Menu

La Banda Osiris è pronta a ripartire con due spettacoli

Finalmente riaprono stanno riaprendo i teatri e con le giuste precauzioni si può tornare a godere degli spettacoli dal vivo. La cultura, costretta  a sospendere le sue attività per molti mesi a causa della pandemia, si rimette in moto. E anche la Banda Osiris si prepara a tornare in scena. La Banda Osiris nasce Vercelli nel 1980 dai fratelli Gianluigi e Roberto Carlone, da Giancarlo Macrì e Mario Sgotto.

La banda più piccola del mondo compie 40 anni. Per festeggiare organizza un tour di due spettacoli nelle piazze d'Italia e nei teatri. In particolare il primo spettacolo si intitola AQUADUEO ed è un omaggio all’acqua insieme al filosofo della scienza Telmo Pievani. Il secondo intitolato LE DOLENTI NOTE è descritto come un classico di eleganza ed umorismo.

Per tutte le informazioni e per acquistare i biglietti, visitate il sito ufficiale

Blog: rocktargatoitalia.eu

 

Leggi tutto...

MAESTRI. Incontriamoli! JOSEPH BEUYS - A 100 anni dalla nascita

Dopo i “Milanesi Eccellenti“ - Gianni Sassi e Franco Quadri - la riflessione sulle figure artistiche e culturali che il Teatro Out Off ha avuto come riferimento continua con Joseph Beuys, artista e pensatore tedesco che ha rivoluzionato il concetto di Arte in rapporto alla natura.

Dall'11 al 15 maggio, cinque incontri live streaming – curati da Manuela Gandini e Susanna Schoenberg – per analizzare e attualizzare il pensiero e la figura di Joseph Beuys in occasione del centenario della sua nascita. Potrete seguire l'evento sui nostri canali YouTube e Facebook.

Le giornate prevedono l’avvicendarsi di teorici, medici, poeti, critici e contadini che documenteranno la vita e l’opera di Joseph Beuys, a cui si aggiungerà l’intervento di artisti che daranno la propria lettura dell’eredità del Maestro e vi sarà la partecipazione di alcuni studenti dell’Accademia di Düsseldorf, dell’Accademia di Brera e della NABA di Milano. 

Nell’ambito di questa iniziativa, in collaborazione con l'Associazione della via Mac Mahon (VMMD), sabato 24 aprile dalle 10 alle 13, gli allievi dell’Accademia NABA di Milano “racconteranno” con un’azione teatrale Beuys lungo i negozi della via Mac Mahon e dintorni.

Blog: rocktargatoitalia.eu

Leggi tutto...

Il concorso musicale Ego Art - Voci 2021

Sogni di fare il cantante? Sei un cantautore ma nessuno ha mai sentito la tua musica? Il premio Ego Art potrebbe essere la tua occasione.

Di cosa si tratta

Il premio Ego Art nasce dall’idea di Carola Cora, che insieme a Francesca Lensi, Stefano Petrini e Andrea Ravizza, sceglie di dare spazio agli Artisti e alla loro Arte. Quest’anno si terrà in particolare il Premio Ego Art- VOCI 2021; per il futuro invece si pensa ad organizzare il concorso per altre forme d’arte, in modo tale da dare alla cultura in tutte il giusto spazio.

Chi può partecipare

Con il fine di incoraggiare il talento musicale, sono state create delle apposite categorie per permettere a tutti coloro di un’età superiore ai 12 anni di gareggiare. A seconda dell’anno di nascita si rientrerà rispettivamente nella categoria Junior, Major o Senior. Discorso a parte per i cantautori che gareggeranno in una singola categoria senza alcuna distinzione di età.

Dove e quando

Il concorso prenderà luogo nelle città di Torino e Collegno e sarà articolato in tre fasi. La prima di queste si terrà tra giugno e luglio, quando ciascun candidato avrà modo di esibirsi (sono previste anche esibizioni online qualora il concorrente sia impossibilitato dal raggiungere la città). La seconda fase invece sarà il 18 settembre presso il Teatro Lavanderia a Vapore a Collegno; in questa occasione saranno nominati i finalisti e invece verrà premiato il vincitore della categoria Junior. Il giorno seguente, sempre nello stesso luogo, si terrà invece la finale per tutte le altre categorie.

