ascoltare quello che possiamo godere. Ma , attenzione qui, per muovere una membrana di 30/40 cm di diametro , capite che ci vuole un certo sforzo. Questo sforzo è sviluppato da un motore, Questo motore nella casse acustiche sì chiama magnete. Il magnete è un gomitolo di filo di rame che deve avere una certa consistenza e che sarà proporzionata al lavoro da compiere. Ora viene il bello. Sé questo magnete per muovere quella membrana deve avere 4kg di avvolgimento di rame per riuscire a smuovere la membrana a sufficienza considerando anche l’influenza che esso ( il magnete) ha sul segnale elettrico….capirete che più il magnete sarà costruito in maniera “leggera”, “ininfluente” ( poi vi spiegherò meglio questo passaggio) più il segnale arriverà alla membrana depurato dall’influenza del magnete stesso.

Come  sì fa realizzare questo grado di efficienza? Costruendo un magnete più privo di altri di influenza sul segnale elettrico. Come sì fa? Per esempio riuscendo a concentrare i 4kg di rame in uno spazio più piccolo. E’ lo stesso risultato ottenuto sé riuscissimo ad utilizzare lo stesso motore di una macchina in una carrozzeria che però pesa molto meno, perché magari sì sono usati altri metalli per la carrozzeria, ed esempio dell’alluminio ( Il motore di una Ferrari montato su una 500. Quale sarà il risultato? Maggiore efficienza. Con lo stesso motore la macchina ( la 500)va più veloce ( di una Ferrari). Stessa cosa nella cassa acustica. Creare un magnete a mano dove il gomitolo viene fatto  a mano intrecciando i fili di rame in maniera più compatta permette al costruttore di produrre una cassa di minori dimensioni  con una membrana che dissipa meno energia per spostarsi  e che quindi potrà usufruire di tutta l’energia che il magnete produce.

fine prima parte

blog rocktargatoitalia.it

Leggi tutto...

Premi ROCK TARGATO ITALIA 2020

Premi ROCK TARGATO ITALIA 2020

CORONAVIRUS SPECIAL EDITION

Eventi - Performance - Video - Incontri - Premi

 

con il Patrocinio della Regione Lombardia Assessorato Autonomia e Cultura

Siamo alle finali Nazionali di Rock Targato Italia 2020, dal 28 settembre al 10 ottobre a Milano. Questa edizione sarà una edizione speciale: nasce dall’esigenza di trasformare un periodo di crisi in un momento di riflessione e ricerca per provare a riprogettare il futuro della musica e delle arti in maniera innovativa, fluida con sensibilità diverse rispetto al mercato. Non solo festival dunque ma un laboratorio con incontri, e musica. Tutto organizzato nell’arco di un paio di settimane, per approfondire territori, nuovi spazi ed orizzonti possibili.

È con immenso piacere che comunichiamo le prime tre categorie e i rispettivi artisti selezionati dal team di ROCK TARGATO ITALIA unitamente a una delle grandi novità di quest’anno: sarai tu a stabilire il vincitore di ogni categoria!   Vai sul sito della rassegna (https://www.rocktargatoitalia.eu/concorso.html) e vota gli artisti che preferisci! Aiutali a trasmettere al mondo tutto quello che hanno da dire!

Unitamente ai premi per cui voterete, verrà conferito il Premio Speciale Rock Targato Italia a Mauro Pagani, musicista, produttore, compositore e sperimentatore. Un artista unico e originale, punto di riferimento del panorama artistico-musicale italiano e internazionale

I premi saranno consegnati nell’occasione delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia a Milano dal 28 settembre al 10 ottobre al LegendCLub e Rock’n’roll. Leggi qui sotto le nomination ai premi e ricorda: hai tempo fino al 15 settembre per votare!

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE

MIGLIOR ALBUM

MIGLIOR LIVE

Lorenzo Del Pero

Giovanni Succi

Deproducers

Olden

Max Zanotti

Ettore Giuradei

Pieralberto Valli

Murubutu + Claver Gold

La rappresentante di lista

Ubba + Bond

Non voglio che Clara

Omar Pedrini

Unoauno

Paolo Benvegnù

Ritmo Tribale

 

Per maggiori informazioni su nomination e bio motivazionali di selezione si rimanda al sito  https://www.rocktargatoitalia.eu/concorso.html

 

PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI 

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 347 3265242 – 331 4203865 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Web: www.divinazionemilano.it 

Leggi tutto...

Da oggi su Youtube la nuova puntata di Avere Anni 20

Ultima settimana di luglio e ultima puntata (di luglio) di "Avere Anni 20con Andrea Ettore Di Giovanni. Questa volta si parte con alcuni fatti di cronaca ma a sorprenderci, come del resto ci siamo abituati, non sono i misfatti dei carabinieri di Piacenza ma le scelte musicali del cantante del Pesce Parla, brani poco conosciuti ma che racchiudono in loro la creatività e la novità in un panorama musicale spesso incapace di rinnovarsi. Prima di cominciare con la rassegna dei brani, un annuncio: le canzoni entreranno a far parte a breve di una playlist su Spotify, dal nome Canzoni emergenti italiane 2020. 

Leggi tutto...

Candidature premi Rock Targato Italia 2020

Premi ROCK TARGATO ITALIA 2020

CORONAVIRUS SPECIAL EDITION

Eventi – Performance – Video – Incontri – Premi

con il Patrocinio della Regione Lombardia Assessorato Autonomia e Cultura

 

Sono tanti, più di sempre, i Premi di Rock Targato Italia 2020!

È con immenso piacere che comunichiamo le prime tre categorie e i rispettivi artisti selezionati dal team di Rock Targato Italia unitamente a una delle grandi novità di quest’anno: sarai tu a stabilire il vincitore di ogni categoria!

Vai sul sito della rassegna (https://www.rocktargatoitalia.eu/concorso.html)vota gli artisti che preferisci!  Aiutali a trasmettere al mondo tutto quello che hanno da dire!

I premi saranno consegnati nell’occasione delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia a Milano dal 28 settembre al 10 ottobre al LegendCLub e Rock’n’roll.  Leggi qui sotto le nomination ai premi e ricorda: hai tempo fino al 15 settembre per votare!

Lorenzo Del Pero – OLDEN – Pieralberto Valli – Ubba + Bond – Unoauno – Giovanni Succi – Max Zanotti – Murubutu + Claver Gold – Non Voglio Che Clara – Paolo Benvegnù – Deproducers – Ettore Giuradei – La Rappresentante Di Lista – Omar Pedrini – Ritmo Tribale

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE

LORENZO DEL PERO

Artista puro capace di sposare un approccio rock con l’eleganza della canzone d’autore più raffinata. Voce di altissimo livello e grande sensibilità nell’alternare in modo molto personale spiritualità, intimismo poetico e rabbia sociale.

OLDEN

Cantautore estremamente elegante amante del pianoforte e dei chiaroscuri, delle atmosfere crepuscolari e di un approccio narrativo decisamente anni ’70 in equilibrio fra tematiche sociali, scrittura narrativa e intimo disincanto.

PIERALBERTO VALLI 

Un artista profondo e sfuggente capace di fondere sperimentazione e canzone d’autore trasportando l’ascoltatore in un universo sonoro ai limiti del mistico fatto di sonorità eteree, atmosfere suadenti e parole mai banali.

UBBA + BOND

Un duo vulcanico capace di spaziare fra canzoni pop, momenti riflessivi, slanci elettrici e aperture elettroniche a bassa fedeltà bagnando il tutto con una poetica agrodolce fatta di malinconia e immagini apparentemente surreali.

UNOAUNO

Una band autenticamente punk nel senso più imprevedibile, sfrontato e viscerale del termine. Fra l’Emilia paranoica dei CCCP e un tempo presente in cui urlare al mondo la propria visione delle cose senza risparmiare una goccia di sudore.

MIGLIOR ALBUM

GIOVANNI SUCCI – “CARNE CRUDA A COLAZIONE”

Canzoni crude, abrasive e imprevedibili, costruite attorno alla voce profonda dell’artista e alla sua poetica impastata di amaro sarcasmo, spietato realismo e intimismo poetico.

MAX ZANOTTI – “A UN PASSO” 

L’ex cantante dei Deasonika abbraccia il blues più desertico dando vita un album doloroso, poetico e solitario intriso di fantasmi, ruggine, malinconie e senso di sconfitta.