Ricchi premi per i vincitori

Tutti i vincitori riceveranno l’attestato del Premio Ego Art. Il primo premio assoluto prevede una cifra di € 1.000, un’intervista e il passaggio su GRP Radio ma non di canzoni inedite Support Band (Spalla/ Apertura di un Concerto Professionale). Ci sarà poi un premio per l’interpretazione il cui ammontare sarà pari a 150 euro e verrà data al vincitore di questo titolo la possibilità di una performance in un locale e un buono di 50 euro da Merula Strumenti Musicali. Un premio poi sarà attribuito per la tecnica vocale, uno per il talento e uno per ciascuna categoria. E molto altro…per conoscere maggiori dettagli visitate il sito ufficiale del concorso, dove è possibile scaricare il regolamento completo: https://www.egoart.org/?fbclid=IwAR0kUaGFyqcnk1QgNQASp8v7ORW9T92MFzlgaeTd0XjilVKJsLVhEfLV8DQ

Come partecipare

Per poter gareggiare basterà compilare l’apposito modulo d’iscrizione e versare l’importo di 50 euro entro il 31 maggio. Allegando tutti i documenti richiesti, in pochi e semplici passaggi si diventerà concorrenti del premio Ego Art.

Insomma, non ci resta che dirlo: che vinca il migliore!

 

Blog: Rocktargatoitali.eu

Eleonora Corso

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Cento anni dalla nascita di Giorgio Strehler: la Fondazione Paolo Grassi celebra l’anniversario con un ciclo di incontri

La Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca programma dieci appuntamenti sia online che in presenza dedicati al regista triestino, nel segno del teatro e dell’amicizia con Grassi che andranno in onda dalla WebTV della Fondazione Paolo Grassi, da mercoledì 31 marzo alle ore 18

Cento anni fa, il 14 agosto 1921, nasceva a Trieste Giorgio Strehler, regista teatrale e fondatore nel 1947 con Paolo Grassi e Nina Vinchi del primo teatro pubblico d’Italia, il Piccolo Teatro di Milano. Nell’anno del centenario del nascita, la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, propone un ciclo di incontri a cura di Giovanni Soresi dal titolo Grassi e Strehler, l’arte di fare teatro che avrà inizio mercoledì 31 marzo alle ore 18 con la messa in onda sulla WebTV della Fondazione del primo appuntamento.

 «Iniziamo un percorso che riteniamo doveroso per la Fondazione Paolo Grassi – afferma il direttore Rino Carrieri – e l’idea è quella di raccontare in dieci appuntamenti il teatro e il lavoro di Giorgio Strehler attraverso le parole e i ricordi di chi ha lavorato con lui e l’ha conosciuto. La sua visione di fare teatro è uno dei fondamenti dell’identità del Festival della Valla d'Itria e della Fondazione che porta il nome del suo storico collega che è Paolo Grassi».

La prima puntata è dedicata alla nascita del teatro come istituzione pubblica: insieme ad Anna Bandettini, giornalista e critico teatrale de «La Repubblica», si ripercorrerà la storia del Piccolo Teatro di Milano, dalla fondazione nell'immediato dopoguerra, alle messe in scena di spettacoli ormai “mitici” come Vita di Galileo e L’opera da tre soldi di Brecht, fino alla fondazione del Teatro d'Europa e alla scomparsa di Strehler nel 1997.

Mercoledì 21 aprile, sempre alle 18, sarà online il secondo appuntamento dal titolo La musica di Arlecchino con ospiti l’attrice e Direttore del Teatro Biondo di Palermo Pamela Villoresi, il musicologo Davide Verga e il regista Stefano De Luca. Il 19 maggio, nella terza puntata, si parlerà del rapporto del Piccolo Teatro con il drammaturgo Bertolt Brecht.

Gli incontri andranno avanti sino all’autunno con l’auspicio della Fondazione Paolo Grassi di poter realizzare alcuni incontri in presenza di pubblico a ridosso del Festival, approfondendo il lavoro di Strehler anche in rapporto alla musica e al repertorio operistico.

 

Blog: Rock Targato Italia

Giulia Villani

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?