MURUBUTU CLAVER GOLD – “INFERNUM”

 Un album moderno in cui letteratura e rap si sposano trasformando i personaggi dell’Inferno di Dante in una lente attraverso cui raccontare il mondo contemporaneo.

NON VOGLIO CHE CLARA – “SUPERSPLEEN VOL.1”

Canzoni piene di fascino, accarezzate da un caldo retrogusto anni ’60 e giocate attorno a un pop d’autore dalle atmosfere malinconiche in cui ogni brano è un piccolo romanzo.

PAOLO BENVEGNÙ – “DELL’ODIO DELL’INNOCENZA”

L’ennesimo tassello prezioso di un percorso importante. Canzoni intrise di quel rock d’autore ombroso ed evocativo che è da sempre il marchio di fabbrica di Benvegnù.

MIGLIOR LIVE

DEPRODUCERS

Max Casacci, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Vittorio Cosma insieme per un viaggio affascinante in cui la musica incontra la scienza.  Paesaggi sonori senza confini.

ETTORE GIURADEI

Un cantautore prezioso e un performer straordinario che, con un nuovo percorso live, ha voluto riscoprire il suo lato più intimo. Poesia e delicatezza d’autore.

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA  Il p op si fonde con il rock, con la musica d’autore e con una fortissima verve teatrale. Una band eclettica fuori da ogni schema.

OMAR PEDRINI

Un anno passato a rievocare “Viaggio senza vento” concluso con un Capodanno sul palco dalla sua Brescia a celebrare un altro album storico: “2020”. Il Guerriero è sempre vivo.

RITMO TRIBALE

Un pezzo di storia del rock italiano torna a ruggire con una serie di concerti adrenalinici fra vecchi cavalli di battaglia e nuove canzoni. Energia e inquietudine incrollabile.

PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI 

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 347 3265242 – 331 4203865 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Web: www.divinazionemilano.it 

Instagram: @divinazione_milano

Facebook: Divinazione Milano

Leggi tutto...

MIGLIOR ALBUM - MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE - MIGLIOR LIVE - Rock Targato Italia 2020

ROCK TARGATO ITALIA – CORONAVIRUS EDITION

VOTA I TUOI ARTISTI PREFERITI E AIUTALI AD AGGIUDICARSI IL PRIMO POSTO!

 

Continua anche quest’anno, con il prezioso patrocinio dell’Assessorato Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, una tradizione che dura ormai da 34 anni: i premi di Rock Targato Italia ai migliori artisti emergenti dell’anno.

A partire da questa edizione, Rock Targato Italia introduce un’avvincente novità: votando i tuoi artisti preferiti, sarai tu a decidere chi si aggiudicherà i premi!

Gli artisti sono stati selezionati da Roberto Bonfanti, scrittore, produttore e sognatore.

Leggi qui sotto per scoprire quali sono i cinque artisti proposti e vota il tuo preferito nel sondaggio in fondo all’articolo!

 


 

MIGLIOR ALBUM

 

Giovanni Succi

GIOVANNI SUCCI – “CARNE CRUDA A COLAZIONE”

Canzoni crude, abrasive e imprevedibili, costruite attorno alla voce profonda dell’artista e alla sua poetica impastata di amaro sarcasmo, spietato realismo e intimismo poetico.

Max Zanotti

 

MAX ZANOTTI – “A UN PASSO”

L’ex cantante dei Deasonika abbraccia il blues più desertico dando vita un album doloroso, poetico e solitario intriso di fantasmi, ruggine, malinconie e senso di sconfitta.

 

Murubutu + Claver Gold

MURUBUTU + CLAVER GOLD – “INFERNUM”

Un album moderno in cui letteratura e rap si sposano trasformando i personaggi dell’Inferno di Dante in una lente attraverso cui raccontare il mondo contemporaneo.

Non voglio che Clara

NON VOGLIO CHE CLARA – “SUPERSPLEEN VOL.1”

Canzoni piene di fascino, accarezzate da un caldo retrogusto anni ’60 e giocate attorno a un pop d’autore dalle atmosfere malinconiche in cui ogni brano è un piccolo romanzo.

Paolo Benvegnù

PAOLO BENVEGNÙ – “DELL’ODIO DELL’INNOCENZA”

L’ennesimo tassello prezioso di un percorso importante. Canzoni intrise di quel rock d’autore ombroso ed evocativo che è da sempre il marchio di fabbrica di Benvegnù.



È il tuo momento! Grida al mondo il nome del tuo artista preferito!

VOTA QUI SOTTO!

 

 

Crea la tua indagine per il feedback degli utenti

Leggi tutto...

MIGLIOR LIVE - ROCK TARGATO ITALIA

ROCK TARGATO ITALIA PREMI 2020

VOTA I TUOI ARTISTI PREFERITI E AIUTALI AD AGGIUDICARSI IL PRIMO POSTO!

 

Continua anche quest’anno, con il prezioso patrocinio dell’Assessorato Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, una tradizione che dura ormai da 34 anni: i premi di Rock Targato Italia ai migliori artisti emergenti dell’anno.

A partire da questa edizione, Rock Targato Italia introduce un’avvincente novità: votando i tuoi artisti preferiti, sarai tu a decidere chi si aggiudicherà i premi!

Gli artisti sono stati selezionati da Roberto Bonfanti, scrittore, produttore e sognatore.

Leggi qui sotto per scoprire quali sono i cinque live proposti e vota il tuo preferito nel sondaggio in fondo all’articolo!

 


 

 MIGLIOR LIVE

Deproducers

DEPRODUCERS

Max Casacci, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Vittorio Cosma insieme per un viaggio affascinante in cui la musica incontra la scienza.  Paesaggi sonori senza confini.

Ettore Giuradei

ETTORE GIURADEI

Un cantautore prezioso e un performer straordinario che, con un nuovo percorso live, ha voluto riscoprire il suo lato più intimo. Poesia e delicatezza d’autore.

La rappresentante di lista

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA

Il pop si fonde con il rock, con la musica d’autore e con una fortissima verve teatrale. Una band eclettica fuori da ogni schema.

Omar Pedrini

OMAR PEDRINI

Un anno passato a rievocare “Viaggio senza vento” concluso con un Capodanno sul palco dalla sua Brescia a celebrare un altro album storico: “2020”. Il Guerriero è sempre vivo.

Ritmo Tribale

RITMO TRIBALE

Un pezzo di storia del rock italiano torna a ruggire con una serie di concerti adrenalinici fra vecchi cavalli di battaglia e nuove canzoni. Energia e inquietudine incrollabile.

 

 

È il tuo momento! Grida al mondo il nome del tuo artista preferito!

VOTA QUI SOTTO!

 

 

Crea la tua indagine per il feedback degli utenti

Leggi tutto...

Da oggi su YOUTUBE il videoclip di “NON È VERO” il nuovo singolo di DANIELE CHIARELLA

Da oggi su YOUTUBE il videoclip di

“NON È VERO”

il nuovo singolo di

DANIELE CHIARELLA

https://bit.ly/390IWCY

NON È VERO... Gli amori non si scordano mai!

Pubblicato dall’etichetta:  Terzo Millennio Records

    A pochi giorni dall’uscita del nuovo singolo di Daniele Chiarella, arriva su YouTube il videoclip di ”NON È VERO"

Il nuovo filmato dell’artista torinese è un lungo viaggio guidato dai ricordi ancora vividi del suo amore ormai passato. La storia si svolge in due luoghi diversi, due mondi idealmente distanti: da un lato le strade della città natale di Chiarella, dall’altro un prato, nel quale Giada Tempo Noth, la protagonista del video, si muove con atteggiamenti seducenti.

L’attesa dell’attrice lascia presagire un riavvicinamento ma, arrivato a destinazione, Chiarella non può far altro che ballare da solo per cercare di riempire il vuoto, il senso di abbandono, per non interrompere la danza che ancora lo lega a lei.

Le riprese sono di PAOLO RIGOTTO ed il montaggio di STEFANO COCOMAZZI.

Con il brano, DANIELE CHIARELLA, artista indipendente, situazionista, continua il suo percorso artistico-musicale in chiave minimale ed essenzialmente ultra pop con sfumature indie, cercando comunque di restare originale e personale.

Una base ritmica scarna e ripetitiva su cui abbozzare emozioni di vita quotidiana. Una modalità espressiva già efficacemente sperimentata con il precedente e più straziante singolo “Ho Bisogno di Te”.

Il testo è importante, il tema pure: nella vicenda dei rapporti sentimentali, quando ci si abbandona, il ricordo, a distanza di tempo, si fa meno limpido, sfumato e poco conta del tempo vissuto insieme. Ciò che resta sono fotografie mentali, che appaiono più o meno nitide anche nel videoclip.

Episodi piccoli o grandi, qualche emozione tra incubi e gioie, finestre aperte al passato che si aprono improvvisamente squarciando il presente.

ma non è vero che non c’era più feeling tra noi? Non è vero che il sesso guarisce ogni cosa…  l’aria si fa pesante se si resta da solo a lavare i piatti e badare al gatto, se ti abbandonano e resti solo con i ricordi.”

Gli amori non si scordano mai, soprattutto se, nella complicità del vissuto quotidiano, il sesso è stato straordinariamente vissuto bene. Ma basta solo il buon sesso a salvare la coppia?  Evidentemente no.

Daniele Chiarella, con il singolo NON È VERO, prova a gridare al mondo la condizione estrema della solitudine e, contemporaneamente, tenta di cantare la bellezza sessuale. Lo fa anche attraverso alcuni elementi presenti nel videoclip: un costume che non nasconde nulla, gli sguardi dell’attrice diretti allo spettatore, le bolle di sapone che nascono da una bacchetta che ricorda l’origine del mondo.

Un momento di sintesi surreale, con un arrangiamento leggero tra lo scanzonato e un abbozzato cinismo malinconico, necessario per raccontare un tabù che non vuole essere, come diceva Freud,“proibito” e tantomeno “santificato”.

Ma come, io ero sincero…  NON È VERO!

Il testo è la descrizione di un “Comportamento Umano” che mette l’accento sulla forte Componente Emozionale Inconscia.

Il singolo, in rotazione radiofonica da venerdì 10 luglio, è pubblicato dall’etichetta Terzo Millennio Record.

 

BIOGRAFIA

Fondatore della Folk-Rock Band, Fanali di Scorta, Daniele Chiarella è un’artista, amante delle letture e spericolato sperimentatore dei linguaggi musicali.

Nella sua “criptonicchiaesistenziale il cantautore si presenta in diverse versioni artistiche in maniera molto naturale; ora Daniele Chiarella, in altre occasioni leader del gruppo Fanali di Scorta, spesso esclusivamente come musicista in collaborazione con diversi protagonisti della scena torinese.

 

 PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 347 3265242 – 3314203865

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

in tutti i web stores “ZERO SENTIMENTI” di Vaysy

 in tutti i web stores  “ZERO SENTIMENTI”

il nuovo singolo di VAYSY

 

Ascolta su SPOTIFY: https://spoti.fi/3hbUV3N

Guarda il video: https://youtu.be/IOceJQ1QNuA

pubblicato dall’Etichetta Terzo Millennio Records

 

ZERO SENTIMENTI” è il singolo d’esordio del 24enne VASILE LEORDEAN, in arte VAYSY: giovanissimo rapper, di origini romene, formatosi tra i dischi di Fabri Fibra e le dritte di McFebbo, inizia a scrivere i suoi primi progetti già all’età di 16 anni.

Arrangiato da Yaroslav Sukmanov, il brano è una sorta di viaggio nel tempo e nello spazio all’interno di un mondo che, reale o virtuale a seconda di chi lo ascolta, può farti cadere o aiutare a rialzarti. Il singolo ruota intorno ai sentimenti che, in questo forte viaggio emotivo, VAYSY analizza sapientemente, giocando con le parole e gli accostamenti.  Spinto da correnti opposte, il protagonista è immerso in un labirinto, in una giostra di emozioni che scivolano veloci come le parole del brano.

Il singolo, dal tono dinamico e spumeggiante, nasce con l’intento di rendere partecipe l’ascoltatore lasciandolo libero di interpretare questa sorta di viaggio interiore raccontato nella canzone.

Il beat è fresco e coinvolgente: VAYSY lo domina con decisione e delicatezza allo stesso tempo. Nel testo affiorano desideri nascosti ed emozioni represse, descritti in righe pregnanti come “Cuore freddo ma senza spazio / Tutti stelle ma senza spazio / Sono un UFO che si fa spazio”.

“ZERO SENTIMENTI” già in rotazione radiofonica e su YouTube https://youtu.be/IOceJQ1QNuA, è pubblicato dall’Etichetta Terzo Millennio Records.

BIOGRAFIA

Nato in Romania, VAYSY approda a Gropparello (PC) all’età di 5 anni. Subito attratto dal mondo dell’Hip-Hop, già a 14 anni è alla ricerca di canzoni rap in cui rispecchiarsi.  All’età di 16 anni il giovane scrive i suoi primi testi in rima, partendo da delle basi che trova sul web.  A 18 anni, grazie all’aiuto del suo mentore McFebbo, entra in un vero studio di registrazione e capisce che quella è la sua strada.

Stanco quindi del registratore vocale dello smartphone, inizia fare sul serio: lavora in una fabbrica meccanica per potersi permettere un piccolo studio di registrazione, da lui stesso costruito.

Negli ultimi anni, Vasile crea Incendio, un alter ego negativo volto a completare l’identità di VAYSY, nel tentativo di trovare un equilibro tra le personalità in stile Ying-Yang.

Oggi, VAYSY continua un’ardua sperimentazione musicale e pubblica il suo primo singolo.

 
Facebookhttps://www.facebook.com/vasile.leordean
YouTube  https://www.youtube.com/channel/UCRZ2O65WsaDWd7nGITcyBVA

Instagram https://www.instagram.com/vaysy_aka_incendio

 

PIETRO BENEDETTI – FRANCESCO RATTI

Divinazione Milano S.r.l.

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano

Tel. 347 3265242 – 331 420386

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

web: www.divinazionemilano.it

Leggi tutto...

Disponibile la nuova puntata di "Avere Anni 20"

Come ogni martedì siamo tornati a recensire la nuova puntata di "Avere Anni 20" (https://bit.ly/38XlZAA), la rubrica musicale di Andrea Ettore Di Giovanni. I nuovi singoli scelti dal frontman del Pesce Parla sono "Ma Perché mi inviti a Cena?", "Portofino" e "Hangover"

Il primo singolo di oggi è Ma Perché mi inviti a cena? di Nicky Nicolai e Stefano Di Battista. Il brano, un pezzo jazz molto frizzante, è una geniale riflessione sui mille utilizzi che possiamo fare di un tavolo e della stessa parola: dal tavolo delle trattative ai tavoli per il tempo libero e per il gioco (pensiamo ad esempio al tavolo da ping pong), senza dimenticare il tavolo, la scrivania dalla quale sto scrivendo. Il tavolo non è quindi più quel bel simposio latino dove ciascuno poteva soddisfare i propri appetiti, bensì il luogo delle discussioni, dell'esposizione dei propri problemi, che cerchiamo, è vero, di tradurre in parole ma spesso senza arrivare al punto. Al contrario, Pasquale Panella, autore del brano, colpisce l'ascoltatore in modo diretto, senza girare la frittata e lo fa anche grazie alla voce meravigliosa di Nicky Nicolai. 

La seconda canzone della settimana è Portofino del Pagante. A dieci anni di distanza da Entro In Pass, è uscito un nuovo brano estivo del gruppo milanese. Il Pagante riesce come al solito a conquistare il gusto del pubblico, soprattutto dei più giovani, e questa volta incontra anche l'apprezzamento di Andrea che ammette di essere stato colpito da Portofino. Sarà il ritmo, sarà la voglia di estate o forse il meccanismo della figura retorica del Guilty Pleasure ma Ti Porto Fino a Portofino è qualcosa di troppo per qualsiasi linguista italiano. 

Infine chiudiamo con Hangover, il nuovo singolo di Ainè. Il brano, in italiano, è delicato, il parlato è lento ma ritmato. Ricorda lo stile lo-fi, molto apprezzato all'estero ma ancora poco conosciuto e trasmesso dalle radio italiane. Un ragazzo vorrebbe scappare insieme ad una donna che però non si ricorda di lui. Siamo ai titoli di coda di una festa quando l'alcool si è già mescolato con i sentimenti e le emozioni escono libere. Fermo, in uno stato di attesa e speranza, il dolore creato dalla relazione nel protagonista è peggiore di quello causato dall'Hangover. 

Buon ascolto e alla prossima...

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?